Posts by tag: natura

Sport 15 Ottobre 2022

Via Flaminia Minor, due giorni di camminate per promuovere i percorsi escursionistici a Ozzano e Monghidoro

Oggi e domani, domenica 16 ottobre, l’Unione dei Comuni Savena-Idice e Itineraria (società a cui l’Unione ha affidato la realizzazione del progetto di promozione) organizzano due giornate di cammino, nei territori di Ozzano (percorso Anello dei Calanchi) e Monghidoro (Anello dell’Alpe di Monghidoro) per promuovere due percorsi escursionistici della via Flaminia Minor, il primo in corrispondenza dei primi rilievi appenninici, l’altro al confine con la Toscana. Le due giornate di cammino sono il primo «test» pubblico di lancio dei nuovi itinerari.

La via Flaminia Minor (per saperne di più date un’occhiata al libro di Bacchilega Editore), strada romana costruita verosimilmente intorno al 187 a. C., metteva in collegamento Bononia, Claterna e Arretium. Il percorso odierno, frutto di un compromesso tra la veridicità storica e l’effettiva percorribilità dell’itinerario a piedi o in bicicletta, corrisponde per buona parte al sentiero n. 801 del C.A.I. che, partendo da Ozzano dell’Emilia, si sviluppa lungo un crinale calanchivo per giungere al Passo della Raticosa in Toscana. Il GAL Appennino Bolognese ha finanziato un progetto per la sua valorizzazione, realizzato dall’Unione dei Comuni Savena-Idice, che ha visto lo sviluppo di alcuni strumenti a servizio del territorio e dei camminatori e pedalatori che lo frequentano. Tra gli interventi più rilevanti previsti dal progetto di valorizzazione: la tracciatura puntuale e la posa della segnaletica bidirezionale sul tracciato della Via Flaminia Minor tra Ozzano e il Monte delle Carpenine; l’installazione di bacheche informative, in italiano e in inglese, dedicate ai principali punti d’interesse presenti sul tracciato e nelle vicinanze; l’individuazione e la tracciatura di itinerari pedonali e ciclabili sul territorio dei cinque comuni dell’Unione (Loiano, Monghidoro, Monterenzio, Ozzano dell’Emilia, Pianoro); la realizzazione di una carta escursionistica che verrà distribuita gratuitamente presso i principali punti informativi sul territorio e la realizzazione del sito web www.percorsisavenaidice.it e di una miniapp inserita nell’app Easyways che raccoglie i principali itinerari a lunga percorrenza sia italiani che stranieri. 

Nella foto: il sentiero della Flaminia Minor risistemato

IL PROGRAMMA

Via Flaminia Minor, due giorni di camminate per promuovere i percorsi escursionistici a Ozzano e Monghidoro
Cronaca 23 Settembre 2022

Tossignano festeggia i 400 anni dei polentari, aperto in anteprima il Museo della Vena del Gesso nel palazzo Baronale

Si presenta per la prima volta al pubblico, anche se l’apertura vero e propria è prevista ad ottobre, il Museo geologico della Vena del Gesso Romagnola nel Palazzo Baronale di Tossignano (piazza Andrea Costa 9).

In occasione della giornata dedicata ai 400 anni della Festa della polenta di Tossignano, sabato 24 settembre, il complesso vedrà un’apertura straordinaria con diversi eventi gratuiti: tre visite guidate al Museo (9.30, 11 e 14.30), un laboratorio ludico-scientifico e letture animate per bambini dai 4 anni alle 15.30, e una visita guidata al Museo diffuso (dal borgo di Tossignano al punto panoramico sulla Rocca) alle 16.45. Inoltre, dalle 12.30 saranno aperti gli stand gastronomici con distribuzione della polenta condita.

Il Museo geologico della Vena del Gesso Romagnola ripercorre nel dettaglio la storia geologica che ha
portato alla loro formazione, le caratteristiche mineralogiche dei gessi e il loro utilizzo a partire dall’epoca romana sino ai giorni nostri. Un viaggio nel tempo e nei siti di rilevanza geologica del Parco. (r.cr.)

Nella foto d’archivio l’esterno del palazzo Baronale

Tossignano festeggia i 400 anni dei polentari, aperto in anteprima il Museo della Vena del Gesso nel palazzo Baronale
Cronaca 2 Settembre 2022

Nel week-end passeggiate nella natura e nella storia di Castel San Pietro, Dozza e Mordano

Non solo Imola in musica o settembre castellano sono le offerte che il territorio mette in campo per questo week-end. Diverse, infatti, sono le iniziative ospitate nei Comuni di Dozza, Castel San Pietro e Mordano dedicate alle passeggiate in natura e alla scoperta delle peculiarità del territorio.

Sabato 3 settembre a Dozza, dalle 17 alle 19, si potrà partecipare alla passeggiata lungo «Il sentiero del vino». Un trekking tra vigneti, carrarecce, tratti asfaltati, sterrate, aziende viti-vinicole e specialità eno-gastronomiche, per una visita delle località caratteristiche della zona del borgo di Dozza. Il percorso offre allo sguardo le bellezze del paese del muro dipinto e visuali paesaggistiche inaspettate. La partenza è dal piazzale della Rocca almeno 20 minuti prima. Si consiglia di indossare abiti comodi e scarpe sportive o da trekking; il percorso è adatto a tutti ad eccezione di una scala che ne impedisce la fruizione alle persone con disabilità motoria. Informazioni e prenotazioni Uit Dozza, tel. 380.1234309.

Domenica 4 settembre sono due gli appuntamenti in programma. Il primo a Castel San Pietro Terme, dalle 9 alle 12, si potrà partecipare alla «Camminata lungo le acque di pianura». Una passeggiata per tutti alla scoperta delle eccellenze naturalistiche tra acque e ville del territorio. Al rientro a richiesta è possibile effettuare il pranzo al Trattoria “Valentino”. La partenza è dal parcheggio delle cuole di Poggio in via San Biagio 4186. Presentarsi al punto di ritrovo almeno 20 minuti prima. Informazioni e prenotazioni 051 6954112.

Il secondo appuntamento è invece pomeridiano, dalle 17 alle 19 a Mordano.  In questo caso si potrà partecipare all”iniziativa «Into the square – Mordano tra natura e storia». Si tratta di una passeggiata guidata dal fiume Santerno alla Chiesa di San Francesco per scoprire la storia del territorio dalle sue origini fino all’epoca contemporanea. La partenza è dal parcheggio del campo sportivo di MordanoIn via Bacchilega Presentarsi al punto di ritrovo almeno 20 minuti prima. Informazioni e prenotazioni Ufficio Urp Comune di Mordano tel. 0542.56911.

Nella foto (di imolaFaenza tourism company) uno scorcio dei vigneti di Dozza

Nel week-end passeggiate nella natura e nella storia di Castel San Pietro, Dozza e Mordano
Cronaca 16 Giugno 2022

«Fiera agricola del Santerno», domani al via la decima edizione

Tutto pronto a Imola per l’apertura dei cancelli domani, venerdì 17 giugno (ore 18), nel parco di Sante Zennaro della decima edizione della «Fiera Agricola del Santerno», un’occasione per portare la campagna in città e far incontrare il mondo agricolo con le famiglie.

Un gradito ritorno, dopo due anni di pausa causa l’emergenza Covid, per la rassegna che rimarrà aperta, sempre ad ingresso gratuito, domani dalle 18 alle 23; sabato 18 giugno dalle 9 alle 23 e domenica 19 giugno dalle 9 alle 21. L’inaugurazione ufficiale si terrà domani alle ore 18,30, alla presenza del sindaco Marco Panieri, dell’assessore allo Sviluppo Economico-Agricoltura Pierangelo Raffini, della delegata dalla Regione Emilia Romagna, la consigliera Francesca Marchetti, del presidente del Consorzio del Canale dei Mulini di Imola, Giordano Zambrini e dei rappresentanti delle associazioni agricole. Verrà poi impartita la benedizione da parte del vescovo Monsignor Giovanni Mosciatti. Interverrà anche l’ex assessore all’Agricoltura, Monica Campagnoli, che ideò la manifestazione ed ha accolto l’invito degli organizzatori ad essere presente. (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola all’interno dello «Speciale» Agricoltura.

Foto dal Comune di Imola

«Fiera agricola del Santerno», domani al via la decima edizione
Cronaca 15 Giugno 2022

Eros De Paola, il principe delle farfalle arriva da Medicina

Il 14enne Eros De Paola da grande sogna di fare l’entomologo e ci apre le porte della sua «casa delle farfalle» al circolo Villa Maria di Medicina. «Ne ho più di cento specie e vi racconto come è nata la mia passione». (ma.cav.)

L’intervista su «sabato sera» in edicola dal 16 giugno.

Nella foto: Eros De Paola con una falena cometa

Eros De Paola, il principe delle farfalle arriva da Medicina
Cronaca 13 Giugno 2022

Ciclovia del Santerno protagonista su Bike Channel in prima serata

La Ciclovia del Santerno sarà la protagonista della prima puntata di “Easy Bike in Italy”, un nuovo programma tv dedicato al cicloturismo ideato e condotto da David Romano.

If-Imola Faenza Tourism Company ha collaborato alla realizzazione di questa puntata che andrà in onda in prima visione questa sera alle 21 su Bike Channel (canale 222 di Sky, canale 60 del Digitale terrestre Sport Italia) e in live streaming su bikechannel.it.

L”episodio verrà trasmesso anche su BFC Forbes (canale 511 di Sky) giovedì 16 giugno alle 22.

Nella fotografia di If, uno screen della puntata al guado della Casa del fiume di Borgo Tossignano

Ciclovia del Santerno protagonista su Bike Channel in prima serata
Cronaca 9 Giugno 2022

Il circondario si promuove con «Be in Wonderland», 24 eventi ed esperienze per scoprire il territorio

Continua fino a ottobre “Be in Wonderland”, il programma di 24 iniziative ed esperienze (passeggiate d’arte, visite sensoriali, itinerari tra storia e natura) per scoprire il territorio di Imola e del circondario.

Assieme alla brochure illustrativa (scaricabile dal sito del Circondario) è stata creata la Cartolina delle esperienze, dove i visitatori potranno indicare gli eventi a cui hanno partecipato. Sulla cartolina saranno apposti i timbri di accoglienza da parte del personale degli uffici Iat/Uit, da ristoranti, alberghi, cantine, organizzatori delle varie esperienze. E dimostrando di avere partecipato ad almeno otto eventi in calendario e in diversi comuni, si avrà diritto a ricevere sconti o un regalo a sorpresa.

«L”esperienza di “Be in Wonderland” rappresenta un risultato di rilievo della neonata gestione associata del turismo – commenta Luca Albertazzi, primo cittadino di Dozza con delega al Turismo nel Nuovo circondario imolese –. Un cartellone di iniziative, dislocate su tutto il territorio Circondariale e a fruizione gratuita, attraverso le quali viene rappresentata efficacemente la proposta turistico-culturale del territorio. Con un occhio di riguardo alla cultura di prossimità, fondamentale nel rendere i nostri stessi cittadini promotori delle bellezze che ci circondano. Un particolare ringraziamento ai membri del coordinamento tecnico circondariale che si sono prodigati con efficacia per la realizzazione di questo innovativo prodotto turistico». (lu.ba.)

Nella fotografia, la Vena del gesso, uno fra i luoghi “protagonisti” degli eventi

Il circondario si promuove con «Be in Wonderland», 24 eventi ed esperienze per scoprire il territorio
Cronaca 26 Maggio 2022

Dozza presenta i sette sentieri per promuovere il turismo outdoor

Sono sette gli itinerari che toccano Dozza presentati nel corso del convegno “Hike & Bike-Cammini e itinerari per la valorizzazione territoriale”, organizzato dall’Amministrazione e dal If-Imola Faenza. C’è “La via dei gessi e dei calanchi”, che collega Bologna a Faenza attraversando il parco regionale dei gessi colognesi e calanchi dell’Abbadessa e quello della vena del gesso romagnola, c’è “La via del gesso”, che è il tratto fra la nostra città e Faenza, c’è “Il cammino di Sant’Antonio, che unisce Camposampiero in Veneto al santuario de La Verna in Toscana, c’è “Il sentiero del vino”, che valorizza le aziende del comune, c’è “Il sentiero delle pievi”, che collega Imola alla Pieve di San Lorenzo di Pietramala in Toscana, c’è “Il cammino dell’Anello” di ispirazione tolkeniana, che unice Dozza a Tredozio in provincia di Forlì, e c’è “La ciclovia del Santerno”, che se pure non tocca direttamente Dozza può trasformarsi in un punto di accesso agli altri percorsi. Nel corso del convegno, Dozza ha ricevuto ufficialmente la Bandiera arancione del Touring Club Italiano. (lu.ba.)

Mappe, itinerari e dettagli su «sabato sera» del 26 maggio.

Nella fotografia del Comune di Dozza, la consegna della Bandiera arancione

Dozza presenta i sette sentieri per promuovere il turismo outdoor
Cultura e Spettacoli 30 Aprile 2022

Naturalmente Imola, il profumo della natura

Il profumo buono della natura. Naturalmente Imola ritorna e… ritorna alle origini con la sua partenza: la manifestazione che mette la natura al centro degli eventi vede l’inaugurazione dell’edizione del 2022 oggi, sabato 30 aprile, dalle ore 15, al parco delle Acque Minerali, dove, quindici anni fa, prese il via.

Incontri, visite guidate e laboratori si susseguiranno per tutto il mese di maggio: protagonista il patrimonio naturalistico e artistico della città di Imola ma anche il centro storico (ad esempio, sabato 14 maggio si terrà «Il centro fiorisce»). Come detto, si parte oggi con una passeggiata a Montebello nella mattinata e con un pomeriggio al parco delle Acque: qui, presso la Fontana Ottagonale alle 15, si avrà il via ufficiale con anche l’inaugurazione della nuova area giochi, a cui faranno seguito una visita guidata a cura dell’Associazione Arte.Na e un momento con la Banda musicale Città di Imola. (r.c.)

Approfondimenti e programma su «sabato sera» del 28 aprile.

Nella foto: il parco delle Acque Minerali

Naturalmente Imola, il profumo della natura
Cronaca 26 Aprile 2022

Non solo avvistamenti di lupi in pianura, nel Parco della Vena del Gesso anche lo sciacallo dorato

É proprio vero, la natura non smette mai di sorprendere. Dopo i lupi avvistati nelle campagne del circondario, è notizia di pochi giorni fa, confermata dal Parco della Vena del Gesso, che lo sciacallo dorato (Canis aureus) è arrivato in appennino, come dimostrano le immagini video di una fototrappola a Brisighella. 

Lo sciacallo dorato, simile ad una grossa volpe, è giunto da poco in Italia dai Balcani e si ciba di piccoli mammiferi, ma è anche considerato un animale «spazzino», nutrendosi di animali morti e scarti alimentari. (r.cr.)

Foto di Massimo Colombari

Non solo avvistamenti di lupi in pianura, nel Parco della Vena del Gesso anche lo sciacallo dorato

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA