Posts by tag: solidarietà

Cronaca 17 Ottobre 2021

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose

Anche in questo secondo anno di pandemia l’associazione No Sprechi/Emporio Solidale ha proseguito l’attività di raccolta e la distribuzione di prodotti di prima necessità alle persone bisognose. Da Febbraio, grazie ad una convenzione firmata con il Comune di Imola e in rete con l’Azienda circondariale servizi alla persona, il Banco Alimentare e circa una trentina di associazioni solidali imolesi, è stato possibile portare aiuti a 693 persone tramite la fornitura, in tempi diversi, di 1.539 pacchi preparati dai volontari con i prodotti acquistati con i fondi stanziati dal Comune.

La distribuzione è tutt’ora in corso, ma la grande novità riguarda l’apporto economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola con una donazione di 8mila euro, di cui 3.600 euro da destinare esclusivamente all’acquisto di prodotti di prima necessità, compresi articoli di cancelleria scolastica per i più giovani. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook dell’associazione No Sprechi

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose
Cronaca 15 Ottobre 2021

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»

Domani, sabato 16 ottobre, presso i supermercati Coop Alleanza 3.0 a Castel San Pietro e Coop Reno a Osteria Grande torna l’iniziativa di solidarietà «Dona la spesa», organizzata dai volontari di Auser Castel San Pietro in collaborazione con altre associazioni locali. L’obiettivo, come sempre, è sostenere persone e famiglie in difficoltà nel territorio comunale. Lo scorso maggio, nella precedente edizione, sono state raccolte 2,260 tonnellate di prodotti. (lo.mi.) 

Nella foto: la precedente edizione di «Dona la tua spesa»

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»
Cronaca 7 Settembre 2021

Anche l’associazione imolese No Sprechi tra i destinatari dei fondi regionali per progetti di solidarietà e recupero alimentare

C’è anche l’associazione di volontariato imolese No Sprechi, che gestisce l’emporio solidale di via Lambertini, tra i beneficiari degli ultieriori fondi stanziati dalla Regione Emilia Romagna (100 mila euro), destinati a realtà del Terzo settore che hanno risposto a un precedente bando per finanziare progetti di solidarietà e recupero alimentare. 

L’ulteriore stanziamento consente alla Regione di sostenere altri 5 progetti, che in un primo tempo erano risultati ammissibili ma non finanziati dal bando da 600 mila euro, presentati da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Fondazioni del Terzo settore presenti su tutto il territorio regionale in ogni provincia. Sale così a 25 il numero complessivo degli interventi finanziati con contributi diversificati, a seconda della dimensione territoriale dei progetti, da 14 mila fino a 20 mila euro per ognuno.

Nel triennio 2017/2020, No Sprechi ha distribuito oltre 100  tonnellate  di  prodotti  alimentari. L’emporio ha accolto in media 350  famiglie all’anno,  pari  a  1.252 persone, numeri  aumentati, nel  periodo  della  pandemia,  fino  a  407  famiglie, pari 1.311 persone. Tra i progetti rientrati invece nella prima tornata di finanziamento anche quello della Fondazione Banco alimentare Emilia Romagna, con sede a Imola. (lo.mi.)

 Nella foto: la sede dell’emporio solidale, in via Lambertini, a Imola

Anche l’associazione imolese No Sprechi tra i destinatari dei fondi regionali per progetti di solidarietà e recupero alimentare
Cronaca 24 Luglio 2021

Nuovo pulmino per la coop Il Solco grazie al contributo della Fondazione Crimola

E’ stato presentato giovedì scorso il nuovo mezzo di trasporto acquisito dal Gruppo Cooperativo Solco Civitas con il sostegno finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Il pulmino sarà destinato prevalentemente ai servizi educativi territoriali che la cooperativa rivolge a famiglie con problematiche sociali come servizi di supporto all’autonomia e alla genitorialità svolti in appalto con Asp circondario imolese. 

Nell’ambito di tali progetti, rivolti ai singoli nuclei familiari, anche grazie alla disponibilità del mezzo di trasporto, sarà possibile organizzare in maniera più strutturata e continuativa attività di gruppo e di socializzazione per i bambini e le mamme destinatari dei servizi. Inoltre, il pulmino è un importante strumento per tutta la cooperativa in quanto può essere utilizzato anche in altri servizi in cui vi è la necessità di trasportare più utenti contemporaneamente, come i sevizi infanzia o immigrazione. (r.cr.)

Foto concessa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola

Nuovo pulmino per la coop Il Solco grazie al contributo della Fondazione Crimola
Cronaca 20 Luglio 2021

I «Progetti del cuore» arrivano a Imola e grazie alla Croce rossa donano un nuovo mezzo all’associazione No sprechi

E” arrivata anche a Imola l’iniziativa «Progetti del cuore», il cui portale grazie, all”impegno di aziende ed enti sostenitori del territorio raccoglie fondi per poter fornire in comodato gratuito mezzi che aiutino pubbliche amministrazioni e associazioni nell”erogazione di servizi di mobilità gratuita, specie alle fasce più deboli della cittadinanza.

Tanti gli sponsor che hanno aderito e i cui loghi sono stati applicati sul Fiat Doblò fornito da Progetti del cuore al comitato imolese della Croce rossa che poi, lo scorso 16 luglio, lo hanno consegnato in piazza Matteotti all’associazione No sprechi che si dedica al recupero delle eccedenze alimentari. «Abbiamo deciso di donar loro il mezzo, perché ne trarranno vantaggio nella gestione delle attività dell”emporio solidale di via Lambertini» commenta la presidente di Cri Imola, Fabrizia Fiumi. (c.gam.)

Nella foto: la consegna del Fiat Doblò in piazza Matteotti

I «Progetti del cuore» arrivano a Imola e grazie alla Croce rossa donano un nuovo mezzo all’associazione No sprechi
Cronaca 4 Luglio 2021

«Progetti del cuore» dona un mezzo alla pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro per il trasporto disabili

Iniziativa di solidarietà dell’associazione «Progetti del cuore» che nei giorni scorsi ha donato alla pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro un”automobile Fiat Doblò per il trasporto disabili e portatori di handicap, in consegna di comodato d”uso gratuito per 8 anni. «Grazie anche da parte dell”Amministrazione comunale alle attività commerciali che hanno partecipato a questo progetto rendendo possibile, con il loro contributo, l”acquisto del Fiat Doblò. Senza il loro aiuto sarebbe stato impossibile raggiungere questo risultato in cosi” relativamente breve tempo» ha commentato il sindaco di Ozzano Luca Lelli.

«Progetti del cuore» è un portale gestito da società specializzate che aiutano nella ricerca fondi coinvolgendo le attività economiche del territorio. Difatti, sul mezzo saranno esposti i loghi delle 40 attività commerciali di Ozzano, San Lazzaro e altri Comuni limitrofi che hanno aderito all”iniziativa. (c.gam.)

Nella foto: la cerimonia di consegna del Fiat Doblò

«Progetti del cuore» dona un mezzo alla pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro per il trasporto disabili
Ciucci (ri)belli 21 Giugno 2021

L’associazione ILab dona attrezzatura biomedica alla Neonatologia dell’Ausl di Imola

L’associazione ILab – Laboratorio imolese ha consegnato al reparto Pediatria e nido dell’Ausl di Imola un apparecchio per fototerapia intensiva di ultima generazione, destinato alla terapia dei neonati con alto tasso di bilirubina.

L’attrezzatura biomedica, del valore di 4.270 euro, è stata acquistata grazie alla raccolta fondi lanciata nel corso della prima edizione dell’Imola Night Show, nell’aprile scorso, evento ideato da ILab, patrocinato da Comune ed Ausl di Imola e tramesso in diretta Facebook, che ha coinvolto tramite social un gran numero di spettatori di Imola e dintorni.

“ILab – spiega il presidente, Iacopo Annese – è un’associazione che dal 2014 riunisce professionisti e imprenditori di Imola e circondario con lo scopo di favorire la collaborazione e la conoscenza delle realtà presenti sul territorio, anche e soprattutto organizzando iniziative a sfondo benefico e solidaristico, in un circolo virtuoso in cui le componenti imprenditoriali e professionali possano restituire risorse alla comunità che sostiene le loro attività”.

Già nel 2018 ILab ha donato al reparto di Pediatria e Nido due mobili fasciatoio per il rinnovo arredi dell’area neonatologica.

“Questo apparecchio biomedico – ha spiegato la direttrice del reparto, Laura Serra – si può definire di uso quotidiano nel nostro settore neonatologico, in quanto molti bimbi nascono con un ittero, ancorché spesso non grave, ma che necessita di fototerapia. In questo caso, però, abbiamo caratteristiche tecnologiche avanzate, che intensificano la terapia. Inoltre, pur essendo un supporto fototerapico potente, è molto maneggevole e portatile, e può essere utilizzato durante i trasporti in ambulanza del neonato”.

Nella foto: il presidente di ILab, Iacopo Annese, con Gianfranco Montanari e Manuel Tossani, consegna l’apparecchiatura al direttore generale dell’Ausl Imola Andrea Rossi, assieme alla direttrice di Pediatria, Laura Serra, e alla coordinatrice, Elena Teci

L’associazione ILab dona attrezzatura biomedica alla Neonatologia dell’Ausl di Imola
Cronaca 25 Maggio 2021

Dal Memorial Ussia un nuovo defibrillatore per l’Alberghetti di Imola

L’edizione 2020 del Memorial Ussia, svolto causa pandemia in diretta social, ha permesso, grazie alle donazioni raccolte, di consegnare un defibrillatore all’Istituto Alberghetti di Imola. Alla consegna, svoltasi lo scorso 22 maggio, erano presenti, oltre al promotore della manifestazione Antonio Ussia, il presidente del Consiglio comunale Roberto Visani, il presidente dell’associazione Bof Alfonso Bottiglieri, la preside Vanna Monducci ed il dottor Neri come rappresentante dell’Ausl di Imola.

Durante il Memorial è stata indetta un asta benefica di cimeli sportivi che ha appunto permesso l’acquisto del defibrillatore donato alla scuola. Questo è il sesto defibrillatore che, tramite la commemorazione in ricordo del padre Nicola, la famiglia Ussia dona a realtà importanti come associazioni sportive ed Istituti scolastici del comprensorio. 

Infine, sabato 12 giugno, dalle ore 15 presso il Centro sociale «La Stalla» si terrà il 7° Nevergiveup Memorial Nicola Ussia con l’organizzazione di tornei di calcio e beach volley. (r.cr.)

Nella foto: la cerimonia di consegna del defibrillatore

Dal Memorial Ussia un nuovo defibrillatore per l’Alberghetti di Imola
Cronaca 20 Maggio 2021

Nuovi poveri e solidarietà, le due facce della crisi

Fra le conseguenza della pandemia c’è sicuramente l’aumento dei poveri, una categoria sociale, vero, ma soprattutto persone in carne e ossa che si ritrovano a dover fare i conti con problemi causati dalle difficoltà economiche che ci aspettano. La tenuta sociale del territorio locale e regionale è sempre stata una stella polare dell’azione di istituzioni, forze economiche e sociali.

L’Asp (Azienda servizi alla persona) del circondario imolese è nata nel 2008. Da allora il quadro di riferimento è stato abbastanza stabile, seppure caratterizzato da una crisi economica importante anche in un territorio tutto sommato forte come il nostro.

Diversi, comunque, gli indicatori attraverso cui è possibile leggere e interpretare le ripercussioni economiche e sociali dell’emergenza sanitaria a Imola e nel circondario. Uno fra questi, ad esempio, è sicuramente l’attività dell’associazione No sprechi, l’emporio solidale di via Lambertini che raggruppa nove realtà del territorio (Anteas, Acli, Bof, Caritas, Comunità missionaria di Villaregia, Croce rossa, San Vincenzo de’ Paoli, Fondazione Santa Caterina e Tra- ma di terre) con l’obiettivo di aiutare le persone in difficoltà a far fronte alle necessità primarie. (r.cr.)

Su «sabato sera» del 20 maggio intervista alla presidente dell’Asp Stefania Dazzani ed al presidente dell’associazione No Sprechi, Alfonso Bottiglieri  

Nuovi poveri e solidarietà, le due facce della crisi
Cronaca 19 Maggio 2021

Donata una stampante 3D alla scuola in ospedale di Montecatone

Mercoledì di solidarietà oggi grazie al Comune di Imola che ha potuto donare una stampante 3D alla scuola in ospedale del Montecatone Rehabilitation Institute. Alla cerimonia, questo pomeriggio, era presente l’assessora al Welfare Daniela Spadoni, insieme al vice sindaco ed assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari, il direttore generale dell’Istituto di Montecatone, Mario Tubertini, la responsabile della scuola in spedale di Montecatone, prof.ssa Daniela Loreti, il vicepreside Istituto Alberghiero Scappi di Castel San Pietro, Francesco Chiaiese ed il presidente dei soci del circondario imolese di Coop Alleanza, Christian Fossi.

La donazione è stata possibile grazie al cospicuo numero di «buoni scuola» ottenuti con la spesa fatta per i «Ristori-ter». Il Comune di Imola, nell’ambito dei fondi ricevuti dal governo, ovvero i cosiddetti buoni spesa da distribuire per scopi di solidarietà alimentare, aveva indetto la procedura per la selezione di un fornitore appartenente in modo formale alla Grande Distribuzione Organizzata dotato di almeno un punto vendita in Imola, per l’acquisizione di generi alimentari e beni di prima necessità, da acquisirsi e distribuirsi a cura della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus entro il prossimo 31 dicembre. Ad aggiudicarsi il bando è stata la Coop Alleanza 3.0. Proprio durante il primo bando Ristori-Ter era infatti attivo il concorso «Coop per la scuola 2020», che prevedeva, dal 3 settembre al 25 novembre 2020, che per ogni 15 € di spesa, con l’acquisto di prodotti Vivi Verde e/o di prodotti sponsor, i clienti ricevessero un buono Coop per la Scuola, che andava poi registrato sul portale e dava diritto a ricevere materiale didattico scelto dalla scuola stessa. Visto l’elevato numero di “buoni scuola” ottenuti in questo modo, l’assessora Spadoni ha deciso di donarli alla “scuola in ospedale” presente a Montecatone. Il personale della scuola, aggiungendo a quelli donati dal Comune, i ‘buoni scuola’ da loro raccolti, ha scelto di acquistare una stampante 3D.

La scuola in ospedale è presente a Montecatone dall’anno scolastico 2004-2005 grazie all’Istituto Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro Terme (che garantisce la continuità scolastica per tutti gli studenti iscritti a qualsiasi ordine di scuola superiore) ed all’Istituto Comprensivo 6 di Imola per la scuola del primo ciclo. La scuola in ospedale è un progetto nazionale del Miur. (r.cr.)

Nella foto: la consegna della stampante 3D

  

Donata una stampante 3D alla scuola in ospedale di Montecatone

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast