Cronaca

Guerra in Ucraina, anche il sindaco di Medicina Montanari a Leopoli insieme agli attivisti: «Qui per riannodare i fili dell’umanità che la guerra spezza»

Guerra in Ucraina, anche il sindaco di Medicina Montanari a Leopoli insieme agli attivisti: «Qui per riannodare i fili dell’umanità che la guerra spezza»

C’è anche il sindaco di Medicina Matteo Montanari tra la delegazione di sindaci e attivisti del Mean (Movimento europeo azione nonviolenta) presenti in questi giorni a Leopoli. Obiettivo confrontarsi con gli amministratori di 25 Comuni dell’Oblast. A causa della guerra molti di questi piccoli-medi comuni hanno infatti dovuto accogliere decine di migliaia di profughi in arrivo dalla parte orientale del Paese. Alcuni hanno addirittura raddoppiato i loro abitanti trovandosi a dover gestire tutte le criticità legate alle necessità abitative, sanitarie e logistiche.

«Ho passato a piedi il confine tra Polonia e Ucraina per raggiungere la città di Leopoli – scrive Montanari -. Quello stesso confine che nei primi giorni della guerra è stato attraversato in senso contrario da oltre 5 milione di ucraini in fuga dall’avanzata delle truppe russe. Abbiamo incontrato amministratori e associazioni ucraine impegnate ogni giorno per dare risposte alle emergenze della guerra per concordare con loro i “Patti di azione nonviolenta”. Siamo qui per ascoltare le loro storie e le loro necessità e come ha detto il Presidente Mattarella, per cercare di “riannodare i fili dell’umanità che la guerra spezza”. Questa mattina poi ho sottoscritto il documento di collaborazione condiviso tra i Comuni e le Associazioni italiane e ucraine. Lavoreremo perché tramite Anci si possano promuovere “Patti di Azione Nonviolenta” tra i nostri territori e creare occasioni di scambio che contribuiscano alla costruzione di una visione comune». (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook del sindaco Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook