Posts by tag: rocca

Cronaca 26 Dicembre 2022

Da Londra alla Rocca di Castel del Rio per documentare il dramma della Seconda guerra mondiale

Il dramma della Seconda Guerra Mondiale nell’imolese raccontato attraverso i filmati del Museo della Guerra di Londra. È ciò che hanno creato Marco Dalmonte e Candido Parrucci, soci fondatori dell’associazione culturale «Senio River 1944-1945», che domani, 27 dicembre (ore 20.15), presenteranno la lezione-documentario «Italian Victory: 1944- 1945» presso la Sala Magnum nella Rocca di Castel del Rio.

La proiezione fa parte della rassegna di undici appuntamenti che si terranno in altrettante località nelle province di Bologna, Ravenna e Ferrara, con possibilità di replica su richiesta nelle scuole. Si tratta di una testimonianza storica molto interessante, perché i filmati della guerra in Italia sono interamente di fonte inglese. (c.gam.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 22 dicembre.

Nella foto: la locandina dell’evento

Da Londra alla Rocca di Castel del Rio per documentare il dramma della Seconda guerra mondiale
Cronaca 17 Ottobre 2022

La Sala delle Armi della Rocca di Dozza torna all’antico splendore, inaugurazione del restauro dello spazio al Piano Nobile

Riapre, con un look rifatto a puntino, la Sala delle Armi del Museo della Rocca di Dozza. L’appuntamento è in programma il 20 ottobre, alle 17, che permetterà al pubblico di poter ammirare l’ambiente dal grande fascino, collocato nel piano nobile del castello, che nella sua configurazione attuale risale al XIX secolo. Fino a quell’epoca, infatti, lo spazio era destinato a foresteria per l’alloggio degli ospiti. Qui domina un soffitto ligneo completamente dipinto e le pareti presentano un intonaco a tinta unita. Le armi ora esposte sono una parte di quelle rinvenute nel 1960 all’interno della rocca.

Le opere di riqualificazione, commissionate dalla Fondazione Dozza Città d’Arte, si sono rese necessarie dopo la verifica di una serie di criticità legate agli inevitabili segni dello scorrere del tempo. Nella Sala delle Armi, infatti, erano visibili fessurazioni su gran parte delle pareti con la pellicola pittorica soggetta ad evidenti fenomeni di esfoliazione. L’intonaco sotto le finestre era fratturato e disgregato in più punti a causa di infiltrazioni d’acqua provenienti dall’esterno. Il pavimento sottostante presentava problematiche relative ad efflorescenze saline causate dal ristagno di acqua meteorica in arrivo dalle finestre. Il soffitto ligneo dipinto a cassettoni, infine, era attraversato da fessurazioni di varia entità e interessato da alterazioni cromatiche. Capitava talvolta di trovarne piccoli frammenti caduti a terra.

Il progetto di restauro della Sala si è dato l’obiettivo, di indagare e rispettare la complessità dell’ambiente. Da qui l’avvio dei lavori, sotto la direzione di Dervis Nanni e con la parte esecutiva affidata alla BioRes Restauri di Francesco Savoia e Marcello Pedocchi, concentrati in modo particolare sul soffitto, pavimento, pareti e infissi delle finestre. Inoltre, si è proceduto anche alla pulitura, al consolidamento strutturale. Un cronoprogramma che ha registrato intensi ritmi di lavorazione, da aprile a metà settembre 2022. I restauri hanno sollecitato anche l’ideazione di un nuovo allestimento finalizzato a valorizzare sia l’ambiente rimesso a nuovo sia oggetti storici che meritano di essere esposti nel percorso di visita del museo. Il costo complessivo dell’intervento ammonta a circa 70mila euro. I finanziamenti necessari sono stati ottenuti in massima parte attraverso il percorso di mecenatismo dell’Art Bonus, con il prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola sempre attenta al patrimonio storico, culturale, artistico e monumentale del territorio. Altre risorse provengono dal Servizio Patrimonio della Regione Emilia-Romagna e dal bilancio della Fondazione Dozza Città d’Arte.

L’evento inaugurale, che riconsegnerà alla collettività uno spazio completamente riqualificato, vedrà la presenza del sindaco di Dozza Luca Albertazzi, del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola Rodolfo Ortolani, del direttore dei lavori Dervis Nanni, dei rappresentanti di BioRes Restauri Francesco Savoia e Marcello Pedocchi e della presidente della Fondazione Dozza Città d’Arte Simonetta Mingazzini.

«Nel ringraziare la Fondazione Dozza Città d’Arte per l’impegno con le quali alimenta la gestione della Rocca e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola per la volontà di sostenere il patrimonio monumentale del territorio, mi preme sottolineare l’importanza di questa comunione d’intenti – spiega il sindaco di Dozza, Luca Albertazzi -. Un aspetto non trascurabile per la gestione, manutenzione e messa in risalto di tali ricchezze vengono lasciate totalmente a carico delle comunità locali».

Per Simonetta Mingazzini alla guida della Fondazione Dozza Città d’Arte «opo l’atrio, le tre logge del cortile e lo studiolo del Papa, è con vera soddisfazione che la Fondazione inaugura questo spazio rimesso completamente a nuovo Il restauro – conclude Mingazzini – è stato anche l’occasione per rispolverare ed esporre antiche armi preservate nel tempo e che avevano dato il nome alla sala, oltre agli arredi a tema».

Infine anche per la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola , nelle parole del presidente Rodolfo Ortolani «sono stati diversi gli interventi da noi sostenuti mirati alla conservazione e valorizzazione di questo prezioso edificio ed è dunque con piacere che, conclusi i lavori al piano nobile nella Sala Grande e nella Sala delle Armi, ci sentiamo partecipi nel restituire nella sua interezza la Rocca di Dozza a tutti coloro che vorranno visitarla e frequentarla». (r.cr.)

Nella foto del Comune di Dozza i lavori nella Sala delle Armi

La Sala delle Armi della Rocca di Dozza torna all’antico splendore, inaugurazione del restauro dello spazio al Piano Nobile
Cronaca 6 Ottobre 2022

A Dozza indagini sui fenomeni paranormali: «In Rocca un condottiero del XV secolo»

Il mondo del paranormale sbarca anche a Dozza. L’appuntamento è con «I misteri della Rocca di Dozza», organizzato dalla Fondazione Dozza Città d’Arte in collaborazione con il municipio, il prossimo 14 ottobre a partire dalle ore 20.30 dove, con tanto di visita notturna aperta al pubblico, saranno presentati i risultati delle indagini sui fenomeni paranormali condotte all’interno del castello dalla Compagnia di Ricerca. L’attiva realtà forlivese, che dal 2011 si occupa di ricerche nel settore, ha l’obiettivo di creare e di documentare i collegamenti tra il mondo visibile e quello invisibile. Una sorta di ponte tra le due dimensioni con l’interesse rivolto a quei luoghi ricchi di testimonianze storiche che non escludono elementi «medianico-energetici».

«A Dozza ci siamo imbattuti in un condottiero del XV secolo – racconta Nadia Fabbri, coordinatrice del gruppo Compagnia di Ricerca -. La Rocca di Dozza è stata per noi un’esperienza ricchissima di risultati a livello energetico. È una fortezza ancora viva. Ma ci vuole sempre rispetto quando si affrontano tematiche di questo genere. Questi fenomeni vengono spesso strumentalizzati e gruppi come il nostro, che cercano di fare ricerca in maniera seria, ne pagano le conseguenze» (r.cr.)

Nella foto: la Rocca di Dozza

A Dozza indagini sui fenomeni paranormali: «In Rocca un condottiero del XV secolo»
Cronaca 1 Ottobre 2022

Start Cinema gestirà il cinema alla Rocca e al Teatro dell’Osservanza per i prossimi tre anni. Previsti sconti per chi utilizza AppU

Prosegue l’avventura in terra imolese per Start Cinema. Dopo i nove anni di gestione del Rocca Cinema Imola e Cinema Osservanza, la realtà ravennate anche per il prossimo triennio ha ottenuto la rassegnazione di entrambe le sale. Si tratta di un appalto di circa 233mila euro.

Se per la programmazione di Rocca Cinema Imola, di fatto l’arena cinematografica estiva, il periodo non cambia, rimanendo dal 1 luglio al 5 settembre, per il Cinema Osservanza c’è un cambio sostanziale. Da questa stagione autunnal-invernale, infatti, e per i prossimi tre anni, da ottobre a maggio tutti i lunedì, martedì e mercoledì lo spettatore di cinema imolese potrà avere a disposizione una sala in più dove poter andare a vivere le emozioni «in celluloide». In questo caso la programmazione alternerà film, documentari ed eventi live. Come per tutte le altre sale anche il Cinema Osservanza programmerà in modo continuativo. Solo nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì ma con continuità granitica. Inoltre per chi scarica AppU Imola e mostra la schermata all’ingresso il biglietto sarà a prezzo ridotto

Il primo evento cinematografico in programma nel teatro dell’Osservanza è da lunedì 3 a mercoledì 5 ottobre, con la proiezione alle 21 de «La Grande Arte al Cinema: Tiziano. L’impero del colore». Un viaggio attraverso i capolavori e la vita del Maestro che incarnò l’animo di Venezia con la sua pennellata inconfondibile, l’uso unico del colore, l’abilità nel carpire le personalità dei protagonisti delle sue opere. Si passa poi alla settimana successiva, precisamente da lunedì 10 a mercoledì 12 ottobre, sempre alle 21, con Margini di Nicolò Falsetti. Film che narra le vicissitudini di un gruppo punk che decidono di far arrivare una famosa band americana nella loro piccola città. (r.cr.)

Nella foto d’archivio l’interno del Teatro Osservanza

Start Cinema gestirà il cinema alla Rocca e al Teatro dell’Osservanza per i prossimi tre anni. Previsti sconti per chi utilizza AppU
Cronaca 30 Ottobre 2021

L’esperimento del mago Casanova di «Striscia la notizia» alla Rocca di Imola

Andrà in onda questa sera su «Striscia la notizia» (Canale 5, ore 20.45), il servizio registrato all’interno della Rocca di Imola dal mago Casanova.

Un vero e proprio «esperimento sociale», nel quale si mettono in gioco le paure per esorcizzarle. Tra tanti ragazzi che siedono sui muretti attorno alla Rocca, Antonio Casanova ne ha scelti due per far loro vivere un esclusivo esperimento magico, all’interno di una Rocca illuminata e addobbata per la festa di Halloween.

Tra dame e cavalieri, rappresentati dai componenti dell’associazione imolese «Difensori della Rocca» che la rendevano viva, i ragazzi si troveranno a fare un vero salto nel tempo e ad incontrare le loro paure… senza avere paura. Per magia. (r.cr.)

Nella foto: il mago Casanova con i «Difensori della Rocca»

L’esperimento del mago Casanova di «Striscia la notizia» alla Rocca di Imola
Cultura e Spettacoli 30 Agosto 2021

Cinema alla Rocca, stasera in programma Nuevo Orden di Michel Franco

Continua la programmazione del cinema sotto le stelle alla Rocca di Imola. In cartellone, questa sera (ore 21) c’è Nuevo Orden, il film diretto da Michel Franco e vincitore del Leone d’argento – Gran premio della giuria alla 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. 

Città del Messico, 2021: in un clima di instabilità e rivolta popolare sta per avere luogo un matrimonio dell’alta società, quello tra la ricca Marianne Novelo e il fidanzato Alan. La cerimonia viene però interrotta da un gruppo di popolani che con l’aiuto dei domestici, fa irruzione nella villa dei genitori, compie un massacro e prende in ostaggio i partecipanti. La ragazza finirà nelle prigioni dell’esercito rivoluzionario, dove verrà torturata e usata come esca per la richiesta del riscatto. Ma il piano dei ribelli non punta anche a instaurare una dittatura militare. (r.cr.)

IL TRAILER DEL FILM 

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI SU BIGLIETTI E GREEN PASS

Cinema alla Rocca, stasera in programma Nuevo Orden di Michel Franco
Cultura e Spettacoli 28 Agosto 2021

Cinema alla Rocca, stasera c’è «Tenet» di Christopher Nolan

Continua la programmazione del cinema sotto le stelle alla Rocca di Imola. In cartellone questa sera (ore 21), salvo variazioni dovute al maltempo, c’è Tenet, diretto da Christopher Nolan, il primo grande film hollywoodiano a essere stato distribuito nelle sale cinematografiche dopo le chiusure forzate a causa della pandemia. 

Il film narra la storia di un agente della Cia senza nome che partecipa sotto copertura a un’operazione russa in Ucraina durante l’assalto terroristico al Teatro dell’Opera di Kiev per salvare un agente compromesso e recuperare un oggetto non identificato rubato. Scoprirà che questa operazione era anche un test per mettere alla prova non solo la sua fedeltà all’Agenzia, ma anche la sua propensione a rischiare la vita per salvare persone innocenti. Entra così a far parte di un programma misterioso, dove i partecipanti sono addestrati a eseguire gli ordini senza fare domande e dove il protagonista si troverà ad affrontare agenti che si muovono nel tempo e hanno pallottole che sparano a ritroso, ovvero rientrano nella pistola. I partecipanti non conoscono lo scopo di questo progetto, ma sanno che dall’esito dell’operazione dipende la sopravvivenza del mondo intero. (r.cr.)

IL TRAILER DEL FILM

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI SU BIGLIETTI E GREEN PASS

Nella foto: la locandina del film e le postazioni a sedere al cinema alla Rocca

Cinema alla Rocca, stasera c’è «Tenet» di Christopher Nolan
Cultura e Spettacoli 22 Agosto 2021

Cinema alla Rocca, stasera si torna agli anni ’40 con «Mank» di David Fincher

Continua la programmazione del cinema sotto le stelle alla Rocca di Imola. In cartellone, questa sera (ore 21), c’è Mank, il film diretto da David Fincher che ripercorre la vita dello sceneggiatore Herman Mankiewicz, scrittore dell”iconico film del 1941 «Quarto Potere» di Orson Welles.

«Victorville, California, 1940. Lo sceneggiatore alcolizzato Herman J. Mankiewicz, temporaneamente infermo a causa di un incidente, si isola nel mezzo del deserto del Mojave con due assistenti per dar vita a uno script commissionato da Orson Welles, ventiquattrenne talento del teatro a cui la RKO ha dato carta bianca – si legge sul sito di RoccaCinema –. Mankiewicz, detto Mank, cerca ispirazione tra i ricordi e rievoca eventi degli anni precedenti, che lo hanno visto spesso ospite del magnate William Randolph Hearst e al servizio del capo della MGM Louis Mayer. Tra questi le elezioni del 1934 per il governatore dello Stato, in cui simpatizzava per il candidato democratico dalle tendenze socialiste Upton Sinclair, apertamente osteggiato da Hearst e Mayer.

IL TRAILER DEL FILM

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI SU BIGLIETTI E GREEN PASS

Nella foto: la locandina del film e le postazioni a sedere al cinema alla Rocca

Cinema alla Rocca, stasera si torna agli anni ’40 con «Mank» di David Fincher
Cultura e Spettacoli 15 Agosto 2021

Cinema alla Rocca, a Ferragosto tutti a vedere «The Father» con Anthony Hopkins

Prosegue il cinema sotto le stelle alla Rocca di Imola. In cartellone, questa sera (ore 21), c’è The Father – Nulla è come sembra, il film diretto da Florian Zeller con Anthony Hopkins (la cui interpretazione gli è valso l’Oscar 2021 come miglior attore protagonista) ed Olivia Colman. Il film ha vinto la statuetta anche come miglior sceneggiatura non originale. 

Tratto dall”omonima pièce teatrale, il film racconta di una figlia alle prese con un bizzarro e divertente padre affetto da demenza senile. «Tra le vie residenziali della Londra benestante, Anne si reca a far visita al padre Anthony nel suo appartamento – si legge sul sito di RoccaCinema –. L”uomo, ottantenne, è rammaricato quando la figlia gli annuncia un prossimo trasferimento a Parigi per raggiungere l”uomo che ama, e chiede cosa ne sarà di lui. Poco dopo, sempre in casa sua, Anthony trova un uomo seduto a leggere il giornale, il quale sostiene di essere il padrone di casa e il marito di Anne. Pur vivace e a tratti ben lucido, Anthony mostra sintomi del morbo di Alzheimer, dimenticando fatti, luoghi e persone. Nel rapporto con i suoi familiari e con la giovane badante Laura, ultima di una lunga serie, la vita di Anthony prosegue per frammenti confusi che la sua mente non riesce più a ricomporre».

IL TRAILER DEL FILM

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI SU BIGLIETTI E GREEN PASS

Nella foto: la locandina del film ed il pubblico in un’edizione passata del cinema alla Rocca

Cinema alla Rocca, a Ferragosto tutti a vedere «The Father» con Anthony Hopkins
Cultura e Spettacoli 14 Agosto 2021

Ferragosto di storia e cultura a palazzo Tozzoni ed alla Rocca Sforzesca

Ferragosto di cultura, storia e arte a Imola. Domani, infatti, così come a San Cassiano, saranno aperti al pubblico sia Palazzo Tozzoni (via Garibaldi 18 e viale Rivalta 93) che la Rocca Sforzesca (piazzale Dalle Bande Nere).

Entrambi i musei apriranno le loro porte dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Per quanto riguarda le modalità di visita, a Palazzo Tozzoni l’accesso dei visitatori sarà di 10 persone ogni ora con tre turni al mattino e quattro al pomeriggio. Alla Rocca sforzesca, invece, l’accesso dei visitatori sarà di 15 persone ogni ora, sempre con tre turni al mattino e quattro al pomeriggio. La visita sarà accompagnata, ma non guidata e la durata massima sarà di 60 minuti. (r.c.)

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

Nella foto: Palazzo Tozzoni

Ferragosto di storia e cultura a palazzo Tozzoni ed alla Rocca Sforzesca

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA