Posts by tag: riaperture

Sport 31 Maggio 2020

Sport, focus sulle ripartenze: ancora tutti fermi i «combattenti», vanno meglio pattinatori e ginnaste

Il percorso delle ripartenze procede, accidentato come da inizio maggio. Prima gli sport individuali, poi gli sport di squadra, ma senza contatto, con distanziamento di sicurezza e con tutte le norme e i protocolli da rispettare: un ginepraio dove le stesse società fanno fatica a muoversi.

Nessuna ripresa per gli sport di squadra. Con i campionati dichiarati conclusi (a parte la serie C di calcio), le società non intendono correre rischi sanitari inutili. A meno di grosse novità, quindi, tutto rimandato alla stagione 2020/2021. Da segnalare, di contro, alcune realtà giovanili che hanno ripreso una parte delle attività, come l’Amaranto Castel Guelfo di calcio. Situazione complessa per gli sport di combattimento che, per definizione, contemplano la vicinanza e il contatto fisico. Al momento tutti gli allenamenti sono sospesi e pare piuttosto complesso vedere la luce in fondo al tunnel, come ci racconta Vito Ponzi, tecnico e presidente del Judo Imola.

Per quanto riguarda la ginnastica artistica, la Biancoverde Imola, dopo la ripartenza di martedì 5 maggio con le atlete di interesse nazionale, ha individuato altri due «step» di ripresa attività. Lunedì 18 maggio sono ripartite tutte le ginnaste dell’agonistica Gold; da lunedì 25, invece, è stata la volta dell’agonistica Silver. Rimandata a giugno, invece, la ripresa dei corsi. Semaforo verde per le realtà che si occupano di pattinaggio, nonostante qualche ostacolo più che prevedibile. L’Imola Roller, ad esempio, è stata costretta ad «emigrare» a Casalfiumanese in attesa di poter tornare nella tensostruttura della Tozzona. Chi ha ricominciato l’attività nel proprio impianto è la Magic Imola, che lunedì 18 maggio ha svolto il primo allenamento post-lockdown al Centro Sociale Zolino. Ripartenza anche per la Magic Roller Ozzano: i primi a trovarsi per gli allenamenti sono stati gli atleti di interesse nazionale mentre, a partire da questa settimana, la società emiliana ha accolto anche tutti gli altri tesserati. Lunedì 25 maggio, infatti, è arrivato il via libera anche per la riapertura delle palestre. A Imola ci si sta organizzando: qualcuno è già ripartito, altri lo faranno solo dalla prossima settimana. Tra questi ultimi inseriamo anche la palestra Buenavida. (an.cas.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 28 maggio.

Nella foto: misurazione della temperatura corporea per le pattinatrici della Magic Imola al Centro Sociale Zolino prima degli allenamenti

Sport, focus sulle ripartenze: ancora tutti fermi i «combattenti», vanno meglio pattinatori e ginnaste
Cronaca 16 Maggio 2020

Coronavirus, dal 18 maggio via al «decreto riaperture». Ecco chi riaprirà e cosa si potrà fare

Da lunedì 18 maggio, come noto, via libera al «decreto riaperture», con ulteriori limitazioni in meno per i cittadini. Non saranno più necessarie le autocertificazioni per spostarsi all”interno della propria regione e ci si potrà muovere senza alcuna limitazione, andando quindi dove si vuole (dal 3 giugno invece saranno consentiti gli spostamenti in tutta Italia) anche per incontrare amici. Rimane però il divieto di uscire per chi è positivo al virus e per chi è in quarantena o ha sintomi, come il divieto di creare assembramenti e mantenere comunque la distanza interpersonale di almeno un metro.

Obbligatorio in alcuni casi l’uso della mascherina che va comunque sempre portata con sé e indossata quando non si possono rispettare le distanze. Come confermato da giorni, poi, riapriranno tutte le attività di commercio al dettaglio, tutte le attività di cura della persona, estetisti, parrucchieri, ma anche bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, sempre però nel rispetto delle misure e i protocolli di sicurezza. Via libera anche a spiagge, messe e musei. Dal 25 maggio, invece, porte aperte a palestre, piscine, stabilimenti balneari e centri sportivi, mentre dal 15 giugno teatri, cinema ed attività ludico-ricreative per bambini. (da.be.)

IL TESTO DEL DECRETO

Foto Isolapress

Coronavirus, dal 18 maggio via al «decreto riaperture». Ecco chi riaprirà e cosa si potrà fare
Cronaca 12 Maggio 2020

Coronavirus, riaperture anticipate in Emilia-Romagna. L’onorevole Soverini: «La nostra regione farà da traino alla ripresa dell’Italia»

Sulla notizia delle riaperture anticipate in Regione è intervenuto anche l’onorevole Serse Soverini. «Consentire alle Regioni una maggiore autonomia decisionale sul versante delle possibili riaperture anticipate è un riconoscimento del lavoro che alcune fra loro, e prima di tutte l’Emilia-Romagna, hanno già avviato da tempo sul tema dei protocolli di sicurezza per i lavoratori dei diversi comparti produttivi. Imola e il Circondario sono stati particolarmente coinvolti fin da marzo, a seguito dell’incontro con l’assessore regionale al Lavoro e allo Sviluppo economico Vincenzo Colla ospitato dalla Sacmi, dimostrando la grande lungimiranza delle istituzioni e delle organizzazioni di categoria. Come parlamentari che rappresentano questo territorio, il nostro impegno sarà quello di promuovere le “buone pratiche” di tutela della salute, ma anche dell’occupazione, nate in Emilia-Romagna come esempio da seguire a livello nazionale. La nostra regione, e in essa Imola e il circondario, ha tutte le carte in regola per fare da traino alla ripresa economica del nostro Paese». (da.be.)

Nella foto: Serse Soverini

Coronavirus, riaperture anticipate in Emilia-Romagna. L’onorevole Soverini: «La nostra regione farà da traino alla ripresa dell’Italia»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast