Sport

F.1 a Imola, intervista esclusiva al presidente del circus Stefano Domenicali

F.1 a Imola, intervista esclusiva al presidente del circus Stefano Domenicali

«Paolino! Non voglio fare il ganassa, come dicono a Milano, ma ho la fila di richieste di interviste da tutto il mondo. Comunque cercherò di fare qualcosa per voi, perché non mi dimentico delle mie radici». Ecco. In questo audio che ci ha inviato lo scorso novembre, è racchiuso tutto Stefano Domenicali. Quello che abbiamo iniziato a conoscere più di 40 anni fa e che non è cambiato di una virgola, pur diventando uno degli uomini più potenti del pianeta a livello sportivo. Uno che tratta coi capi di Stato, per capire meglio le dimensioni. In un ipotetico «G7» dello sport forse non siederebbe a capo tavola, ma quasi. La Formula 1, come è noto, è una delle attività più ricche, importanti e seguite e il (quasi) 56enne imolese ne è il presidente, nonché Amministratore delegato, il cosiddetto Ceo in ambito anglofono (chief executive officer).

Nel fine settimana all’autodromo si corre la seconda tappa del Mondiale. Pensi che Imola potrà avere la possibilità di fare un percorso nel Mondiale dei prossimi anni?

«Sarebbe bello per me dire una cosa diversa, ma sarebbe anche sbagliato fare delle promesse. L’anno scorso c’è stato, quest’anno pure. In futuro non lo sappiamo, non ne abbiamo ancora parlato, si dovranno valutare tante cose. Se ci saranno gli elementi per considerare Imola come un’opportunità stabile, ci mancherebbe altro. Però occorre essere anche realisti e capire che abbiamo tante richieste, perché sta emergendo una voglia enorme di Formula 1 in tutto il mondo. Dovremo capire quanti Gran Premi metteremo in calendario, le aree di sviluppo, quante gare potrà avere l’Europa. All’interno di tutto questo bilanciamento si andrà a valutare, considerando quanti soldi un organizzatore dovrà mettere per essere competitivo». (p.z.)

L’intervista su «sabato sera» dove Stefano Domenicali ha ripercorso la sua carriera dagli esordi fino a giorni nostri, parlando di motori, basket ma non solo. Un «viaggio» lungo dieci tappe che, grazie al numero uno della F.1, meglio non poteva presentare il Gp in programma a Imola nel fine settimana. 

Nella foto: Stefano Domenicali e la partenza del Gp di Imola 2020 (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scuola

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast