Cronaca

Cronaca 10 Maggio 2019

“Sulle tracce del genio di Leonardo', sabato 11 maggio la prima visita guidata promossa da If Imola Faenza

Parte con un primo appuntamento gratuito (gli altri saranno a pagamento) il programma di visite guidate “Sulle tracce del genio di Leonardo”, che If Imola Faenza Tourism Company organizza con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il patrocinio del Comune in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. L”appuntamento è per domani, sabato 11 maggio, alle 15, con un itinerario che prenderà il via da Palazzo Sersanti, in piazza Matteotti, dove in mattinata si svolgerà il convegno “Da Leonardo a Google Maps“.

Successivamente la visita, sviluppata in collaborazione con i Musei Civici di Imola diretti da Claudia Pedrini e gestita (come le successive) dalle guide turistiche della Pro Loco di Faenza, socia di If, toccherà tutti i luoghi legati alla presenza di Leonardo in città nel 1502: piazza Matteotti e il portico di via Emilia, l’albergo El Capello (via Emilia 140), palazzo Sassatelli Monsignani (via Emilia 69), palazzo Machirelli poi Dal Pozzo (via Emilia 25), il canale dei Mulini, il complesso monumentale dell’Osservanza, la Rocca Sforzesca. Per i partecipanti è prevista anche la distribuzione della mappa di Leonardo attualizzata con i nomi odierni delle vie del centro e l’indicazione dei principali siti, realizzata dall’Associazione Imola Storico Artistica (Aisa) insieme a Sister. La visita durerà circa due ore e mezza, con prenotazione obbligatoria. 

Domenica 26 maggio, dalle 10 alle 12, ci sarà la prima visita guidata a Faenza, con ritrovo allo Iat (Voltone della Molinella). A giugno la visita a Faenza è in programma il primo giorno del mese, un sabato, con gli stessi orari, mentre a Imola domenica 9, dalle 10 alle 12.30, il percorso inizierà all’ingresso della Rocca Sforzesca (piazzale Giovanni dalle Bande Nere) alle 9.45. 

Per informazioni e prenotazioni: If Imola Faenza tel. 0542-25413, mail info@imolafaenza.it.  Per la visita a Faenza ci si può prenotare anche telefonando allo sportello Iat della città, al numero di telefono 0546-25231. (r.cr.)

Nella foto l”immagine scelta per il volantino dell”iniziativa di If

“Sulle tracce del genio di Leonardo', sabato 11 maggio la prima visita guidata promossa da If Imola Faenza
Cronaca 10 Maggio 2019

Abbattuto cinghiale di 50 kg che si era avvicinato pericolosamente all'autostrada A14

Nei giorni scorsi un cinghiale maschio di 50 kg è stato abbattuto nei pressi del casello autostradale di Imola. L”operazione, svolta dalla polizia locale della Città metropolitana (ex provinciale) in collaborazione con la polizia stradale di Imola e il Centro Operativo Autostrade, è stata necessaria in quanto l”animale si era avvicinato pericolosamente all”A14, oltrepassando la recinzione di sicurezza e trovandosi così a pochi metri dalla carreggiata.

Questo per evitare drammatiche conseguenze come accaduto qualche mese fa a Lodi (qui la notizia Ansa). La circolazione sulla corsia Sud dell”A14 è stata interrotta per circa mezz”ora. (d.b.)

Foto d”archivio

Abbattuto cinghiale di 50 kg che si era avvicinato pericolosamente all'autostrada A14
Cronaca 10 Maggio 2019

Sabato 11 maggio a Palazzo Sersanti il convegno “Da Leonardo a Google Maps'

Il cinquecentenario leonardesco è l”occasione per un convegno sull”evoluzione del profilo urbanistico di Imola, a partire dalla mappa tracciata proprio da Leonardo, dal titolo “Da Leonardo a Google Maps – Il profilo urbanistico di Imola in cinque secoli di cartografia”.

I temi affrontati ed esposti da esperti del settore riguarderanno l”evoluzione della rappresentazione cartografica, i mutamenti del profilo urbanistico imolese, la cartografia storica di Imola e, naturalmente, la famosa mappa leonardesca.

L”appuntamento è per sabato 11 maggio, dalle ore 9.30 alle 13, a palazzo Sersanti, in piazza Matteotti 8 a Imola. (r.cr.)

Sabato 11 maggio a Palazzo Sersanti il convegno “Da Leonardo a Google Maps'
Cronaca 9 Maggio 2019

Modifiche alla viabilità nell'area dell'autodromo e parcheggi straordinari nel weekend della Superbike

Dal 10 al 12 maggio è in programma all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola la tappa del mondiale Superbike e come di consueto, in occasione dell’evento, l’Amministrazione comunale di Imola ha introdotto attraverso un’ordinanza firmata dal dirigente della Polizia municipale una serie di modifiche alla viabilità cittadina.

In dettaglio, in via Malsicura è in vigore già da martedì il divieto di transito, di fermata e sosta su entrambi i lati che durerà fino a domenica 12 maggio alle 17. Analogo divieto è stabilito da venerdì 10 alle 8.30 a domenica 12 alle 17 su tutte le strade di seguito indicate interne al perimetro dell’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari”: via Musso, via Kennedy, via Galli, via F.lli Rosselli, via Atleti Azzurri d’Italia, via dei Colli, con esclusione degli autorizzati. Dalle 9 del 10 maggio alle 17 del 12 maggio divieti di fermata e sosta e/o altre modifiche alla normale viabilità sono disposti in piazzale Leonardo da Vinci, viale Dante, via Goldoni, via Tasso, via Graziadei, via Pirandello, via dei Colli, via Ghiandolino, via Pediano, via Santerno, via Oriani, via Guicciardini, via Tabanelli.

Sono poi state adibite a parcheggi straordinari a pagamento per autoveicoli alcune aree pubbliche: l’Area verde Aviatori d’Italia in via Pirandello (fianco Famila), l’area “Spettacoli Viaggianti” di via Pirandello, i parcheggi via Oriani e via Tabanelli su ambo i lati della corsia di marcia verso nord fino al chiosco Strike per la sola giornata di domenica via Tabanelli su ambo i lati della corsia di marcia verso nord dal chiosco Strike a piazzale Michelangelo e via Guicciardini, il parcheggio via Graziadei, l’area golenale via Graziadei, il parcheggio via Santerno e parte dell’area verde “Chico Mendez”, l’area verde “Rivazza” in via dei Colli, l’area verde via dei Colli (sulla salita a sinistra), l’area verde vie dei Colli/Ascari, il parcheggio via Ascari (fianco scuola Agraria), l’area verde via Tiro a Segno e parcheggi lungo la banchina stradale.

Per le moto a pagamento sono stati ricavati parcheggi esclusivi in viale Dante da P.le Leonardo da Vinci a via Graziadei/Pirandello, lato est, via Romeo Galli da via Malsicura al termine della strada, lato ovest (escluso i residenti nel tratto da via Atleti Azzurri d’Italia al cancello di ingresso pista) e stradello interno fianco Stadio Romeo Galli, il tratto terminale di via Kennedy dal cancello Parco Acque Minerali. In tutte queste aree sono applicate le tariffe stabilite dall’Amministrazione comunale, vale a dire 40 euro per i pullman, 10 per le auto,7 per le moto, 15 per le roulotte e 16 per i camper. (r.cr.)

Per maggiori informazioni: http://www.comune.imola.bo.it/in-evidenza/mondiale-sbk-a-imola

Modifiche alla viabilità nell'area dell'autodromo e parcheggi straordinari nel weekend della Superbike
Cronaca 9 Maggio 2019

La Giunta di Imola perde un altro pezzo: si è dimessa l'assessore Rosa Lucente, le sue deleghe alla sindaca

Le voci si rincorrevano da tempo, ora è ufficiale: si è dimesso l”assessore alle Risorse umane e Affari istituzionali del Comune di Imola Rosa Lucente. Lo annuncia una stringatissima nota dell”ufficio stampa, precisando che le dimissioni hanno effetto da subito.

Le deleghe della Lucente, che comprendono politiche abitative, affari istituzionali, servizi demografici e patrimonio, faranno capo alla sindaca Manuela Sangiorgi fino alla nomina del nuovo assessore. Si tratta del quarto assessore che lascia la Giunta 5Stelle in pochi mesi, dopo le dimissioni di Ezio Roi a dicembre, di Ina Dhimgjini a gennaio e la cacciata di Maurizio Lelli appena due settimane fa. (r.cr.)

Nella foto l”assessore dimissionario Rosa Lucente e la sindaca Manuela Sangiorgi

La Giunta di Imola perde un altro pezzo: si è dimessa l'assessore Rosa Lucente, le sue deleghe alla sindaca
Cronaca 9 Maggio 2019

Buona Settimana di Marco Raccagna: Anch’io mi associo a chi ritiene importante insegnare la storia

Nei giorni scorsi ho firmato l’appello «La storia è un bene comune: salviamola» (per firmare, https://www.repubblica.it/robinson/2019/04/25/news/la_storia_e_un_bene_comune_salviamola-224857998/), che ha raccolto fin qui migliaia di firmee ha come primi sottoscrittori Andrea Giardina, Liliana Segre e Andrea Camilleri. L’appello punta i fari su quello che appare come un progetto di ridimensionamento dell’insegnamento della materia e chiede al ministro dell’Istruzione che la prova di storia venga reinserita negli scritti dell’esame di Stato delle scuole superiori, che le ore dedicate alla disciplina nelle scuole vengano aumentate e che dentro l’università si favorisca la ricerca storica. E, leviamo subito il dubbio, è stato firmato da studiosi e persone, di cultura e non, di ogni estrazione politica.

D’altra parte, la storia è di tutti. E’ un insegnamento critico, chemette a confronto fonti, esperienze, vite, teorie e fatti. Non solo, perché «la storia – come dice l’editore Laterza – non è una disciplina come un’altra, ma è un esercizio di cittadinanza». Ed è un po’ malinconico e avvilente che occorra un appello a ricordarcelo, aggiungo io. La storia è come le briciole di Pollicino. Ci ricorda la strada fatta, ci dice dove e come siamo e perché, ci permette di non perderci, se ben osservata. Se ci pensiamo bene, però, soprattutto la storia, un gradino sopra l’economia, l’astronomia o la medicina, nel mondo contemporaneo dei social media e dei contro-esperti digitali improvvisati, della comunicazione veloce e semplificata, è oggi messa all’indice. Sacrificata sull’altare, come recita l’appello, di «una presunta opinione del popolo, una sorta di sapienza mistica che attinge a giacimenti di verità che i professori, i maestri e i competenti occulterebbero per proteggere interessi e privilegi. I pericoli sono sotto gli occhi di tutti: si negano fatti ampiamente documentati; si costruiscono fantasiose contro-storie; si resuscitano ideologie funeste. (…) Queste stesse distorsioni celano un bisognodi storia…».

E’ da quel bisogno che dobbiamo ripartire. Non c’è educazione civica, metodo laboratoriale o classe inclusiva che tenga. Come non c’è opinionista o politico o urlatore del web che possa sostituirsi agli esperti che hanno fatto delle pagine della storia la loro disciplina di indagine e la loro professione, spesso con molti anni di studioe gavetta. Certo, gli strumenti, le metodologie e gli eventi con cui la storia viene trasmessa devono far passi da gigante in avanti, smettendo i panni impolverati, le lezioni di ore e ore noiosissime e i «parrucconi». Perché la storia è piena di vita e di vite. E’ storia di uomini e di popoli e di nazioni. Di valori e principi, di errori e successi. E’ fatta di parole e simboli. Pensate solo a vocaboli come comunismo e fascismo, comunista e fascista e alla loro quotidiana distorsione, semplicemente perché si è perduto ogni riferimento storico, ogni capacità di approfondimento su cosa sono stati eperché sono nati sia l’uno che l’altro.

E’ attraverso la conoscenza storica che abbiamo consapevolezza del nostro ruolo nella contemporaneità, micro o macro che sia. Ed è da lì che possiamo partire per porci obiettivi, funzioni e muovere azioni motivate. Per farla breve, è attraverso la storia che sappiamo spiegare agli altri perché facciamo qualcosa, anche e soprattutto in politica. Oggi però siamo da un’altra parte, sia per chi fa politica direttamente, sia per i cittadini. Siamo all’improvvisazione, all’istinto, all’ora e subito, al non ragionamento, all’incoerenza del pensiero, al tempo che è iniziato ieri, prima il nulla. Tuttavia, potrebbe non durare per sempre. E’ la storia che ce lo insegna. Buona settimana.

Buona Settimana di Marco Raccagna: Anch’io mi associo a chi ritiene importante insegnare la storia
Cronaca 9 Maggio 2019

Alessandra, Lulù e la pet therapy di Montecatone protagoniste in Campidoglio a Roma

Il progetto di pet therapy «Abili a 4 zampe» protagonista a Roma in Campidoglio all’evento organizzato da Roma Capitale, nella persona di Daniele Diaco, presidente della IV Commissione capitolina Ambiente. Ormai da cinque anni l’ospedale di Montecatone propone ai propri pazienti interventi di assistenza con animali in collaborazione con l’associazione ChiaraMilla riesce a coinvolgere come istruttori ex pazienti dell’ospedale.

Alessandra Santandrea, ex paziente di Montecatone, ha raccontato la sua storia e ha terminato con una dimostrazione «dal vivo» con Lulù, che lei stessa ha addestrato sotto la guida delle istruttrici di ChiaraMilla. Presenti anche Lisa Costa, Silvia Bolognesi e Brandon Ladson, altri ex pazienti di Montecatone, ora istruttori di Pet Therapy. Santandrea, insieme a Marina Casciani, è autrice del libro “La sedia di Lulù” (Itaca Edizioni) con oltre 20.000 copie vendute e un’attività di promozione che ha visto centinaia di incontri su tutto il territorio nazionale, ha contributo a sensibilizzare sul tema della disabilità e dell’aiuto che i cani da supporto forniscono a persone con difficoltà motorie.

A portare la testimonianza di Montecatone è stato il Presidente della Fondazione Montecatone onlus Marco Gasparri. L’evento si è chiuso con una dimostrazione di Alessandra e Lulù, che ha mostrato dal vivo il supporto concreto che un’animale da assistenza può fornire alle persone con disabilità. (r.cr.)

Nella foto Alessandra Santandrea con Lulù in Campidoglio

Alessandra, Lulù e la pet therapy di Montecatone protagoniste in Campidoglio a Roma
Cronaca 9 Maggio 2019

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

SANITA. L”«azienda» Montecatone. Esperienza finita per l”urologia metropolitana. CRONACA. Kit gratuiti contro le zanzare. ECONOMIA. Il lavoro cresce sul Sillaro. La centrale di cogenerazione della Cefla. FOTOGRAFIA. Gli scatti di guerra di Marco Barbera. POLITICA. Domande per i quattro candidati sindaco di Medicina. 

SPORT. Motori. Nel weekend la Superbike a Imola. Calcio. Terzo posto conquistato per l”Imolese. Il Medifossa è salvo, la Libertas Castello ai play-off. Ciclismo. Domenica la Coppa Varignana.

SABATOSERA DUE. Arte. Inaugurazione dei lavori di restauro dell”Osservanza. Mostra dell”artista Nedo Merendi. Musica. Sei serate con il jazz a Medicina. Al via la XII edizione di «Gocce di musica». L”imolese Francesco Bombaci a «The Voice». Editoria. Il nuovo libro di Sante Boldrini targato Bacchilega. Evento. A cena con Leonardo. Sapori. Sagre ed eventi sul territori. Street food al Parco dell”Osservanza.

INSERTO SPECIALE. Dal 10 al 12 maggio all”Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sbarca la Superbike con la quinta tappa del mondiale. Su Sabato Sera le pagine «speciali» tra curiosità, interviste e news dal mondo dei motori. (d.b.)

Nella foto: le «prime pagine» di sabato sera questa settimana

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 8 Maggio 2019

Calcio giovanile, vittoria a tavolino per la Tozzona Pedagna dopo la rissa di sabato scorso contro il Crevalcore

Nella giornata di oggi, a distanza di pochi giorni dalla rissa scoppiata sabato pomeriggio a Imola (leggi la news), al centro sportivo «Nicola Calipari», durante il match tra l”Ac Tozzona Pedagna Asd ed il Crevalcore valida per il campionato Juniores Provinciali Bologna (girone B), sono arrivate le decisioni del Giudice Sportivo in merito alla sospensione del match. Come si legge nel comunicato n° 43 della Figc-Lnd, Delegazione di Bologna (vedi qui), «letti gli atti ufficiali dai quali si evince che la gara e” stata sospesa all”ottavo minuto del secondo tempo in quanto la Soc. Crevalcore per effetto dei provvedimenti di espulsione assunti dall”Arbitro e” rimasta in campo con un numero di calciatori che non consentivano il proseguio della stessa, il G.S. delibera di infliggere alla Soc. Crevalcore la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 a 3». 

Va ricordato che il numero minimo di giocatori in campo per il corretto svogimento di una partita è pari a 7 calciatori, pena appunto la sospensione dell”incontro. Oltre alla sconfitta a tavolino, quindi, il Giudice Sportivo ha preso ovviamente provvedimenti anche nei confronti dei cinque giocatori espulsi tra le fila del Crevalcore. Nello specifico un giovane calciatore è stato squalificato per sei giornate perché «colpiva con un pugno al volto un calciatore avversario. Comminatagli l”espulsione rincorreva un altro calciatore avversario colpendolo alla spalla all”altezza della testa facendolo cadere violentemente a terra. Tutto quanto sopra viene ritenuto un comportamento di eccessiva violenza nei confronti dei due calciatori del Tozzona Pedagna. Per altro quanto sopra ha scatenato fra i calciatori di ambedue le Societa” diversi contatti fisici che hanno portato a sanzionare esclusivamente calciatori della Soc. Crevalcore». Altri quattro giocatori, infatti, salteranno le prossime 3 gare di campionato. (d.b.)

Nella foto (dalla pagina facebook della Tozzona Pedagna): il logo della società

Calcio giovanile, vittoria a tavolino per la Tozzona Pedagna dopo la rissa di sabato scorso contro il Crevalcore
Cronaca 8 Maggio 2019

Coltivava piantine di cannabis in casa, arrestato 25enne imolese

Un 25enne imolese è stato arrestato dai carabinieri di Imola per «produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope». L”episodio è avvenuto a Sesto Imolese.

I militari, infatti, durante una perquisizione domiciliare a casa del giovane a seguito di indagini rivolte a stroncare il traffico di sostanze stupefacenti nel territorio, hanno ritrovato piante e ramoscelli di cannabis in corso di essiccazione, un bilancino elettronico di precisione e una discreta quantità di attrezzatura (lampade al sodio, termostato digitale, ventilatore, aspiratore e deumidificatore), utilizzate per ricreare il clima adeguato per la crescita delle piante.

Nella giornata di ieri, il 25enne è stato processato per direttissima presso il Tribunale di Bologna. L’arresto è stato convalidato e il giovane è stato rimesso in libertà con l’obbligo di presentarsi tre volte a settimana presso gli uffici della polizia giudiziaria. (d.b.)

Foto d”archivio

Coltivava piantine di cannabis in casa, arrestato 25enne imolese

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast