Posts by tag: scuole

Cronaca 18 Giugno 2018

Bimbi in trasferta e lavori nelle materne Guido Rossa e Toschi Cerchiari di Toscanella e Dozza

C’è del movimento nelle scuole dell’infanzia statali di Toscanella e Dozza. In questi giorni, infatti, sono iniziati i lavori nella materna Guido Rossa di via Poggiaccio nella frazione, mentre la Giunta di recente ha approvato un corposo progetto preliminare per ristrutturare anche la Toschi Cerchiari di via Calanco a Dozza, chiusa a inizio anno dopo le verifiche sulla vulnerabilità sismica.

Per quanto riguarda la prima, si tratta di un’opera da 360 mila euro finanziata all’interno cosiddetta programmazione scolastica triennale. In sostanza, l’intervento è finanziato tramite mutui trentennali stipulati dalle Regioni, mentre gli oneri dei mutui, sia per la parte capitale che per gli interessi, saranno a carico dello Stato ed esclusi dal Patto di stabilità. Sebbene con un po’ di ritardo (l’intervento alla materna di Toscanella inizialmente era previsto nel 2016), il meccanismo è avviato e consente agli enti locali di effettuare manutenzioni che difficilmente avrebbe potuto preventivare in altro modo.

«La Guido Rossa è una scuola che ha 40 anni e necessità di una riqualificazione complessiva – dettaglia l’assessore ai Lavori pubblici, Roberto Conti -. Innanzitutto, verrà effettuato un consolidamento sismico inserendo nel perimetro esterno e in alcune pareti dei micropali di rinforzo e verrà rifatto il muro di giunto che unisce i due blocchi. In aggiunta, si prevede il rifacimento di pavimentazione, bagni e infissi e la realizzazione del cappotto esterno».

Ad occuparsi dei lavori è la ditta Zini Elio, che ha proposto un ribasso del 24%. «Servirà tutta l’estate, ma vogliamo completare l’intervento prima dell’inizio dell’anno scolastico, che per la materna sarà il 17 settembre» assicura Conti. Nel frattempo, da venerdì 8 giugno, proprio in concomitanza con la fine delle lezioni alle elementari, i bimbi delle tre sezioni della materna sono stati traslocati presso la primaria Giuseppe Pulicari, dove resteranno fino a fine giugno. «Abbiamo trasferito solo lo stretto necessario per consentire ai bimbi di completare le ultime tre settimane – aggiunge Conti -. Se sarà necessario, nei servizi igienici inseriremo degli “adattatori” o dei gradini».

I bimbi della Guido Rossa non sono gli unici in «trasferta». Da inizio 2018, infatti, i 22 che frequentano la materna Toschi Cerchiari sono stati spostati presso la vicina scuola elementare Giovanni Pascoli, Pascoli, dove rimarranno per alcuni anni, finchè non verranno realizzati gli interventi necessari per ridurre la vulnerabilità sismica del vecchio edificio, che risale agli anni Venti ed è diventato di proprietà del Comune solo nel 2017 (prima era dell’Ipab).

Qui la novità è che di recente la Giunta ha approvato il progetto preliminare che prevede una corposa ristrutturazione da 740 mila euro «che abbiamo presentato per partecipare al bando 2018/2020 della programmazione scolastica triennale nella prima annualità – spiega il sindaco, Luca Albertazzi -. In autunno contiamo di conoscere la graduatoria per l’accesso ai finanziamenti».

Il progetto prevede «la realizzazione di due sezioni al piano nobile (finora ce n’era una sola) e lo spostamento del dormitorio nel seminterrato – spiega l’assessore Conti -. Inoltre, al primo piano verranno ricavati gli spogliatoi per le insegnanti e i depositi, mentre all’esterno verrà realizzata una scala esterna come via di fuga in caso di emergenza e un ascensore per abbattere le barriere architettoniche. A questo si aggiunge un intervento di miglioramento sismico e nei prossimi mesi dovremo confrontarci con la Soprintendenza». (gi.gi.) 

Nella foto la materna la Guido Rossa di Toscanella

Bimbi in trasferta e lavori nelle materne Guido Rossa e Toschi Cerchiari di Toscanella e Dozza
Cronaca 29 Maggio 2018

Una nuova pista di atletica per gli studenti delle scuole di via Basoli a Castel Guelfo

Buona notizia per gli studenti che frequentano la scuola elementare e la media Papa Giovanni Paolo II di via Basoli a Castel Guelfo. Il Comune, infatti, ha deciso di realizzare una pista di atletica che potranno utilizzare gli alunni per allenarsi. «La scuola ce la chiede da tempo – motiva il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Claudio Franceschi -. Finora, infatti, per allenarsi in vista dei giochi della gioventù, utilizzavano gli impianti sportivi di Imola».

La pista verrà costruita adiacente alla recinzione della scuola, dove oggi c’è un’area verde. «Sarà lunga 100 metri e avrà sei corsie realizzate con un manto sintetico, più la buca per il salto in lungo con la sabbia – dettaglia Franceschi -. Lo studio tecnico Massari, che ha curato la progettazione, ha realizzato e ci ha donato anche un plastico che mostra come sarà».

Complessivamente, tra progettazione e lavori veri e propri, l’intervento avrà un costo di 95 mila euro che sarà coperto con risorse proprie dell’ente locale che derivano dall’avanzo di bilancio. «Come Amministrazione pensiamo sia giusto investire nello sport perché è un’attività che va incentivata anche per contrastare la tendenza all’obesità e la sedentarietà». Fatta la progettazione, ora dovrà essere pubblicato il bando per affidare i lavori e poi si potrà partire con l’intervento. «L’obiettivo è ultimare tutto al più tardi entro la primavera del 2019, prima della fine del nostro mandato» conclude Franceschi.

gi.gi.

Nella foto: il vicesindaco Claudio Franceschi mostra il plastico della pista di atletica

Una nuova pista di atletica per gli studenti delle scuole di via Basoli a Castel Guelfo
Cronaca 28 Maggio 2018

Presentato il progetto per il nuovo polo scolastico di Osteria Grande

Entra nel vivo la realizzazione del nuovo polo scolastico di Osteria Grande. La costruzione di nido e materna (3 milioni e 600 mila euro) è in capo all”Inail e lunedì 14 maggio nel centro civico di via Broccoli è stato presentato (presenti una quarantina di cittadini) il progetto di nido e materna, del quale si sta occupando lo studio di architettura Colucci&Partners di Pontedera. «E’ uno studio di fattiblità tecnicoeconomica, al quale seguiranno a breve le altre fasi di progettazione, da completare entro dicembre 2018 – spiega il dirigente dell’ufficio tecnico castellano, Angelo Premi -. Lo stesso studio, inoltre, si sta occupando del masterplan (il piano generale, ndr) di tutto il resto del polo scolastico».

A questo proposito, rispetto alla prima bozza del 2013, sono state invertite la posizione dell’auditorium e della primaria, che è stata spostata al centro. Il nuovo polo scolastico occuperà un’area di 25 mila metri quadri compresa tra via Broccoli e via Rodari, abbracciando il centro civico della frazione castellana. «La grande quercia presente all’interno dell’area verde è diventata il simbolo del nostro progetto e verrà mantenuta – racconta l’architetto Giuseppe Colucci -. Inoltre, ci saranno ampi scorci in direzione del torrente Quaderna».

L’area destinata a nido e materna, quella alle spalle del centro civico, sarà pari a circa 9 mila metri quadri. La materna, più vicina al centro civico, avrà una superificie di 1.150 metri quadri e sei sezioni (per 150 bambini in tutto) con una zona soggiorno e una zona dedicata al riposo dei bimbi che potrà essere usata anche come «spazio atelier», ossia per esporre i lavori realizzati. Inoltre, sono previsti servizi igienici, laboratori per la musica e attività psicomotorie e un’agorà, ossia «un’ampio spazio all’ingresso dedicato all’accoglienza» dice Colucci. Passando al nido, una struttura da 760 metri quadri, sono previste tre sezioni (per 73 bimbi) con zona soggiorno, riposo e bagni, più spazi per laboratori e l’agorà centrale. «Ogni sezione avrà un’ampiezza di almeno 50 metri quadri – precisa Colucci -. Inoltre, abbiamo pensato a delle pareti mobili per rendere la scuola modulare e far sì che la struttura possa essere adeguata alle esigenze per molti anni». Sia nido che materna avranno le fondazioni in cemento armato, mentre la struttura sarà in legno e gli infissi in alluminio. Inoltre, saranno dotate di impianto di climatizzazione, pannelli fotovoltaici e radianti per acqua calda sanitaria, riscaldamento a pavimento e pannelli fonoassorbenti sul suffitto. All’esterno, invece, verranno realizzate delle pensiline «con la duplice funzione di protezione dalla pioggia e schermatura dai raggi del sole» aggiunge Colucci.

L’accesso a entrambe le strutture sarà da via Rodari, «in fondo alla quale verrà realizzato un nuovo parcheggio con i soldi della lottizzazione Quaderna» dice il sindaco, Fausto Tinti. Inoltre, i due immobili che ospiteranno nido e materna, pensati come unico polo d’infanzia, «avranno un accesso unico, un’area accoglienza da 73 mila metri quadrati con le pareti vetrate con la funzione di cerniera» precisa l’architetto. Per accedere alla primaria, invece, è previsto un secondo ingresso da via Broccoli. Per l’Amministrazione castellana, che tanto si è spesa per il nuovo polo scolastico, si tratta di un lavoro impegnativo durato anni. «Come obiettivo di mandato ci siamo dati l’impegno di realizzare sia la parte in capo all’Inail che quella in capo al fondo immobiliare – conclude Tinti -. Nel 2019 partiranno entrambi i cantieri e contiamo di realizzare l’intero polo scolastico entro il 2020».

gi.gi.

Nella foto: il rendering delle nuove scuole

Presentato il progetto per il nuovo polo scolastico di Osteria Grande
Sport 23 Maggio 2018

Al «Galli» oltre 350 ragazzi per i Giochi Studenteschi di atletica dedicati a Domenico Dadina

Sabato scorso, allo stadio comunale «Romeo Galli» di Imola, era in programma la fase comunale dei Giochi Sportivi Studenteschi di atletica leggera riservata alle scuole secondarie di 1° grado e valida come terza edizione del «Trofeo Domenico Dadina». L”organizzazione, gestita dall”Assessorato allo Sport insieme all”Atletica Imola Sacmi Avis e al Gruppo Giudici Imolesi, ha permesso la partecipazione di oltre 350 studenti in rappresentanza delle scuole «Innocenzo da Imola», dell’Istituto Comprensivo 1, con le scuole di Sesto Imolese e Mordano, «Sante Zennaro», «Andrea Costa», «Orsini» e «San Giovanni Bosco».

Gli studenti hanno gareggiato nelle 5 discipline previste, ovvero 80, 800, lungo, alto, lancio del peso e nelle staffette, con la vittoria finale che è andata, per il terzo anno consecutivo, alla scuola «Orsini» dell”Istituto Comprensivo n. 7.

r.s.

Nella foto: la premiazione del Trofeo Domenico Dadina, consegnato dai famigliari di «Dado». Presente la mamma Maria, le sorelle Daniela e Deanna e la nipote Pamela

Al «Galli» oltre 350 ragazzi per i Giochi Studenteschi di atletica dedicati a Domenico Dadina
Cronaca 22 Maggio 2018

Un giardino nuovo per i bimbi di nido e materna grazie ai genitori e alla comunità della frazione

Un giardino risistemato e con nuovi giochi. E’ quello che fa bella mostra di sé nell’area esterna del nido e della scuola dell’infanzia di Sesto Imolese, inaugurato giovedì 10 maggio con una grande festa che ha coinvolto bambini, genitori e la comunità della frazione, a cominciare dal parroco don Francesco Gaetta e dal responsabile del servizio comunale Infanzia Daniele Chitti.

Il Comune di Imola, infatti, ormai da diversi decenni gestisce il nido e la scuola dell’infanzia posta all’interno di un edificio di proprietà della parrocchia. I due servizi accolgono complessivamente 100 bambini d’età compresa tra 5 mesi e 6 anni. E sono gli unici servizi di questo tipo disponibili a Sesto Imolese. Ebbene, nel 2014-2015 i genitori dei bimbi ospitati nel nido e nella scuola d’infanzia hanno concordato un percorso per la riqualificazione dell’area verde esterna. Riqualificazione interamente progettata e messa in opera da loro stessi, grazie a diverse professionalità presenti nel gruppo, a cominciare da un architetto e da diversi professionisti dell’edilizia. Il 2015 è stato dedicato alla progettazione, dopo aver condiviso le idee e i desideri di tutti i genitori e il parere educativo espresso dal personale. Nel 2016 sono stati raccolti i fondi necessari per la risistemazione del terreno, attraverso alcune iniziative pubbliche promosse dai genitori e un contributo della proprietà. Verso la fine dello stesso anno, l’area è stata adeguatamente sistemata a titolo volontario dai genitori in possesso delle competenze tecniche necessarie.

Nel 2017 si è potuto utilizzare il contributo di un locale supermercato per poter acquistare e installare i nuovi arredi di gioco.Nel complesso «si è trattato di una bella esperienza di progettazione e di realizzazione partecipata a cui ha concorso un’intera comunità, che ha dimostrato un solido attaccamento e una diretta e fattiva responsabilizzazione per le proprie scuole». (r.c.)

Un giardino nuovo per i bimbi di nido e materna grazie ai genitori e alla comunità della frazione
Ciucci (ri)belli 21 Maggio 2018

La canzone «A scuola a piedi» degli studenti castellani vince progetto regionale

Con la canzone A scuola a piedi” le classi terze della scuola primaria Albertazzi hanno vinto il concorso creativo “(r)umori della città”, indetto dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito del progetto Siamo nati per camminare 2018.

Lo scorso venerdì 18 maggio gli studenti hanno partecipato alla premiazione nella sede della Regione.

La canzone, divertente e poetica, ha saputo esprimere il tema del concorso “dialogando” con la città, partendo dalle esperienze di analisi e ascolto del paesaggio che hanno incontrato andando a scuola con il Pedibus organizzato nella settimana dal 16 al 22 aprile 2018.

«Siamo molto soddisfatti e orgogliosi del successo ottenuto dalle classi terze della Scuola Albertazzi – afferma la vicesindaca Francesca Farolfi, che nella mattina di venerdì 18 maggio insieme alle insegnanti ha accompagnato i ragazzi all’evento finale del progetto a Bologna, presso la sede della Regione Emilia Romagna –. Il testo che hanno composto racconta il loro entusiasmo nel fare insieme una passeggiata a piedi fino a scuola. Il progetto è frutto della collaborazione tra le classi di Albertazzi e Sassatelli che hanno aderito e le rispettive famiglie che lo hanno condiviso, incoraggiando i bambini a prenderne parte. Grazie anche ai volontari delle associazioni Alpini e Carabinieri, che hanno accompagnato il Pedibus in sicurezza».

Il gruppo delle insegnanti

All’incontro erano presenti anche due classi, provenienti da Ferrara e da Campagnola Emilia (RE), vincitrici dell’altro concorso, intitolato “Siamo nati per camminare… e muoverci in modo sostenibile”, legato allo stesso progetto. Le due classi delle Albertazzi avevano partecipato anche a quest’ultimo concorso, insieme a 15 classi delle scuole primarie Sassatelli di Castel San Pietro.

Dopo aver dichiarato le abituali modalità utilizzate per andare a scuola, nella settimana dal 16 al 22 aprile tutti i ragazzi avevano compilato una tabella dove hanno indicato con quale mezzo ogni giorno si erano recati a scuola. La Regione ha premiato le classi che hanno ottenuto i migliori risultati, sia in termini di miglioramento rispetto alla situazione precedente all’iniziativa, sia in termini di valore assoluto.

Nella mattina di venerdì 18 le scolaresche si sono confrontate sui temi della mobilità sostenibile con gli assessori presenti. Poi si è tenuta la premiazione dei vincitori e, al termine, i ragazzi delle Albertazzi hanno cantato la loro canzone.

Le immagini della giornata e l’audio della canzone sono su www.cspietro.it. Un servizio video sull’evento si può vedere nella pagina Facebook dell’emittente Trc Bologna: https://www.facebook.com/trcbologna/videos/1762014347178787/

A scuola a piedi (audio)

Testo composto dagli alunni di 3D e 3E sulla musica di “Viva la mamma” di Edoardo Bennato, in collaborazione con il prof. Maurizio Guerra.

A scuola a piedi

è divertente tu lo sai non ci credi

nel boschetto gli uccellini sentiamo

dai vieni a piedi con me

A scuola a piedi

lungo la strada ci saluta la gente

siamo un simpatico allegro serpente

dai vieni a piedi con me

Da Casatorre alla Scuola Albertazzi

partono tanti assonnati ragazzi

a scuola a piedi perché

il progetto com’è…… meraviglioso!

A scuola a piedi

sotto i portici il profumo del pane

del formaggio, del caffè, del salame

dai vieni a piedi con me

A scuola a piedi

un venticello ti rinfresca la faccia

un po’ di sole ti riscalda le braccia

dai vieni a piedi con me

Da Viale Roma per la via del centro

auto, persone che gran movimento

a scuola a piedi perché

il progetto com’è…… meraviglioso!

Bang bang, la sveglia che suona

bang bang, devi andare a scuola

bang bang, soltanto un momento

per sognare ancora!

… ♫ … ♪ … ♫ … ♪…

A scuola a piedi

sotto il Cassero c’è l’edicolante

che ci saluta col sorriso smagliante

dai vieni a piedi con me

A scuola a piedi

coi tuoi amici tu percorri il vialetto

arrivi in classe e ti senti perfetto

dai vieni a piedi con me

dai vieni a piedi con me

dai vieni a piedi…

dai vieni a piedi con me!

La canzone «A scuola a piedi» degli studenti castellani vince progetto regionale

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast