Posts by tag: commemorazione

Cronaca 13 Aprile 2020

Il ricordo della Liberazione di Imola affidato alle campane della torre del municipio

Nell’impossibilità di svolgere manifestazioni, il Comune di Imola e la sezione cittadina dell’Anpi vuole comunque tenere viva la memoria di quegli avvenimenti che fanno parte della storia della comunità.
Domani, in occasione del settantacinquesimo anniversario della Liberazione di Imola, alle ore 17 risuoneranno le campane della torre del municipio, per ricordare l’ora esatta della liberazione della città. (r.cr.)

Fotografia dall”archivio del Sabato sera

Il ricordo della Liberazione di Imola affidato alle campane della torre del municipio
Cronaca 9 Dicembre 2019

La commemorazione a Imola di Gianfranco Cortese, il ciclista travolto in via Casola Canina. IL VIDEO

Erano più di cento le persone, tra compagni dell”Imola Bike e di altre società imolesi e colleghi delle Fiamme Gialle, che ieri, domenica 8 dicembre, si sono trovati, alle 8.30, in piazza Matteotti per ricordare Gianfranco Cortese, il ciclista 50enne che, giovedì scorso, ha perso la vita in un incidente in via Casola Canina (leggi qui).

Tra la commozione generale a campeggiare la scritta «Cortez ciao, sei sempre tra di noi». Dopo un minuto di raccoglimento, il folto gruppo di ciclisti ha raggiunto il luogo dell”ncidente per poi deporre un mazzo di fiori. (r.cr.)

Foto Isolapress

La commemorazione a Imola di Gianfranco Cortese, il ciclista travolto in via Casola Canina. IL VIDEO
Cronaca 30 Gennaio 2019

Cordoglio per la scomparsa di Alfiero Salieri, partigiano e antifascista. Il funerale sabato 2 febbraio

Questa mattina a Imola è scomparso Alfiero Salieri, aveva 91 anni. Giovanissimo partecipò alla liberazione di Imola come capo squadra tra le file partigiane e guidò i polacchi verso Castel San Pietro. E” stato riconosciuto partigiano con il grado di sergente maggiore. Operaio meccanico, nel dopoguerra lavorò anche per la coop. Sacmi. Fedele ai valori della Resistenza, è stato militante e dirigente dell”Anpi; negli ultimi anni ha ricoperto anche l”incarico di dirigente locale dell”Anppia (l’Associazioni nazionale perseguitati politici italiani antifascisti). Attivo in politica, ha ricoperto incarichi nell’allora Pci e ha fatto parte dell’Amministrazione comunale del suo paese natale, Fontanelice. Sposò Livia Morini, anch”essa impegnata nella Resistenza e nell”antifascismo, fu assessore all”istruzione per il Comune di Imola. 

L’ultimo saluto ad Alfiero Salieri è fissato per sabato 2 febbraio alle ore 10.15 presso la camera mortuaria di Imola. Nel frattempo sono arrivati tanti messaggi di cordoglio e i ricordi per una persona che è stata punto di riferimento per la comunità imolese e non solo.  

A partire dall’Anpi di Imola che «perde così un altro partigiano – si legge nella  nota inviata – e ne piange la scomparsa. Partecipa al cordoglio e al dolore dei figli, dei nipoti, dei parenti e degli amici. Traendone alimento per rafforzare, secondo il volere di Alfiero, la propria azione per far vivere una memoria dinamica della Resistenza e dell”Antifascismo, per difendere pace, libertà, solidarietà ed eguaglianza anche contro il pericolo di una nuova destra illiberale e reazionaria». 

Tra i tanti, anche quello della sindaca Manuela Sangiorgi: «Alfiero Salieri per anni è stato dirigente Anpi Imola, sia come segretario sia come vice presidente, profondendo sempre il suo forte impegno per diffondere alle nuove generazioni i valori di libertà, pace, democrazia, giustizia e solidarietà, alla base della lotta di Liberazione».  

Il gruppo consiliare del Partito democratico e tutto il Pd territoriale: «La nostra città, Medaglia d”Oro per la Resistenza perde un altro protagonista della Resistenza e dell”impegno per la libertà riconquistata. Mentre assistiamo anche in Italia ad episodi di una deriva culturale e valoriale che poco hanno a che fare con la nostra storia migliore e con i valori di solidarietà e attenzione agli altri che sono scritti nella nostra Costituzione, si assottiglia per ragioni anagrafiche il numero dei testimoni diretti delle vicende che portarono l”Italia alla libertà dopo gli anni bui del fascismo e della guerra». A firmarlo i consiglieri Fabrizio Castellari, Giacomo Gambi, Marco Panieri, Daniela Spadoni, Roberto Visani. 

Molti hanno utilizzato i social network per un saluto e un ricordo. Come Daniele Manca, già sindaco di Imola e deputato Pd che scrive su Facebook: Alfiero Salieri era «una persona straordinaria che generava sicurezza; trasmetteva anche nel portamento i valori migliori della lotta di Liberazione per i quali ha da sempre combattuto. Mai si è fermato di fronte alla necessità di trasmettere ai giovani le radici per vivere in una comunità libera, democratica, solida nei suoi valori autentici». E ancora «Ci mancherà ma il suo insegnamento sono certo ci guiderà anche verso il futuro. Ho avuto l”onore di iniziare le scuole elementari con la mitica Livia Morini, sua moglie, e di fare il Sindaco e di confrontarmi con il Cidra e con l”Anpi con Alfiero! Un grandissimo privilegio che resta dentro di me».

Nella foto Alfiero Salieri

Cordoglio per la scomparsa di Alfiero Salieri, partigiano e antifascista. Il funerale sabato 2 febbraio
Cronaca 5 Dicembre 2018

Cent'anni fa nasceva Arduino Capra, già vicesindaco di Imola. Il ricordo ieri in consiglio comunale

La sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, ha ricordato ieri, in apertura di consiglio comunale, la figura di Arduino Capra in occasione del centenario della nascita che cade oggi, 5 dicembre.

Capra, scomparso il 19 settembre 2009, è stato vicesindaco di Imola dal 1956 al 1980, con quattro diversi sindaci: Veraldo Vespignani, Amedeo Ruggi, Enrico Gualandi e Bruno Solaroli. Negli ultimi anni della sua vita attività politico-amministrativa ha ricoperto la carica di presidente delle Ami (le allora Aziende Municipali di Imola).

La Sangiorgi lo ha ricordato con queste parole: «Un uomo sempre disponibile al confronto, rispettoso delle idee degli altri in quanto portatrici di possibili migliorie per la collettività. Un modello ed un contributo importante, ancora oggi, per il patrimonio della nostra comunità».

Nel corso della breve cerimonia la prima cittadina ha consegnato alla moglie e ai famigliari di Arduino Capra una pergamena a ricordo del loro congiunto.

Nella foto la consegna della pergamena alla moglie di Arduino Capra da parte della sindaca di Imola Manuela Sangiorgi

Cent'anni fa nasceva Arduino Capra, già vicesindaco di Imola. Il ricordo ieri in consiglio comunale
Cronaca 1 Agosto 2018

2 Agosto, tutti gli appuntamenti nel 38° anniversario della strage alla stazione di Bologna

Sono passati 38 anni dalla strage alla stazione di Bologna, ma la memoria di uno degli attentati terroristici più sanguinosi della storia d”Italia resta viva e presente.

Come ogni anno sono diverse le iniziative che istituzioni e privati dedicano all”anniversario.

Dopo la staffetta “Per non dimenticare”, che ha fatto tappa domenica 29 luglio anche a Imola, Medicina e Castel San Pietro Terme, nel giorno stesso dell”anniversario si completa il programma delle iniziative.

Domani, 2 agosto, la sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, sarà presente con il Gonfalone del Comune di Imola alla commemorazione di Bologna, in rappresentanza della città.

Nel pomeriggio, alle 18, a Imola si svolgerà invece la tradizionale cerimonia organizzata dal Comune a ricordo delle vittime nel “Giardino Vittime della Strage del 2 Agosto 1980” (angolo via Villa Clelia, Don Cortini e Lolli), alla quale interverrà, insieme alla sindaca,  il vicario generale della Diocesi, don Andrea Querzè. 

A Castel San Pietro è in programma una serata speciale dedicata alla dolorosa ricorrenza. Alle 21.30, all’Arena estiva del Comune, l’associazione culturale Eclissidilana propone la proiezione a ingresso libero del docufilm “Un Solo Errore” (Italia 2012, durata 64 minuti), finalista al Premio Ilaria Alpi 2013 come “miglior inchiesta televisiva italiana” e andato in onda sulle reti Rai dal 2012 al 2015.

Prodotta dall’Associazione Pereira e distribuita dalla Cineteca di Bologna ed Arcoiris Tv, l”opera è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione Familiari delle Vittime del 2 agosto 1980 e l’Associazione P. Pedrelli. Dall”uscita è stata proiettata oltre cento volte, suscitando l”interesse soprattutto degli istituti scolastici dell”Emilia Romagna. Dopo il documentario si svolgerà il dibattito, alla presenza del regista, Matteo Pasi, degli autori presenti e di Agide Melloni, soccorritore ed autista del famoso autobus 37.

2 Agosto, tutti gli appuntamenti nel 38° anniversario della strage alla stazione di Bologna
Cronaca 30 Luglio 2018

2 Agosto, la staffetta della memoria ha fatto tappa a Imola, Medicina e Castel San Pietro

La staffetta podistica “Per non dimenticare la strage del 2 Agosto” ha attraversato anche il circondario imolese in una delle domeniche più torride dell”estate.

L”iniziativa ha fatto tappa con due diversi gruppi a Imola e Medicina, per poi ricongiungersi a Castel San Pietro al Cassero, dove era presente ad accogliere i podisti il consigliere comunale Andrea Bondi.

A Medicina il gruppo si è incontrato con il sindaco Onelio Rambaldi, mentre a Imola a fare gli onori di casa era presente l”assessore allo Sport, Maurizio Lelli.

«La memoria è un dovere – ha sottolineato Rambaldi – poiché quanto accaduto alla Stazione centrale di Bologna non deve essere dimenticato, né da parte nostra, né da parte delle giovani generazioni».

Al termine della giornata del 29 luglio la staffetta, partita sabato mattina da San Marino, è approdata a Bologna, dove la mattina del 2 agosto si terrà la commemorazione della strage.

Il programma di giovedì prevede il concentramento di tutte le staffette al parco della Montagnola, cui seguirà il corteo che raggiungerà piazza Maggiore per il raduno dei Gonfaloni delle città e il saluto del sindaco di Bologna. Dalla piazza si procederà poi lungo via Indipendenza per approdare in piazza Medaglie d”Oro, antistante la stazione, dove ci sarà il clou della cerimonia, nel 38o anniversario della strage in cui morirono 85 persone e quasi 200 rimasero ferite.

Nelle foto momenti del passaggio della staffetta da Imola, Castel San Pietro e Medicina
2 Agosto, la staffetta della memoria ha fatto tappa a Imola, Medicina e Castel San Pietro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast