Sport

Sport 6 Febbraio 2019

Calcio Coppa Italia serie C, il tecnico Alessio Dionisi nel post partita di Imolese-Carrarese. IL VIDEO

L”Imolese batte 2-1 in rimonta la Carrarese al Galli e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia di serie C. Per i rossoblù in rete Giovinco, su punizione, e Boccardi, su rigore (la cronaca del match qui). Ora Valentini e compagni affronteranno, mercoledì 27 febbraio, il Monza, anche se non è ancora stato deciso se si giocherà alle Acque Minerali o nello stadio brianzolo. 

Ecco le parole a fine gara di mister Dionisi. (d.b.)

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Imolese): mister Dionisi

Calcio Coppa Italia serie C, il tecnico Alessio Dionisi nel post partita di Imolese-Carrarese. IL VIDEO
Sport 6 Febbraio 2019

Bronzo tricolore a squadre per l'Unione Sportiva Imolese Lotta

L’Usil ha scritto un’altra pagina vincente della propria storia: la società imolese di lotta è salita sul terzo gradino del podio nazionale delle squadre più forti nella categoria massima. Grazie ai risultati dei propri atleti in gara ad Ostia per il campionato italiano assoluto di lotta greco romana, infatti, si è guadagnata il bronzo nazionale della classifica a squadre dietro ai club di Rovereto e Torino. «Un risultato storico, il migliore degli ultimi anni, che ci dà gioia e speranza – è il commento degli allenatori Gian Matteo Ranzi e Silvano Zaccaroni, al seguito dei 9 atleti imolesi -. Torniamo a casa felici e con ancora tanta voglia di far crescere la lotta imolese». Già lo scorso anno l’Usil si era classificata prima a livello regionale, battendo la storica rivale Faenza sulle materassine di casa.

Entrando nel merito dei singoli risultati, tre sono le medaglie portate a casa da altrettanti atleti: l’oro assoluto di Saverio Scaramuzzi nei 72 kg, l’argento di Mirco Minguzzi (che ha lottato contro un avversario di grande potenza) negli 87 kg e il bronzo del giovane atleta «fresco» di lotta (si allena da soli tre mesi) Ayoub Kechoun nei 55 kg. Simone Raffini quinto nei 130 kg dopo il ripescaggio. Grazie a Scaramuzzi, il titolo nazionale assoluto nella lotta greco romana torna ad Imola dopo tanti anni; mancava infatti dagli anni Settanta (ma lo scorso anno l’atleta Usil Valentina Minguzzi, moglie di Scaramuzzi, aveva portato ad Imola il titolo assoluto femminile nella lotta libera). «Sono contento di questo titolo italiano – conferma Scaramuzzi – perché si tratta del mio quinto assoluto, un numero importante che non pensavo di raggiungere ora che mi occupo, da un anno a questa parte, più dell’allenamento dei giovanissimi dell’Usil e della famiglia. La mia partecipazione era comunque importante per portare punti alla società, era il mio modo di dire grazie. Spero di essere stato di esempio per i miei compagni più giovani, per trasmettere che materassina significa fatica fino all’ultimo, ed anche per miei allievi giovanissimi, che ora hanno un maestro campione assoluto». (re.spo.)

Nella foto: da sinistra Scaramuzzi, Minguzzi, Zaccaroni, Ranzi e Kechoun

Bronzo tricolore a squadre per l'Unione Sportiva Imolese Lotta
Calcio 6 Febbraio 2019

L’Imolese in rimonta passa ai quarti di Coppa Italia, troverà il Monza

Un 2-1 in rimonta che vale l’ingresso nelle magnifiche 8 di Coppa Italia, grazie alle reti di Giovinco su punizione e di Boccardi su rigore. Mercoledì 27 febbraio si giocherà contro il Monza (che ha eliminato la Pro Vercelli).

L’Imolese sotto il sole? Sembra quasi una roba d’altri tempi. La sfida contro la Carrarese che viaggia al quarto posto del girone A vale l’ingresso nei quarti di finale. Gli stessi toscani già battuti nella Coppa Italia assoluta a fine luglio. Dionisi schiera una squadra un po’ ritoccata, soprattutto nella linea difensiva (Turrin, Boccardi, Tissone, Zucchetti), mentre il nuovo arrivato Ranieri è piazzato sulla mezzala destra.

La cronaca. La partita inizia subito su buoni ritmi, con l’Imolese pericolosa con Rossetti, che al 2’ si fa parare un tiro da distanza ravvicinata. Al 6’ replica Latte Lath, con un tiro respinto da Turrin, mentre all’11’ la Carrarese può recriminare su un rigore non concesso. Ancora Latte Lath al 15’ tutto solo si sbizzarrisce con un pallonetto senza senso che Turrin blocca senza neppure saltare. Al 18’ un altro miracolo di Turrin devia in angolo e sulle conseguenze viene colpita la base del palo da Rosaia. Insomma, è un mini-assedio. Al 25’ c’è una bella azione dell’Imolese, con Gargiulo che offre un bombolone caldo per Rossetti: tiro da posizione centrale a pochi passi del portiere, ma la palla non centra lo specchio della porta. Un peccato sprecare così le poche occasioni avute, anche perché al 42’ la Carrarese non perdona, con Latte Lath. I toscani non mollano e un minuto dopo ci provano con due corner consecutivi.

La ripresa. Il primo quarto d’ora è avaro d’occasioni, ma al 14’ viene fischiata una punizione dai 20 metri e Giovinco è bravissimo ad infilarla in rete, dimostrandosi l’uomo in più dell’Imolese, almeno in Coppa. Poche emozioni, tanti cambi, al punto che a pochi minuti dalla fine dei regolari entrano pure Tavano e Maccarone. Ma all’84’ Belcastro viene atterrato in area e clamorosamente sul dischetto ci va il giovane difensore Boccardi: è gol! Prosegue la crescita rossoblù, con un contropiede di De Marchi fermato in dubbio fuorigioco e con un”altra scorribanda di Belcastro che però termina con un nulla di fatto. (paolo zanelli)

Imolese – Carrarese 2-1 (0-1)

Imolese (4-3-1-2): Turrin; Boccardi, Checchi (53’ Sciacca), Tissone (75’ Fiore), Zucchetti; Ranieri, Bensaja, Gargiulo; Mosti (71’ Belcastro); Rossetti (53’ Cappelluzzo), Giovinco (71’ De Marchi). All. Dionisi.

Gol: 42’ Latte Lath, 59’ Giovinco, 84’ Boccardi (rig.).

Nella foto: Giuseppe Giovinco (Isolapress)

L’Imolese in rimonta passa ai quarti di Coppa Italia, troverà il Monza
Sport 4 Febbraio 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione Pambera

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione. 

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche lunedì 4 febbraio il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila, per poi avviarsi in direzione «Pambera».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893). (re.spo.)

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione Pambera
Sport 4 Febbraio 2019

Pallavolo B2 femminile, Forlì passa in casa della Vtb Pianamiele Ozzano

Cade la Vtb Pianamiele Ozzano che in casa viene superata 3-1 da Forlì, terza in classifica. Con questa classifica le emiliane rimangono in 11^ posizione e sempre invischiate nella lotta per non retrocedere.

Dopo un primo set shock chiuso a 10 punti, le ragazze di Casadio sorprendono le romagnole con un secondo parziale praticamente perfetto. Sembra essere l”alba di un”impresa, ma Ozzano perde in volata il terzo set e nel quarto lascia strada alla vittoria di Forlì.

Nel prossimo turno, in programma sabato 9 (ore 21), la Vtb Ozzano affronterà in trasferta Cervia. (d.b.)

Tabellino

Vtb Ozzano-Forlì 1-3 (10-25, 25-12, 23-25, 17-25)

Ozzano: Guerra 2, Mazza, Bughignoli 20, Tripoli 4, Costantini 5, Pavani 9, Garagnani (lib), Muraca (lib), Taiani 9, Tesanovic, Palmese 10, Volontè. All. Casadio.

Nella foto (di Annalisa Mazzini): la Vtb Ozzano

Pallavolo B2 femminile, Forlì passa in casa della Vtb Pianamiele Ozzano
Sport 4 Febbraio 2019

Pallamano A2, caduta a sorpresa del Romagna contro l'Estense

Il Romagna perde 19-16 al palaBoschetto contro l”Estense Ferrara e dice forse addio alle proprie ambizioni di classifica. Nel primo tempo si segna poco, con le difese che hanno la meglio sugli attacchi, ma all”intervallo sono i padroni di casa a guidare le operazioni. Nel secondo tempo la squadra di Tassinari spera nella rimonta, ma l”Estense non molla un centimetro e rispedisce al mittente ogni tentativo ospite di aggancio fino alla fine del match.

Nel prossimo turno, in programma sabato 9 (ore 19), il Romagna giocherà in casa contro il Verdeazzurro. (d.b)

Tabellino

Estense Ferrara-Romagna 19-16 (p.t. 9-6)

Estense: Pavani, Sgambaro, Stagni, Di Maggio 7, Malagola 2, Ghiglioni 1, Bilancioni, Ziosi, Janni 3, Rondinelli, Macalli, Saletti, Zanghirati, Turrin 1, Sisti 5. All. Giacomel.

Romagna: Martelli, Sami, Bosi 1, Amaroli 1, F.Tassinari 4, Panetti 1, Gollini 1, Luppi 1, Leotta, Medri, Babini 1, Folli 3, La Posta, O.Boukhris 2, Andalò, Rotaru 1. All. D.Tassinari.

Foto di Annalisa Mazzini

Pallamano A2, caduta a sorpresa del Romagna contro l'Estense
Sport 3 Febbraio 2019

Basket A2, Le Naturelle in 50 minuti si prendono la partita e la terza vittoria in otto giorni

Terza vittoria consecutiva per Le Naturelle in otto giorni. Dopo due supplementari i ragazzi di Di Paolantonio hanno ragione di Mantova. Imola ha vinto perché ha un giocatore decisivo come Bj Raymond (34 punti, 7 rimbalzi, 43 di valuazione), perché Bowers è una guardia solida in ogni fondamentale (26 punti, 5/8 da tre punti, 7 rimbalzi, 6 recuperi), perché la squadra ha saputo tirare fuori scampoli preziosi anche dagli italiani. Il settimo posto in classifica solitario per Le Naturelle può essere un prezioso trampolino.
La cronaca della partita ci ha offerto un primo quarto di ritmo e intensità. Imola tira meno ma meglio (58% totale), Mantova però sta quasi sempre avanti nel punteggio. Si difende morbido, ma la partita è gradevole. Bowers è in palla e Le Naturelle stanno a ruota con le sue iniziative (oltre che con il solito Bj Raymond) e a metà quarto mettono anche il naso avanti. Nel secondo quarto la fisicità di Mantova alza l”adrenalina della partita, ma dalla guerriglia sottocanestro Imola non si tira indietro. Morse è dominante sottocanestro e dopo 17 minuti è già in doppia doppia (13 punti, 10 rimbalzi). Imola sprinta in avvio di terzo quarto è si porta a +10 (59-49 dopo 24 minuti). Mantova ci mette una pezza e appena Le Naturelle riducono le percentuali tornano sotto (65-62 dopo 28 minuti e mezzo).
Bowers rallenta e la parità arriva a quota 69 dopo 32 minuti. Si torna al punto a punto dei primi due quarti, ma la partita è meno fluida e i viaggi in lunetta aumentano. Nell”altalena prima Imola va a +3, poi ci va Mantova quando mancano 120 secondi alla fine. Imola ne sbaglia 3 a fila, ma la Pompea la imita. Bowers pareggia all”alba degli ultimi 60 secondi (81 pari). Crow stoppa Visconti e a 31 secondi dalla fine Mantova ha palla in mano con 4 secondi per il tiro. Sbaglia Valdeman, rimbalzo Imola che ha virtualmente l”ultimo tiro. Bowers è corto e si va ai supplementari.
Il primo overtime comincia con Bj Raymond protagonista, prima canestro in entrata, poi rimbalzo in difesa (84-81). Veideman, Visconti da tre e Morse rovesciano il vantaggio (84-88). Imola da tre con Magrini si riavvicina (87-88). Morse in lunetta a 78 secondi dalla fine fa 1/2 (87-89). Imola perde palla a 58 secondi dalla fine. Mantova si incarta, Bj in contropiede prende fallo e fa 2/2. Parità a quota 89 con 35 secondi da giocare. Veideman la mette in entrata a 15 secondi dalla fine (89-91). Raymond in entrata fa pareggio a 7 secondi e 6 decimi dalla fine. Morse non imbuca e la partita si allunga di 5 minuti ancora.
Il secondo supplementare si sblocca dopo due minuti con due liberi di Crow (93-91). Una tripla benedetta di Simioni a 2 minuti dalla fine firma il 96-91. Raspino perde palla e Bowers a 78 secondi dalla fine va in lunetta per un 2/2 che chiude i conti (98-91). Visconti e Raymond confezionano il 102-96 che si legge a 12 secondi dalla fine. Veideman dalla lunetta fa 2/2 ma Bj prende il pallone e lo porta fino all”ultimo punto della partita. (Paolo Bernardi)
Il tabellino
Le Naturelle Imola – Pompea Mantova 103-98 (23-25, 21-20, 23-17, 14-19, 22-17, 12-7)
Imola: Fultz 3, Bowers 27, Crow 13, Raymond 34, Simioni 7; Rossi 16, Magrini 3, Montanari, Calabrese. Ne: Ndaw, Wiltshire. All. Di Paolantonio.
Mantova: Maspero 7, Veideman 16, Raspino 10, Morse 20, Ghersetti 6; Visconti 23, Ferrara 7, Metreveli 4,Vencato 5. Ne Guerra. All. Finelli.

Nella foto Isolapress Tim Bowers.

Basket A2, Le Naturelle in 50 minuti si prendono la partita e la terza vittoria in otto giorni
Sport 3 Febbraio 2019

Basket C Gold, la gran serata di Musolesi non basta a Castel Guelfo per superare la Salus

Ko per Castel Guelfo che non riesce a superare a domicilio la Salus. Alla palestra Alutto, infatti, finisce 90-82 per i padroni di casa.

La squadra di Serio guida le operazioni nel primo tempo grazie alla gran prestazione di Musolesi (27 alla sirena), anche se i bolognesi rimangono in scia. Dopo l”intervallo lungo la Salus accelera il ritmo, soprattutto in attacco, e complice la miglior precisione dall”arco piazza il break decisivo. Stojkov è immarcabile e Castel Guelfo nel finale punto a punto non riesce a ricucire lo strappo.

Nel prossimo turno, in programma sabato 9 (ore 21) Castel Guelfo affronterà al palaMarchetti Fiorenzuola. (d.b.)

Tabellino

Salus-Prosic xx-xx (20-22, 40-44, 69-64)

Salus: Tugnoli 16, Pini 18, Allodi 5, Falzetti 6, Amoni 12, Branzaglia 2, Salsini 6, Grassi ne, Veronesi, Stojkov 25. All. Ansaloni.  

Castel Guelfo: Musolesi 27, Saccà 12, Pieri 3, F. Govi 10, Grillini 17, Nembrini ne, Bergami, Lugli 3, Santini 3, Bonazzi 3, Baccarini 4. All. Serio.

Nella foto (dalla pagina facebook di Castel Guelfo): Musolesi

Basket C Gold, la gran serata di Musolesi non basta a Castel Guelfo per superare la Salus
Sport 3 Febbraio 2019

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola riparte… con una vittoria

Dopo l”accesso alle final-four di Coppa, la Csi Clai Imola continua a macinare vittorie in campionato e, nella prima giornata di ritorno, supera 3-1 in trasferta Lugo.

Le ragazze di Turrini conquistano subito il primo set, ma nel secondo parziale devo arrendersi alla miglior verve delle romagnole. La Clai però non sbanda e, dopo un terzo set agevole, chiude la pratica al 4° regalandosi il quattordicesimo successo in altrettante partite giocate.

Nel prossimo turno, in programma domenica 10 (ore 18), la Clai Imola affronterà in casa Rovigo. (d.b.)

Tabellino

Lugo-Csi Clai Imola 1-3 (20-25, 25-21, 11-25, 18-25)

Imola: Piva ne, Devetag 13, Bombardi, Cavalli 4, Dal Monte (lib), Ferracci 13, Folli, Melandri 7, Caboni ne, Zanotti ne, Collet 9, Gherardi 17, Tesanovic. All. Turrini,

Foto di Annalisa Mazzini tratta dalla pagina facebook della Csi Clai Imola

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola riparte… con una vittoria
Sport 2 Febbraio 2019

Basket serie B, pesante sconfitta per la Sinermatic a Cremona

Brutta scoppola per la Sinermatic che esce con le ossa rotte dalla trasferta di Cremona. In Lombardia, infine, finisce 81-59 per i padroni di casa, con i biancorossi che, ancora privi di Folli e con un Dordei in serata no come tanti altri suoi compagni, subiscono così la quarta sconfitta consecutiva.

La squadra di coach Grandi rimane in partita solo nel primo quarto dove i punteggi sono bassi e si segna con il contagocce. Nei due parziali centrali però il black-out ozzanese è decisivo e i biancorossi, nonostante Klyuchnyk e Mastrangelo, non riescono più a rientrare in partita. Ultimo quarto, quindi, utile solo per le statistiche e per non rendere il ko della Sinermatic ancora più pesante. 

Nel prossimo turno, in programma domenica 10 (ore 18), i biancorossi affronteranno in casa Milano. (d.b.)

Tabellino

Cremona-Sinermatic 81-59 (8-10, 36-26, 63-41)

Cremona: Valenti 15, Bona 16, Vacchelli 11, Belloni 4, Speronello 3, Perini, Cusinato, Ndiaye 4, Manini 7. Esposito 16, Veronesi 5. All. Brotto.

Ozzano: Dordei, Agusto 8, Corcelli 6, Morara, Masrè ne, Mastrangelo 10, Klyuchnyk 13, Galassi 7, Chiusolo 9, Ranocchi 3, Salvardi 3. All. Grandi.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Balls): Klyuchnyk

Basket serie B, pesante sconfitta per la Sinermatic a Cremona

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast