Posts by tag: franceschi

Cronaca 9 Marzo 2022

Asilo, sport e rigenerazione urbana, Castel Guelfo potenzia i servizi

Il Comune di Castel Guelfo ha approvato nel Consiglio comunale del 28 febbraio il Bilancio di previsione 2022-2024. «Un bilancio che mira al mantenimento dei servizi e a potenziare quelli esistenti, in particolare con la creazione di una sezione distaccata del nido “Mamma Lea”, di una decina di posti aggiunti, nei locali della parrocchia» ha commentato il sindaco Franceschi.

A Castel Guelfo «abbiamo detto no all’aumento delle tasse aggiornando solo gli incrementi Istat previsti dalla legge, senza incidere sulla qualità dei servizi» ha precisato il primo cittadino. Parola d’ordine, quindi, investire. «In primis lo spostamento del campo da calcio dal centro storico alla zona sportiva vicina al polo scolastico, grazie ai 700 mila euro del bando sport periferie, a cui vanno aggiunti i 300 mila euro di risorse comunali – ha spiegato Franceschi -. A breve ci sarà anche il pro- getto definitivo del palazzo comunale, mentre entro fine marzo conosceremo l’esito della candidatura al bando di rigenerazione urbana. Un altro intervento, di cui abbiamo già il progetto, è invece il recupero della chiesa della Compagnia. Rientrano negli investimenti pure la ristrutturazione dell’immobile Erp di via Nuova, grazie al lavoro con Acer, per il quale siamo secondi nella graduatoria regionale con un importo di 960 mila euro. A questi si aggiungono gli investimenti di manutenzione straordinaria tra cui riasfaltature, segnaletica stradale e messa in sicurezza dei ponti».

Infine, «per tenere alta l’efficienza dei servizi nel 2021 abbiamo assunto tre persone, il cui iter si sta completando quest’anno – ha concluso il sindaco -. Il Consiglio comunale ha poi approvato all’unanimità anche la mozione con cui la Giunta e il sindaco si impegnano a valutare la possibilità di reperire dei fondi da destinare al caro-bollette». (r.cr.)

Foto Isolapress

Asilo, sport e rigenerazione urbana, Castel Guelfo potenzia i servizi
Cronaca 25 Febbraio 2022

Castel Guelfo, Mauro Scheda entra nella Giunta del sindaco Franceschi

Nuovo innesto nella Giunta del sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi. In seguito alle recenti dimissioni di Gianluigi Tozzoli e le new entry Eleonora Negroni e Milena Dall’Aglio (al posto della dimissionaria Elisabetta Carbonari), Franceschi ha nominato Mauro Scheda, che ricoprirà le stesse deleghe, ossia Cultura, Turismo e Sport.

Classe 1963, Scheda lavora come dentista a Bologna, ma vive a Castel Guelfo da oltre trent’anni. È già stato assessore nella Giunta del sindaco Dino Landi e consigliere comunale nel primo mandato di Cristina Carpeggiani. Attualmente ricopriva l”incarico di segretario del Pd a Castel Guelfo, «ruolo dal quale si è dimesso – precisa Franceschi -. È un uomo di esperienza. Lo ringrazio per aver aderito alla mia richiesta e disponibilità per questo nuovo incarico, certo che sapra` dare attenzione e ascolto al territorio nella realizzazione degli obiettivi di mandato alla luce della sua esperienza passata».

«Ringrazio della fiducia che il sindaco Franceschi ha deciso di riporre in me. La mia attenzione sarà rivolta nei confronti della comunità, che in questo periodo speriamo post-pandemico, ha bisogno di ritrovarsi e di ritrovare le consuetudini perdute» aggiunge Scheda. (r.cr.)

Nella foto: il neo assessore Mauro Scheda

Castel Guelfo, Mauro Scheda entra nella Giunta del sindaco Franceschi
Economia 13 Dicembre 2020

A Poggio Piccolo la logistica porterà ciclabili e un parco

La zona industriale attorno alla via San Carlo, al confine tra Castel San Pietro e Castel Guelfo, si conferma un’area vocata alla logistica. Proprio quest’anno, infatti, è stata inserita dalla Città metropolitana tra le poche in tutto il territorio bolognese nelle quali è possibile l’insediamento di grandi aziende logistiche con superfici superiori a 10 mila metri quadri. Se nel territorio castellano tanto si è già scritto e stanno sorgendo i primi capannoni, per quanto riguarda Castel Guelfo ancora si sa poco.

Qui, a fianco del canale di Medicina, a nord rispetto agli stabilimenti Decathlon e Despar, è infatti prevista la realizzazione di un’altra grande area dedicata alla movimentazione merci. Si tratta dei cosiddetti comparti San Paolo 1 e San Paolo 2, in via di acquisizione da parte del Gruppo Irgenre, con sede a Milano e uffici a Caserta, che si occupa di sviluppo e costruzione di immobili, dai centri commerciali di grandi dimensioni ai poli industriali. «Si tratta di un’area da 28 ettari che, come previsto nel Psc, oggi ha una destinazione produttiva – spiega il sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi –. L’azienda ha fatto istanza per chiederne la trasformazione ad uso logistico. Nel contempo, Irgenre ha già avviato l’iter per acquistare i due lotti di terra e dovrebbe arrivare alla stipula entro i primi mesi del 2021».

Intanto, una bozza di progetto c’è già. L’idea del Gruppo è «realizzare un paio di capannoni da 67.500 metri quadri ciascuno, più un terzo più piccolo da 15 mila metri quadri che, volendo, possono essere suddivisi al loro interno per ospitare più aziende di logistica» dettaglia il sindaco. Bocche cucite, al momento, sulla o sulle aziende che occuperanno i nuovi immobili. Complessivamente, dunque, si tratta di nuovi immobili per 150 mila metri quadri totali. Prima di partire con i lavori, tutte le aree su cui stanno sorgendo o sorgeranno logistiche dovranno rientrare in un accordo di programma che i due Comuni sigleranno con la Città metropolitana. «Abbiamo definito opere a scomputo per oltre 3 milioni di euro, in gran parte nella zona industriale e per il restante nel capoluogo» prosegue Franceschi.

Tra gli interventi più rilevanti, è previsto un parco urbano tra il canale di Medicina e i nuovi capannoni delle lottizzazioni San Paolo 1 e San Paolo 2, «quattro ettari di verde, nei quali verranno messi a dimora aceri, pioppi, frassini, albero di Giuda e cipresso di Leyland, per fare qualche esempio – dettaglia il sindaco –. Inoltre, ci sa- ranno panchine e tavoli e una nuova pista ciclabile fino all’incrocio con via Poggio (Sp31 Colunga). Da qui, poi, la ciclabile proseguirà in sede propria lungo la strada provinciale fino all’altezza dello Zappettificio Muzzi, dal quale poi si collegherà al tratto che stiamo realizzando lungo via Stradone con il cofinanziamento del bando periferie. In questo modo, percorrendo una pista di circa 3,5 chilometri, sarà possibile pedalare o camminare dal capoluogo alla zona industriale». (gi.gi.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 17 dicembre.

Nella foto: il sindaco di Castel Guelfo, Claudio Franceschi 

A Poggio Piccolo la logistica porterà ciclabili e un parco

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA