Posts by tag: Castel San Pietro

Cronaca 9 Giugno 2020

A Castel San Pietro rinviata a settembre la prima rata Tari del 2020

La Giunta di Castel San Pietro ha deliberato di rinviare dal 30 giugno al 30 settembre la prima rata della Tari del 2020, in relazione al difficile periodo vissuto dalla cittadinanza per l’epidemia da Covid-19.

«In questi giorni molti castellani stanno telefonando o scrivendo all’Ufficio tributi perché non hanno ancora ricevuto il modello precompilato per il pagamento della prima rata Tari con scadenza il 30 giugno: non si tratta di un disguido, ma di un rinvio al 30 settembre – informa Barbara Mezzetti, assessore alle Politiche tributarie –. Il rinvio al 30 settembre è motivato anche dalla volontà dell’amministrazione di definire un metodo per applicare, in occasione della prima rata, delle agevolazioni nei confronti delle attività commerciali che hanno subito i principali effetti del lockdown, utilizzando le risorse provenienti dal recupero evasione fiscale». (r.cr.)

A Castel San Pietro rinviata a settembre la prima rata Tari del 2020
Cronaca 9 Giugno 2020

Centri estivi a Castel San Pietro, l'obiettivo è «fare insieme» fra pubblico e privato

“Fare insieme” è la parola d’ordine che l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro si è data per poter proporre alle famiglie un’ampia offerta di attività estive per bambini e ragazzi.

«L’obiettivo di quest’anno è stato quello di integrare l’organizzazione pubblica con quella privata, con undici soggetti fra centri gestiti per conto del comune e attività gestite da privati – spiega Giulia Naldi, assessore alla Scuola e al Welfare –, e mantenere il più possibile bassi i costi per le famiglie. I centri estivi sono sempre stati un momento di ritrovo dei ragazzi per svolgere attività sane, che loro amano, seguiti ma anche lasciati liberi di esprimere se stessi, e questa funzione è ancora più necessaria in un momento come questo, di ripresa a seguito di una crisi sconvolgente per gli equilibri di ciascuno di noi, a partire dalle nostre giovani generazioni».

«Bisognava lavorare in un’ottica collaborativa e non competitiva – aggiunge Fausto Tinti, primo cittadino –. E non lasceremo da soli i gestori: sappiamo che, per assicurare una buona qualità del servizio nel rispetto delle nuove regole di sicurezza, devono affrontare maggiori costi, quindi interverremo perché questi costi non ricadano sulle famiglie». (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» dell”11 giugno.

Nella fotografia, la conferenza stampa di presentazione dei centri estivi

Centri estivi a Castel San Pietro, l'obiettivo è «fare insieme» fra pubblico e privato
Cronaca 8 Giugno 2020

Venerdì scorso il primo matrimonio della fase 2 a Castel San Pietro

Primo matrimonio della fase 2 in municipio a Castel San Pietro venerdì scorso. Il sindaco Fausto Tinti ha unito in matrimonio Alessandro Zunarelli e Bertha Gonzalez, entrambi residenti a Castel San Pietro.
Oltre agli sposi e al sindaco erano presenti solo altre quattro persone: i due figli della coppia: Greta, che ha fatto anche da testimone, e Iacopo, che ha portato gli anelli, più l’altra testimone (un’amica degli sposi) e suo marito, che ha scattato le foto di rito.
Durante la cerimonia i presenti hanno indossato la mascherina protettiva, uniche eccezioni il bacio degli sposi e la foto finale.

Venerdì scorso il primo matrimonio della fase 2 a Castel San Pietro
Cronaca 8 Giugno 2020

Da oggi riapre la camera mortuaria di Castel San Pietro

Riprendono le partenze dei funerali alla Camera mortuaria di Castel San Pietro Terme, dopo l”effettuazione di alcuni lavori nei locali riservati al personale sanitario e delle onoranze funebri.
Nei giorni di chiusura, le attività della camera mortuaria erano state trasferite alla struttura di Imola. (r.cr.)

Da oggi riapre la camera mortuaria di Castel San Pietro
Cronaca 3 Giugno 2020

La Lagosteria di Castel San Pietro riaprirà entro metà giugno

Da marzo a marzo, dal furto con tanto di incendio doloso al blocco totale dei lavori di ristrutturazione per il diffondersi della pandemia da Covid-19. Non c’è che dire: sono stati 12 mesi (più altri due di lockdown) molto complicati per Andrea Grillini, gestore della «Lagosteria dei ragazzi speciali» a Castel San Pietro.
Nella notte tra domenica 17 e lunedì 18 del marzo 2019 il locale venne preso di mira per un furto a cui seguì un incendio doloso e relativi danni. A fine aprile la Lagosteria aveva riaperto per la stagione estiva con una cucina da campo a noleggio. Poi, a metà settembre, la decisione di chiudere, in attesa di trovare l’accordo con l’Amministrazione comunale, proprietaria dell’immobile, e partire con i lavori, che dovevano cominciare a metà marzo 2020, ma l’epidemia e il successivo lockdown hanno dilatato ancora i tempi.

«I lavori sono quasi del tutto terminati. La settimana scorsa sono stati ultimati l’impianto elettrico e quello idraulico e, a questo punto, mancano solo gli infissi» racconta Grillini.
Avete già una data per la riapertura?
«Non possiamo ancora definire una data certa, dipende da quando arriveranno finestre e quant’altro. Direi comunque che manca poco, possiamo ipotizzare che saremo pronti entro metà giugno. Aggiungo che saremo chiusi il giovedì, mentre dal lunedì al venerdì ci sarà la possibilità di menù fisso a mezzogiorno».

L”intervista completa nel numero del Sabato sera del 28 maggio

La Lagosteria di Castel San Pietro riaprirà entro metà giugno
Cronaca 1 Giugno 2020

Ripartono i progetti di restauro di ex-pretura e Cassero a Castel San Pietro

Con la ripartenza delle attività nella fase 2 dell’emergenza Covid-19, l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro sta lavorando per far ripartire anche i progetti di restauro e risanamento conservativo di due edifici che più caratterizzano la storia e l’immagine della città: il Cassero e il palazzo dell’ex-pretura.

Per verificare i lavori già effettuati e per valutare i prossimi interventi da programmare, i consiglieri della Fondazione Cassa di risparmio di Imola Raffaele Mazzanti e Rodolfo Ortolani hanno effettuato un sopralluogo insieme al sindaco Fausto Tinti, al dirigente Angelo Premi e all’architetta Manuela Mega dell’Ufficio tecnico comunale.

«Queste opere di restauro fanno parte del progetto complessivo di riqualificazione del centro storico programmato da questa Amministrazione – sottolinea Tinti – e sono particolarmente significative per la nostra comunità, sia per il valore storico e artistico degli edifici, sia per l’entità delle risorse necessarie a realizzarle. I progetti hanno seguito un impegnativo iter autorizzativo che, insieme ad amministratori e tecnici comunali, ha coinvolto la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Lo scorso anno entrambi gli edifici sono stati oggetto di una prima parte di interventi, che abbiamo potuto realizzare grazie ai contributi concessi dalla Fondazione Cassa di risparmio di Imola, nell’ambito del programma Art Bonus». (r.cr.)

Ripartono i progetti di restauro di ex-pretura e Cassero a Castel San Pietro
Cronaca 1 Giugno 2020

Festa della Repubblica, Castel San Pietro non rinuncia alla consegna della Costituzione ai 18enni

Castel San Pietro non rinuncia alla cerimonia di consegna della Costituzione ai ragazzi che compiono 18 anni nel corso del 2020 per celebrare la Festa della Repubblica. L’appuntamento sarà in piazza XX Settembre venerdì 5 giugno alle 18.

«Il diciottesimo compleanno rappresenta una ricorrenza fondamentale nella vita di ogni ragazza e di ogni ragazzo, che acquista a tutti gli effetti lo status di cittadino della nostra Repubblica – sottolinea Fausto Tinti, primo cittadino –. Per celebrare il passaggio alla maggiore età dei giovani castellani e delle giovani castellane, li invitiamo a un appuntamento che coincide significativamente con la Festa della Repubblica e costituisce un momento di riflessione sugli ideali di libertà e democrazia. In quell’occasione consegniamo loro come dono di compleanno una copia della Costituzione della Repubblica Italiana, che certamente avranno già imparato a conoscere e ad apprezzare durante gli anni della scuola, ma che con la maggiore età, diviene la regola fondamentale per l’esercizio dei diritti e il compimento dei doveri».

La conferma della presenza è obbligatoria e dovrà essere comunicata anche la presenza di eventuali accompagnatori (massimo due familiari o amici per ogni diciottenne) al numero telefonico 051 6954209 entro le ore 12 di giovedì 4 giugno. (r.cr.)

Nella fotografia, la cerimonia dello scorso anno

Festa della Repubblica, Castel San Pietro non rinuncia alla consegna della Costituzione ai 18enni
Cronaca 27 Maggio 2020

Il computer diventa «antivirus» grazie a una tastiera in vetro

Le tastiere dei pc sono un ricettacolo di germi. Non è una novità, ma con l’emergenza Covid-19 è diventato ancor più importante fare in modo che la postazione di lavoro, specie se condivisa con altri colleghi, non sia fonte di contagio.

Una possibile soluzione arriva da Glastebo International, vetreria industriale di Castel San Pietro: una tastiera in vetro dalla superf icie perfettamente liscia e, per questo, molto più facile da igienizzare.
Sul mercato esistono già prodotti di questo tipo, ma per l’azienda di via Meucci, specializzata nella lavorazione di grandi lastre per i settori delle costruzioni, arredamento, automotive e navale (dai parapet t i ai vetri antiproiettile), è senz’altro una novità.

«Io e i miei collaboratori – spiega il direttore generale di Glastebo International, Tarik El Ouariti – abbiamo ripreso un progetto che avevamo nel cassetto, rivolto a ospedali, cliniche, studi medici e laboratori, e lo abbiamo esteso. (…) Abbiamo inoltre previsto la possibilità di integrare la tastiera direttamente su piani di lavoro e su scrivanie in vetro. Appena l’abbiamo messa sul mercato, c’è stato un grosso exploit. Le principali richieste ci sono arrivate, ad esempio, da laboratori soprattutto del settore alimentare». (lo.mi.)

Ulteriori particolari sul numero del Sabato sera del 21 maggio

Il computer diventa «antivirus» grazie a una tastiera in vetro
Cronaca 21 Maggio 2020

Coronavirus, dalla prossima settimana ripartono i mercati tradizionali a Castel San Pietro e Osteria Grande

Conto alla rovescia per la ripartenza, lunedì 25 maggio, del tradizionale mercato del lunedì a Castel San Pietro e, sabato 30 maggio, del mercato del sabato mattina a Osteria Grande, naturalmente nel rispetto, come da ordinanza regionale, delle necessarie misure di sicurezza per il contenimento del Covid-19, stabilite

La Giunta castellana ha infatti deliberato in questi giorni le nuove modalità di svolgimento dei due mercati generali, confermando anche quelle già in vigore per i due mercati contadini che da alcune settimane si tengono il mercoledì pomeriggio a Osteria Grande e il venerdì pomeriggio nel Capoluogo nel quartiere Bertella. «Dopo negozi, pubblici esercizi e attività di artigianato di servizio alla persona, la prossima settimana riapriranno anche i mercati generali – afferma il sindaco Fausto Tinti –. Un altro importante passo avanti per riconquistare gradualmente una nuova normalità, pur nella convivenza con il virus, che richiede una transizione culturale in direzione della corresponsabilità dei cittadini. Abbiamo lavorato insieme alle associazioni di categoria per definire una disposizione ottimale di stalli e banchi e i relativi spostamenti, necessari ad assicurare il distanziamento delle postazioni in particolare del mercato tradizionale del lunedì mattina nel centro storico di Castel San Pietro Terme». (da.be.)

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Nella foto (concessa dal Comune): il mercato a Castel San Pietro

Coronavirus, dalla prossima settimana ripartono i mercati tradizionali a Castel San Pietro e Osteria Grande
Cronaca 20 Maggio 2020

Concluse le asfaltature delle vie Montecerere e Tanari a Castel San Pietro

Con l’avvio della cosiddetta “fase 2”, sono ripresi da dove erano stati interrotti i lavori pubblici nel territorio del Comune di Castel San Pietro.

Il primo intervento a vedere la conclusione è stato quello di asfaltatura del tratto di via Montecerere che era stato oggetto di lavori di sistemazione idrogeologica fra gennaio e febbraio di quest’anno. «A fine febbraio la circolazione era stata ripristinata per consentire il definitivo assestamento del piano viabile – ricorda Giuliano Giordani, assessore ai Lavori pubblici –, prima di poter procedere con l”asfaltatura, che è stata appunto realizzata in questi giorni».

Il secondo intervento, terminato ieri, è l’asfaltatura di tratti di via Tanari per circa di un chilometro e mezzo. «L’opera faceva parte della seconda tranche di asfaltature programmata alla fine del 2019 – aggiunge Giordani –. Con la somma residua di 50mila euro è stato finanziato, oltre al completamento di via Tanari, anche un altro importante intervento che partirà a Osteria Grande».
Si tratta della realizzazione di un piccolo parcheggio di sei posti sti auto paralleli alla strada, all’angolo fra via Molise e via Pilastrino. «Condizioni meteo permettendo, i lavori si concluderanno nel giro di 4-5 giorni – continua l’assessore –. Poi sarà la volta del nuovo lotto di lavori del 2020. Stiamo preparando il crono-programma, che prenderà il via a giugno». (r.cr.)

Concluse le asfaltature delle vie Montecerere e Tanari a Castel San Pietro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast