Cronaca

Coronavirus, dal 19 maggio riapriranno al pubblico il canile e il gattile comunali di Imola

Coronavirus, dal 19 maggio riapriranno al pubblico il canile e il gattile comunali di Imola

Fortunatamente cani e gatti non si ammalano di Coronavirus, ma anche per loro la vita scorre diversamente in questo periodo di emergenza sanitaria. Chiuso al pubblico da inizio marzo, però, il canile e il gattile comunali di Imola, entrambi gestiti dalla cooperativa Coala, riapriranno i cancelli il prossimo 19 maggio. «Finalmente abbiamo ricevuto l’autorizzazione alla riapertura di entrambe le strutture – hanno scritto sulla pagina Facebook della cooperativa -. Si ricorda al gentile pubblico che saranno applicate tutte le prescrizioni previste dai protocolli anticontagio: gli ingressi saranno contingentati in entrambe  le strutture e ,ove possibile e a discrezione del gestore, saranno concordati appuntamenti per rendere  migliore il servizio alla cittadinanza. L’accesso ad entrambe le strutture da parte del pubblico sarà vincolato all’uso di guanti (da indossarsi all’entrata) e mascherina».

Tutte e due le strutture erano state chiuse al pubblico «d’accordo con l’Amministrazione comunale ai primi segnali di emergenza sanitaria, prima comunque del lockdown nazionale – spiega Serena Mirri, presidente della cooperativa che gestisce le due strutture –. Abbiamo sospeso le adozioni nuove e in corso, ma anche quelle a distanza. Garantiamo regolarmente, invece, il recupero di animali sul territorio, feriti o vaganti, così come le sterilizzazioni urgenti per evitare nascite indesiderate nelle colonie».

La vita nelle due strutture di via Gambellara, invece, in questo periodo è passato per lo più in maniera normale per i 129 cani e i 120 gatti, fra cui già una ventina di cuccioli, in carico alla cooperativa. «Certo – precisa Mirri –, i cani si sono accorti che qualcosa è cambiato perché adesso escono molto di meno per le passeggiate. Noi operatrici siamo contate e facciamo quello che possiamo. Purtroppo sono venute a mancare le visite dei padroni a distanza che si occupano di alcuni cani che pur vivono qui, ma che settimanalmente li portano fuori a passeggio. Per fortuna “resistono” le merende, che in tanti continuano a donarci» e che le operatrici del canile filmano e pubblicano su Facebook per condividere la gioia dei quattro zampe. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» in edicola dal 14 maggio.

Nella foto: Eliana D’Errico con un micio del gattile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast