Cronaca

Un viaggio della memoria in Bielorussia sulle tracce di Primo Levi per studenti dell'Innocenzo da Imola

Un viaggio della memoria in Bielorussia sulle tracce di Primo Levi per studenti dell'Innocenzo da Imola

Il Giorno della Memoria può essere ricordato in molti modi, anche seguendo tracce originali, come è accaduto agli studenti della scuola media Innocenzo da Imola, che parteciperanno a un viaggio in Bielorussia sulle orme di Primo Levi. Tutto ha avuto origine dal fatto che, nel centenario della nascita di Primo Levi (31 luglio 1919) Arena Ricchi, presidente dell’associazione imolese «Insieme per un futuro migliore», che da 1997 si occupa dell’accoglienza di minori bielorussi in viaggi di risanamento, di aiuto e sostegno alle popolazioni colpite dal disastro di Chernobyl, e presidente nazionale Avib (Associazioni di volontariato italiane per la Bielorussia) si sia imbattuta nell’articolo di un giornale bielorusso nel quale si racconta della permanenza del chimico italiano nella cittadina di Staryje Doroghi, dopo la liberazione dal campo di concentramento.

È nato così, grazie all’interesse e al coinvolgimento della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale Innocenzo da Imola (Ic 2), un bando per studenti delle classi seconde e terze, per rendere omaggio alla figura del partigiano torinese e anche a quella di tutti gli internati italiani (ebrei, civili e militari), protagonisti spesso anonimi della Seconda guerra mondiale. Nella realizzazione del progetto sono state coinvolte l’Ambasciata italiana a Minsk e l’Ambasciata bielorussa a Roma. Gli studenti che hanno aderito (22 in totale: 9 della IIA; 6 della III A; 1 della II Be 6 della III B) hanno dovuto presentare un elaborato a scelta tra poesia, racconto breve, pagina di diario e lettera, rispettando tre temi: il valore della memoria, il sistema concentrazionario dei lager nazisti, il tema della memoria e il dovere di non dimenticare.

I vincitori del bando parteciperanno in marzo a un viaggio formativo che li porterà a visitare i luoghi calcati dagli italiani durante la Seconda guerra mondiale; oltre a Staryje Doroghi si visiteranno i 13 chilometri di trincea nella località di Korma, dove gli studenti avranno modo di conoscere anche i luoghi dai quali provengono i ragazzi ospitati dall’associazione imolese. Gli studenti saranno accompagnati lungo l’itinerario da Arena Ricchi per l’Avib, Martina Salieri per Insieme per un futuro migliore, dalla professoressa Francesca Grandi per l’Ic2 e da Marco Orazi per il Cidra. (r.cr.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 23 gennaio

Nella foto un momento della premiazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast