Cronaca

Sport e solidarietà, «La Sfida del cuore» dona attrezzature ai vigili del fuoco

Sport e solidarietà, «La Sfida del cuore» dona attrezzature ai vigili del fuoco

I vigili del fuoco di Imola, nella loro opera di soccorso in occasione di incidenti stradali, potranno fare affidamento sul nuovo equipaggiamento che gli è stato donato grazie ai proventi (poco più di 4 mila euro in totale) ricavati dall’edizione 2018 dalla «Sfida del cuore», la manifestazione kartistica e solidale che da 14 anni si tiene all’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Si tratta di attrezzature di ultima generazione, in grado di migliorare sensibilmente la capacità e l’efficacia di intervento in caso di sinistri stradali particolarmente «complessi», come quando, ad esempio, persone rimangono incastrate all’interno di automezzi incidentati che si trovano in condizioni di instabilità. «Si tratta di strumenti fondamentali per assicurare interventi efficaci, veloci e in condizioni di sicurezza sia per la persona da salvare sia per lo stesso soccorritore – ha spiegato Gianfranco Tripi, dirigente del comando dei vigili del fuoco di Bologna, cui fa riferimento il presidio imolese -. Sono attrezzature che ci piacerebbe avere a disposizione in ogni caserma e pertanto siamo grati agli organizzatori della Sfida del cuore e ai tanti partecipanti coinvolti per la generosità e sensibilità dimostrate».

La lista di attrezzature è corposa. Comprende appunto uno stabilizzatore, un kit di puntelli ed uno di spessori elastici per la messa in sicurezza di autovetture capottate o in condizioni di precarietà. E poi un seghetto universale a batteria, utilissimo per rimuovere il parabrezza o per tagliare velocemente la lamiera, e un martelletto frangifinestrini con tagliacinture, utili ad estrarre gli occupanti dalle vetture incidentate. Per gli interventi antincendio, invece, i vigili del fuoco imolesi hanno ricevuto una moderna lancia che fraziona le gocce di acqua in particelle ancora più piccole per una migliore efficacia unita ad un maggiore risparmio di liquido. «L’anno scorso abbiamo scelto la polizia, quest’anno i vigili del fuoco. Scegliendo di sostenere le forze dell’ordine e di soccorso locali riteniamo di sostenere tutti i cittadini – ha spiegato l’organizzatrice dell’evento sportivo Deanna Zaccherini -. Ma la quattordicesima edizione della Sfida del cuore l’abbiamo dedicata anche a Samuele, bimbo autistico che è diventato la nostra mascotte e al quale abbiamo finanziato il campo solare onde permettergli di trascorrere l’estate con i suoi coetanei. Per le famiglie che hanno a che fare ogni giorno con l’autismo, patologia di cui si sa ancora poco, è importante un percorso che sia il più inclusivo possibile». (mi.mo.)

Nella foto: la consegna dell”attrezzatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast