Posts by tag: eventi

Cultura e Spettacoli 25 Ottobre 2018

CooperAttivaMente, domani alla Rocca di Dozza appuntamento con la rassegna «Seminar scrittori»

E” in programma domani, 26 ottobre, alle 18, alla Rocca di Dozza, il primo appuntamento della rassegna «Seminar scrittori. Incontri con gli autori del territorio», proposta dal consiglio di zona dei soci Coop Alleanza 3.0 in collaborazione con le Librerie Coop. 

L”iniziativa prevede la presentazione del cartellone e una chiacchierata con Sabrina Grementieri, Luca Occhi, Corrado Peli, Eugenio Saguatti e Paolo Sartiani, con la partecipazione di Veronica Messora (per Officine Wort).

Anche «Seminar scrittori» si inserisce nel ricco calendario di CooperAttivaMente, il progetto ideato dal consiglio di zona soci del Circondario imolese di Coop Alleanza 3.0 e dalla Cooperativa Bacchilega, in collaborazione con Librerie Coop, nel quale grandi e piccini possono partecipare a presentazioni di libri, laboratori e altri appuntamenti per promuovere la cooperazione, la legalità e corretti stili di vita e consumo.

L”entrata all”evento in Rocca è libera.

CooperAttivaMente, domani alla Rocca di Dozza appuntamento con la rassegna «Seminar scrittori»
Cronaca 23 Ottobre 2018

La zuppetta dell'Hostaria 900 trionfa al concorso legato alla Festa dei Frutti dimenticati di Casola Valsenio

E” imolese il piatto migliore del concorso l”Indimenticabile. La seconda edizione della gara abbinata alla Festa dei Frutti dimenticati di Casola Valsenio è stata infatti vinta dall’Hostaria 900, l”unico ristorante di Imola in lizza.

La “Zuppetta di mele della rosa con polpettine di Mora Romagnola”, proposta dal titolare del locale, Orazio Galanti, ha battuto la concorrenza dei piatti realizzati dagli altri partecipanti al concorso, l”Acquavitae presso il Grand Hotel di Riolo Terme, la Cantina del Bonsignore di Brisighella, il ristorante San Biagio Vecchio di Faenza e la Locanda Senio di Palazzuolo sul Senio.

«L”abbinamento della carne di maiale con le mele è un abbinamento di antica tradizione, che è stato riproposto e ben valorizzato in questo piatto – si legge nella motivazione scritta dalla giuria -. La Mela della Rosa è una delle varietà tra le più antiche di mela, coltivata già nel 1300. Ha una parte giallo/verdina ed una rosata che la fa somigliare ad una bella guancia tanto che quando si voleva fare un complimento ad una bella ragazza si diceva che era bella come una mela della rosa».

I giurati, che rappresentavano If Imola Faenza Tourism Company,  Proloco Casola Valsenio, Associazione per la valorizzazione dei Frutti Dimenticati e Istituto Alberghiero di Riolo Terme, hanno particolarmente apprezzato l”abbinamento del «gusto asprino della mela» con le «deliziose polpettine di carne». «L”uso della Mora romagnola – prosegue la motivazione – denota una particolare attenzione ai prodotti del nostro territorio. Piacevole anche la presentazione, fatta in un piatto che ricordava nella forma le zuppiere che venivano messe al centro della tavola e da cui tutta la famiglia attingeva per il pasto, in un gesto di grande comunione».

Una particolare segnalazione è stata inoltre riservata al ristorante San Biagio Vecchio, per «aver colto appieno lo spirito del concorso, impegnandosi particolarmente nell”organizzazione di una serata che è risultata ben riuscita e con grande interesse e partecipazione del pubblico presente».

Nella foto un momento della premiazione

La zuppetta dell'Hostaria 900 trionfa al concorso legato alla Festa dei Frutti dimenticati di Casola Valsenio
Cultura e Spettacoli 18 Ottobre 2018

Stasera a palazzo Sersanti la proiezione del film di Damiano Levati vincitore del Premio Città di Imola

Serata conclusiva, giovedì 18 ottobre, della XV edizione del Premio Città di Imola, assegnato al miglior film italiano presentato al TrentoFilmFestival, in programma alle ore 21, presso la sala Grande di Palazzo Sersanti. Promosso dalla sezione Cai di Imola, dalla Fondazione Cassa di Risparmio e dal Comune di Imola, quest’anno il premio è stato vinto dal film «Hansjörg Auer – no turning back »di Damiano Levati a cui è stato consegnato nell’ambito del festival il 5 maggio scorso.

Il programma della serata prevede, oltre alla proiezione del film, la partecipa-zione e gli interventi del regista e della vicepresidente del Festival di Trento, Nicoletta Favaron, nonché i saluti della sindaca, Manuela Sangiorgi, del vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio, Fabrizio Miccoli, e del presidente della sezione Cai, Davide Bonzi.

La motivazione per cui è stata decisa l’assegnazione del premio afferma che «Hansjörg Auer ha esplorato l’arrampicata in solitaria come mai nessuno prima e la sua memorabile impresa sulla via «Attraverso il Pesce» in Marmolada ha lasciato un segno indelebile nella storia di questo particolare tipo di alpinismo. I trenta minuti del lungometraggio cercano appunto di raccontare, attraverso le parole misurate e sincere del protagonista, il percorso interiore che può spingere un uomo a rischiare la vita laddove un qualsiasi errore potrebbe rivelarsi fatale, pur di appagare quell’impulso che Auer descrive in modo suggestivo e inequivocabile: “Scalare montagne è il cibo della mia anima”.

L”articolo completo è su «sabato sera» del 18 ottobre

Stasera a palazzo Sersanti la proiezione del film di Damiano Levati vincitore del Premio Città di Imola
Cronaca 16 Ottobre 2018

Al circolo Sersanti il 17 ottobre ci sarà il direttore di Limes Lucio Caracciolo sul tema della geopolitica

Università Aperta, in collaborazione con il circolo Sersanti, organizza per domani, mercoledì 17 ottobre, alle 20.45, nella sala grande del circolo (Imola, piazza Matteotti), un incontro con il direttore della rivista geopolitica Limes, Lucio Caracciolo, dal titolo «Stati profondi, gli abissi del potere – Geopolitica del mondo senza centro».

La conferenza è organizzata a integrazione del corso n. 36 di Geopolitica.

Al circolo Sersanti il 17 ottobre ci sarà il direttore di Limes Lucio Caracciolo sul tema della geopolitica
Cultura e Spettacoli 16 Ottobre 2018

CooperAttivaMente, grandi ospiti nella seconda edizione. Aprono Ilaria Cucchi e l'avvocato Fabio Anselmo

Torna con un programma ricco di grandi ospiti CooperAttivaMente, l”evento ideato e progettato dal Consiglio di Zona Soci Coop Alleanza 3.0 e dalla Cooperativa Bacchilega in collaborazione con Librerie Coop, giunto alla seconda edizione e con lo scopo di promuovere la cultura e la crescita civile, civica e cooperativa del territorio attraverso molteplici e differenti temi e proposte. Nella prima serata, in programma venerdì 19 ottobre alle 18.30 all”interno della Casa della Cooperazione (via Emilia, 25 a Imola) nella Sala delle Stagioni, sarà presentato il libro «Federico» (Fandango), scritto dall”avvocato Fabio Anselmo sulla storia di Federico Aldrovandi. Ospite la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, il cui caso è tornato con forza sulla scena nazionale a 9 anni dalla morte del giovane per via dei recenti sviluppi giudiziari. Anselmo è il legale di entrambe le famiglie, Aldrovandi e Cucchi. Modera l’incontro la giornalista Lara Alpi.

«A Imola esiste una cultura della cooperazione e la cooperazione è da sempre cultura – afferma Christian Fossi, presidente del Consiglio di Zona Soci Coop Alleanza 3.0 -. Uno dei principi della cooperazione è la mutualità esterna, ovvero contribuire all”equo sviluppo del territorio in cui operano. Legalità, istruzione e cultura sono insite nel nostro modo di fare impresa come lo è il fare insieme. Per questo coinvolgiamo nelle nostre iniziative tutte le realtà che condividono valori e ideali di rispetto reciproco e inclusione sociale, convinti che le differenze siano un valore aggiunto e non un limite dietro cui nascondersi. Per questo come sede abbiamo scelto per la quasi totalità delle iniziative la Casa della Cooperazione, in via Emilia 25. Qui la cultura è cooperazione e la cooperazione è cultura: un grande impresa come Coop Alleanza 3.0 ha volontari che promuovono questa filosofia e trovano terreno fertile nella collaborazione con altre cooperative e associazioni del territorio».

Il programma completo (gli incontri si svolgono a Imola, alla Casa della Cooperazione, salvo dove diversamente indicato).

Mercoledì 24 ottobre, ore 17.30: Marco Bianchi presenta il suo nuovo libro “La mia cucina delle emozioni” (Harper Collins) con la partecipazione del prof. Antonio Maestri, direttore di Oncologia della Ausl di Imola.

Venerdì 26 ottobre, ore 18, Rocca di Dozza: Seminar Scrittori, primo incontro con gli autori del territorio, un appuntamento che si ripeterà di mese in mese.

Sabato 27 ottobre, ore 18, Rocca di Dozza: Carlo Lucarelli presenta il suo nuovo libro “Peccato mortale. Un’indagine del commissario De Luca” (Einaudi). A seguire dialogo con l’autore, il giornalista Paolo Bernardi e lo scrittore Luca Occhi di Officine Wort.

Giovedì 8 novembre ore 20.30: Roberto Burioni presenta “Balle mortali. Meglio vivere con la scienza che morire ciarlatani” (Rizzoli).

Venerdì 16 novembre ore 18: Stefania Pellegrini presenta “L’impresa grigia. Le infiltrazioni mafiose nell’economia legale. Un’indagine sociologico-giuridica” (Ediesse).

Data da definire: Seminar Scrittori, secondo incontro con gli autori del territorio.

Lunedì 26 novembre ore 18.30: Francesca Manfredi presenta “Un buon posto dove stare” (La nave di Teseo).

d.b.

Nella foto: a sinistra il logo di CooperAttivaMente, a destra l”avvocato Fabio Anselmo insieme ad Ilaria Cucchi

CooperAttivaMente, grandi ospiti nella seconda edizione. Aprono Ilaria Cucchi e l'avvocato Fabio Anselmo
Cronaca 15 Ottobre 2018

La Festa itinerante del Pd chiude stasera a Zolino con l'ex ministro dell'Interno Marco Minniti

Il congresso nazionale del Partito Democratico si incrocia con l”ultimo appuntamento della Festa democratica itinerante organizzata dalla Federazione del Pd di Imola. Per il gran finale è atteso stasera, con inizio alle 21, al centro sociale di Zolino in via Tinti a Imola, l”ex ministro dell”Interno del Governo Gentiloni, Marco Minniti, oggi deputato e fortemente tentato di rispondere sì alla richiesta di correre per la segreteria del partito che gli è stata rivolta in questi giorni da diversi sindaci democratici.

Nella serata di chiusura, Minniti affronterà il tema «Insieme per superare le paure dell’Italia». Da ministro, lo ricordiamo, aveva lavorato per una gestione dell’immigrazione che andasse oltre l’emergenza, coniugando l’accoglienza con diritti e doveri, legalità e sicurezza e l’avvio di una collaborazione con gli stati africani che aveva portato ad una diminuzione del 20% dei migranti sbarcati già nei primi nove mesi del 2017.

«Questa Festa è stato un modo per recuperare la dimensione di un partito popolare che vuole stare in mezzo alla gente – ha commentato qualche giorno fa il segretario reggente del Pd imolese Roberto Visani -. Dobbiamo reimparare a cogliere le preoccupazioni, la rabbia e le paure senza esasperarle ma indicando un’idea nuova di comunità mettendo al centro il lavoro, l’educazione, la legalità e le fragilità sociali».

L”allora ministro Marco Minniti un anno fa a Imola in occasione della Festa nazionale de l”Unità

La Festa itinerante del Pd chiude stasera a Zolino con l'ex ministro dell'Interno Marco Minniti
Cultura e Spettacoli 14 Ottobre 2018

Oggi torna a Castel del Rio il Magnus Day, una giornata dedicata al fumetto in onore del celebre disegnatore

È una tradizione per Castel del Rio che, anche quest’anno, torna ad ospitare una giornata dedicata al fumetto e in particolare a Magnus (Roberto Raviola), autore e disegnatore di Satanik, Alan Ford e Diabolik, scomparso nel 1996, che negli ultimi anni della sua vita, si era trasferito nel paese alidosiano.

Domenica 14 ottobre, mostra ed incontri saranno così al centro di un’iniziativa che richiama appassionati della graphic novel e curiosi.

Il Magnus day. Le iniziative si tengono in Sala Magnus (via Montanara 1): qui alle 10 viene inaugurata l’esposizione del fumetto da collezione e delle opere degli artisti presenti, e alle 15 viene presentato il piatto artistico della Sagra dei marroni avente per protagonista quest’anno Cocco Bill (saranno presenti l’autore Luca Salvagno e Silvia Jacovitti, figlia di Benito Jacovitti, creatore del noto cow-boy).

Ci saranno poi un incontro con Vittorio Giardino su Jo-nas Fink, la presentazione del libro Una valle di Bernabei, Degli Esposti Venturi, Piero Ruggeri, Beniamino Del Vecchio, Marco Fontana, Massimo Bonfatti e Simone Cortesi, con gli autori e con l’editore Nicola Pesce, quindi la presentazione del libro Il cammino del tramonto di Corteggiani e Tisseli, con gli autori e Pesce.

Al centro dell’interesse saranno anche il portfolio di Romanini, Piccininno, Tisselli e Zanella, nonché Magnus night – La torre degli animali di Riccardo Raviola e Virna Paolini. Alle 20, chi vorrà potrà partecipare ad una cena d’artista all’albergo ristorante Il Gallo dalle ore 20 (menù fisso 25 euro, prenotazioni allo 0542/95924).

Nella foto il disegno di Magnus (@eredi Raviola – G. Romanini) scelto per il manifesto ufficiale

Oggi torna a Castel del Rio il Magnus Day, una giornata dedicata al fumetto in onore del celebre disegnatore
Cronaca 6 Ottobre 2018

La Croce Rossa di Imola celebra i 130 anni offrendo uno screening gratuito sulle malattie cardiovascolari

In occasione dei 130 anni del comitato di Imola di Croce rossa italiana, domenica 7 ottobre dalle 8.30 alle 13 sarà allestito un punto medico avanzato, a capo del quale ci sarà il tenente colonnello medico Piergiovanni Rocchi, ufficiale medico della Cri.

L”attività verrà effettuata in collaborazione con il Corpo militare sanitario e le infermiere volontarie del comitato Cri di Imola: si tratterà di uno screening gratuito alla popolazione sulle malattie cardiovascolari.

Appuntamento dalle ore 8.30 alle 13 a Imola in piazza Gramsci.

Nella foto un mezzo della Croce Rossa di Imola tratta dal sito ufficiale

La Croce Rossa di Imola celebra i 130 anni offrendo uno screening gratuito sulle malattie cardiovascolari
Cronaca 5 Ottobre 2018

Sabato 6 ottobre a Imola in piazza Caduti per la Libertà il presidio a favore del sindaco di Riace Mimmo Lucano

Si moltiplicano in tutta Italia le iniziative di solidarietà a Domenico Lucano, il sindaco di Riace arrestato nei giorni scorsi con l”accusa di favoreggiamento dell”immigrazione clandestina e illeciti nell”affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti.

Anche a Imola si terrà domani sabato 6 ottobre, alle 11, un presidio in piazza Caduti per la Libertà dal titolo «Io sto con Mimmo Lucano».

Tra gli organizzatori non figurano direttamente partiti politici, anche se già diverse forze, soprattutto di sinistra, hanno manifestato la loro adesione. Il presidio è motivato dalla convinzione che, accuse formali a parte, «in realtà è stato minato il suo modello, riconosciuto da tutti come un coraggioso atto di umanità. Ne possiamo trovare riscontri sulla sua influenza anche sulla rivista Fortune che lo posiziona al 40° posto come leader più influenti nel 2016. Restare umani non deve essere un reato», si legge nella nota che accompagna l”invito per domani.

Per informazioni: Emanuele Tigrini tel. 328 5631328.

Sabato 6 ottobre a Imola in piazza Caduti per la Libertà il presidio a favore del sindaco di Riace Mimmo Lucano
Cronaca 5 Ottobre 2018

Ca' Genasia, domani 6 ottobre la cerimonia di commemorazione dei partigiani uccisi nel 1944

In occasione del 73° anniversario della Resistenza, i Comuni e le sezioni Anpi di Imola e di Riolo Terme organizzano la manifestazione a ricordo dei partigiani del Sap Montano, che si terrà sabato 6 ottobre, alle ore 11, presso il Monumento al partigiano di Ca’ Genasia, in via Sabbioni; inter-verranno Claudio Frati, assessore del Comune di Imola, Francesca Merlini, vice sindaco del Comune di Riolo Terme, e Romano Bacchi-lega, dell’Anpi di Imola. Saranno presenti anche alcune classi di istituti comprensivi di Imola e di Riolo Terme.

II Battaglione Sap Montano partecipò attivamente alla lotta ai nazifascismi, infatti fu costituito quando gli sviluppi della guerra di liberazione suggerirono la necessità di affrontare la nuova situazione derivata dalla liberazione di Roma, avvenuta il 4 giugno 1944, e dalle forze tedesche in ritirata, il Comando unico Emilia Romagna (Cumer), in accordo col Comando partigiano del Cln di Imola, convenne sull’opportunità di costituire un’unità partigiana omogenea di media entità nelle colline alla sinistra del Santerno, nelle località di Torano, Monte-catone, Monte della Valle, Casalfiumanese, e sulle colline della destra, nelle località di Ghian-dolino, Goccianello, Bergullo, Pediano, Toranello, Codrignano, Montemeldola. Alcune di queste fanno parte del Comune di Riolo Bagni.

La nuova unità, in base agli indirizzi e agli obiettivi del movimento partigiano imolese, doveva servire di collegamento con la 36ª Brigata Garibaldi Bianconcini con la funzione specifica, nell’ipotesi di una ritirata dei tedeschi, di operare assieme a reparti della 36ª e altre Sap e Gap per la liberazione di Imola.

Il sanguinoso episodio di Ca’ Genasia ebbe avvio sulla strada Imola-Codrignano, quando, presso Cà Bella Rosa, Rino, Petit e Giuliano attaccarono un carro tedesco: un soldato rimase ucciso e il carico fu abbandonato nelle mani dei partigiani. Stavano portando le vettovaglie e le munizioni verso le proprie basi quando arrivarono una quarantina di tedeschi con due autoblindo che li individuarono e diedero loro la caccia.

I partigiani si organizzarono per resistere sotto Monte Tomba ma, poiché le autoblindo non riuscivano a salire la strada fangosa, i tedeschi desistettero dall’ingaggiare il combattimento. Al calar della notte i partigiani decisero di lasciare la zona, eccetto Rino e Petit, che restarono a Ca’ Genasia.

Il mattino seguente giunse la notizia che Rino e Petit erano morti.

L”articolo completo è su «sabato sera» del 4 ottobre

La foto è tratta dal sito del Comune di Imola

Ca' Genasia, domani 6 ottobre la cerimonia di commemorazione dei partigiani uccisi nel 1944

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast