Cronaca

Elezioni 29 Luglio 2020

Elezioni comunali a Imola, Cappello: «Partitoni in panchina», Pd: «No, sono la base della democrazia»

Alle elezioni comunali di Imola parteciperanno probabilmente tredici liste a sostegno cinque candidati sindaci. Ad oggi la fotografia della scheda elettorale del 20 e 21 settembre sembra questa, quando mancano comunque tre settimane alla chiusura dei termini per la presentazione ufficiale dei partecipanti alle elezioni (22 agosto, servono almeno 67 firme). A meno dell’apparizione di ulteriori candidati e liste (improbabile, ma possibile), il numero di simboli in corsa per entrare in Consiglio comunale è uno in meno che nelle amministrative 2018, mentre ci sono due candidati sindaci in meno: 5 stavolta e 7 la scorsa.
Il Consiglio comunale di Imola si compone di 24 consiglieri a cui va aggiunto il sindaco eletto. Nel 2018 solo tre liste portarono consiglieri in aula, oltre a due candidati sindaci non eletti (Giuseppe Palazzolo e Carmen Cappello).
Dare il quadro di cosa c’è formalmente in palio il 20 e 21 settembre e di chi concorre, aiuta a capire se ha senso parlare di civismo contro partitoni, come fa nella sua comunicazione elettorale la candidata Carmen Cappello, paladina del civismo, imbracciato anche dal candidato Andrea Longhi.
Il centrosinistra, come tradizione in questa città, coalizza partiti storici (Pd, Psi, partiti di tradizione comunista o ambientalista) e formazioni che interpretano il civismo, locale (Imola Futuro e Imola Più e in parte la lista del sindaco) o nazionale (Azione di Calenda). Il centrodestra avrà tre liste di natura nazionale (Lega, FdI, e la composita Forza Italia-Popolo della famiglia), il M5S si presenta con la lista «bollinata» dal Blog nazionale; solo una lista sosterrà Andrea Longhi.
Due invece saranno le liste civiche a sostegno di Carmen Cappello che ha sgombrato il campo da una «benedizione» di Italia Viva ad una delle due liste, dopo che i supporter Matteo Martignani e Giovanna Cappello hanno precisato di non essere coordinatori locali del movimento politico di Matteo Renzi, che da statuto è organizzato in coordinamenti territoriali sulla base dei collegi elettorali.
Carmen Cappello sta utilizzando il civismo contrapponendolo alle organizzazioni dei partiti nazionali: «I partitoni devono fare un giro in panchina stavolta» ripete l’ex candidata sindaco del centrosinistra nel 2018, che rincara: «Quest’anno a Imola i civici, quelli veri, si candidano per vincere e amministrare la città in modo serio» e ribadisce: «Ai partiti, lo dico con affetto, suggerisco un fisiologico e necessario giro di panchina».
Parlando di partitoni Cappello in realtà si riferisce soprattutto al Pd, partito che guidava la coalizione che la sosteneva nel 2018 e che stavolta invece ha proposto e ottenuto alla guida della coalizione di centrosinistra Marco Panieri.
«Non è ammissibile per noi rimanere in panchina, noi vogliamo correre – ribatte la reggente del Pd circondariale, Francesca Marchetti -. Un partito che ha raggiunto il 40% dei consensi dei cittadini nelle ultime elezioni regionali ha il dovere e la responsabilità di dovere giocare la partita per la propria città. La città non ha bisogno di conflitti, ne tantomeno di una contrapposizione tra società e partiti, le buone idee non nascono nella solitudine dell’arroganza ma dal confronto con le persone, le imprese, le famiglie».
Francesca Marchetti sottolinea poi anche un altro aspetto. «Nella storia della nostra Costituzione i partiti sono la base della democrazia, esprimono valori, identità e persone. Imola ha bisogno di proposte e idee che il Partito democratico, senza la supponenza di chi osserva dall’alto, sta mettendo insieme unendo le forze e ascoltando la città, creando una comunità pronta a prendersi la responsabilità di governo con progetti concreti, innovativi. L’avversario principale del Partito democratico e delle forze di centrosinistra è la destra populista e per sconfiggere questa visione abbiamo cercato di costruire e realizzare una coalizione di centrosinistra, ampia e plurale fatta di partiti e liste civiche che hanno condiviso la candidatura unitaria di Marco Panieri. Avremmo accettato anche le primarie di coalizione, ma nessuno ha posto questa questione».

Elezioni comunali a Imola, Cappello: «Partitoni in panchina», Pd: «No, sono la base della democrazia»
Cronaca 29 Luglio 2020

Referendum costituzionale 2020, le modalità di voto dei residenti all'estero

In vista del referendum confermativo sul testo di legge costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari” del 20 e 21 settembre, il Ministero degli Esteri ricorda le modalità di voto per i cittadini italiani residenti all’estero.

In base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, possono votare per posta.
È possibile in alternativa, per gli elettori residenti all’estero ed iscritti all’Aire, scegliere di votare in Italia presso il proprio comune di iscrizione elettorale, comunicando per iscritto la propria scelta (opzione) al Consolato entro il 28 luglio 2020. Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante. (r.cr.)

Referendum costituzionale 2020, le modalità di voto dei residenti all'estero
Cronaca 29 Luglio 2020

4,3 milioni di euro per la manutenzione degli alloggi erp della Città metropolitana

Sono oltre 4,3 milioni di euro le risorse a disposizione dei Comuni per interventi di manutenzione al patrimonio di edilizia residenziale pubblica gestito da Acer e altri enti.
L’ok alla ripartizione dei fondi, che derivano da economie su programmi di edilizia residenziale sovvenzionata di anni passati, è arrivato dalla Conferenza metropolitana dei sindaci riunitasi nelle funzioni di Tavolo territoriale di concertazione delle politiche abitative.

Il riparto delle risorse, che è stato proporzionale al numero di alloggi gestiti dalle diverse amministrazioni comunali, vede 1.022.000 ai Comuni del Circondario Imolese, di cui 507mila a Imola (l”anticipazione quiulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 30 luglio).
«Si tratta di risorse fondamentali – commenta Luca Lelli, primo cittadino di Ozzano e consigliere metropolitano con delega alle Politiche per la casa – grazie alle quali potremmo intervenire sugli alloggi di edilizia residenziale pubblica che lo richiedono sia con manutenzioni ordinarie e straordinarie che con interventi nei condomini, compreso per esempio l’installazione di ascensori di cui c’è sempre più bisogno visto l’aumento dell’età degli assegnatari». (r.cr.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, la conferenza stampa di Acer durante la quale era stato anticipato lo stanziamento delle risorse per Imola

4,3 milioni di euro per la manutenzione degli alloggi erp della Città metropolitana
Cronaca 29 Luglio 2020

Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà

Al via la quarta edizione di HeraSolidale, il progetto con cui i lavoratori del Gruppo Hera, l’azienda stessa e i clienti sostengono organizzazioni impegnate in progetti ambientali e di solidarietà, che crescono da cinque a sette (tutte le informazioni su www.gruppohera.it/herasolidale).
Nella scorsa edizione sono stati raccolti circa 370.000 euro, a cui si sono aggiunti i quasi 64.000 donati dai dipendenti della multiutility, in una edizione straordinaria di HeraSolidale, a favore dei Servizi Sanitari di Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche. (r.cr.)

Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà
Cronaca 29 Luglio 2020

Il Meeting di Rimini punta (anche) sullo streaming. A Imola ci si collega dall'autodromo

Tra gli effetti del Covid-19 c’è anche una novità dal Meeting di Rimini di Comunione e liberazione, che nel suo 41° anno organizza momenti pubblici di diffusione e trasmissione dell’evento in cinquanta città italiane, fra cui Imola.

Dalla Sala stampa dell”autodromo, nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21, sarà possibile seguire tutti gli eventi in programma e visitare virtualmente le mostre.
E in serata si potranno seguire due tra i momenti più importanti della manifestazione, l”incontro Da dove nasce la speranza? con Julián Carrón (giovedì 20) e il dibattito Il Parlamento serve ancora? con la partepazione -fra gli altri- dei ministri Luigi Di Maio e Roberto Speranza. (r.cr.)

Il Meeting di Rimini punta (anche) sullo streaming. A Imola ci si collega dall'autodromo
Cronaca 29 Luglio 2020

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp

In tre uffici postali di Imola -via Grieco (nella foto), via Orsini e via Croce Coperta- e in quelli di Castel San Pietro e Medicina è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp direttamente dal proprio cellulare.
I nuovi Gestori delle attese installati da Poste italiane infatti, oltre a erogare i biglietti per le operazioni allo sportello e ottimizzare la gestione dei flussi dei clienti in sala, consentono di prenotare il proprio turno acquisendo da remoto un ticket elettronico utilizzando direttamente la più diffusa piattaforma di messaggistica.

Richiedere il ticket elettronico con WhatsApp è molto semplice. Dopo aver memorizzato sul proprio smartphone il numero 3715003715, il cliente dovrà avviare una chat digitando qualsiasi testo al quale Poste Italiane risponderà in automatico proponendo alcune opzioni, tra queste la prenotazione del ticket.
A quel punto, digitando comune, indirizzo e numero civico di riferimento, al cliente sarà proposto l’ufficio postale più vicino con l’indicazione del primo appuntamento disponibile per la prenotazione.
Accettata la prenotazione, sarà inoltrata in automatico mostrando sul display del cliente il relativo codice. (r.cr.)

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp
Cronaca 28 Luglio 2020

Entro l’autunno, risonanza magnetica 3 tesla e tac operative a Montecatone

Sarà ultimato entro l’autunno il nuovo reparto di radiologia del Montecatone Rehabilitation Institute, «un impegno tecnico-finanziario importante per una struttura delle nostre dimensioni – come ha ricordato il Direttore Generale, Mario Tubertini – finalizzato ad incrementare l’offerta diagnostica e ad affiancare le attività di ricerca».

Nell’area, ubicata nel secondo piano interrato dell’Istituto, sono in corso i lavori per esecuzione di opere edili, impiantistiche e di finitura atte alla predisposizione degli spazi in cui alloggeranno una TAC a 64 strati e una Risonanza magnetica 3T (Tesla è l’unità di misura utilizzato per la diagnostica, la RM sfrutta campi magnetici e onde di radiofrequenza per ottenere immagini anatomiche del corpo umano ad elevata risoluzione).
Secondo Tubertini la nuova TAC «consentirà di alleggerire le attuali liste d’attesa dell’Azienda USL di Imola mentre la 3T, che metterà l’Istituto nelle condizioni di ampliare qualitativamente l’approccio diagnostico e l’applicazione alla clinica, migliorerà ulteriormente le possibilità di ricerca scientifica non solo in sito ma anche con altri partners, penso per esempio all’IRCCS delle Scienze Neurologiche Bellaria di Bologna». (r.cr.)

Entro l’autunno, risonanza magnetica 3 tesla e tac operative a Montecatone
Cronaca 28 Luglio 2020

Post Covid, per Legacoop Imola situazione preoccupante ma non drammatica

Quest’anno alle assemblee di bilancio delle cooperative imolesi si è discusso in minima parte del 2019. L’emergenza Covid ha fatto passare in secondo piano i risultati di un anno già archiviato e che sembra ormai lontano anni luce. È invece la complessità del presente e dell’immediato futuro a preoccupare le imprese. Preoccupazioni condivise anche da Raffaele Mazzanti (nella foto) e Carlo Alberto Gollini, presidente e vicepresidente di Legacoop Imola.

Che quadro è emerso dalle discussioni all’interno delle vostre associate?
«C’è molta apprensione per quello che verrà. Tutto è incerto: le commesse di lavoro che non ci sono, un mercato che riprende solo per certe linee di prodotto, l’eventualità di un altro buco nero in autunno, come reagire a tutto questo. A prescindere da ciò che succederà, questo porterà un problema di occupazione».

Rispetto alle previsioni dei primi mesi dell’anno, la situazione è davvero così drammatica?
«È preoccupante, ma non è ancora così disastrosa come si pensava. Il quadro nazionale non è certo positivo, con un calo del Pil del 10 per cento e un indebitamento al 160 per cento. Ci sono comunque alcuni segnali di tenuta su certi settori». (lo.mi.)

L”intervista completa nel numero del Sabato sera del 23 luglio

Post Covid, per Legacoop Imola situazione preoccupante ma non drammatica
Cronaca 28 Luglio 2020

Ecobonus, Banca di Imola pronta a sostenere la liquidità di privati e imprese

La Banca di Imola è pronta per sostenere la liquidità delle imprese, dei condomini e dei privati a seguito dell”approvazione delle agevolazioni fiscali fino al 110% (cosiddetto ecobonus) sulle spese di riqualificazione energetiche e sismiche degli edifici sostenute fra il 1° luglio di quest”anno e il 31 dicembre del 2021.

L”istituto di credito e La Cassa di Ravenna Spa (il gruppo di cui la Banca di Imola fa parte, si dicono «pronte a prevedere innovative soluzioni – si legge in un comunicato stampa -, con l’acquisto dei crediti di imposta e consulenza per i clienti interessati, rivolte sia a privati e famiglie, ai condomini e sia a imprese impegnate nei lavori di riqualificazione e ai fornitori di impianti».
Il gruppo «porrà in essere ogni strumento utile e necessario per restituire al sistema economico quella liquidità fondamentale per il rilancio dell’economia territoriale – aggiunge la nota -, nell’ottica di un sostegno di qualità per la riqualificazione energetica degli edifici e per la valorizzazione del nostro patrimonio immobiliare». (r.cr.)

Ecobonus, Banca di Imola pronta a sostenere la liquidità di privati e imprese
Cronaca 28 Luglio 2020

Ondata di calore in arrivo, i consigli dell'Azienda usl per proteggersi

Le previsioni Arpae per la provincia di Bologna indicano per i prossimi giorni, e soprattutto per la giornata di domani, condizioni di disagio bioclimatico.
Quando la temperatura e l”umidità dell”aria aumentano, le capacità dell”organismo di raffreddarsi diminuiscono considerevolmente, aumentano traspirazione e sudorazione – meccanismo peraltro fondamentale che il nostro corpo mette in atto per disperdere calore – e si incorre nel pericolo maggiore: la disidratazione.

Per questo è importante ricordare alcuni suggerimenti per ridurre i rischi di salute legati alle ondate di calore, soprattutto per anziani e bambini.
– Bere molto e spesso, almeno 2 litri di acqua (8 grandi bicchieri) al giorno, anche quando non si ha sete, evitando bibite gassate, zuccherate e ghiacciate.
– Mangiare molta frutta e verdura, preferibilmente cruda e di stagione, anche frullata o centrifugata.
– Aumentare la frequenza dei bagni o delle docce, con acqua tiepida, che abbassa la temperatura corporea.
– Vestire abiti leggeri, chiari e non aderenti; in fibre naturali (cotone, lino, ecc..) che favoriscono la traspirazione.
– Uscire di casa solo al mattino presto e dopo il tramonto, e solo se l”aria si è rinfrescata.
– Per una casa più fresca, aprire le finestre al mattino presto, alla sera e alla notte. Chiudere finestre, tapparelle e tende (molto utili quelle esterne) nelle ore più calde.

Lingua e mucose orali secche, occhi infossati, aumento della temperatura corporea, nausea, aumento del battito cardiaco (tachicardia), abbassamento della pressione, aumento della respirazione, confusione mentale, torpore e debolezza, sono alcuni tra i sintomi provocati dalla disidratazione e presenti nel colpo di calore.
In presenza di tali sintomi è bene chiamare subito il proprio medico (o la continuità assistenziale nei prefestivi e festivi e la notte 800 040 050) e nel frattempo stendersi con le gambe sollevate, posandosi una pezzuola bagnata o una borsa del ghiaccio sulla fronte. Bere acqua. (r.cr.)

Ondata di calore in arrivo, i consigli dell'Azienda usl per proteggersi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast