Posts by tag: alcol

Cronaca 15 Aprile 2020

Il dottor Gardenghi (Ausl Imola) e le dipendenze da alcol, droghe e slot: «La quarantena può essere l’occasione per smettere»

Trovarsi chiusi tra le mura domestiche a causa dell’emergenza Coronavirus può essere una sfida molto difficile da affrontare, specie per chi ha una dipendenza, che sia essa da alcol, sostanze stupefacenti o gioco d’azzardo. Per questo motivo il Governo ha disposto che i Sert (servizi per le dipen- denze patologiche), restino aperti in quanto essenziali e continuino a seguire tutte le persone che hanno in carico. È così anche per il Sert dell’Ausl di Imola, attivo da trent’anni. «Garantiamo le terapie a quegli utenti che non possono rimanere senza farmaci causa crisi d’astinenza o disagio» spiega il direttore dell’Unità operativa Dipendenze patologiche, Stefano Gardenghi.

La quarantena forzata e i divieti hanno generato una riduzione dell’offerta.

«I giocatori d’azzardo sono penalizzati per fortuna dalla chiusura delle sale scommes- se e dalla mancata vendita di gratta e vinci o giochi simili. Alcuni si sono buttati sul gioco on line, ma non tutti ne hanno la possibilità. Gli alcolisti, invece, possono comprare da bere al supermercato, ma le serrande abbassate dei bar sono un ostacolo. Per le droghe, illegali ieri come oggi, chi le vuole trova comunque il modo. Per molti però può essere il momento giusto, se c’è volontà ed in assenza di una dipendenza forte, di smettere». (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 9 aprile.

Nella foto: un giocatore davanti a una slot (foto d’archivio) e il dottor Stefano Gardenghi

Il dottor Gardenghi (Ausl Imola) e le dipendenze da alcol, droghe e slot: «La quarantena può essere l’occasione per smettere»
Cronaca 8 Ottobre 2019

Al volante con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite, denunciato 55enne

Era al volante della sua Opel Agila con un tasso alcolico di 2,76 g/l, quindi ben cinque volte superiore al limite consentito dalla legge (0,5 g/l). A commettere il reato un 55enne faentino, sorpreso dai carabinieri durante un normale controllo stradale a Borgo Tossignano.

Per l”uomo è scattata così la denuncia per guida in stato di ebbrezza, la sospensione della patente e la confisca preventiva dell”auto. Un storia che poteva avere epiloghi ben peggiori, ma che per fortuna si è risolta nel migliore dei modi, ovvero senza incidenti. Normale però chiedersi come sia possibile mettersi alla guida in condizioni simili. (d.b.)

Foto d”archivio

Al volante con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite, denunciato 55enne
Cronaca 24 Giugno 2019

Ubriaco al volante del furgone aziendale, coinvolto in un incidente

Un livello di alcol nel sangue pari a 3,35 grammi litro contro il valore limite di 0,5. Questo è quanto presentava un 27enne coinvolto qualche giorno fa in un incidente mentre si trovava al volante di un furgone aziendale a Medicina poco dopo l”ora di pranzo. L”uomo è apparso già visibilmente ubriaco ai carabinieri, intervenuti sul posto, all”incrocio tra via Melega e via Licurgo Fava, a pochi passi proprio dalla caserma dell”Arma. Nel sinistro è stata interessata anche un”altra auto, una Fiat Punto condotta da un 70enne.

Per fortuna non vi sono stati feriti ma, come appurato con l”alcoltest, il giovane presentava dei valori prossimi a quelli oltre il quale si rischia il coma etilico. E” stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza, non gli è stata ritirata immediatamente la patente dal momento che non l’aveva con sé, ma i carabinieri stanno completando gli accertamenti poi procederanno con ritiro e relative “salate” sanzioni. Il furgone non è stato sequestrato non essendo di proprietà del giovane, ma è stato riconsegnato alla ditta. (r.cr.)

Foto d”archivio fornita dai carabinieri

Ubriaco al volante del furgone aziendale, coinvolto in un incidente
Cronaca 7 Luglio 2018

Provoca un incidente, era alla guida con un tasso di alcol 5 volte il consentito

Nei giorni scorsi, a metà pomeriggio, la polizia municipale è intervenuta su richiesta di un cittadino per il rilievo di un incidente appena verificatosi in via I Maggio. Giunti sul posto gli agenti hanno accertato che trattava di un tamponamento tra due veicoli, fortunatamente senza lesioni per gli occupanti delle auto coinvolte. Il conducente dell’auto che aveva tamponato, un uno di 42 anni, era evidentemente alticcio. Alla domanda se avesse bevuto prima di mettersi alla guida, ha risposto “Solo un’aranciata…”.

A quel punto è stato comunque sottoposto alla prova dell’etilometro, utilizzando l’apparecchiatura in dotazione alla pattuglia dei carabinieri, giunta nel frattempo sul posto. L’esito della prova ha confermato i sospetti degli agenti della municipale, non solo, l’uomo è risultato avere nel sangue un tasso alcolemico 5 volte oltre il valore consentito (che è di 0,50 grammi per litro di sangue).

Il 42enne è stato quindi denunciato per guida in stato di ebbrezza con ritiro della patente di guida. La pena prevista, avendo l’uomo causato un incidente stradale,  è una multa da 3.000 a 12.000 euro e l”arresto da un anno a due anni. Sarà il giudice a stabilirlo. (r.c.)

Foto d”archivio

Provoca un incidente, era alla guida con un tasso di alcol 5 volte il consentito
Cronaca 15 Giugno 2018

Comprano una bottiglia di vodka e la bevono, un 14enne al pronto soccorso. Denunciati i negozianti

Si sono scolati quasi interamente una bottiglia di vodka comprata in un negozio di alimentari di Ozzano e ovviamente sono stati male. Una bravata che poteva costare molto cara a due adolescenti di 14 anni, un ragazzo e una ragazza. Il primo, in particolare, è finito al pronto soccorso con un tasso alcolemico pari a 2,11 grammi per litro di sangue, rischiando il coma etilico. Fortunatamente ora è fuori pericolo e si è ripreso.  

La vicenda risale a fine maggio, ma è stata resa nota solo nei giorni scorsi perché i genitori dei due ragazzi hanno deciso di denunciare ai carabinieri il fatto che ai propri figli era stata venduta una bottiglia di alcolici sebbene fossero visibilmente minorenni (la legge vieta vendita e somministrazione di alcolici a chi ha meno di 18 anni). I carabinieri sono risaliti al negozio di alimentari dove era avvenuto l”acquisto e hanno denunciato titolari e commessi, in tutto quattro persone. La legge prevede una multa da 250 a 1.000 euro che sarà il giudice a stabilire. Inoltre i militari hanno segnalato l’accaduto all’Ufficio attività produttive del Comune di Ozzano e alla Questura che possono disporre provvedimenti sulla licenza o altro (anche il Comune può prendere provvedimenti in autonomia come autorità locale per questo tipo di violazioni). 

“In passato era già circolata la voce che quel negozio vendesse alcolici ai minorenni, ma non era mai stata presentata una formale denuncia” commenta in merito il sindaco di Ozzano, Luca Lelli. “Ora, grazie alla segnalazione delle due famiglie e al lavoro delle forze dell’ordine, è stato possibile appurarlo”. Lelli è contento che si sia arrivati a sanzionare l”accaduto: “Gli esercenti devono essere più responsabili” conclude deciso.

In effetti è compito di negozianti e locali che vendono alcolici appurare l”età del cliente chiedendo un documento. Davanti ai carabinieri i titolari del negozio si sono scusati per l”accaduto ma quanto al fatto di aver venduto la bottiglia ai due ragazzini hanno detto semplicemente: “Non ci avevamo fatto caso”. (l.a. gi.gi.)

Foto d”archivio

Comprano una bottiglia di vodka e la bevono, un 14enne al pronto soccorso. Denunciati i negozianti
Cronaca 19 Maggio 2018

Ubriachi al volante, un uomo di 66 anni fugge dopo l'incidente a Casale. Una donna fuori strada a Imola

Tasso alcolico elevato e guida non vanno d’accordo. Lo dice la legge e pure il buonsenso. Negli ultimi due giorni ben due automobilisti sono finiti fuori strada, per fortuna senza troppi danni per se stessi e soprattutto senza coinvolgere altri. Ieri sera ha provocato un incidente stradale con soli danni alle cose a Casalfiumanese poi si è dato alla fuga. Fuga breve in quanto i carabinieri l’hanno rintracciato nella sua abitazione di Imola. Sottoposto all’alcol test è risultato positivo con un valore di 2,13 di alcol nel sangue (il limite da non superare è 0,50). La patente gli è stata ritirata e il veicolo sequestrato perché era pure sprovvisto della polizza assicurativa. 

Il giorno prima, giovedì, a Imola, una donna di 43 anni di nazionalità rumena era risultata positiva all’alcol test subito dopo un incidente che aveva avuto in via del Cavallo: è uscita di strada al volante della sua Volkswagen Golf. All’arrivo dei carabinieri, la donna, illesa, aveva un valore di cinque volte superiore al limite. Oltre alla denuncia, si è vista ritirare la patente di guida e sequestrare l’auto ai fini della confisca. (l.a.)

Foto d”archivio

Ubriachi al volante, un uomo di 66 anni fugge dopo l'incidente a Casale. Una donna fuori strada a Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast