Posts by tag: Natale

Cronaca 22 Dicembre 2019

Alberi di Natale, una tradizione per grandi e bambini. Allestiti in piazza anche a Imola e nel Circondario fino ad Ozzano

L’albero di Natale è una delle più diffuse usanze natalizie. Grandi e piccini, infatti, addobbano, solitamente in casa ma a volte anche in giardino, un abete o un sempreverde con piccoli oggetti colorati, luci e festoni, e lo preparano, solitamente, qualche giorno prima del 25 dicembre per poi rimuoverlo dopo l’Epifania.

Nella tradizione milanese l’albero di Natale viene preparato a Sant’Ambrogio, patrono di Milano, il 7 dicembre, mentre nella tradizione barese è allestito a San Nicola, patrono di Bari, il 6 dicembre. Per altri, invece, la data giusta è l’8 dicembre, ovvero durante la festività cattolica dell”Immacolata Concezione.

Come ogni anno, quindi, è tradizione anche a Imola e nei Comuni del Circondario, fino ad Ozzano, allestire per le feste un albero di Natale nelle piazze principali. Bellissimi, con i loro colori sgargianti e le luci scintillanti, anche se meno famosi dell’albero del Rockefeller Center, simbolo del Natale newyorkese, o di quello londinese a Trafalgar Square. (r.cr.)

Nella foto: dall’alto a sinistra in senso orario, l’albero di Natale a Castel San Pietro, Imola, Ozzano e Medicina

Alberi di Natale, una tradizione per grandi e bambini. Allestiti in piazza anche a Imola e nel Circondario fino ad Ozzano
Cronaca 21 Dicembre 2019

Natale all'insegna dello sport per Uisp e SportUp: domani il saggio del sincro, poi il 49° Santo Stefano dei ragazzi

Si avvicinano due appuntamenti molto importanti per il comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp e per SportUp.

Il primo in ordine di tempo è il Saggio di Natale del nuoto sincronizzato, in programma alla piscina comunale “Amedeo Ruggi” domani, alle 15.
«Abbiamo avviato una collaborazione attiva con la squadra Sincro di Ozzano, inserendo nuove istruttrice ed allenatrici – ricorda Dino Battilani, presidente del comitato territoriale di Imola e Faenza della Uisp –. L’entusiasmo e la collaborazione di tutti (allievi, staff e in particolar modo i genitori) è la prova tangibile che questa nuova opportunità ha rafforzato l’attività. Lo spirito di gruppo è fortissimo ed è veramente bello vivere queste emozioni».

Segue la quarantanovesima edizione del Santo Stefano dei ragazzi, il tradizionale appuntamento sportivo delle festività natalizie sotto l’Orologio, al palazzetto dello sport “Amedeo Ruggi”, giovedì 26 dicembre, ore 15.
Saranno protagonisti l’Accademia Kung Fu Imola, il Gamma Club Imola (danza), l’Imola Lacrosse, l’Imola Roller e Magic Imola (pattinaggio artistico a rotelle) e Takeshi (karate).
Senza dimenticare la Compagnia delle spugne del comitato di Imola della Croce Rossa Italiana, il presidio “Giudice Alberto Giacomelli” di Libera, e i campioni di pattinaggio artistico Arianna Ferrentino e Federico Calzolari (primi classificati europei 2019), Gaia Colucci e Marco Garelli (terzi classificati mondiali 2019), Margherita Zanni e Jacopo Campoli (primi classificati, categoria cadetti, europei 2019).
Presenta Paolino di Radio Bruno.
«Quando lo sport diventa spettacolo – commenta Battilani –. Da non perdere». (r.cr.)

Natale all'insegna dello sport per Uisp e SportUp: domani il saggio del sincro, poi il 49° Santo Stefano dei ragazzi
Cronaca 18 Dicembre 2019

Azienda usl, la mappa dei servizi in funzione durante le festività natalizie a Imola e nelle altre sedi del circondario

Si riorganizzano i servizi dell”Ausl di Imola in vista delle festività di fine anno. Per le giornate prefestive e festive, dalle 8 alle 20, così come normalmente accade durante la notte anche nei giorni feriali (dalle 20 alle 8 del mattino dopo), è attivo il servizio della Continuità assistenziale contattabile al numero 800 040 050, con questi punti di accesso diretto: Imola, ospedale vecchio (via Caterina Sforza 3), Castel San Pietro Terme, Casa della Salute (viale Oriani 1), Medicina, Casa della Salute – ambulatorio di continuità assistenziale (via Saffi), Borgo Tossignano, Casa della Salute (via dell”8° Centenario 4).

Questo servizio è a disposizione per casi di bassa-media  gravità ed è gestita da medici di base e di continuità assistenziale, che offrono consulenza medica ed eventualmente visite a domicilio in modo gratuito e più rapido rispetto al pronto soccorso che è il servizio attivo per le emergenze e che quindi dà priorità, nella visita, ai casi più gravi.Per i minori durante il periodo natalizio sono attivi a Imola gli ambulatori straordinari dei pediatri di libera scelta, con il seguente calendario: 21 dicembre dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo Imola Centro , ospedale vecchio (viale Amendola 8); 22 dicembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo della Pedagna (via Turibio Baruzzi 5/f); 26 dicembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo Imola Centro; 28 dicembre dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo Serraglio (via Serraglio 18); 29 dicembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 – Ambulatorio Pedagna, dr.ssa Tellarini (via Zaccherini 19/o); 1 gennaio dalle 9 alle 13 – Ambulatorio dr.ssa Cavallazzi Laura (via Manfredi 4); dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo Imola Centro; 4 gennaio dalle 14 alle 18 – Pediatria di Gruppo Imola Centro; 05 gennaio dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 – Ambulatorio dr.ssa Cavallazzi Laura (via Manfredi 4).

Passando invece agli altri servizi, il 24 e il 31 dicembre sono aperti solo al mattino Cup-Cassa, Anagrafe assistiti, Ufficio Protesi, Accettazione ricoveri, Cartelle cliniche, Sportello libera professione, Segreteria Dipartimento Sanità Pubblica (front office), Direzione medica di Presidio. Anche la Direzione del Distretto sarà aperta solo al mattino nelle giornate della vigilia di Natale e di San Silvestro, con chiusura totale il 27 dicembre. Apertura mattutina dalle 8.30 alle 13.30 il 24, 27, 30 e 31 dicembre per il servizio di call center del Cup (prenotazione telefonica), mentre la sede di Imola del Consultorio familiare resta chiusa dal 24 al 29 dicembre e il 31 dicembre.

Chiusura dal 25 al 29 dicembre per il Centro Ausili aziendale, la Medicina riabilitativa (c/o Silvio Alvisi), la Medicina dello sport, l”Urp e l”ufficio stampa, dal 25 dicembre al primo gennaio compresi per la Medicina legale, dal 23 dicembre al primo gennaio per il Centro disturbi cognitivi. Dal 24 dicembre al 6 gennaio è invece il periodo di chiusura per lo Staff formazione ed il Centro coordinamento screening (pap-test, mammografia e colon retto).Per quanto riguarda gli ambulatori per le vaccinazioni, quello della Casa della Salute di Castel San Pietro Terme sarà chiuso il 24 dicembre, quello della Vallata il 27 dicembre. Chiusi dal 23 dicembre al primo gennaio gli ambulatori di vaccinazione pediatrica. Infine, nei due giorni di vigilia (24 e 31 dicembre) l”erogazione diretta dei farmaci (sia all”ospedale nuovo che al Lolli-padiglione 4) è in funzione dalle 8.30 alle 13, mentre il 27 e il 28 dicembre entrambe le sedi resteranno chiuse. (r.cr.)

Azienda usl, la mappa dei servizi in funzione durante le festività natalizie a Imola e nelle altre sedi del circondario
Cronaca 18 Dicembre 2019

Successo per il mercatino di beneficenza del Consiglio comunale dei Ragazzi di Castel San Pietro

Ben 735 euro raccolti dai giovanissimi membri del Consiglio comunale dei Ragazzi di Castel San Pietro Terme grazie al mercatino di Natale che si è svolto domenica 15 dicembre sotto i portici del centro storico. Un grande risultato e tanta soddisfazione per i ragazzi, che avevano organizzato l”evento con finalità benefiche in cui si vendevano giochi, libri e vari oggetti.

I proventi dell”iniziativa andranno a progetti solidali. Una parte andrà in donazione all’associazione Ageop per contribuire ad un progetto specifico che riguarda l’oncologia pediatrica di Bologna. Il giorno prima del mercatino, i consiglieri sono andati anche al Centro diurno anziani per cantare canti natalizi e fare merenda insieme agli ospiti della struttura. (r.cr.)

Successo per il mercatino di beneficenza del Consiglio comunale dei Ragazzi di Castel San Pietro
Cronaca 16 Dicembre 2019

Accadde a Betlemme – IL VIDEO

Anche monsignor Giovanni Mosciatti sul palco della diciottesima edizione di “Accadde a Betlemme”, la tradizionale rappresentazione della Natività delle scuole paritarie San Giovanni Bosco, con protagonisti 514 bambini.

Fotografie di Marco Isola/Isolapress

Accadde a Betlemme – IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 14 Dicembre 2019

Torna in centro a Imola «Accadde a Betlemme», la rappresentazione natalizia delle scuole San Giovanni Bosco

Più di cinquecento bambini pronti a dar vita alla rappresentazione della Natività. Domenica 15 dicembre si svolgerà in centro a Imola la diciottesima edizione di «Accadde a Betlemme», organizzata dalle scuole San Giovanni Bosco. «Accadde a Betlemme è un regalo che le scuole paritarie San Giovanni Bosco fanno alla città e ringrazio tutti i protagonisti per l’impegno che mettono in questa iniziativa che oramai è una vera tradizione» ha commentato il sub commissario al Comune di Imola, Sandra Pellegrino. Da ottobre i cinquecentoquattordici alunni della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e di quella secondaria delle San Giovanni Bosco, insieme agli insegnanti e ai genitori, stanno lavorando per allestire l’evento che, quest’anno, ha come sottotitolo «Chi sei Tue che cosa è l’uomo perché te ne ricordi, il figlio dell’uomo perché te ne curi?».

«Accadde a Betlemme» comincia nel sagrato del duomo di Imola, alle ore 18.30 (al termine della Messa celebrata dal vescovo Mosciatti), dove avverrà la rappresentazione dell’Annunciazione. Poi il corteo percorrerà la via Emilia, animando il cammino con canti, e raggiungerà piazza Matteotti, dove a partire dalle ore 19 circa si svolgerà il momento finale riguardante la nascita di Gesù, con gli alunni sul palco costruito appositamente e con la presenza di due attori che rappresenteranno Giuseppe e Maria. In caso di maltempo, l’evento si terrà alle 18.30 nella cattedrale di San Cassiano. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 12 dicembre

Torna in centro a Imola «Accadde a Betlemme», la rappresentazione natalizia delle scuole San Giovanni Bosco
Cultura e Spettacoli 14 Dicembre 2019

Castèlanadèl, laboratori e letture in compagnia di Bacchilega Junior. LE IMMAGINI

Per i più piccoli continuano a Castel San Pietro i laboratori e le letture ideate e curate da Bacchilega Editore e Bacchilega Junior, all”interno della rassegna Castèlanadèl.

Oggi, dalle 16, Piccolo giornalismo con «Lo Spunk» e, a seguire Che tipi, che caratteri, che lettering!. Domani, invece, sempre dalle 16, Biglietti di Natale per tutti i gusti  e poi Fumetti e lupetti. Il maxi gioco Un salto a Castél, invece, é a disposizione quando sono aperte la Libreria Fantastica e il Laboratorio di Babbo Natale.

Laboratori a numero chiuso, soggetti ad iscrizione via tel./whatsapp al 349-5322215

Castèlanadèl, laboratori e letture in compagnia di Bacchilega Junior. LE IMMAGINI
Cronaca 8 Dicembre 2019

Da lunedì 9 dicembre e per tutte le feste natalizie l'orologio del Comune scandirà le ore

Non solo è tornato in funzione dopo una lunga pausa a fine novembre. Da domani, 9 dicembre, l”orologio del Palazzo comunale di Imola scandirà anche il rintocco delle ore, dalle 8 alle 21, usando la “voce” della campana “mezzana” che si trova in cima alla torre del municipio. Il numero dei rintocchi andrà dal numero minimo, uno, per indicare le ore 13 (ed eventualmente l”una di notte) fino al massimo di 12 per indicare mezzogiorno e, sempre eventualmente dal momento che alle 21 è prevista la sospensione notturna, la mezzanotte.

L”attivazione dei rintocchi per ora è sperimentale e si protrarrà fino al termine delle festività natalizie, per accompagnare il ricco calendario di iniziative cittadine previste per il periodo. Al termine il Comune valuterà se terminare o proseguire l”esperienza, rendendo i rintocchi permanenti, sempre nella fascia oraria 8-21.

Con l”intervento di riattivazione, che ha permesso al meccanismo di ripartire alle 14.52 del 27 novembre scorso, l”orologio è stato anche predisposto al passaggio automatico dall”ora solare all”ora legale e dall”ora legale all”ora solare. Non solo: il meccanismo dei rintocchi può essere impostato ad ogni ora, ma anche ad ogni quarto d”ora, con possibilità di esclusione della suoneria nelle ore notturne. Inoltre, è possibile attivare i rintocchi in occasione delle sedute del Consiglio comunale e in particolari occasioni e ricorrenze. Tutto ciò è permesso dalla presenza nella torre di tre campane: una, la più piccola, per suonare il quarto d”ora, la “mezzana” predisposta per scandire le ore e la più grande da attivare per le convocazioni del Consiglio e per le ricorrenze. 

Infine, a breve sarà ripristinata da parte di Hera Luce anche l”illuminazione notturna dei quadranti dell”orologio, il cui impianto sarà collegato all”illuminazione pubblica. L”accensione e lo spegnimento avverranno, pertanto, in contemporanea con attivazione e spegnimento dei lampioni cittadini. (r.cr.)

Nella foto Isolapress l”intervento di riattivazione dell”orologio

Da lunedì 9 dicembre e per tutte le feste natalizie l'orologio del Comune scandirà le ore
Cronaca 2 Dicembre 2019

“Natale zero pare' ancora più solidale con la cena della Vigilia per le persone bisognose e sole

Sarà un “Natale zero pare” ancora più solidale quello immaginato dall’associazione “App&Down” per quest’anno. La sera del 24 dicembre, infatti, si svolgerà una cena solidale gratuita dedicata alle persone in condizioni di difficoltà economica o sole. Un’dea che è subito piaciuta a monsignor Giovanni Mosciatti, vescovo di Imola, che ha assicurato la propria presenza durante la serata.

«Pensiamo che Natale sia una bella occasione per passare del tempo con i propri cari, ma può diventare un momento difficile per chi rimane solo – spiega Giuseppe Bianco, presidente dell’associazione –. Per questo motivo abbiamo pensato ad una serata da passare tutti assieme».

Alla cena si potrà partecipare esclusivamente ritirando un ticket presso Caritas, comitato di Imola della Croce rossa e fondazione Santa Caterina, che collaborano all’organizzazione e alla realizzazione della serata. (r.cr.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, i rappresentanti dell”associazione, della Caritas diocesana, del comitato cittadino della Croce rossa e della fondazione Santa Caterina ricevuti dal vescovo

“Natale zero pare' ancora più solidale con la cena della Vigilia per le persone bisognose e sole

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast