Posts by tag: lo spunk

Cultura e Spettacoli 19 Novembre 2020

Diritti e bambini, Lo Spunk e il blog Ciucci (ri)belli insieme in un incontro online

Il diritto all’informazione non conosce età. Per questo Lo Spunk, il giornale delle bambine e dei bambini della coop. Corso Bacchilega, si occupa di fare informazione a misura di bambini. Quella de Lo Spunk, che prende il nome dalla parola misteriosa inventata da Pippi Calzelunghe nell’omonimo romanzo dell’autrice svedese Astrid Lindgren, è una informazione che va incontro alle curiosità dei più piccoli nel rispetto della loro esperienza del mondo, che è limitata per ovvi motivi anagrafici ma tutt’al- tro che «piccola». Partendo dall’osservazione del mondo con sguardo bambino, Lo Spunk ne dà un’interpretazione originale e creativa.

Di diritto all’informazione (anche) junior si parlerà nell’incontro online in programma giovedì 19 novembre alle 18.30 sulla pagina Facebook de Lo Spunk, in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del 20 novembre, all’interno del cartellone «Diritti fa rima con». Ospiti dell’incontro saranno Milena Monti, giornalista e direttrice de Lo Spunk, e Lorena Mirandola, curatrice del blog «Ciucci (ri)belli» ospitato sul sito internet di Sabato Sera.

L’incontro, che racconta il progetto del giornale fra diritto all’informazione e diritto alla lettura, è dedicato a genitori, insegnanti e altri adulti interessati ai diritti dell’infanzia. Per i più piccoli, invece, Lo Spunk organizza su richiesta un vero e proprio laboratorio di piccolo giornalismo, un’occasione pratica per dare la parola a giovani e giovanissimi in un momento di incontro (reale o virtuale) per osservare, pensare e scrivere il mondo scoprendo, insieme, che nella comunicazione esistono anche le bufale e le fake news dalle quali è importante imparare a difendersi quanto prima. (r.c.)

Nella foto: la copertina di novembre de Lo Spunk e una foto dal blog Ciucci (ri)belli

Diritti e bambini, Lo Spunk e il blog Ciucci (ri)belli insieme in un incontro online
Ciucci (ri)belli 11 Ottobre 2020

Lo Spunk di ottobre parla come i pirati

Anche Lo Spunk, il giornale delle bambine e dei bambini della coop. Corso Bacchilega, ha festeggiato il «Talk like a pirata day», che si tiene ogni settembre negli Stati Uniti e durante il quale si può parlare come un vero pirata: «Argh», «Corpo di mille balene» e così via. Per questo la prima pagina del numero di ottobre, fresco di stampa, è dedicata al mondo dei pirati. Lo stesso vale per l’editoriale, che come da tradizione apre le pagine del nuovo numero del giornale tutto dedicato ai piccoli e giovani lettori dai 6 ai 12 anni di età, dalle notizie alle rubriche di scienza, arte e fotografia, dal fumetto ai giochi.

Lo Spunk è un giornale sorprendente, che racconta cose che forse neanche i grandi sanno. Ad esempio:

  • il Museo di storia americana di New York ha iniziato a collezionare oggetti diventati di uso comune durante i mesi del lockdown… che un giorno saranno utili per raccontare questo importante passaggio della storia che ci troviamo a vivere.
  • Le piante dormono? A raccontare e mostrare che sì, dormono, è la rubrica di scienze «Vita da pianta» di Veronica Truttero, illustratrice e scrittrice per bambini.

E ancora: cucinare insieme ai bambini a casa una zucca intera e poi usarla per portare in tavola la cena; giochi da fare subito sulle pagine de Lo Spunk e anche giochi da tutto il mondo da scoprire o riscoprire; musica, feste, un palazzo impacchettato (avete letto bene: impacchettato), il fumetto, l’intervista, le recensioni, una nuova puntata del Bestiario medievale, e curiosità dal Sudafrica con le rime di Elisa Rocchi e le illustrazioni di Giulia Torelli e Maria Gabriella Gasparri.

Lo Spunk, oltre che in abbonamento postale, è disponibile presso la redazione di «sabato sera» (in viale Zappi 56/c a Imola) al prezzo di copertina di due euro e mezzo. Al prezzo di copertina, senza maggiorazione, sono disponibili anche gli arretrati 2020 e 2019.

Lo Spunk di ottobre parla come i pirati
Ciucci (ri)belli 10 Luglio 2020

Abbracci vietati? Lo Spunk ha una soluzione

Abbracci vietati (o forse no). Il periodo che stiamo vivendo è difficile, lo sanno anche i bambini. Dobbiamo tenere le distanze ed evitare il contatto, come gli abbracci. O forse no? A ben guardare la soluzione è dietro l’angolo: a raccontarla è Lo Spunk di giugno, reperibile come tutti gli altri numeri presso la redazione di Bacchilega Editore (in viale Zappi 56/c, a Imola).
Una notizia che viene nientedimenoche… dall’Islanda, confezionata a misura di bambini dal giornale junior che Bacchilega pubblica dallo scorso anno, grazie al lavoro di una redazione di scrittrici e illustratrici per bambini. Quale sia la soluzione al divieto di abbracci? Scopritela su Lo Spunk di giugno!

Lo Spunk di giugno propone anche tanti altri contenuti originali: dal vocabolario illustrato per imparare nuove parole con l’aiuto dell’immaginazione, a “Una stanza tutta per me” che viaggia fra le camerette dei personaggi più famosi della storia, passando per la ricetta, il fumetto, le recensioni, le rubriche di musica, arte, giochi, feste, cultura e culture da tutto il mondo. Perchè anche se dobbiamo ancora stare distanti, l’informazione ci rende più vicini, anche grazie al giornale delle bambine e dei bambini Lo Spunk (prezzo di copertina 2,50 euro).

E qui sotto, solo per i nostri piccoli lettori, il cruciverba e le barzellette dello Spunk di giugno!

Abbracci vietati? Lo Spunk ha una soluzione
Cronaca 16 Aprile 2020

Morto lo scrittore Luis Sepúlveda, uno dei preferiti della direttrice de «Lo Spunk» Milena Monti

E’ scomparso oggi, all’età di 70 anni, lo scrittore cileno Luis Sepúlveda che qualche settimana fa aveva contratto il coronavirus e si trovava ricoverato all’ospedale spagnolo di Oviedo.  Sepúlveda in questi anni ha messo tutti i suoi lettori di fronte alle grandezze e miserie della storia del Novecento, scegliendo la letteratura per «dar voce a chi non ha voce». Tra i suoi capolavori più famosi c’è «Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare», diventata poi un film d”animazione per la regia Enzo D’Alò, che lo ha di fatto consacrato come scrittore non solo per un pubblico adulto ma per tutte le età. 

Ed è proprio questo libro uno dei preferiti anche della direttrice del giornale per bambini, edito da Bacchilega Editore, «Lo Spunk» Milena Monti. «Da piccola leggevo tutto ciò che consigliavano le maestre per le vacanze, che regalavano i parenti per le feste e che, per la forza dell’abitudine, cercavo in biblioteca a Toscanella, dove ce n’era una discreta collezione.Per fortuna la bibliotecaria mi ha “insegnato” anche al- tri titoli liberi dalla collana, come appunto Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Lo ricordo con piacere, oltre che perché bello, perché mi ha permesso di avvicinarmi ad altri titoli dello stesso scrittore, Luis Sepúlveda, come ad esempio Il vecchio che leggeva romanzi d’amore. L’ho letto a 12 anni, amandolo e odiandolo ma alla fine amandolo di più».

La stessa Milena Monti ha così voluto ricordare uno dei suoi scrittori preferiti con un post su Facebook: «Buon viaggio, Luis Sepúlveda. Lo scrittore che mi ha accompagnata nel passaggio da piccola lettrice a lettrice adulta». (da.be.)

Nella foto: a sinistra Luis Sepúlveda, a destra la direttrice de Lo Spunk Milena Monti con in mano anche un libro dello scrittore cilena scomparso

Morto lo scrittore Luis Sepúlveda, uno dei preferiti della direttrice de «Lo Spunk» Milena Monti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast