Posts by tag: toscanella

Cronaca 29 Dicembre 2020

Coronavirus, troppi giovani in piazza Libertà a Toscanella: il sindaco Albertazzi firma un’ordinanza anti assembramento

Il sindaco di Dozza Albertazzi, a seguito di diverse segnalazioni pervenute riguardo ad assembramenti di giovani in piazza Libertà a Toscanella ed in particolare nelle aree pertinenziali al Centro Comunale Polivalente (scalinate, ballatoi, parti comuni interne ecc.) con comportamenti non rispettosi delle disposizioni emanate per contenere l”emergenza sanitaria in atto, oggi ha deciso di adottare un’apposita ordinanza che prevede il divieto di stazionamento e assembramento nelle suddette aree.

Restano consentiti, nel rigoroso rispetto delle disposizioni vigenti in materia di prevenzione del contagio da Covid-19, l’accesso ai servizi pubblici e alle attività commerciali nonchè lo svolgimento del mercato settimanale. La violazione delle disposizioni comporta una sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro. (da.be.)

Nella foto: piazza Libertà a Toscanella

Coronavirus, troppi giovani in piazza Libertà a Toscanella: il sindaco Albertazzi firma un’ordinanza anti assembramento
Cronaca 9 Novembre 2020

Cuochi irregolari e alimenti senza tracciabilità, nei guai il titolare di un ristorante

I carabinieri di Dozza, insieme ai reparti speciali dell’Arma di Bologna, Nas e Nil, durante i controlli per limitare la diffusione del virus, hanno sanzionato il titolare di un ristorante.

L’uomo, benché in regola con l’attuale normativa anti Covid-19, aveva organizzato un pranzo per una ventina di persone, facendo uso di un paio di cuochi assunti senza un regolare contratto di lavoro e utilizzando alimenti sprovvisti della tracciabilità prevista dalla normativa.

I militari hanno così sequestrato una quarantina di kg di alimenti e sanzionato il ristorante di 10 mila euro circa per le carenze igieniche e la presenza di lavoratori irregolari. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Cuochi irregolari e alimenti senza tracciabilità, nei guai il titolare di un ristorante
Cronaca 30 Ottobre 2020

«Un salto in edicola» raggiunge l’attività di Lorella Cavini a Toscanella

Quando ero piccola, segnavo sul diario di scuola la data di uscita in edicola delle mie riviste preferite per non perderne neanche una: prima Topolino e Pk, la saga di Paperinik di cui ricordo la nascita, poi Cioè e Focus quando frequentavo già le medie. La mia edicola era l’edicola Cavini a Toscanella, dove ho vissuto fino alla terza media. Da allora la mia passione per giornali e riviste è cresciuta con me, ne leggo molte, diverse fra loro, e sono diventata anche giornalista. A Toscanella, al civico 59 di via Emilia, l’edicola c’è da decenni. Lorella Cavini ne ha preso la gestione nel 1989: prima come sola edicola, mentre la precedente gestione continuava con l’attività di cartoleria nel locale accanto, poi trasformandola nell’attuale edicola cartoleria, dopo aver riunito i due locali quando la vicina cartoleria ha chiuso.

Oggi nell’edicola cartoleria Cavini si trovano giornali per tutti i gusti e tutto l’occorrente per la scuola, compresi i libri scolastici. «Aggiungere l’attività di cartoleria è stato importante sia come servizio per il paese sia per contrastare il costante calo delle vendite dei giornali dagli anni Novanta – spiega Cavini -. La gente oggi legge poco un po’ per mancanza di abitudine e un po’ per mancanza di tempo. Durante il lockdown abbiamo venduto tantissimi giornali, riviste e soprattutto enigmistiche; poi quando la vita è tornata alla normalità anche il tempo destinato alla lettura è rientrato e le vendite sono nuovamente calate. È giusto che le nuove generazioni siano improntate alla tecnologia che sta già cambiando il mondo, ma è altrettanto giusto non perdere la manualità della lettura e il gusto di un libro o di un giornale fra le mani». (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 29 ottobre.

Nella foto: Lorella Cavini e Marica Spoglianti, dell’edicola cartoleria di Toscanella

«Un salto in edicola» raggiunge l’attività di Lorella Cavini a Toscanella
Cronaca 3 Ottobre 2020

Approvato il progetto definitivo per la rigenerazione dell’impianto sportivo «Papparelli» di Toscanella

Lo scorso 30 settembre la Giunta del Comune di Dozza ha approvato il progetto definitivo del lavori necessari per la riqualificazione dell’impianto sportivo «V. Papparelli» di Toscanella, ai fini della partecipazione al bando emesso dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri «Sport e periferie 2020». Il bando prevede, infatti, anche la possibilità di presentare interventi da finanziare rivolti alla realizzazione, rigenerazione, completamento e adeguamento di impianti sportivi finalizzati all’attività agonistica.

L’attuale impianto sportivo risale agli anni ’80 ed è stato oggetto, successivamente, di alcuni interventi per opere complementari. E’ composto da un campo da calcio, un edificio ad uso spogliatoi e servizi, uno spazio per allenamento, un campo da calcetto e una pista di atletica. Nel corso degli anni e a seguito anche dello sviluppo del polo scolastico e della zona residenziali limitrofi, sono sorte diverse esigenze evidenziate sia dalle società sportive che ne fruiscono ma anche da parte della cittadinanza, che hanno indotto l’Amministrazione Comunale a valutare la necessità di una rigenerazione complessiva dell’impianto. In particolare riguardano le dimensioni dell’attuale parcheggio non adeguato per rispondere alle necessità dei fruitori, la mancanza di locali ad uso deposito e insufficienti per l’utilizzo, l’adeguamento dei terreni da gioco e alcune parti in stato di non utilizzo. Il progetto prevede infatti interventi di demolizione di strutture e/o impianti non a norma, fatiscenti o non utilizzati, la riorganizzazione degli spazi per realizzare un campo da calcio omologabile per competizioni agonistiche di diverse categorie, la realizzazione di un nuovo edificio per spogliatoi, magazzini, locale infermeria ecc.,  aree libere in erba per allenamenti e alloggiamenti di attrezzature nonché un nuovo parcheggio di circa 45 posti auto.  

L’importo complessivo del progetto, per il quale verrà presentata richiesta di contributo statale, ammonta a 700 mila euro. La rigenerazione dell’impianto verrà comunque realizzata anche nell’ipotesi di non concessione del finanziamento. «Siamo molto soddisfatti – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi – dell’approvazione di questo progetto, perché ci consente di avanzare richiesta di contributo per la sistemazione di un impianto che risulta strategico per la nostra Comunità. L’impianto è oggi un punto di riferimento per molti cittadini e richiama bambini e ragazzi alla pratica sportiva, oltre che contribuire allo sviluppo dell’aggregazione, in particolare giovanile, senza discriminazione alcuna». (da.be.)

Nella foto: lo stralcio del progetto

Approvato il progetto definitivo per la rigenerazione dell’impianto sportivo «Papparelli» di Toscanella
Cronaca 17 Settembre 2020

Il virus annulla il Festival di Mezzo a Toscanella, al suo posto il Mercato al centro La Tartaruga

Il tradizionale Festival di Mezzo quest’anno non si svolgerà a causa delle restrizioni richieste per la prevenzione del contagio da Coronavirus, che però sarà sostituito dal Mercato di Mezzo, che avrà luogo sabato 19 settembre, dalle ore 16 alle ore 19, al Centro occupazionale La Tartaruga, in via Capitolo 2 a Toscanella di Dozza.

Si potrà visitare il mercatino dei prodotti di aziende agricole locali, che offriranno assaggi di birra, confetture e altri prodotti biologici del territorio, e dell’oggettistica artigianale prodotta dalle ragazze e dai ragazzi de La Tartaruga. «Il Mercato di Mezzo è stato pensato come un’occasione di socialità e di condivisione, durante la quale riusciremo a dare valore alle attività che ci accompagnano nel nostro percorso quotidiano. Siamo davvero lieti di poter riaprire le porte a tutti gli amici che a causa del periodo di lockdown non abbiamo potuto frequentare liberamente», dice Monia Zavagli, responsabile dell’Area salute mentale e disabilità di Seacoop, la cooperativa sociale che gestisce La Tartaruga.

Durante il pomeriggio sarà possibile visitare il Pollaio sociale e assistere al concerto dal vivo del gruppo «I Balconi». Nell’area della festa sarà allestita una mostra con i dipinti e le illustrazioni di Stefania De Salvador e Nicole Sormanni. In caso di maltempo l’evento verrà annullato. (r.cr.)

Nella foto: la locandina dell’evento

Il virus annulla il Festival di Mezzo a Toscanella, al suo posto il Mercato al centro La Tartaruga
Cronaca 14 Settembre 2020

La palestra comunale di Toscanella sarà intitolata a Manuela Gallon, giovane scomparsa nella Strage di Bologna

Si sono conclusi di recente i lavori di riqualificazione della palestra comunale di Toscanella, collocata presso la Scuola Media «A. Moro». Gli interventi hanno riguardato il miglioramento sismico sia della palestra che degli spogliatoi, l’efficientamento energetico e di miglioramento strutturale. Costo complessivo 740 mila euro (interamente finanziato con contributo statale edilizia scolastica).

L’Amministrazione comunale ha così deciso di intitolare la «nuova» palestra a Manuela Gallon, 11 anni, una delle vittime della Strage alla Stazione di Bologna. Manuela era di Bologna, aveva superato gli esami di quinta elementare e si preparava ad affrontare le scuole medie. I genitori quel 2 agosto 1980 l’avevano accompagnata in stazione e stavano attendendo il treno che l’avrebbe portata alla colonia estiva di Dobbiaco, in provincia di Bolzano dove avrebbe dovuto trascorrere due settimane di vacanza. I tre si trovavano vicino alla sala d’attesa e il padre si allontanò per comprare le sigarette. Proprio in quell’istante scoppiò la bomba: Manuela rimase gravemente ferita, fu ritrovata e portata in coma all’ospedale dove morì 5 giorni dopo. La mamma morì e il padre rimase ferito.

In occasione dell’inizio dell’anno scolastico si è tenuta una cerimonia simbolica alla presenza delle Autorità e del fratello di Manuela, Fabio Gallon. «Siamo soddisfatti di aver portato a termine questo importante intervento – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi –  che consegna alla comunità un locale completamente rinnovato e maggiormente fruibile. Abbiamo ritenuto significativo, a 40 anni dalla Strage alla Stazione di Bologna, intitolare la palestra della nostra Scuola Media a Manuela Gallon, perché nel settembre del 1980 avrebbe iniziato proprio le scuole medie. Per ricordarla sarà apposta una targa nei locali della palestra». (da.be.)

Nella foto: la cerimonia di inaugurazione e intitolazione della «nuova» palestra a Toscanella 

La palestra comunale di Toscanella sarà intitolata a Manuela Gallon, giovane scomparsa nella Strage di Bologna
Cronaca 11 Maggio 2020

Il futuro della Wegaplast si chiama Polplastic Bologna

La Wegaplast di Toscanella volta pagina. Il gruppo Polplastic di Arino di Dolo (Venezia) si è infatti aggiudicato il ramo operativo dell’azienda di stampaggio plastica, in concordato preventivo dallo scorso luglio per gravi difficoltà finanziarie.

Nonostante le restrizioni imposte dal lockdown, l’asta si è comunque svolta lo scorso 20 aprile al tribunale di Bologna, che ha riconosciuto l’urgenza della procedura. Il pacchetto all’asta comprendeva macchinari, impianti, marchi, brevetti, personale e parco clienti, più l’intera partecipazione nella società polacca Wega Polska, anch’essa appartenente al gruppo della famiglia Ponzellini. Base d’asta: 2 milioni e 800 mila euro (di cui 1 milione e 600 mila euro per il magazzino con materie prime, semilavorati e prodotti finiti) più l’impegno a partecipare, fra quattro anni, a un’ulteriore asta per l’acquisto anche dello stabilimento di via I Maggio al prezzo base di 2 milioni di euro.

Tra le offerte pervenute, quella del gruppo veneziano è stata ritenuta dal tribunale la migliore, anche dal punto di vista del piano industriale. Il perfezionamento della cessione, tramite stipula, avverrà entro fine maggio, in conformità a quanto previsto dal bando di gara. (lo.mi.)

Ulteriori particolari sul numero del Sabato sera del 7 maggio

Nella fotografia, uno stabilimento Polplastic

Il futuro della Wegaplast si chiama Polplastic Bologna
Cronaca 17 Febbraio 2020

Ex Martelli, per i 25 addetti è licenziamento collettivo

Licenziamento collettivo per i 25 addetti dell’ex Martelli lavorazioni tessili, la storica azienda che nel 2016, dopo il fallimento, era stata acquisita dal gruppo Elleti di San Bonifacio (Verona). A fine gennaio la proprietà ha comunicato la decisione di chiudere lo stabilimento di Toscanella.

Una decisione irrevocabile, come ci ha confermato il fondatore e amministratore del gruppo Elleti, Luigi Lovato:  «Negli ultimi quattro anni – spiega – il mercato è peggiorato notevolmente, per cui non ci sono più le condizioni, purtroppo, per mantenere certi tipi di attività in Italia. La concorrenza, soprattutto del pratese, ci ha messo in grossa difficoltà: ci sono aziende che fanno più o meno lo stesso lavoro, con prezzi molto più competitivi. Una decisione presa con dispiacere» (lo.mi.)

Ulteriori particolari nel numero del Sabato sera del 13 febbraio

Fotografia di Marco Isola/Isolapress

Ex Martelli, per i 25 addetti è licenziamento collettivo
Cronaca 30 Dicembre 2019

Alle scuole dell'infanzia di Dozza arriva il post-scuola a carico del Comune

Come già annunciato in occasione dell’approvazione del Bilancio di previsione 2020 in Consiglio comunale, nel 2020 l’Amministrazione di Dozza avvierà un percorso per rivolto incentivare l’utilizzo del servizio del post-scuola per la fascia di età 3/6 anni.

Nelle scuole dell’infanzia (Materne) di Dozza e Toscanellla sarà garantito un adeguato e concorrenziale servizio, finanziato interamente dal Comune di Dozza. I dettagli del servizio (organizzazione e  scelta del gestore) verranno definiti in accordo con la dirigenza dell’Istituto Comprensivo, al fine di assicurare la migliore qualità.

«Questa scelta dell’Amministrazione rientra nella politica di inclusione e di attenzione verso le famiglie che hanno bimbi piccoli, cercando di intercettare e venire incontro alle esigenze che questo comporta – commentano Sandra Esposito, assessore ai Servizi scolastici, e Luca Albertazzi, primo cittadino –. Per questi motivi il Comune ha deciso di assumere il servizio con fondi a carico del bilancio dell’ente». (r.cr.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, il primo cittadino di Dozza Luca Albertazzi

Alle scuole dell'infanzia di Dozza arriva il post-scuola a carico del Comune
Cronaca 8 Ottobre 2019

A Toscanella è in arrivo l'onda verde semaforica per ridurre i tempi di percorrenza della via Emilia

Ridurre i i tempi di attraversamento del centro abitato di Toscanella. E’ questo l’obiettivo degli interventi sulla sincronizzazione dei due impianti semaforici presenti sulla Via Emilia che Area Blu effettuerà nella settimana dal 14 al 18 ottobre.

In particolare, creando un’onda verde bidirezionale a una velocità di percorrenza di circa 40 km/h, si ottiene un flusso di traffico a velocità contenuta, con migliori standard di sicurezza stradale (in particolare per pedoni e ciclisti e utenti deboli in genere), minori emissioni inquinanti ed un livello di inquinamento acustico inferiore. Le code che si creeranno nei periodi di massimo flusso saranno confinate al di fuori del centro abitato.
Una volta impostate le nuove fasi semaforiche, ci sarà una fase di monitoraggio del traffico per verificare l’efficacia delle modifiche apportate; sarà comunque sempre possibile modificare i tempi delle diverse fasi semaforiche in modo da raggiungere gli obiettivi prefissati.
L’importo totale dell’intervento è di circa € 20.000.

«L’intervento di oggi segue ad una serie di azioni, tutte finalizzate alla messa in sicurezza della circolazione di mezzi e pedoni sulla Via Emilia, nostra principale arteria di traffico: la realizzazione delle piste ciclopedonali e l’illuminazione degli attraversamenti pedonali, la sostituzione delle lampade degli impianti semaforici con luci led per una maggiore efficienza – ricorda Sandra Esposito, assessore ai Lavori pubblici –. Si aggiunge quindi un altro importante tassello: la regolazione del traffico attraverso l’onda verde, cioè la sincronizzazione dei semafori che eviteranno la formazione di code nel centro cittadino, con un guadagno sia in termini ambientali che di sicurezza». (r.cr.)

A Toscanella è in arrivo l'onda verde semaforica per ridurre i tempi di percorrenza della via Emilia

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast