Posts by tag: solidarietà

Ciucci (ri)belli 4 Maggio 2022

Un test per la vista ai bimbi dai 2 ai 6 anni per aiutare i bambini ucraini

Nuova iniziativa di solidarietà promossa dal pediatra Lamberto Reggiani, della pediatria di gruppo di via Serraglio a Imola e dell’associazione di volontariato Kasomay. «Dal 10 maggio al 10 giugno 2022 – spiega -, a fronte della presentazione della ricevuta di una offerta di 30 euro all’Unicef oppure all’Unhcr per aiutare i bambini ucraini, eseguirò, senza nessun altro costo aggiuntivo, alle bambine e ai bambini di Imola dai 2 ai 6 anni un test della vista con l’autorefrattometro 2 Win, l’unico sistema in grado di valutare problemi di vista (ipermetropia, astigmatismo, miopia) nei bambini di questa età, come screening per valutare l’eventuale invio a visita oculistica e/o ortottica. Unicef e Unhcr sono due associazioni che hanno a cuore i problemi dei bambini e in questo caso mi sembrava importante proporre, a chi effettua una offerta specifica, qualcosa di utile in cambio, come una valutazione della vista in una età in cui non è semplice effettuarla con altri sistemi che non siano un autorefrattometro. L’iniziativa ha ottenuto l’autorizzazione dell’Ordine dei medici di Bologna». Per prenotare l’appuntamento, telefonare dalle ore 12 alle 14, dal lunedì al venerdì, al numero 337 557057. (lo.mi.)

Nelle foto: esame con l’autorefrattometro 2Win

Un test per la vista ai bimbi dai 2 ai 6 anni per aiutare i bambini ucraini
Cronaca 6 Marzo 2022

Nuova ambulanza per l’associazione Pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro

Nuova ambulanza per l”associazione Pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro, inaugurata alla presenza dell’assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini il 26 febbraio.
A renderla speciale è «innanzitutto il sistema di riciclo dell’aria a pressione negativa – spiega Antonino Quattrone, presidente dell”associazione –, che garantisce una costante sanificazione, tramite la filtrazione ed irraggiamento UV. Questo si traduce in standard di sicurezza più alti per pazienti e operatori».
L’arrivo del nuovio mezzo, ribattezzato OZ12 e dedicato a Losanna Alvisi, «ha reso possibile la dismissione dell”ambulanza OZ7, uno dei mezzi fra i più utilizzati negli ultimi tempi, che ha percorso molti chilometri ma che è sempre stato mantenuto controllato e revisionato – aggiunge –. Questo ci ha permesso, continua Quattrone, tramite il prezioso aiuto e collaborazione dell”Anpas regionale, di non dover ricorrere alla rottamazione ma di poterlo donare alla Pubblica assistenza di Abriola, un piccolo Comune della provincia di Potenza, che potrà così continuare ad offrire al loro territorio i servizi richiesti con un mezzo ben attrezzato».

«Sono orgogliosa e fiera di avere sul territorio un”associazione come la Pubblica assistenza, sempre al fianco delle Istituzioni e dei cittadini – commenta Mariangela Corrado, vicesindaca e assessore alla Cittadinanza attiva –. E orgogliosa anche del fatto che il vecchio mezzo sia stato donato a chi ne aveva bisogno, al Comune di Abriola, creando una sorta  di gemellaggio e fratellanza. Il nuovo mezzo potrà anche essere super tecnologico, ma ciò che farà la differenza saranno le persone che lo utilizzeranno, e i volontari della Assistenza Ozzano-San Lazzaro sono una sicurezza in questo senso». (lu.ba.)

Nella foto del Comune di Ozzano, l”inaugurazione dell”ambulanza

Nuova ambulanza per l’associazione Pubblica assistenza Ozzano-San Lazzaro
Imola 16 Febbraio 2022

Clai, gara di solidarietà tra soci e dipendenti per la nuova casa vacanze dell’associazione Insieme a Te

Per il quarto anno consecutivo, soci e dipendenti della cooperativa agroalimentare imolese Clai hanno deciso di raccogliere in proprio, in occasione delle feste natalizie, un somma per Insieme a te, l’associazione di volontariato di Faenza che aiuta le persone con disabilità gravi a trascorrere le vacanze al mare. Quest’anno il contributo aiuterà a finanziare la realizzazione di tre appartamenti nell’ex scuola materna Il Faro di Punta Marina, per le vacanze degli ospiti di Insieme a Te.

Per acquistare tutti gli arredi e gli strumenti necessari a garantire un soggiorno ottimale, è stata aperta una raccolta fondi online sul portale Ginger che, grazie al contributo di Clai, ha già fatto un bel passo in avanti verso l’obiettivo finale che prevede il raggiungimento di una cifra pari a 13 mila euro per ciascun appartamento. Al 16 febbraio sono già stati raccolti 15.670 euro. La previsione per la prossima estate è di ospitare un centinaio di persone al mese. A prendersi cura di loro e delle loro esigenze sarà una squadra di volontari, formata da ben 152 ragazzi tra i 16 e i 25 anni.

«Per noi è un onore enorme poter sostenere l’attività straordinaria di Insieme a te – sottolinea Giovanni Bettini, presidente Clai -. E sono molto orgoglioso dei dipendenti e soci Clai che hanno dimostrato, una volta di più, quanto conti per la nostra realtà prestare attenzione alle esigenze del territorio». (lo.mi.)

Nelle foto: volontari dell’associazione Insieme a te e il presidente della Clai, Giovanni Bettini

Clai, gara di solidarietà tra soci e dipendenti per la nuova casa vacanze dell’associazione Insieme a Te
Cronaca 23 Novembre 2021

A Casa Alzheimer una speciale attrezzatura per la fisioterapia degli ospiti

La Bcc Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese ed imolese ha donato all’Asp Circondario Imolese ed in specifico alla Casa Residenza Anziani «Cassiano Tozzoli» di Imola (Casa Alzheimer), una speciale attrezzatura per favorire le attività di riabilitazione degli anziani della struttura.

Si tratta di un moderno standing elettrico che aiuta le persone disabili con ridotte capacità motorie a fare esercizi di verticalizzazione con il fisioterapista ed a mantenere una postura eretta.  Un importante ausilio che amplia le opportunità a favore dei 44 ospiti della Casa Residenza Anziani.

All’evento di consegna dell’attrezzatura erano presenti la presidente dell’Asp Renata Rossi Solferini, il direttore della Bcc Marco Rossi e Fulvio La Rosa che, in qualità di socio della banca e famigliare di un’anziana ospite a Casa Alzheimer, ha favorito il contatto tra Asp e Bcc. (r.cr.)

Nella foto: da sinistra la presidente Asp, Renata Rossi Solferini, la coordinatrice della struttura, Raffaella Pasquali, il direttore della Bcc Marco Rossi e Fulvio La Rosa

A Casa Alzheimer una speciale attrezzatura per la fisioterapia degli ospiti
Cronaca 23 Novembre 2021

A Imola stanno tornando le «Scatole di Natale» della solidarietà

Torna anche nel 2021, dopo il successo di un anno fa, il progetto delle «Scatole di Natale». Un gesto che costa poco a chi lo compie, ma che può far felici tante famiglie, bambini e persone in difficoltà, aiutandoli a trascorrere le feste con un sorriso. A promuovere nuovamente questa gara di solidarietà, proposta dall’associazione «Futuro in comune Imola» e che nel 2020 permise di distribuire oltre tremila scatole, il Comitato di Imola di Croce rossa italiana e la Fondazione Matteo Bagnaresi (aula Alessia e Chiara).

Chi vorrà partecipare dovrà preparare una o più scatole, anche da scarpe, nelle quali porre «una cosa calda, una cosa golosa, un passatempo, un prodotto di bellezza e un biglietto gentile». La regola è che si tratti di prodotti utili, nuovi o in ottimo stato: una cosa calda come guanti, sciarpa, cappellino, copertina, calze calde e, per i bambini anche felpa o tutina. E poi una cosa golosa (caramelle, cioccolatini, biscotti confezionati e non deperibili a breve, non liofilizzati e non prodotti da cucinare); un passatempo (matite colorate, libro, parole crociate, rivista, block notes, un giochino) e, infine, un prodotto di bellezza (crema, bagnoschiuma, profumo, per i bambini spazzolini, dentifricio, piccoli gioielli, tutto nuovo e non aperto). Non verrà accettato materiale sfuso.

Come ogni regalo che si rispetti, la scatola conterrà anche un bigliettino d”auguri con un messaggio per chi la riceverà. La scatola verrà confezionata in stile natalizio, con nastro o fiocco. Vi si dovrà apporre l”indicazione che specifichi a chi è destinata: nonna o nonno, uomo (oltre i 20 anni), donna (oltre i 20 anni), ragazzo (12-20), ragazza (12-20), bimbo o bimba (indicando una fascia di età indicativa), bebè (0-3 anni).  Le scatole potranno essere consegnate a partire dal 9 e sino al 15 dicembre prossimo nel salone a piano terra della sede Cri in via Meloni 4, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. La distribuzioni ai più bisognosi, invece, avverrà nell”imminenza del Natale, ovvero il 20, 21 e 22 dicembre dalle 9 alle 19.

Per informazioni: 346-2402150/340-6106523 o telefonare alla Croce rossa allo 0542-34035. (r.cr.) 

A Imola stanno tornando le «Scatole di Natale» della solidarietà
Cronaca 17 Ottobre 2021

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose

Anche in questo secondo anno di pandemia l’associazione No Sprechi/Emporio Solidale ha proseguito l’attività di raccolta e la distribuzione di prodotti di prima necessità alle persone bisognose. Da Febbraio, grazie ad una convenzione firmata con il Comune di Imola e in rete con l’Azienda circondariale servizi alla persona, il Banco Alimentare e circa una trentina di associazioni solidali imolesi, è stato possibile portare aiuti a 693 persone tramite la fornitura, in tempi diversi, di 1.539 pacchi preparati dai volontari con i prodotti acquistati con i fondi stanziati dal Comune.

La distribuzione è tutt’ora in corso, ma la grande novità riguarda l’apporto economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola con una donazione di 8mila euro, di cui 3.600 euro da destinare esclusivamente all’acquisto di prodotti di prima necessità, compresi articoli di cancelleria scolastica per i più giovani. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook dell’associazione No Sprechi

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose
Cronaca 15 Ottobre 2021

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»

Domani, sabato 16 ottobre, presso i supermercati Coop Alleanza 3.0 a Castel San Pietro e Coop Reno a Osteria Grande torna l’iniziativa di solidarietà «Dona la spesa», organizzata dai volontari di Auser Castel San Pietro in collaborazione con altre associazioni locali. L’obiettivo, come sempre, è sostenere persone e famiglie in difficoltà nel territorio comunale. Lo scorso maggio, nella precedente edizione, sono state raccolte 2,260 tonnellate di prodotti. (lo.mi.) 

Nella foto: la precedente edizione di «Dona la tua spesa»

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»
Cronaca 7 Settembre 2021

Anche l’associazione imolese No Sprechi tra i destinatari dei fondi regionali per progetti di solidarietà e recupero alimentare

C’è anche l’associazione di volontariato imolese No Sprechi, che gestisce l’emporio solidale di via Lambertini, tra i beneficiari degli ultieriori fondi stanziati dalla Regione Emilia Romagna (100 mila euro), destinati a realtà del Terzo settore che hanno risposto a un precedente bando per finanziare progetti di solidarietà e recupero alimentare. 

L’ulteriore stanziamento consente alla Regione di sostenere altri 5 progetti, che in un primo tempo erano risultati ammissibili ma non finanziati dal bando da 600 mila euro, presentati da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Fondazioni del Terzo settore presenti su tutto il territorio regionale in ogni provincia. Sale così a 25 il numero complessivo degli interventi finanziati con contributi diversificati, a seconda della dimensione territoriale dei progetti, da 14 mila fino a 20 mila euro per ognuno.

Nel triennio 2017/2020, No Sprechi ha distribuito oltre 100  tonnellate  di  prodotti  alimentari. L’emporio ha accolto in media 350  famiglie all’anno,  pari  a  1.252 persone, numeri  aumentati, nel  periodo  della  pandemia,  fino  a  407  famiglie, pari 1.311 persone. Tra i progetti rientrati invece nella prima tornata di finanziamento anche quello della Fondazione Banco alimentare Emilia Romagna, con sede a Imola. (lo.mi.)

 Nella foto: la sede dell’emporio solidale, in via Lambertini, a Imola

Anche l’associazione imolese No Sprechi tra i destinatari dei fondi regionali per progetti di solidarietà e recupero alimentare
Cronaca 24 Luglio 2021

Nuovo pulmino per la coop Il Solco grazie al contributo della Fondazione Crimola

E’ stato presentato giovedì scorso il nuovo mezzo di trasporto acquisito dal Gruppo Cooperativo Solco Civitas con il sostegno finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Il pulmino sarà destinato prevalentemente ai servizi educativi territoriali che la cooperativa rivolge a famiglie con problematiche sociali come servizi di supporto all’autonomia e alla genitorialità svolti in appalto con Asp circondario imolese. 

Nell’ambito di tali progetti, rivolti ai singoli nuclei familiari, anche grazie alla disponibilità del mezzo di trasporto, sarà possibile organizzare in maniera più strutturata e continuativa attività di gruppo e di socializzazione per i bambini e le mamme destinatari dei servizi. Inoltre, il pulmino è un importante strumento per tutta la cooperativa in quanto può essere utilizzato anche in altri servizi in cui vi è la necessità di trasportare più utenti contemporaneamente, come i sevizi infanzia o immigrazione. (r.cr.)

Foto concessa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola

Nuovo pulmino per la coop Il Solco grazie al contributo della Fondazione Crimola
Cronaca 20 Luglio 2021

I «Progetti del cuore» arrivano a Imola e grazie alla Croce rossa donano un nuovo mezzo all’associazione No sprechi

E” arrivata anche a Imola l’iniziativa «Progetti del cuore», il cui portale grazie, all”impegno di aziende ed enti sostenitori del territorio raccoglie fondi per poter fornire in comodato gratuito mezzi che aiutino pubbliche amministrazioni e associazioni nell”erogazione di servizi di mobilità gratuita, specie alle fasce più deboli della cittadinanza.

Tanti gli sponsor che hanno aderito e i cui loghi sono stati applicati sul Fiat Doblò fornito da Progetti del cuore al comitato imolese della Croce rossa che poi, lo scorso 16 luglio, lo hanno consegnato in piazza Matteotti all’associazione No sprechi che si dedica al recupero delle eccedenze alimentari. «Abbiamo deciso di donar loro il mezzo, perché ne trarranno vantaggio nella gestione delle attività dell”emporio solidale di via Lambertini» commenta la presidente di Cri Imola, Fabrizia Fiumi. (c.gam.)

Nella foto: la consegna del Fiat Doblò in piazza Matteotti

I «Progetti del cuore» arrivano a Imola e grazie alla Croce rossa donano un nuovo mezzo all’associazione No sprechi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast