Cronaca

Cronaca 13 Ottobre 2021

Marroni di Castel del Rio, annata di piccolo calibro

Caldo e siccità hanno seriamente compromesso la stagione dei marroni e delle castagne. Si trovano fin troppo d’accordo Sergio Rontini, vicepresidente del Consorzio dei castanicoltori di Castel del Rio, che con sua figlia Monia nella vallata del Santerno coltiva più di 50 ettari di castagneti, e Renzo Panzacchi, presidente del Consorzio castanicoltori dell’Appennino bolognese. All’unanimità affermano, infatti, che «quest’anno ci sarà almeno il 50 per cento in meno di prodotto, rispetto allo scorso anno, ma la percentuale in alcune zone potrebbe salire al 70 per cento». (a.g.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Marroni di Castel del Rio, annata di piccolo calibro
Cronaca 12 Ottobre 2021

Ad Ozzano premio agli alunni «meritevoli» con i gettoni di presenza dei consiglieri comunali

I consiglieri comunali di Ozzano Emilia hanno deciso di devolvere il compenso a loro spettante e derivante dal gettone di presenza riconosciuto per la partecipazione alle sedute del Consiglio comunale, all”Istituto comprensivo di Ozzano con la richiesta che tale contributo venisse utilizzato per borse di studio o per arricchire i progetti formativi dei ragazzi.  

Questa decisione è stata sottoscritta da ben 16 fra consiglieri e assessori su 19 totali, in pratica da tutto il gruppo di maggioranza «Passione in Comune» a cui si sono aggiunti i due consiglieri di minoranza del gruppo «Progresso Ozzano», mentre il gruppo «Noi per Ozzano» ha deciso di destinare i compensi derivanti dai loro gettoni ad altre attività. Il compenso viene liquidato semestralmente e l”importo totale annuo si aggira attorno ai 2mila euro.

Nei giorni scorsi si è così tenuta, nell’area esterna della scuola media Panzacchi una piccola cerimonia di consegna delle borse di studio agli alunni meritevoli, coloro cioè che hanno terminato il percorso di studio sostenendo l”esame di terza media nel giugno scorso, e che sono usciti con una valutazione di 10 e 10 e lode.

«Si tratta di un piccolo contributo, 100 euro ciascuno, che vuole essere comunque uno sprone per lo studente o studentessa a continuare gli studi e un aiuto per le famiglie che possono destinarlo all”acquisto dei testi scolastici per le scuole superiori – ha commentato il sindaco, Luca Lelli -. Sono già alcuni anni che, come Consiglio comunale, abbiamo preso questa decisione e mi fa piacere che, ad ogni mandato, la maggior parte dei consiglieri aderisce volontariamente e con piacere a questa proposta». (r.cr.)

Nella foto: la cerimonia di consegna della borsa di studio agli alunni meritevoli

Ad Ozzano premio agli alunni «meritevoli» con i gettoni di presenza dei consiglieri comunali
Cronaca 12 Ottobre 2021

Tentano di truffare un‘anziana, malviventi inseguiti dai carabinieri

Si sono finti tecnici dell’acqua per entrare in casa di una 82enne e rubargli quanto più possibile, ma il loro piano è fallito grazie all’intervento dei carabinieri. L’episodio è avvenuto nella frazione medicinese di Villa Fontana. 

Alla vista dei militari che stavano pattugliando la zona, un automobilista alla guida di una Fiat Punto si è allontanato velocemente da un’area abitativa. Inseguito dai carabinieri e invitato a fermarsi, il conducente ha accelerato dirigendosi a forte velocità in direzione di Budrio. Tallonato, l’automobilista ha abbandonato il veicolo in via Olmo e si è dileguato per i terreni adiacenti. Ispezionando il mezzo, gli agenti dell’Arma hanno scoperto che le targhe affisse sulla parte anteriore e posteriore dell’auto erano state alterate, mentre il colore della carrozzeria non era più quello originale perché era stato sostituito per nascondere la vera natura del mezzo di fatto cancellato dal Pra. All’interno un piede di porco, alcuni berretti, un porta tesserino e una giacca ad alta visibilità, un modello di quelle che i finti tecnici indossano per far credere alle vittime di essere quello che non sono.

I carabinieri hanno poi avuto la conferma di avere sventato un reato quando hanno scoperto che poco prima dell’inseguimento, l’automobilista alla guida della Fiat Punto aveva fatto visita, assieme a un complice, ad un’anziana, facendole credere di essere un tecnico addetto al controllo dei contatori dell’acqua al fine di carpirne la fiducia ed entrale in casa. «Disturbati» dai militari, per fortuna, i due malviventi hanno abbandonato il colpo, allontanandosi. (r.cr.)

Foto concessa dai carabinieri

Tentano di truffare un‘anziana, malviventi inseguiti dai carabinieri
Cronaca 12 Ottobre 2021

Sorpreso con arnesi da scasso e biglie in auto, denunciato 48enne

Un 48enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato perché trasportava in auto diversi arnesi da scasso senza un giustificato motivo che sarebbe stato necessario, considerati i suoi precedenti. L’episodio è avvenuto in via Cantagrillo, a Medicina. 

All’interno dell’abitacolo i militari hanno rinvenuto in un sacchettino anche delle biglie, verosimilmente utilizzate per la truffa dello specchietto. I sospetti dei carabinieri sono stati confermati anche dal fatto che lo specchietto retrovisore dell’auto del 48enne era rotto. (r.cr.)

Foto concessa dai carabinieri

Sorpreso con arnesi da scasso e biglie in auto, denunciato 48enne
Cronaca 12 Ottobre 2021

Automobilisti ubriachi, due patenti ritirate a Imola e Mordano

Due automobilisti sono stati denunciati dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza. Gli episodi nel circondario, durante i consueti controlli alla circolazione stradale. Per entrambi è scattato il ritiro della patente.

Il primo, un 22enne, è stato sorpreso dai militari con un tasso alcolico pari a 1,17 g/l, quindi più del doppio del limite consentito, dopo che l’uomo con la sua auto si è schiantato contro un palo in via della Resistenza a Imola.

Il secondo, invece, un 28enne, è stato controllato in tempo, prima che potesse causare un incidente, in via Selice a Mordano. (r.cr.)

Foto d’archivio

Automobilisti ubriachi, due patenti ritirate a Imola e Mordano
Cronaca 12 Ottobre 2021

Alma Mater Fest all’autodromo, tra i prototipi elettrici in pista anche Emilia 4 di Onda Solare

Autodromo di Imola protagonista dell’Alma Mater Fest 2021, organizzato dal Cusb e dall’Università di Bologna. Due gli eventi ospitati nella giornata di ieri: la seconda edizione del Cusb Esports Tournament, finale assetto corsa e le esibizioni dinamiche di moto elettriche con i team provenienti da tutta Europa nell”ambito dell”evento Moto Engineering Italy 2021.

Per quel che riguarda le moto elettriche, l’evento ha portato per la prima volta in Italia una competizione universitaria di prototipi elettrici interamente progettati e realizzati da studenti di 10 università provenienti da 5 Paesi (Italia, Spagna, Ungheria, Polonia e Germania). Gli elementi statici di questa prima edizione erano composti da una tech talk (presentazione tecnica) davanti alla giuria tecnica ed un tech detail riguardante lo sviluppo del prototipo. La seconda parte dell’evento consisteva nelle prove dinamiche che hanno visto i team cimentarsi in tre differenti prove svolte lungo il rettilineo del circuito. A conclusione della giornata di gara le moto hanno svolto una parata lungo la pista.

Presente anche il team castellano Onda Solare che, per l’occasione, domenica ha anche testato Emilia 4 ST per la prima volta su strada. Ieri, invece, durante il tech speech e la presentazione del prototipo una giuria di tecnici ha ascoltato con curiosità la storia di Onda Solare e tutti i loro progetti, mentre in serata è stata invitata nell’Aula Magna Santa Lucia dell’Università di Bologna per una serata all’insegna di sport e ricerca. (r.cr.)

Nella foto: Emilia 4 ST di Onda Solare 

Alma Mater Fest all’autodromo, tra i prototipi elettrici in pista anche Emilia 4 di Onda Solare
Cronaca 12 Ottobre 2021

Lions Club, l’anno si apre con tre nuovi soci ed un premio per Renato Andalò

Si è aperto l‘altra sera l’anno dei Lions Club Val Santerno. A dare il benvenuto il  presidente Umberto Sercecchi che ha accolto nel club tre nuovi soci: Alessandro Costa, Davide Dall’Osso ed Alessandro Rivola.

Nel corso dell’evento è stato conferito al socio Renato Andalò il «Melvin Jones Fellow», onorificenza che viene riservata a personaggi che si sono distinti nell’ambito del servizio verso gli altri. In particolare Andalò ha contribuito, nell’anno della sua presidenza e unitamente al altri soci del club, alla realizzazione del service Giorgio Folli per il Togo che ha visto sorgere a Togoville un centro per la cura della cataratta fornendo attrezzature mediche specialistiche del valore di oltre 260mila euro. (r.cr.)

Foto Isolapress

Lions Club, l’anno si apre con tre nuovi soci ed un premio per Renato Andalò
Cronaca 11 Ottobre 2021

Da domani a Imola si possono accendere in anticipo gli impianti di riscaldamento

Il sindaco di Imola Marco Panieri ha firmato l”ordinanza che autorizza da domani, 12 ottobre, l’anticipo dell’attivazione facoltativa degli impianti di riscaldamento degli edifici adibiti a residenza ed assimilabili, nel territorio del Comune, per un limite massimo non superiore alle 7 ore giornaliere (pari alla metà della durata a pieno regime), nella fascia tra le ore 5 e le ore 23 di ciascun giorno. Un anticipo di pochi giorni comunque dal momento che il normale periodo di attivazione va dal 15 ottobre al 15 aprile dell’anno successivo.

La cittadinanza è invitata a limitare l’accensione nelle ore più fredde, ricordando l’obbligo di legge di non superare la temperatura di 18°C + 2°C di tolleranza per gli edifici rientranti nella categoria E.8 (edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili e di 20°C + 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici. (IL TESTO DELL’ORDINANZA)

Stesso provvedimento sarà preso da domani anche a Castel San Pietro, MedicinaDozza, mentre da oggi è già in vigore nei comuni di Ozzano Emilia e Casalfiumanese. (r.cr.)

Foto d’archivio

Da domani a Imola si possono accendere in anticipo gli impianti di riscaldamento
Cronaca 11 Ottobre 2021

Legalità e circondario, nel fine settimana torna il festival itinerante di «A Ruota Libera»

Legalità e circondario imolese, un binomio che prosegue anche nel 2021 e consolida l’impegno delle istituzioni su un tema sempre attuale, soprattutto in questi tempi di emergenza economia e sanitaria. Sabato 16 e domenica 17 ottobre torna infatti A Ruota Libera 2.0, il festival itinerante, diffuso nei 10 Comuni, per sensibilizzare adolescenti e cittadini ad una cultura della legalità e di cittadinanza attiva.

La manifestazione, presentata dal tavolo circondariale della legalità coordinato dalla sindaca delegata Beatrice Poli, è nata un anno fa per liberare la cultura della legalità dopo mesi di chiusura forzata tornando a ri-conoscersi, socializzare, collaborare ed intrecciare esperienze attive sul territorio. Quest’anno si è voluto potenziare l’esperienza dello scorso anno proponendo un progetto promosso dalla Regione Emilia Romagna, a cui si è aggiunta un’importante novità: gli eventi sul territorio, organizzati da Libera Associazioni, sono tutti concentrati in due giorni per dare la possibilità alla comunità di partecipare a più appuntamenti coprendo diverse fasce orarie. 

Ad aprire il festival, sabato 16 ottobre, il Comune di Imola che ospiterà «Guardare la mafia negli occhi: Dall’(A)Emilia alla Romagna», dalle ore 15 alle 17 a Ca’ Vaina (via Saffi 50/b), con ospiti Massimo Manzoli, coordinatore del portale Mafie sotto casa e curatore di «Emilia-Romagna, Cose Nostre», dossier sulle mafie in Emilia-Romagna, ed Elia Minari, giurista, scrittore, esperto di mafie e corruzione che dialogheranno con la cittadinanza sulla presenza delle mafie nella nostra regione. (r.cr.)

Il programma completo su «sabato sera» del 14 ottobre.

Nella foto: la presentazione dell’evento

Legalità e circondario, nel fine settimana torna il festival itinerante di «A Ruota Libera»
Cronaca 11 Ottobre 2021

Viale del Piratello, al via questa mattina gli interventi per sostituire 38 alberi

Ha preso il via questa mattina e si protrarrà per alcuni giorni l’intervento di sostituzione di alcuni alberi lungo il viale del Piratello, in totale composto da 748 alberi (746 tigli, un cedro ed un cipresso sempreverde).

Negli anni, le alberature del Viale del Piratello sono state oggetto di varie analisi e valutazioni sullo stato fisio-patologico e sulla stabilità, che hanno portato in precedenza a sostituire parte delle piante in seguito ad abbattimenti effettuati per rilievi di instabilità e al fine della sicurezza stradale. Ora, alla luce del recente censimento sullo stato fisio-patologico e sulla stabilità, condotto dagli esperti della ditta Agri 2000 Net srl su incarico di Area Blu, sono state individuate 38 piante, distribuite in diversi tratti del viale, in condizioni non compatibili con la loro conservazione, di cui 31 poste in area sottoposta a vincolo paesaggistico e le restanti 7 immediatamente fuori dall’area vincolata.

Si tratta di piante in avanzato stato di senescenza dovuto a vecchi interventi cesori di eccessiva intensità, a ripetuti danni agli apparati radicali causati dalla posa e manutenzione di sottoservizi e da ampie ferite prodotte da urti e autoveicoli.
Pertanto, al fine di ridurre il rischio di caduta di piante o rami, vista la presenza della via Emilia e della pista ciclopedonale, è stata chiesta autorizzazione paesaggistica per l’abbattimento e sostituzione degli alberi. L’autorizzazione paesaggistica all’intervento di sostituzione di alberature è stata data dal Comune, dopo il parere favorevole della Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio e della Soprintendenza. Le essenze da trapiantare dovranno essere della stessa specie di quelle rimosse e la sostituzione è prevista entro questa stagione vegetativa, seguendo le prescrizioni indicate dalla Soprintendenza. (r.cr.)

Viale del Piratello, al via questa mattina gli interventi per sostituire 38 alberi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast