Cronaca

Alzheimer nell’era Covid, riprese le visite domiciliari

Alzheimer nell’era Covid, riprese le visite domiciliari

Per la prima volta dopo tanti anni la Giornata mondiale dell’Alzheimer, istituita il 21 settembre, non è stata celebrata a Imola con il consueto convegno formativo organizzato dall’Associazione Alzheimer Imola, in collaborazione con l’Azienda sanitaria. Colpa, ancora una volta, del Covid 19, «la pandemia – sottolinea Massimo Menetti, responsabile della Geriatria ospedaliera e territoriale dell’Ausl di Imola – che ha creato importanti e seri problemi ai tanti pazienti affetti da demenza e tanta sofferenza ai loro familiari».

Secondo una ricerca della Società italiana di neurologia per le demenze (SinDem), le restrizioni hanno indotto un peggioramento dei disturbi comporta- mentali nei pazienti con demenza o la comparsa di nuovi sintomi neuropsichiatrici. «Il Covid – prosegue Menetti – ci ha insegnato che bisogna puntare su un sistema sanitario pubblico come il nostro e sempre più forte, perché, se il sistema sanitario tiene, ne ha giovamento la salute pubblica, e anche l’economia. Purtroppo, per necessità sono stati limitati alcuni diritti delle persone ospitate nelle strutture sanitarie del territorio. Anche l’attività del Centro disturbi cognitivi ha subito una interruzione, mantenendo, tuttavia, il contatto telefonico con gli utenti più problematici. Un’attività, quella imolese, che, quindi, non si è mai veramente interrotta. Nei primi 6 mesi del 2020, infatti, nonostante il Covid 19, il Centro disturbi cognitivi, ha eseguito 183 prime visite, definito 230 diagnosi di demenza e 71 di rischio di evoluzione in demenza. Per noi, però, sicurezza ed efficienza sono valori non negoziabili». E oggi la sanità imolese riparte dalle famiglie. «A fine settembre – continua Menetti – abbiamo ripreso le visite domiciliari, precedentemente sospese, con cautela e nelle modalità richieste e, con le dovute accortezze, abbiamo anche ricominciato l’attività ambulatoriale».(a.g.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: gli operatori di Casa Alzheimer a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast