Posts by tag: osteria grande

Cronaca 26 Maggio 2020

Coronavirus, dal 3 giugno riaprono biblioteca di Osteria Grande e archivio storico

Dopo la biblioteca di Castel San Pietro il 3 giugno riaprirà ufficialmente anche la biblioteca di Osteria Grande con sede nel centro civico di viale Broccoli 41. Anche qui saranno per il momento attivati i soli servizi di prestito (preferibilmente su prenotazione) e di restituzione dei libri o di altri documenti. In attesa di nuove indicazioni in merito della Regione Emilia-Romagna, non è quindi ancora permesso l”ingresso in biblioteca per la scelta di libri, lettura, studio, consultazioni e ricerche, ma solo per rendere i documenti e ritirare quelli prenotati.

Prosegue comunque il servizio di consegna a domicilio per le persone in difficoltà, che viene effettuato il venerdì mattina dai volontari del Centro Operativo Comunale (Coc) su tutto il territorio comunale, sempre su prenotazione. Inoltre a partire dal 3 giugno sia la biblioteca di Castello che quella di Osteria saranno aperte con l’orario estivo, che in via eccezionale verrà quindi anticipato rispetto all”inizio solito del 15 giugno. L’unica differenza di orario rispetto agli anni scorsi sarà a Osteria Grande, dove la struttura rimarrà chiusa anche nella giornata del venerdì, oltre a quella consueta del lunedì. L’orario estivo rimarrà in vigore, come sempre, fino al 15 settembre. Non è ancora possibile la consultazione in sede dei documenti presenti presso l’Archivio storico, le richieste possono essere inviate alla email biblioteca@cspietro.it. Sarà il personale delle biblioteche, ove possibile, a ricercare quanto richiesto.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni scrivere all’indirizzo biblioteca@cspietro.it o telefonare al numero 051-945413. (da.be.)

Nella foto (concessa dal Comune di Castel San Pietro): il centro civico di Osteria Grande

Coronavirus, dal 3 giugno riaprono biblioteca di Osteria Grande e archivio storico
Cronaca 21 Maggio 2020

Coronavirus, dalla prossima settimana ripartono i mercati tradizionali a Castel San Pietro e Osteria Grande

Conto alla rovescia per la ripartenza, lunedì 25 maggio, del tradizionale mercato del lunedì a Castel San Pietro e, sabato 30 maggio, del mercato del sabato mattina a Osteria Grande, naturalmente nel rispetto, come da ordinanza regionale, delle necessarie misure di sicurezza per il contenimento del Covid-19, stabilite

La Giunta castellana ha infatti deliberato in questi giorni le nuove modalità di svolgimento dei due mercati generali, confermando anche quelle già in vigore per i due mercati contadini che da alcune settimane si tengono il mercoledì pomeriggio a Osteria Grande e il venerdì pomeriggio nel Capoluogo nel quartiere Bertella. «Dopo negozi, pubblici esercizi e attività di artigianato di servizio alla persona, la prossima settimana riapriranno anche i mercati generali – afferma il sindaco Fausto Tinti –. Un altro importante passo avanti per riconquistare gradualmente una nuova normalità, pur nella convivenza con il virus, che richiede una transizione culturale in direzione della corresponsabilità dei cittadini. Abbiamo lavorato insieme alle associazioni di categoria per definire una disposizione ottimale di stalli e banchi e i relativi spostamenti, necessari ad assicurare il distanziamento delle postazioni in particolare del mercato tradizionale del lunedì mattina nel centro storico di Castel San Pietro Terme». (da.be.)

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Nella foto (concessa dal Comune): il mercato a Castel San Pietro

Coronavirus, dalla prossima settimana ripartono i mercati tradizionali a Castel San Pietro e Osteria Grande
Cronaca 30 Marzo 2020

Le originali idee anti Coronavirus di Tazzari e Lesepidado

Molti hanno paragonato gli effetti del Coronavirus a quelli di una guerra. E come in tempi di guerra le aziende convertivano la loro produzione per rispondere alle esigenze dell’industria bellica, anche oggi, con le dovute proporzioni, ci sono aziende che a fronte dell’emergenza adattano la propria filiera produttiva per andare incontro a nuove necessità, utilizzando materiali e competenze che hanno già «in casa».

A Imola il gruppo Tazzari sta lanciando un nuovo prodotto, che ha serbatoio, pedale e una struttura in acciaio, ma non è un veicolo. Si chiama ZeroRisk ed è un dispenser monodose alto 109 centimetri, in grado di contenere due litri di liquido igienizzante.

L’idea del gruppo Tazzari si sposa con quella di un’altra azienda in questo caso di Osteria Grande, Lesepidado, che sta aggiungendo al suo core business, ovvero stampanti e inchiostri alimentari per il settore della pasticceria e del cake design, anche gel igienizzanti per le mani. (lo.mi.)

Le interviste alle aziende nel numero di Sabato sera del 26 marzo

Le originali idee anti Coronavirus di Tazzari e Lesepidado
Sport 28 Dicembre 2019

Ciclismo, il d.s. di Osteria Grande Claudio Strazzari: «Mi diverto ancora, 60.000 km in macchina non pesano»

Il 2019 è stato il secondo anno di attività di un’altra società ciclistica tra gli Under 23, l’unica in provincia di Bologna: si tratta di Hicari Cablotech Biotraining Team. E se la sua sede è a Budrio, quindi fuori dal Circondario, non mancano comunque i legami con il nostro territorio: è la squadra in cui ha corso quest’anno l’imolese Filippo Bedeschi e a dirigerla dall’ammiraglia c’è uno storico direttore sportivo di Osteria Grande, Claudio Strazzari.

Uomo di ciclismo spontaneo, diretto e appassionato, Strazzari è nel ciclismo da oltre 40 anni dopo lunghe esperienze alla Dalfiume Cicli Cinzia, alla Polisportiva Villafontana, al Team Pamini e ora con Hicari dall’inizio del progetto. «Mi sto divertendo e non mi pesano le lunghe giornate in giro per l’Italia: nella stagione 2019, ad esempio, ho percorso più di 60.000 chilometri in macchina». (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 12 dicembre.

Nella foto: il d.s. Claudio Strazzari (primo a sinistra)

Ciclismo, il d.s. di Osteria Grande Claudio Strazzari: «Mi diverto ancora, 60.000 km in macchina non pesano»
Cronaca 9 Dicembre 2019

Via libera al progetto Crif a Varignana e Osteria Grande

E’ occorso oltre un anno e una lunga e travagliata conferenza dei servizi per arrivare alla ratifica definitiva dell’accordo urbanistico tra Palazzo di Varignana-Crif e il Comune di Castello. L’approdo lineare intravisto a fine 2018 con il via libera unanime del Consiglio comunale (a favore sia la maggioranza di centrosinistra che l’opposizione 5Stelle mentre il centrodestra Il tuo Comune non partecipò al voto), si è arenato la primavera scorsa su un’alzata di scudi di associazioni ambientaliste, partiti, architetti e urbanisti bolognesi, critiche raccolte anche nelle osservazioni di enti facenti parte della conferenza dei servizi, a partire dall’Arpae.

Dopo cinque sedute il procedimento si è infine concluso il 14 novembre, il 26 è seguito il nuovo voto del Consiglio comunale castellano, che ha visto nuovamente unanime la maggioranza, il voto contrario del Movimento 5 Stelle e l’astensione dei consiglieri di Prima Castello, «ma non sul tema del “consumo di suolo” a Varignana bensì sul fatto che i consorziati dell’area San Giovanni non sarebbero stati abbastanza tutelati» rimarca il sindaco Fausto Tinti.

La vicenda è stata particolarmente impegnativa per Tinti il cui obiettivo dichiarato era «conciliare sviluppo economico con sostenibilità ambientale, rigenerazione urbana e consumo di suolo a saldo zero». Il tutto declinato con un grande auditorium nella lottizzazione artigianale di Osteria Grande (variante al piano particolareggiato San Giovanni), l’ampliamento del Campus o centro direzionale Crif a Varignana, un nuovo stabile di servizio per l’hotel Palazzo di Varignana e la trasformazione delle ex scuole e della contigua ex casa popolare in alloggi foresteria per dipendenti eclienti Crif (ambito N7).

Dei 12 mila metri quadri di superficie disponibili nell’area San Giovanni, 5 mila verranno utilizzati per l’ampliamento a Varignana, un edificio semi-interrato davanti all’esistente con tanto di tetti green. (l. a.)

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 5 dicembre

Via libera al progetto Crif a Varignana e Osteria Grande
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2019

La festa è sull'acqua al laghetto Mariver di Osteria Grande

Un lago, l’autunno che inizia, una festa. È piena di belle sfumature l’iniziativa Osteria sul lago in festa che si terrà al laghetto Mariver di Osteria Grande oggi, sabato 21, dalle 16.30 e domenica 22 settembre dalle 10.30 con la sua quarta edizione e che festeggia la a 10a Giornata internazionale del buon vivere slow. Spazi dedicati a grandi e piccoli, musica, benessere, sport, laboratori, enogastronomia, Farmer’s market e tanto altro animeranno le rive del lago con due temi principali: il vivere slow e l’arte. «Oltre al “vivere slow”, il leitmotiv quest’anno sarà l’arte – spiegano gli organizzatori -. Ospiteremo artisti del territorio e non solo: lo scultore Eros Mariani, che riesce a coniugare la freddezza e la durezza del ferro in poetiche e delicate opere, ci presenterà alcune sculture di notevoli dimensioni, quasi cinque metri di altezza; Leonardo Ottoni ci affascinerà con il suo mondo di draghi colorati; Valeria Cava e suo figlio Elia con i loro dipinti. E questi sono solo alcuni dei nostri ospiti. Il lago sarà protagonista della festa con regate di modelli a vela e motore e la domenica si animerà con la “Pedalago”, divertente sfida all’ultima pedalata, e con gli immancabili fuochi d’artificio a chiusura dell’evento».

La festa si aprirà oggi alle ore 16. A cura del Gruppo Navimodellistico Senza Vento, si terranno regate di flotta con modelli a vela radiocomandati classe Iom, una dimostrazione di motoscafi elettrici, la navigazione di modelli, riproduzione ed esposizione di modelli statici e non. Il tutto fino a tarda notte con i modelli illuminati. Nel parco dalle 16.30 ci saranno letture per bambini a cura dei volontari della biblioteca di Osteria Grande, e alle ore 17.30 un’esibizione di ginnastica artistica. La serata si concluderà con lo spettacolo della scuola di ballo Batucada al via alle 20.30, seguito da un dj set. Domenica 22, a partire dalle ore 10, il lago si animerà con prove e dimostrazioni di navimodellismo e il parco con la gimkana per bambini a cura della società ciclistica Dalfiume di Osteria Grande. Dalle ore 16.30 torneranno le esibizioni di ginnastica artistica e le letture per bambini con i volontari della biblioteca. Alle 17.15 si disputerà la Pedalago, la divertente gara di pedalò che coinvolgerà squadre maschili, femminili e junior (gareggiano squadre di quattro persone ciascuna; per iscrizioni rivolgersi al Briocafè). Infine alle ore 20.15 prenderà il via la musica con Imola Big Band e a seguire il gran finale con i fuochi d’artificio. Nell’area del parcheggio, sabato dalle ore 18 e nella giornata di domenica, ci saranno degustazioni a cura degli operatori del settore alimentare di Osteria Grande, giochi a cura delle società sportive, bancarelle, mercatino e altro ancora. (r.c.)

Nella foto: il laghetto Mariver

La festa è sull'acqua al laghetto Mariver di Osteria Grande
Cronaca 27 Maggio 2019

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote

Alcuni malviventi hanno tentato il colpo alla filiale della Banca di Bologna di Osteria Grande, ma qualcosa non ha funzionato e sono stati costretti a fuggire senza il malloppo. L”episodio è avvenuto nella notte tra sabato 25 e domenica 26, attorno alle 4, lungo la via Emilia.

Stando ad una prima ricostruzione dei carabinieri, ignoti avrebbero cercato di far saltare il bancomat con l”ormai classico metodo della «marmotta». La cassaforte, però, nonostante l”esplosione, haretto, mentre a saltare in aria sarebbe stato lo sportello di protezione. Danni, però, anche alla struttura interna della filiale.

Le forze dell”ordine sono già al lavoro per individuare i responsabili. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): la filiale della Banca di Bologna ad Osteria Grande ed il bancomat preso di mira dai malviventi

Assalto al bancomat di Osteria Grande, ma i ladri scappano a mani vuote
Sport 17 Maggio 2019

«Plogging nei parchi» a Osteria, mentre si corre si raccoglie pure la spazzatura

Domani, sabato 18 maggio, va in onda una novità: «Plogging nei parchi». Sarà una maratonina del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze. Arriva dalla Svezia ed è la nuova frontiera del fitness: si chiama «plogging» ed è l’unione di «jogging» e «plocka upp», che in svedese significa raccogliere.

Si tratta infatti di raccattare per strada la spazzatura mentre si è impegnati nella corsetta quotidiana o in una passeggiata nel verde. Basta munirsi di sacchetto e guanti protettivi e si è pronti a una sessione intensiva di esercizio fisico extra. Un modo ecologico per tenersi in forma, che fa stare bene noi e l’ambiente. Il ritrovo per le iscrizioni è alle ore 9 al centro civico di Osteria Grande, con partenza alle ore 9.30. (r.s.)

Nella foto: il gruppo del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze davanti al municipio di Castel San Pietro

«Plogging nei parchi» a Osteria, mentre si corre si raccoglie pure la spazzatura
Sport 27 Aprile 2019

Ciclismo, domani torna l'appuntamento con il Memorial Benfenati

Fine aprile, già da alcuni anni, porta con sé le prime gare organizzate dalla Sc Dalfiume di Osteria Grande. E così domani, domenica 28 aprile, torna l’appuntamento con il Memorial Benfenati, dedicato da alcune stagioni ai giovani ciclisti della categoria Allievi (15-16 anni). Una manifestazione che ricorda Arnaldo Benfenati, ottimo corridore e pistard che, una volta sceso dalla bicicletta, portò la sua esperienza al servizio della Cicli Cinzia di Osteria Grande.

Si prevede un buon numero di partecipanti per il 32° Memorial Benfenati, denominato anche 12° Trofeo Vifermeca, sarà anche valevole come Campionato Provinciale e come seconda prova della Sprinter Cup, classifica riservata alla categoria Allievi nell’ambito della Bologna Cycling Cup, ideata e promossa dal comitato provinciale bolognese della Federciclismo. La partenza è prevista alle ore 14.30 dallo stabilimento Vifermeca di Osteria Grande (via Calabria 27/29), che ospita anche il ritrovo di partenza e le operazioni preliminari; dopo 7 giri del circuito pianeggiante locale di 7,8 km, l’arrivo è previsto attorno alle ore 16, sempre davanti allo stabilimento Vifermeca. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 18 aprile.

Ciclismo, domani torna l'appuntamento con il Memorial Benfenati
Sport 4 Aprile 2019

Ecco le Ragazze del Bacchilega, al via il settore giovanile «rosa» dell'Imolese

«Col progetto calcio femminile l’Imolese si allarga ulteriormente, e insieme all’Osteria Grande, a cui do il benvenuto, ci impegneremo per far crescere le Ragazze del Bacchilega, che cercheremo di far sentire parte della famiglia, trasmettendo loro i nostri valori e sperando che il percorso iniziato ci porti tante soddisfazioni». Con queste parole Lorenzo Spagnoli, presidente dell’Imolese, ha sancito la sinergia con la società dell’Osteria Grande, per dare vita ad un polo calcistico femminile che a livello giovanile si propone di coprire la zona fra Bologna e Imola, e che avrà come centro dell’attività la casa rossoblù del Bacchilega. «Ho conosciuto il dirigente dell’Osteria Grande Giacomo Fantazzini 6 anni fa – ha raccontato Marco Montanari, direttore generale dell’Imolese e responsabile del settore giovanile -. Fra noi c’è stata subito grande sintonia e stima, che si è poi trasformata in collaborazione a tutti i livelli. Quando è nata l’idea del progetto calcio femminile, l’accordo l’abbiamo raggiunto in pochi minuti».

«Imolese Women’s» è il nome del progetto che inizialmente contemplerà solo il settore giovanile, con bambine fino ai 12 anni. «In futuro, a seconda del successo che raccoglieremo, potrà portare alla nascita di una prima squadra – ha precisato Montanari -. Che ora peraltro è ben rappresentata dall’Osteria Grande». Il progetto nasce sotto la benedizione della Federcalcio, rappresentata da Massimiliano Rizzello e Nicola Simonelli in occasione della presentazione al Centro Bacchilega. «E’ una bellissima cosa che due società d’élite nel calcio dilettantistico e professionistico si uniscano per investire nel movimento calcistico femminile, che è in grande espansione – ha detto Rizzello, coordinatore federale settore giovanile scolastico per l’Emilia Romagna, che per suggellare la collaborazione fra Federcalcio e Imolese ha premiato con una targa il presidente Spagnoli -. Siamo molto contenti, anche perché al Bacchilega domenica 12 maggio organizzeremo la fase finale del Danone Cup Under 12, portando le sei finaliste».

«Ma prima sarà la volta del Women’s Football Day regionale – ha precisato Simonelli -. Che allestiremo in collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’Imolese in piazza Matteotti sabato 4 maggio, al pomeriggio, riscoprendo quindi la dimensione del calcio di strada, con l’estro e la creatività che storicamente porta con sé. Poi domenica 5 maggio, il Women’s Day si sposterà al Centro Bacchilega». Per promuovere il progetto Imolese Women’s, verranno organizzati raduni e open day, che vedranno coinvolte le scuole del territorio, e che saranno coordinati da Massimo Carbone, responsabile del settore giovanile dell’Osteria Grande, nonché allenatore della prima squadra e promulgatore del calcio femminile nella frazione di Castel San Pietro. (a.d.p.)

Nella foto: la presenteazione dell” «Imolese Women”s»

Ecco le Ragazze del Bacchilega, al via il settore giovanile «rosa» dell'Imolese

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast