Cronaca

Da venerdì 14 giugno a Imola la Fiera agricola del Santerno con la Mostra nazionale del cavallo agricolo italiano

Da venerdì 14 giugno a Imola la Fiera agricola del Santerno con la Mostra nazionale del cavallo agricolo italiano

Gli animali da lavoro è il tema della 9ª edizione della Fiera agricola del Santerno, in programma nel weekend del 14, 15 e 16 giugno all’interno del Sante Zennaro, in via Pirandello 12. Protagonisti i cavalli da tiro, con oltre 50 capi in rappresentanza di 10 regioni che parteciperanno alla 82ª Mostra nazionale del cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido, per la prima volta organizzata al di fuori della sua sede storica, la Fieracavalli di Verona. In programma show (venerdì, ore 20.30), concorsi morfologici (sabato, ore 10.30 e ore 14.30), gare di conduzione alla mano (domenica, ore 10). Sarà inoltre presente un ring didattico in cui verranno presentate le caratteristiche del cavallo da tiro e le sue possibilità di impiego in attività amatoriali, sportive e agricole (sabato, ore 11.30 e ore 15).

Gli eventi del settore zootecnico riguarderanno però anche il cavallo maremmano, l’asino romagnolo, i cani da lavoro e, al di là del tema portante, il pollo romagnolo e le ormai rare razze cunicole italiane iscritte al Registro anagrafico. Tra le mostre, citiamo la collezione di mezzi storici a traino animale (birrocci per lavoro e da trasporto, calessi da diporto e baracchine da passeggio), a cura del faentino Gian Paolo Calderoni. Novità di quest’anno il focus sulla canapa industriale, con un’area in cui gli operatori del settore presenteranno gli utilizzi della pianta. La fiera, a ingresso libero e gratuito, sarà aper-ta venerdì (ore 18-23), sabato (ore 9-23) e domenica (ore 9-21), anche in caso di maltempo. E’ previsto un servizio di navetta gratuito per e dalla fiera dai parcheggi dell’area lungofiume e di via Tiro a Segno. Il programma completo è sul sito www.comune.imola.bo.it.

Per quanto riguarda la Mostra nazionale dei cavalli da tiro, si tratta di una storia locale e antica, garantita e protetta dal Libro genealogico istituito sul finire degli anni ’50. Oggi l’Associazione nazionale allevatori del Caitpr può vantare circa 6 mila capi iscritti in tutta Italia, presenti in circa 900 allevamenti distribuiti in 18 diverse regioni, ma in prevalenza in Veneto, Emilia Romagna (che conta una settantina di allevamenti con circa 400 capi), Umbria, Lazio, Abruzzo e Puglia. Nella provincia di Bologna gli allevamenti sono 11 per 58 capi, mentre nel circondario imolese gli allevamenti sono 5: due a Imola, uno a Borgo Tossignano, uno a Medicina e uno a Castel San Pietro, per un totale di circa 46 capi. (r.cr.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 13 giugno

Nella foto un”immagine della Fiera del 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast