Posts by tag: osteria grande

Cronaca 27 Maggio 2019

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote

Alcuni malviventi hanno tentato il colpo alla filiale della Banca di Bologna di Osteria Grande, ma qualcosa non ha funzionato e sono stati costretti a fuggire senza il malloppo. L”episodio è avvenuto nella notte tra sabato 25 e domenica 26, attorno alle 4, lungo la via Emilia.

Stando ad una prima ricostruzione dei carabinieri, ignoti avrebbero cercato di far saltare il bancomat con l”ormai classico metodo della «marmotta». La cassaforte, però, nonostante l”esplosione, haretto, mentre a saltare in aria sarebbe stato lo sportello di protezione. Danni, però, anche alla struttura interna della filiale.

Le forze dell”ordine sono già al lavoro per individuare i responsabili. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): la filiale della Banca di Bologna ad Osteria Grande ed il bancomat preso di mira dai malviventi

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote
Sport 17 Maggio 2019

«Plogging nei parchi» a Osteria, mentre si corre si raccoglie pure la spazzatura

Domani, sabato 18 maggio, va in onda una novità: «Plogging nei parchi». Sarà una maratonina del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze. Arriva dalla Svezia ed è la nuova frontiera del fitness: si chiama «plogging» ed è l’unione di «jogging» e «plocka upp», che in svedese significa raccogliere.

Si tratta infatti di raccattare per strada la spazzatura mentre si è impegnati nella corsetta quotidiana o in una passeggiata nel verde. Basta munirsi di sacchetto e guanti protettivi e si è pronti a una sessione intensiva di esercizio fisico extra. Un modo ecologico per tenersi in forma, che fa stare bene noi e l’ambiente. Il ritrovo per le iscrizioni è alle ore 9 al centro civico di Osteria Grande, con partenza alle ore 9.30. (r.s.)

Nella foto: il gruppo del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze davanti al municipio di Castel San Pietro

«Plogging nei parchi» a Osteria, mentre si corre si raccoglie pure la spazzatura
Sport 27 Aprile 2019

Ciclismo, domani torna l'appuntamento con il Memorial Benfenati

Fine aprile, già da alcuni anni, porta con sé le prime gare organizzate dalla Sc Dalfiume di Osteria Grande. E così domani, domenica 28 aprile, torna l’appuntamento con il Memorial Benfenati, dedicato da alcune stagioni ai giovani ciclisti della categoria Allievi (15-16 anni). Una manifestazione che ricorda Arnaldo Benfenati, ottimo corridore e pistard che, una volta sceso dalla bicicletta, portò la sua esperienza al servizio della Cicli Cinzia di Osteria Grande.

Si prevede un buon numero di partecipanti per il 32° Memorial Benfenati, denominato anche 12° Trofeo Vifermeca, sarà anche valevole come Campionato Provinciale e come seconda prova della Sprinter Cup, classifica riservata alla categoria Allievi nell’ambito della Bologna Cycling Cup, ideata e promossa dal comitato provinciale bolognese della Federciclismo. La partenza è prevista alle ore 14.30 dallo stabilimento Vifermeca di Osteria Grande (via Calabria 27/29), che ospita anche il ritrovo di partenza e le operazioni preliminari; dopo 7 giri del circuito pianeggiante locale di 7,8 km, l’arrivo è previsto attorno alle ore 16, sempre davanti allo stabilimento Vifermeca. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 18 aprile.

Ciclismo, domani torna l'appuntamento con il Memorial Benfenati
Sport 4 Aprile 2019

Ecco le Ragazze del Bacchilega, al via il settore giovanile «rosa» dell'Imolese

«Col progetto calcio femminile l’Imolese si allarga ulteriormente, e insieme all’Osteria Grande, a cui do il benvenuto, ci impegneremo per far crescere le Ragazze del Bacchilega, che cercheremo di far sentire parte della famiglia, trasmettendo loro i nostri valori e sperando che il percorso iniziato ci porti tante soddisfazioni». Con queste parole Lorenzo Spagnoli, presidente dell’Imolese, ha sancito la sinergia con la società dell’Osteria Grande, per dare vita ad un polo calcistico femminile che a livello giovanile si propone di coprire la zona fra Bologna e Imola, e che avrà come centro dell’attività la casa rossoblù del Bacchilega. «Ho conosciuto il dirigente dell’Osteria Grande Giacomo Fantazzini 6 anni fa – ha raccontato Marco Montanari, direttore generale dell’Imolese e responsabile del settore giovanile -. Fra noi c’è stata subito grande sintonia e stima, che si è poi trasformata in collaborazione a tutti i livelli. Quando è nata l’idea del progetto calcio femminile, l’accordo l’abbiamo raggiunto in pochi minuti».

«Imolese Women’s» è il nome del progetto che inizialmente contemplerà solo il settore giovanile, con bambine fino ai 12 anni. «In futuro, a seconda del successo che raccoglieremo, potrà portare alla nascita di una prima squadra – ha precisato Montanari -. Che ora peraltro è ben rappresentata dall’Osteria Grande». Il progetto nasce sotto la benedizione della Federcalcio, rappresentata da Massimiliano Rizzello e Nicola Simonelli in occasione della presentazione al Centro Bacchilega. «E’ una bellissima cosa che due società d’élite nel calcio dilettantistico e professionistico si uniscano per investire nel movimento calcistico femminile, che è in grande espansione – ha detto Rizzello, coordinatore federale settore giovanile scolastico per l’Emilia Romagna, che per suggellare la collaborazione fra Federcalcio e Imolese ha premiato con una targa il presidente Spagnoli -. Siamo molto contenti, anche perché al Bacchilega domenica 12 maggio organizzeremo la fase finale del Danone Cup Under 12, portando le sei finaliste».

«Ma prima sarà la volta del Women’s Football Day regionale – ha precisato Simonelli -. Che allestiremo in collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’Imolese in piazza Matteotti sabato 4 maggio, al pomeriggio, riscoprendo quindi la dimensione del calcio di strada, con l’estro e la creatività che storicamente porta con sé. Poi domenica 5 maggio, il Women’s Day si sposterà al Centro Bacchilega». Per promuovere il progetto Imolese Women’s, verranno organizzati raduni e open day, che vedranno coinvolte le scuole del territorio, e che saranno coordinati da Massimo Carbone, responsabile del settore giovanile dell’Osteria Grande, nonché allenatore della prima squadra e promulgatore del calcio femminile nella frazione di Castel San Pietro. (a.d.p.)

Nella foto: la presenteazione dell” «Imolese Women”s»

Ecco le Ragazze del Bacchilega, al via il settore giovanile «rosa» dell'Imolese
Ciucci (ri)belli 22 Gennaio 2019

“Crescere senza stereotipi', incontri a Castello

Promuovere la libera espressione dell’identità del bambino fin dai primi anni di vita è questo l’obiettivo del progetto “Crescere senza stereotipi: percorsi educativi 0-6 anni per genitori, educatori e insegnanti”, organizzato nell’anno scolastico in corso dall’Assessorato alla Scuola del Comune di Castel San Pietro Terme con la collaborazione della rete di associazioni “Attraverso lo specchio”, che ha Trama di Terre come capofila. Un progetto che sta riscuotendo notevole apprezzamento e interesse.

La ludoteca Spassatempo a Castel San Pietro

Il progetto comprende due percorsi. Uno, ancora in atto, è rivolto a tutti i genitori dei bambini da zero a sei anni con l’obiettivo di sollecitare una riflessione sugli stereotipi di genere in un’ottica di promozione della libera espressione di sé. Il primo incontro si è tenuto questa settimana, martedì 15 gennaio, al Nido Girotondo di Castel San Pietro Terme, il secondo si svolgerà martedì 22 gennaio dalle ore 18 alle 19,30 al Centro civico di Osteria Grande (via Broccoli 40) e il terzo sabato 26 dalle 10 alle 12 alla Ludoteca comunale Spassatempo (via Caduti di Cefalonia 259, tel. 051 948589).

«Fa piacere che gli incontri stiano andando molto bene – afferma la vicesindaca Francesca Farolfi -. Complimenti alle relatrici e ai relatori per l’impegno e le competenze messe in campo, per costruire una comunità basata sul rispetto della libera espressione di sé, soprattutto a cominciare dall’infanzia. Il rispetto delle persone è il migliore strumento di prevenzione di violenze ed è l’unico che possa davvero eliminare le ingiustizie».

L’altro percorso, già concluso, riguardava la formazione congiunta per educatori del nido e insegnanti della scuola dell’infanzia, in un’ottica di sistema formativo integrato, sul tema dell’identità di genere. Negli incontri, tenuti fra ottobre e novembre 2018, sono stati proposti percorsi e suggerimenti operativi, con giochi, laboratori e letture per bambini sul tema della pluralità delle famiglie (monogenitoriali, omosessuali, straniere ecc.). Il riscontro ricevuto dall’Amministrazione Comunale è stato molto positivo. Educatrici e insegnanti hanno apprezzato che la formazione abbia dato spunti pratici su cui lavorare e anche il fatto che ad ogni incontro sia stata coinvolta un’associazione diversa, tanto che alcune hanno deciso di partecipare anche agli appuntamenti rivolti ai genitori.

“Crescere senza stereotipi', incontri a Castello
Cronaca 29 Dicembre 2018

Tenta di rapinare due bar a Ozzano e Osteria Grande, ma le bariste reagiscono e lo fanno scappare

Non è riuscito ad impressionare le bariste che voleva rapinare ed è stato pure individuato e denunciato dai carabinieri. Decisamente una settimana da dimenticare per un 31enne, un bolognese, che giovedì scorso si è presentato con il volto coperto da una maschera da “Ghostface” prima al Bar Incontro a Ozzano, intorno alle ore 22, poi alle 22.27 al Bar Centrale di Osteria Grande. Entrambi i locali si trovano sulla via Emilia e hanno come titolare delle bariste di origine cinese. 

Nel primo caso l”uomo si è presentato armato di coltello e ha intimato alla donna di consegnargli l’incasso della giornata, ma questa non si è lasciata intimorire e dopo aver reagito lo ha costretto a desistere. Il 31enne è uscito dal locale e si è allontanato a bordo di un’automobile che aveva parcheggiato nelle vicinanze.

Poco dopo è arrivata la seconda segnalazione da Osteria Grande. Praticamente un modus operandi fotocopia ma in questo caso la titolare, 41enne, ha impugnato un machete, anche al fine di proteggere le due figlie piccole che le stavano accanto, facendo scappare il rapinatore.

I carabinieri unendo testimonianze, modus operandi e qualche frammento dei filmati estrapolati dagli impianti di videosorveglianza presenti, sono riusciti ad identificare l”uomo nonostante la famosa maschera. Il 31enne, che ha già precedenti di polizia, è stato denunciato per tentata rapina, e davanti ai militari ha ammesso le proprie responsabilità. 

Nella foto i carabinieri di Castel San Pietro

Tenta di rapinare due bar a Ozzano e Osteria Grande, ma le bariste reagiscono e lo fanno scappare
Cultura e Spettacoli 15 Dicembre 2018

L'officina di Babbo Natale apre le porte nell'ex asilo di Osteria Grande

L’officina di Babbo Natale si trova a Osteria Grande. Non si tratta della vera ed unica officina di Santa Claus, che come tutti sanno ha sede al polo nord, ma è a dir poco del tutto simile a quella delle fiabe e dei racconti natalizi. A realizzarla, nell’ex asilo di Osteria Grande in via Emilia ponente 6351 (oggi abitazione privata), è stato un gruppo di mamme con una grande passione per il Natale, la festa delle feste per le famiglie. «Tutto è iniziato per caso – raccontano -. Anno dopo anno i nostri addobbi natalizi diventavano sempre più scenografici, fino a diventare una vera e propria officina di Babbo Natale. La nostra officina ha colpito al cuore alcune maestre della scuola materna della frazione, che ci hanno chiesto il permesso di portare in visita i loro piccoli alunni. Per noi è stata una gioia inaspettata ed immensa – continuano -. Così abbiamo deciso di aprire le porte a tutti».

L’open day del laboratorio di Babbo Natale è dunque in programma sabato 15 dicembre dalle 17.30 alle 19. La realizzazione e l’animazione, con Babbo Natale e i suoi folletti, è a cura di Danila, Roberta, Benedetta, Stefano, Antonella, Matilda, Matteo, Veronica, Beatrice e Michael. Il laboratorio di Babbo Natale di Osteria Grande è a metà fra un museo dei giocattoli e un’officina vera e propria con tanto di strumenti, l’officina dove Santa Claus, secondo la tradizione, realizza con l’aiuto dei suoi folletti i giochi che poi consegna ai bambini durante la notte di Natale per esaudire i desideri espressi nelle loro letterine. Per l’occasione dell’open day è stata installata, fuori dall’officina, anche una cassetta delle lettere per Babbo Natale, che aprirà durante la giornata di visita. Possono partecipare all’evento tutti i bambini «da zero a novantadue anni», recita l’invito. «Lavorare insieme per realizzare un nostro desiderio e poi condividere il risultato e fare felici tante altre persone è qualcosa di magico e speciale», dicono gli organizzatori, in pieno spirito natalizio. (mi.mo.)

Nella foto: l”officina di Babbo Natale ad Osteria Grande

L'officina di Babbo Natale apre le porte nell'ex asilo di Osteria Grande
Ciucci (ri)belli 14 Dicembre 2018

In visita all’officina di Babbo Natale a… Osteria Grande

Lo sapevate che a Osteria Grande c’è una succursale dell’officina di Babbo Natale?

E’ a metà fra un museo dei giocattoli e un’officina vera e propria con tanto di strumenti. A realizzarla, nell’ex asilo di Osteria Grande, in via Emilia ponente 6351 (oggi abitazione privata), è stato un gruppo di mamme con una grande passione per il Natale.

L’occasione per visitarla ci sarà sabato 15 dicembre 2018, dalle ore 17.30 alle 19, momento in cui, all’esterno sarà presente anche una cassetta delle lettere per Babbo Natale.

«Tutto è iniziato per caso – hanno raccontato le organizzatrici alla nostra collega Milena Monti, che ha scritto dell’officina sull’ultimo numero di sabato sera -. Anno dopo anno i nostri addobbi natalizi diventavano sempre più scenografici, fino a diventare una vera e propria officina di Babbo Natale. La nostra officina ha colpito al cuore alcune maestre della scuola materna della frazione, che ci hanno chiesto il permesso di portare in visita i loro piccoli alunni. Per noi è stata una gioia inaspettata ed immensa – continuano -. Così abbiamo deciso di aprire le porte a tutti».

La realizzazione e l’animazione, con Babbo Natale e i suoi folletti, è a cura di Danila, Roberta, Benedetta, Stefano, Antonella, Matilda, Matteo, Veronica, Beatrice e Michael.

L’articolo completo è pubblicato sul “sabato sera” del 13 dicembre 2018

L’Officina di Babbo Natale a Osteria Grande

 

In visita all’officina di Babbo Natale a… Osteria Grande
Cronaca 1 Agosto 2018

Lavori in corso, si rinnova l'illuminazione dei campi da calcio nel comune di Castel San Pietro

Gli impianti sportivi castellani si illuminano di luce nuova. Non si tratta di una metafora, o almeno non solo. Tre distinti progetti di prossimo avvio, infatti, doteranno di nuovi impianti di illuminazione altrettante strutture sportive sul Sillaro, per la precisione due a Castello ed una ad Osteria Grande.

Nel capoluogo è di imminente avvio la corposa riqualificazione del campo da calcio del centro sportivo Casatorre in via Viara di cui si occuperà l’azienda Bio-on, recentemente trasferitasi a Gaiana dove ha realizzando il proprio stabilimento al posto dell’ex Granarolo, chiusa da anni. Si tratta di un’opera del valore di circa 150 mila euro da realizzare grazie alla convenzione urbanistica formata un anno fa fra azienda ed Amministrazione.

«Attualmente il campo da calcio Casatorre conta di un solo rettangolo di gioco diviso in due e utilizzato per gli allenamenti – spiega il consigliere comunale con delega allo Sport, Andrea Bondi -. Con l’intervento previsto da Bio-on nasceranno due campi delimitati e divisi da una rete per impedire il passaggio dei palloni da un campo all’altro, uno da calcio a 11 e uno da calcio a 7. Inoltre sarà completamente rifatta la recinzione perimetrale restringendo l’area di circa 4 metri per lato al fine di permettere una più facile manutenzione dei circostanti alberi e la rete, oggi bassa, sarà sostituita con una regolare rete protettiva di cinque metri e mezzo di altezza». Ma il clou dell’intervento riguarda il nuovo impianto di illuminazione, che consta di quattro nuovi pali di 12 metri con due proiettori l’uno per il campo piccolo e quattro torri-faro di 20 metri con quattro proiettori l’uno per il campo grande. La nuova illuminazione, a led, sostituisce la vecchia ormai obsoleta che verrà smaltita. I lavori termineranno entro l’estate.

Sempre al Casatorre, una similare convenzione firmata tra Amministrazione comunale e Fap Investments/Decathlon per la realizzazione di un nuovo magazzino nei pressi del casello dell’autostrada, permetterà di rinnovare il campo di calcio a 5, che con la nuova illuminazione e il nuovo spogliatoio previsti verrà titolato a Renzo Cerè. Il lavoro, però, è ancora in fase di progettazione. In aggiunta, grazie alla terra di risulta degli scavi per il magazzino castellano dell’azienda francese leader nel settore dell’abbigliamento sportivo, anche il campo da rugby del Casatorre vivrà un piccolo restyling.

Un nuovo impianto di illuminazione è previsto anche per il nuovissimo campo da calcio in erba sintetica che l’associazione sportiva di Osteria Grande ha realizzato a proprie spese (360 mila euro) nell’impianto sportivo della frazione, un’opera permessa anche grazie all’accensione di un mutuo con l’Istituto di credito sportivo e a due fideiussioni di Coni e Comune a garanzia. Questa volta, invece, il finanziamento dell’opera è a spese dell’Amministrazione comunale, che finanzia con 70 mila euro la realizzazione dell’impianto di illuminazione da effettuarsi entro il prossimo autunno, al fine di poter omologare il campo per gli allenamenti e le partite notturne. (mi.mo.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 26 luglio

Nella foto il campo Casatorre come è oggi

Lavori in corso, si rinnova l'illuminazione dei campi da calcio nel comune di Castel San Pietro
Cronaca 19 Luglio 2018

Osteria Grande, l'impegno di Regione e Città Metropolitana per la tangenziale

Castel San Pietro chiede da tempo il prolungamento della Complanare fino a Osteria Grande, frazione da 5.000 abitanti che, negli ultimi anni, sta facendo fatica a trattenere aziende sul territorio anche per via dei pochi collegamenti con la grande viabilità.

Da qui la necessità di invitare l’assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Donini, e il consigliere delegato alla Viabilità per la Città metropolitana, Marco Monesi, al Consiglio comunale castellano di lunedì 16 luglio per discutere sulle infrastrutture di viabilità alla presenza anche degli esponenti della Consulta di Osteria Grande, i quali hanno consegnato un documento per sottolineare la necessità di interventi.

«Noi da sempre chiediamo l’allungamento della Complanare fino a Osteria Grande – rimarca il sindaco, Fausto Tinti -. Inoltre, è prioritario realizzare il sistema tangenziale di Osteria Grande, a partire dalla rotonda all’incrocio tra gli Stradelli Guelfi e via San Giovanni».

Un impegno in tal senso è arrivato dall’assessore Donini: «Regione e Città metropolitana possono impegnarsi per destinare una quota dello stanziamento dei prossimi fondi strutturali comunitari. Ci siamo già impegnati a reperire, forse già nel 2020, i 18 milioni necessari per completare la Trasversale di Pianura tra Villa Fontana e Budrio e lavoreremo per inserire ulteriori 3 milioni per la tangenziale di Osteria Grande». (gi.gi.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 19 luglio

Nella foto l”assessore Raffaele Donini interviene in Consiglio comunale

Osteria Grande, l'impegno di Regione e Città Metropolitana per la tangenziale

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast