Posts by tag: regione emilia romagna

Cronaca 29 Luglio 2022

Al via le domande online per «Salta su», l’abbonamento per i trasporti gratis riservato agli studenti under 19

Fino al 31 dicembre gli studenti che frequentano le scuole elementari, medie, superiori e gli istituti di formazione professionale che scelgono di andare a scuola utilizzando gli autobus e i treni regionali possono presentare, on line e con credenziali Spid, la richiesta di prenotazione dell’abbonamento per spostarsi a costo zero attraverso la piattaforma «Salta su». Il titolo di viaggio viene emesso, in tempi brevi e fino al 31 gennaio 2023, dalle aziende di trasporto su tessera o in digitale tramite app Roger.

Possono presentare la richiesta online gli studenti di ogni ordine e grado (elementari, medie, superiori) iscritti per l’anno scolastico 2022-2023, residenti in Emilia-Romagna, nati dal 1 gennaio 2002 al 30 aprile 2017, con il vincolo dell’Isee familiare annuo minore o uguale a 30mila euro solo per i nati dal 2002 al 2008 iscritti alle scuole superiori o istituti di formazione professionale.
Non devono presentare la richiesta gli studenti iscritti alla scuola primaria (elementari) residenti nelle città sede di servizio urbano (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Carpi, Ferrara, Bologna, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena e Granarolo dell’Emilia, Imola, Ravenna, Faenza, Forlì, Cesena e Rimini), perché riceveranno direttamente a casa la tessera Salta su già caricata con l’abbonamento annuale gratuito e pronta per essere usata.
Fanno eccezione anche i residenti in Emilia Romagna iscritti a un istituto scolastico fuori regione e/o che utilizzano società di trasporto di altre regioni: questi studenti potranno chiedere il rimborso dell”abbonamento acquistato dal 3 novembre 2022 fino al 31 dicembre 2022. (r.cr.)

Immagine di repertorio

Al via le domande online per «Salta su», l’abbonamento per i trasporti gratis riservato agli studenti under 19
Cronaca 8 Luglio 2022

L'Emilia-Romagna aderisce al progetto Move-In per monitorare i veicoli inquinanti

Arriva anche in Emilia-Romagna “Move-In” (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti), progetto che consente ai proprietari di veicoli soggetti a limitazioni della circolazione per le misure sulla qualità dell’aria di ricevere un chilometraggio annuale da percorrere, monitorabile attraverso l’installazione di una scatola nera.

Nei Comuni di pianura (nel circondario, Medicina, Castel Guelfo, Castel San Pietro, Dozza, Imola e Mordano) sono interessati i veicoli diesel fino a Euro 3, veicoli a benzina fino a Euro 2, i veicoli a metano/gpl e-benzina fino a Euro 1, i ciclomotori e i motocicli fino a Euro 1.
Il primo anno di adesione il costo è di 50 euro (30 euro per l’installazione della scatola nera + 20 euro per la fornitura annuale), per la fornitura del servizio per tutti gli anni successivi il costo è di 20 euro l’anno.
I controlli sono effettuati dalle forze dell’ordine, esclusivamente su strada, nell’ambito dei controlli sul traffico.

«L’obiettivo è quello di offrire eque condizioni di mobilità ai cittadini al di fuori dei periodi emergenziali, applicando però limitazioni chilometriche alla circolazione dei veicoli più inquinanti – spiega Irene Priolo, assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna -. Aderendo al progetto, il mezzo non sarà più soggetto alle limitazioni invernali, per aree e fasce orarie, ma potrà percorrere un quantitativo massimo di chilometri all’anno, assegnato in base a tipologia e classe ambientale del veicolo. Inoltre, adottando uno stile di guida più sostenibile in area urbana e in autostrada sarà possibile guadagnare chilometri aggiuntivi a quelli assegnati». (lu.ba.)

Immagine di archivio

L'Emilia-Romagna aderisce al progetto Move-In per monitorare i veicoli inquinanti
Cronaca 8 Luglio 2022

La Regione conferma gli abbonamenti gratuiti per bus e treni per gli studenti

La Regione conferma anche per l’anno scolastico 2022/2023 le due iniziative per il trasporto pubblico gratuito agli studenti. Si tratta di “Grande”, l’abbonamento gratuito per gli studenti under 14 senza alcun limite di reddito, e di “Salta su”, l’abbonamento gratuito per gli studenti under 19 con un Isee familiare annuo fino a 30mila euro. Due opportunità che durante l’anno scolastico 2021/2022 sono state sfruttate da più di 200.000 giovani emiliano-romagnoli, per un risparmio complessivo per genitori e famiglie che supera i 47 milioni di euro.

«Le iniziative per il trasporto pubblico agli studenti sono tra le misure di cui siamo più orgogliosi – commentano Andrea Corsini, assessore ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna, e Stefano Bonaccini, presidente –. C’è l’attenzione per i più giovani, c’è l’impegno per la sostenibilità, il trasporto pubblico locale e la transizione ecologica, c’è un aiuto concreto alle famiglie in un momento di grande difficoltà economica, dal caro bollette agli aumenti dei carburanti, e quindi un’azione di welfare reale. “Grande” e “Salta su” sono due provvedimenti chiave della nostra legislatura, perfettamente inseriti nel Patto per il lavoro e per il clima, e noi vogliamo renderli ancora più efficaci e incisivi, semplificando da subito le procedure per ottenere gli abbonamenti gratuiti così da incentivarli e poter aiutare un numero maggiore di famiglie». (lu.ba.)

Immagine di archivio

La Regione conferma gli abbonamenti gratuiti per bus e treni per gli studenti
Cronaca 10 Giugno 2022

La Regione finanzia con 300 mila euro la riqualificazione del campo sportivo di Toscanella

C”è anche il progetto di riqualificazione dell”impianto sportivo «Paparelli» di Toscanella tra i tre della provincia di Bologna che la Regione ha decido di cofinanziare. Viale Aldo Moro contribuirà con 300 mila euro, a fronte di un importo complessivo di 700 mila euro.

«Si tratta di un’ottima notizia per la nostra comunità e di un importante sostegno, da abbinare al significativo impegno del municipio, che ci consentirà nel corso del prossimo anno di riqualificare e rigenerare tutta l’area degli impianti sportivi di Toscanella – commenta Luca Albertazzi, primo cittadino di Dozza –. Un tassello in più in quel mosaico che, in poco tempo, sta ridisegnando la fisionomia della frazione attraverso una progettualità di completo recupero di una zona strategica».

«Stiamo attuando, ampliandolo ogni volta, un Piano senza precedenti – aggiunge Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna -. E per rimanere in campo sportivo, la nostra è una vera e propria maratona, che stiamo facendo per dare ai Comuni la possibilità di migliorare e innovare le proprie strutture. La stiamo correndo insieme per arrivare a un traguardo strategico: perché mettere a disposizione dei tantissimi sportivi e appassionati, così come di tutte le persone, e soprattutto dei giovani, impianti e spazi moderni è obiettivo comune, che contribuisce alla cifra qualitativa del nostro territorio, anche in termini di valorizzazione e attrattività. Per questo continueremo a investire sullo sport e sull’impiantistica sportiva, al fianco di Comuni ed Enti locali». (lu.ba.)

Nella fotografia, il progetto

La Regione finanzia con 300 mila euro la riqualificazione del campo sportivo di Toscanella
Cronaca 4 Giugno 2022

Dalla Regione 27 mila euro per sostenere «Imola in Musica»

C”è anche «Imola in musica» tra i nove progetti culturali promossi da Comuni con oltre 50 mila abitanti che la Regione Emilia Romagna ha deciso di sostenere con un finanziamento complessivo di 550 mila euro.

Al festival imolese, la cui 26° edizione è in programma dall”1 al 4 settembre, viale Aldo Moro ha destinato 27 mila euro. (lu.ba.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, una delle edizioni precedenti

Dalla Regione 27 mila euro per sostenere «Imola in Musica»
Ciucci (ri)belli 26 Aprile 2022

Centri estivi 2022, dalla Regione 6 milioni di euro per le famiglie

Per il quinto anno consecutivo la Regione Emilia Romagna sostiene le famiglie nei costi di frequenza dei centri estivi per bambini e ragazzi. Nel 2022 ci sono a disposizione 6 milioni di euro (1.330.135 euro per la  sola provincia di Bologna), risorse del Fondo sociale europeo che verranno ripartite tra Comuni e Unioni di Comuni per favorire la più ampia partecipazione all’offerta educativa estiva e per offrire ai genitori servizi di conciliazione dei tempi vita-lavoro. I fondi servono a finanziare i «bonus rette» per famiglie con figli dai 3 ai 13 anni (17 se con disabilità certificata), nati quindi dal 2009 al 2019, che potranno contare su un contributo massimo di 336 euro a figlio, nel limite di 112 euro a settimana.

La richiesta di contributo va presentata al Comune o all’Unione di Comuni di residenza, che entro il 30 giugno pubblicheranno gli elenchi dei centri estivi pubblici e privati a cui le famiglie potranno iscrivere i bambini e i ragazzi. Per fare richiesta è necessario presentare l’attestazione Isee 2022 o, in alternativa per chi non ne fosse in possesso, quella 2021, con limite massimo di reddito entro i 28 mila euro. In caso di domande superiori alla disponibilità finanziaria, dovrà essere elaborata una graduatoria in funzione del requisito Isee. I contributi concorreranno alla copertura totale o parziale, in funzione del costo effettivo, della rata di frequenza settimanale.

Anche nel 2022, come per gli anni precedenti, i contributi vengono concessi alle famiglie (anche affidatarie) composte da entrambi i genitori, o uno solo in caso di famiglie monogenitoriali, occupati e residenti in Emilia Romagna, ma anche le famiglie nelle quali uno o entrambi i genitori siano in cassa integrazione, mobilità, disoccupati, purché abbiano sottoscritto un Patto di servizio, quale misura di politica attiva del lavoro (strumento utilizzato dai Centri per l’impiego per formalizzare un accordo con disoccupati e occupati sul progetto per l’inserimento lavorativo o la partecipazione a un percorso formativo). (lo.mi.)

Foto d’archivio

Centri estivi 2022, dalla Regione 6 milioni di euro per le famiglie
Cultura e Spettacoli 29 Gennaio 2022

Musei civici di Imola sempre più social, dalla Regione 65 mila euro per sviluppare la comunicazione in rete

La Regione Emilia Romagna ha assegnato ai Musei civici di Imola  due importanti contributi, per un totale di circa 65 mila euro, per il lavoro svolto nel corso del 2021 sul fronte delle attività di digitalizzazione e innovazione tecnologica, con particolare riferimento alle attività di comunicazione web e social, e sul fronte del sostegno delle attività e della valorizzazione della casa-museo di palazzo Tozzoni.

Grazie a queste nuove risorse, che si vanno ad integrare a quelle ordinarie previste dal bilancio comunale, i Musei civici, spiega il Comune di Imola «potranno implementare e sviluppare ulteriormente le attività di comunicazione in rete anche attraverso i social, puntare su una nuova offerta di contenuti di tipo multimediale ed ampliare la propria offerta comunicativa, per valorizzare il racconto del patrimonio permanente e delle attività promosse». (lo.mi.)

Nella foto: la rocca sforzesca e lo scalone di palazzo Tozzoni a Imola

Musei civici di Imola sempre più social, dalla Regione 65 mila euro per sviluppare la comunicazione in rete
Cronaca 7 Gennaio 2022

Coronavirus, novità tamponi rapidi: in farmacia per il fine malattia, fai da te a casa per avviare l’isolamento

Le novità annunciate oggi dalla Regione Emilia Romagna finalmente fanno chiarezza e soprattutto promettono di rendere più semplici e velocizzare le procedure per entrare ed uscire da quarantene e isolamenti. Prima cosa, da lunedì 10 gennaio per uscire dall’isolamento o dalla quarantena sarà sufficiente un tampone rapido (antigenico nasale) in farmacia, a costo zero per il cittadino. Inoltre, da lunedì 17 gennaio sarà introdotto l’autotesting, ovvero basterà un tampone rapido fatto in autonomia a casa propria con esito positivo per avviare l’isolamento.

“In una fase di forte impennata dei contagi causata dalla variante Omicron, cercando di rendere un po’ più facile la vita delle persone e l’attività delle aziende sanitarie, che stanno facendo un lavoro straordinario ormai da due anni” ha commentato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini durante la conferenza stampa. 

Scendendo nel dettaglio, vi sono alcuni particolari da considererare.

Per quanto riguarda l’uscita dalla quarantena potranno fare il tampone in farmacia le persone asintomatiche contatti stretti Covid; entro 24 ore dal tampone negativo riceveranno automaticamente dalla loro Azienda sanitaria il referto di chiusura del caso e riattivazione del Green pass. Per quanto riguarda invece i casi positivi, per l’uscita dall’isolamento potranno effettuare il tampone in farmacia gli asintomatici dopo 10 giorni oppure dopo 7 giorni se vaccinati con terza dose (booster), con ciclo primario completato o guariti dal Covid da meno di 4 mesi. Il costo di questi tamponi è a carico del Servizio sanitario.

Nell’accordo siglato dalla Regione con le farmacie rientra un ulteriore punto relativo alle scuole: potranno fare il test in farmacia anche gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado (medie e superiori) nella cui classe si sia verificato un caso Covid, con richiesta del medico di medicina generale o del pediatra (il primo tampone nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo e il secondo dopo cinque giorni). In questo caso il costo sarà a carico della struttura commissariale nazionale, quindi nulla da pagare per le famiglie. 

Ma la vera novità è l’autotesting, che prevede la possibilità di acquistare e utilizzare da soli a domicilio uno dei test rapidi (antigenici nasali) e l’avvio immediato dell’isolamento in caso di esito positivo. Potranno ricorrere a questa opportunità solo coloro che hanno già ricevuto la seconda dose vaccinale e hanno il Fascicolo sanitario elettronico (Fse) o, nel caso di minori, siano associati a quello del genitore. Questa procedura “fai da te” partirà lunedì 17 gennaio quando sarà operativo l’apposito portale della Regione: si dovrà caricare la foto con il risultato del tampone e il tipo usato tra quelli validi. In Emilia Romagna si stima che sono circa 2,5 milioni le persone che potenzialmente possono utilzzare questo sistema, cioè quelle che hanno concluso il ciclo primario di vaccinazione. “Sarà impossibile l”autotesting a chi non si è voluto vaccinare per contrarietà alla procedura” precisano dalla Regione. 

“Ci tengo a sottolineare il fatto che siamo la regione che, in rapporto alla popolazione, fa più tamponi molecolari nel Paese, circa 25mila al giorno – ha aggiunto Donini -. Ma non ci fermiamo qui: siamo gli unici in Italia ad attivare l’autotesting, un’alleanza fra cittadini e sanità pubblica per ridurre la circolazione del virus da subito, dando modo alla persona che dovesse essere positiva di far scattare subito l’isolamento. In questo modo, la sanità pubblica sarà alleggerita e potrà spingere l’acceleratore sulle vaccinazioni”, chiude l’assessore.(r.cr.)

ULTERIORI DETTAGLI DAL SITO DELLA REGIONE

LE FAQ AGGIORNATE DELL’AZIENDA USL CON TUTTE LE INFO UTILI

Coronavirus, novità tamponi rapidi: in farmacia per il fine malattia, fai da te a casa per avviare l’isolamento
Cronaca 3 Novembre 2021

Transizione ecologica, dalla Regione fondi anche ai Comuni del circondario per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi

Auto di servizio, scuolabus e mezzi operativi come trattori, macchine da lavoro o carrelli semoventi: tutti elettrici o ibridi. È l’esito del bando lanciato nei mesi scorsi dalla Giunta Regionale, su impulso dell’Assemblea, rivolto ai Comuni della pianura e del bolognese coinvolti nel Piano straordinario per migliorare la qualità dell’aria. Nel complesso sono state finanziate 143 domande.

In  provincia  di  Bologna  sono  27  gli  enti  locali  che  riceveranno  in  tutto  quasi  727  mila  euro  per  acquistare 33 nuovi mezzi ecologici. Nel nostro circondario Imola e Dozza hanno ottenuto 20 mila euro ciascuno per l’acquisto di un’auto elettrica. Insieme all’auto, a Mordano (a cui verranno stanziati 43.748,37 euro) sarà acquistato anche un mezzo operativo elettrico o ibrido benzina/elettrico full hybrid o hybrid plug in (ad esempio un trattore, una gru o un escavatore). Il solo mezzo operativo verrà infine sostituito anche a Medicina (contributo di 24.888 euro) e Ozzano  Emilia (30 mila euro). (lo.mi.)

Transizione ecologica, dalla Regione fondi anche ai Comuni del circondario per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi
Cronaca 1 Settembre 2021

Coronavirus, tamponi gratis in farmacia solo per under 12 e chi non può vaccinarsi

Oggi sono entrate in vigore alcune novità sul tema dei tamponi nasali rapidi in farmacia, oggi necessari per ottenere la certificazione verde. In generale, in Emilia Romagna è stata confermata la gratuità per i minori di 12 anni e per gli esenti dalla vaccinazione Covid-19, come avvenuto finora grazie al progetto voluto dalla Regione nei mesi scorsi, mentre sono a pagamento per chi non si è ancora vaccinato. A comunicarlo è la Regione stessa con una nota.

Le persone che non possono ancora vaccinarsi (0-12 anni non compiuti) o in possesso di certificazione di esenzione potranno eseguire il tampone gratuitamente con distanza temporale tra due test non inferiore a 48 ore.

Le novità valgono anche per le persone che ruotano intorno al mondo della scuola e hanno più di 12 anni, alle quali durante le prime fasi della campagna di vaccinazione era stata garantita la possibilità di fare gratuitamente un test al mese. Si parla di studenti, genitori e familiari, studenti universitari, personale scolastico e parascolastico, educatori, allenatori, personale dei centri aggregazione giovanile o degli enti di formazione. Per loro il costo del tampone rapido in farmacia sarà di 8 euro se di età 12-18 anni non compiuti e di 15 euro se maggiorenni.

Invece è stata confermata fino al 12 settembre la possibilità di effettuare gratuitamente un test rapido al mese per le persone con disabilità collaboranti e in grado di indossare la mascherina, per i volontari delle associazioni del Terzo settore che assistono anziani soli o persone con disabilità, per i caregiver familiari che assistono persone anziane o con disabilità e per i farmacisti che erogano il servizio.

Per effettuare il test è sufficiente prendere appuntamento con il farmacista, consultando l’elenco dellefarmacie aderenti sul sito della Regione Emilia Romagna. (r.cr.)

Foto d”archivio Regione Emilia Romagna

Coronavirus, tamponi gratis in farmacia solo per under 12 e chi non può vaccinarsi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA