Posts by tag: teapak

Cronaca 16 Febbraio 2021

Fondazione Crimola e Teapak donano all’Istituto Montecatone un ecografo portatile di ultima generazione

La Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e l’azienda Teapak hanno donato alla Fondazione Montecatone Onlus un nuovissimo ecografo portatile Siemens Acuson Redwood. L’apparecchio, del valore di oltre 45 mila euro, è stato acquisito grazie ed un contributo della Fondazione Crimola di 40.384 euro e una donazione della Teapak di ulteriori 5 mila euro. «Il bisogno che la Fondazione Montecatone ha espresso ci ha fatto capire che disporre di questa macchina fosse una priorità – ha aggiunto Rodolfo Ortolani, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola – per questo ci siamo mossi di conseguenza sapendo bene che l’impatto che un investimento ha su questa struttura è moltiplicato dal prestigio di Montecatone sul territorio non solo locale, ma regionale e nazionale». «Fare del bene fa bene e ci fa star bene – ha ricordato infine Roberto Cisotto di Teapak – è il nostro motto che fa capire come la nostra filosofia aziendale sia sempre quella di mettere la persona al centro. Lo facciamo con i nostri prodotti, ma anche con le azioni quotidiane a favore del nostro territorio e questo aiuto che diamo a Montecatone va proprio nella direzione di aiutare il prossimo». 

«Il nuovo ecografo – spiega Pamela Salucci direttore dell’Unità Gravi Cerebrolesioni di Montecatone – permetterà di realizzare diverse valutazioni e applicazioni, dall’urologia alla cardiologia all’ambito riabilitativo, utilizzando metodiche non invasive. Le potenzialità di questo ecografo permettono una prima diagnosi velocissima che consente al medico di poter vedere in tempo reale eventuali problematiche e poi disporre eventuali approfondimenti». «La nuova apparecchiatura – ha ricordato Mario Tubertini, Direttore Generale dell’Istituto di Montecatone – ci permetterà di proseguire nel percorso di rinnovamento tecnologico». «L’amicizia operativa che da tempo abbiamo consolidato con la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e recentemente con la Teapak S.r.l. – aggiunge Marco Gasparri, presidente della Fondazione Montecatone Onlus – è solida e fa capire ancora una volta quanto sia stretto il legame tra il tessuto socio – economico del territorio e una delle sue eccellenze». (r.cr.)

Nella foto: la consegna del nuovo ecografo. Da sinistra, Marco Gasparri, Roberto Cisotto, Pamela Salucci, Rodolfo Ortolani e Mario Tubertini

Fondazione Crimola e Teapak donano all’Istituto Montecatone un ecografo portatile di ultima generazione
Economia 2 Ottobre 2020

L’imolese TeaPak premiata a Roma dal premier Conte per il welfare aziendale e la resilienza al Covid

L’imolese TeaPak, che miscela e confeziona tisane bio a marchio YogiTea, è tra le aziende italiane premiate lo scorso 22 settembre a Roma alla presenza del premier Giuseppe Conte, nell’ambito del Welfare Index Pmi, indetto da Generali Italia. Il riconoscimento è andato alle aziende che si sono più distinte nel welfare aziendale.

In più, TeaPak ha ottenuto la menzione speciale per la resilienza al Covid 19, assegnata alle aziende italiane, una ventina, «che si sono particolarmente contraddistinte nell’affrontare l’emergenza sanitaria, utilizzando il welfare aziendale come leva per la continuità del business e la fidelizzazione dei lavoratori, offrendo ai dipendenti e alla comunità di riferimento supporto specifico e vicinanza in un momento di grande difficoltà». «È necessario – commenta il managing director di TeaPak, Andrea Costa – che si prenda consapevolezza del fatto che le imprese sono fatte di persone e queste sono la risorsa più importante: senza di loro l’azienda, e tutto ciò che ruota attorno ad essa, si ferma». (lo.mi.)

Nella foto: un momento della premiazione

L’imolese TeaPak premiata a Roma dal premier Conte per il welfare aziendale e la resilienza al Covid
Cronaca 15 Luglio 2020

La nuova casa di TeaPak, sfida vinta contro il tempo

«Una tempesta perfetta». Così Andrea Costa, fondatore e managing director dell’azienda imolese TeaPak, riassume la complessità degli ultimi mesi.
Mesi in cui ai lavori di costruzione della nuova sede in via Bicocca 15 e al trasloco da via Colombarotto, che in base alla meticolosa tabella di marcia doveva avvenire a metà febbraio, è piombata la variabile imprevista del Covid, che, per di più, ha inaspettatamente generato in tutto il mondo un picco di richieste di tisane.

(…) A un anno esatto dalla cerimonia di posa della prima pietra, l’azienda è oggi operativa nella nuova sede di 12 mila metri quadri, costata circa 25 milioni di euro e realizzata da un pool di imprese (tra cui Cims e Cti), coordinate da Cefla.
(…) «La sfida è stata doppia – racconta Costa – perché oltre alla nuova costruzione abbiamo portato avanti senza mai fermarci la produzione nel vecchio stabilimento, fino a trasloco completato. Durante l’emergenza Covid i due contesti, cantiere e produzione, si sono dimostrati completamente diversi da gestire. Per seguire scrupolosamente il piano di sicurezza durante le prime fasi del lockdown, la presenza operativa in cantiere si è più che dimezzata e così l’inizio del trasloco è stato posticipato di qualche settimana. Se così non fosse stato avremmo dovuto rinviare tutto di un anno, data la stagionalità del nostro lavoro. Nonostante questo, abbiamo portato a termine il trasferimento entro i giusti tempi, soprattutto grazie all’elasticità della programmazione che è stata studiata nei minimi dettagli». (lo.mi.)

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 9 luglio

La nuova casa di TeaPak, sfida vinta contro il tempo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast