Cronaca

Manutenzione straordinaria per le isole ecologiche interrate di Imola e Dozza

Manutenzione straordinaria per le isole ecologiche interrate di Imola e Dozza

Interventi di ripristino e manutenzione straordinaria sono in prevvisione, dal 21 novembre al 22 dicembre, per tutte e sei le isole ecologiche interrate per la raccolta differenziata di plastica e lattine presenti a Imola e Dozza, dove esiste lo stesso servizio ma per carta e cartone. Alla luce di un’età non indifferente per queste strutture, la più vecchia ha infatti 15 anni mentre le altre tutte almeno arrivano a 10, c’è il bisogno di una manutenzione straordinaria.

Nell’arco di un mese ognuna sarà sottoposta, secondo un calendario predefinito, a una serie di interventi straordinari riguardanti principalmente adeguamenti normativi per la sicurezza (che coinvolgono le elettrovalvole, le tubazioni oleodinamiche e l’impiantistica di corredo) e il ripristino della carpenteria (pianale di scarramento dell’elettrocompattatore, fermi di sicurezza del pianale, fermi compattatore, guide laterali compattatore).

L’intervento di manutenzione straordinaria è interamente finanziato dal Con.Ami per un importo totale di circa 80 mila euro.

Ogni isola ecologica, senza sovrapposizioni, rimarrà chiusa temporaneamente per alcune giornate, come indicato negli appositi cartelli informativi che saranno posizionati per l’occasione. In quelle giornate, a Imola i cittadini potranno conferire alle altre isole interrate presenti, usufruire del servizio di raccolta porta a porta attivo nel centro storico oppure scegliere di utilizzare i cassonetti delle isole ecologiche di base presenti sui viali e nel resto della città, mentre a Dozza si potranno utilizzare i contenitori sul territorio.

Le isole ecologiche interrate sono di proprietà del Con.Ami, realizzate a partire dal 2007 per la risoluzione della problematica dei cassonetti nei centri storici di Imola e Dozza e sono in gestione ad Hera.

I vantaggi dell’isola ecologica interrata sono molteplici: si recupera spazio in superficie migliorando l’impatto visivo e la maggiore capacità dei contenitori ne riduce la frequenza di svuotamento, con un conseguente minor passaggio di automezzi. (r,cr.)

Nella foto di Hera, una foto di un’isola ecologica interrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook