Cronaca

Svelati i vincitori di «Dante e il contrappasso», il teatro dell’Osservanza diventa «residenza» di due gruppi di artisti

Svelati i vincitori di «Dante e il contrappasso», il teatro dell’Osservanza diventa «residenza» di due gruppi di artisti

Nei mesi scorsi il servizio teatri di Imola ha continuato ad essere al fianco degli artisti per riportare in città gli spettacoli dal vivo. Nella call «Dante e il contrappasso» istituita dall’assessorato alla Cultura e rivolto agli artisti dell’Emilia Romagna, ha raccolto tra marzo ed aprile le proposte di 22 artisti. La commissione formata da Enzo Vetrano, Stefano Randisi e Aristide Rontini ha selezionato due gruppi vincitori con progetti in divenire: Duo informale di Riccardo Buscarini e Carolina Migli (Piacenza) con il progetto «Polvere» e Collettivo Museo (Reggio Emilia) con «Peregrinationes».

I vincitori avranno a disposizione per quindici giorni il teatro dell’Osservanza, dove potranno avvalersi di struttura, personale tecnico e strumentazione, insieme a diverse attività di tutor per i mesi di giugno e luglio. Entrambi i gruppi riceveranno inoltre 3.500 euro a sostegno del progetto.

«Si tratta di un’iniziativa intrapresa dal Comune di Imola per la prima volta e che ho sostenuto con entu-siasmo per dare una possibilità concreta di rilancio all’attività di attori e performer – commenta l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi -. Un’occasione per la comunità del mondo artistico. A breve individueremo le date esatte per la restituzione alla città dei due progetti svolti perché questa esperienza artistica sia vissuta collettivamente». (c.gam.)

Nella foto: il teatro dell’Osservanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi
nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast