Posts by tag: rifiuti

Cronaca 6 Luglio 2022

A Imola in arrivo dieci fototrappole contro chi abbandona i rifiuti

Sono in arrivo, ed entro metà luglio saranno attive, le dieci fototrappole che il Comune di Imola ha annunciato di voler installare in altrettante isole ecologiche di base (le postazioni con i cassonetti) per contrastare l’abbandono dei rifiuti. Un fenomeno che si registra anche in quantità elevate. E in prevalenza, ma non solo, nel centro storico (dove ci sono 38 postazioni, di cui 6 abbinate a isola interrata, sul totale di 366 presenti del territorio).

Le dieci fototrappole saranno posizionate nelle aree maggiormente critiche dal punto di vista degli abbandoni individuate sulla base delle segnalazioni dei cittadini, dai rilievi delle Cgam, dei tecnici di Hera e del Comune e rimarranno in funzione in ogni postazione minimo due mesi – comunque fino alla risoluzione del problema -, poi potranno essere spostate, in modo da rispondere alle diverse problematiche che dovessero emergere nel corso del tempo. Ogni postazione ha quattro telecamere che permettono un ampio raggio di inquadratura e un’alta definizione delle immagini anche di notte. (r.cr.)

A Imola in arrivo dieci fototrappole contro chi abbandona i rifiuti
Cronaca 6 Giugno 2022

«Tutti a raccolta», 60 chili di rifiuti raccolti nei parchi del centro e nell'area Lungofiume

Sono complessivamente più di 60 i chilogrammi di rifiuti raccolti in occasione di «Tutti a raccolta», l’inziativa dedicata all’ambiente che si è svolta sabato 4 giugno in sei comuni del circondario, tra cui Imola.

Al mattino, una ventina di persone, soprattutto adulte, fra cui l’assessore all’Ambiente Elisa Spada, ha pulito l’area del Lungofiume, raccogliendo una trentina di chili di rifiuti, soprattutto indifferenziati.

Nel pomeriggio, una quarantina fra ragazzi e ragazze della Consulta del Comune di Imola hanno pulito il prato della Rocca sforzesca, i Giardini di San Domenico e il Giardino Marziale, raccogliendo 21 chili di indifferenziata, 5,8 chili di plastica, 2,4 chili di vetro, 1,4 chili di carta e 300 grammi di mozziconi di sigarette. (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, la divisione dei rifiuti raccolti dai ragazzi

«Tutti a raccolta», 60 chili di rifiuti raccolti nei parchi del centro e nell'area Lungofiume
Cronaca 25 Novembre 2021

Il gruppo guidato da Hera Spa ha vinto la gara per la gestione dei rifiuti per Bologna e circondario di Imola

Hera Spa si è aggiudicata la gara per la gestione e smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati nel bolognese. Per la precisione il raggruppamento temporaneo di imprese (Rti), costituito tra Hera Spa, Giacomo Brodolini Soc. Coop e Consorzio Stabile Ecobi, seguirà l’ambiente per il bacino territoriale di Bologna, che comprende anche i comuni del Circondario imolese e Ozzano Emilia.

Il contratto con Atersir avrà un orizzonte temporale di 15 anni e un valore di oltre 1,7 miliardi di euro. Atersir, l’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti, è agenzia di regolazione e stazione appaltante per conto dei 50 enti locali coinvolti che comprendono oltre 1 milione di abitanti.

“Il bacino territoriale compreso nel contratto di servizio sarà dotato di modelli di raccolta con servizi e attrezzature innovativi, con un forte orientamento alla sostenibilità, alla riduzione dei rifiuti e all’incremento dei materiali riciclati” dichiarano da Hera, già gestore uscente del servizio nei medesimi comuni. Il progetto presentato, assicurano con una nota dalla ultiutility, “metterà in campo rilevanti investimenti per estendere all’intero territorio modelli di raccolta che consentano la misurazione puntuale dei rifiuti, con la finalità di minimizzare i rifiuti indifferenziati conferiti e aumentare i quantitativi avviati a riciclo”. (r.cr.)

Il gruppo guidato da Hera Spa ha vinto la gara per la gestione dei rifiuti per Bologna e circondario di Imola
Cronaca 28 Ottobre 2021

Discarica Tre Monti, sulla sopraelevazione decide la presidenza del Consiglio dei ministri

Nuova tappa dell’iter amministrativo sulla sopraelevazione del terzo lotto della discarica Tre Monti a Imola. La palla passa a Roma, sul tavolo della presidenza del Consiglio dei ministri per la parola finale che deciderà sul procedimento avviato.Nei giorni scorsi è infatti tornata a riunirsi la Conferenza dei servizi chiamata a valutare il progetto, affinché ogni ente competente potesse esprimere la sua posizione. Un passaggio necessario dopo la sentenza del Consiglio di Stato che, senza mettere in discussione le valutazioni ambientali già condotte, aveva annullato per un vizio di forma la delibera regionale del 2016 di autorizzazione dell’intervento. Essendo stato confermato il parere contrario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, la Conferenza si è conclusa rimandando alla presidenza del Consiglio dei ministri la decisione finale.

Al fine di dare la massima trasparenza e garantire il coinvolgimento su un tema così importante e dibattuto, l’Amministrazione comunale, tramite assessora all’Ambiente, Elisa Spada, ha ritenuto opportuno chiedere di effettuare una comunicazione in merito, nel corso della seduta odierna del Consiglio comunale. (lo.mi.) 

Nella foto (d’archivio): la discarica Tre Monti a Imola 

Discarica Tre Monti, sulla sopraelevazione decide la presidenza del Consiglio dei ministri
Cronaca 17 Settembre 2021

Hera, domani apertura straordinaria dello sportello tessere al Borghetto

Non si fermano le iniziative del Comune di Imola, in collaborazione con Hera e le Guardie ambientali metropolitane, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. In questi giorni, infatti, via ad una campagna di verifica rivolta alle utenze che risultano avere contratti attivi ma essere ancora prive delle tessere associate, da utilizzare per l’apertura dei contenitori stradali e delle isole interrate, a causa di mancato utilizzo degli immobili o cessazione di attività. Per facilitare quindi l’eventuale ritiro delle tessere, lo sportello Hera presente all’interno del Borghetto, oltre alle aperture del mercoledì e del giovedì mattina (9-12), sarà disponibile al pubblico in via straordinaria anche sabato 18 settembre (8.30-12).

È solo l’ultima delle iniziative pianificate dal Comune per contrastare l’abbandono dei rifiuti. Tra queste, nell’ultimo anno, l’orario continuato alla stazione ecologica, il raddoppio dell’apertura dello sportello tessere al Borghetto, l’attività straordinaria, anche nelle frazioni, per individuare i trasgressori, con ispezioni nelle postazioni di raccolta, grazie alle quali sono stati già emessi da inizio 2021 circa 450 verbali. Infine, la campagna «Non buttarla a terra» con la collocazione di decine di nuovi posacenere da strada nei cestini delle aree verdi ed una maggiore pulizia dei cassonetti e delle isole ecologiche per migliorare il decoro urbano. (da.be.)

Hera, domani apertura straordinaria dello sportello tessere al Borghetto
Cronaca 20 Agosto 2021

A Dozza aumenta la raccolta differenziata e calano le tariffe per i cittadini

Il Consiglio Comunale di Dozza, nei giorni scorsi, ha approvato i listini della tariffa corrispettiva puntuale per il 2021, sistema che dal 2019, come a Mordano, sostituisce la tassa Tari grazie al metodo del conteggio delle aperture dei cassonetti effettuate tramite utilizzo della tessera. La tariffa puntuale ha l’obiettivo di rendere il costo della raccolta a smaltimento rifiuti della bolletta legato al quantitativo effettivo di rifiuti indifferenziati prodotti. 

Il montante complessivo si riduce del 2,5% e questo consente una riduzione corrispondente delle tariffe, riduzione che sarà più marcata per i nuclei familiari con un numero più alto di componenti. La riduzione del montante tariffario fa sì che l”importo nella bollette sia minore rispetto al passato. «Una famiglia di quattro persone che vive in un appartamento di 100 metri quadri prima spendeva 280 euro, ora ne spende 250. I cittadini potranno verificare le agevolazioni con l”arrivo delle prime bollette, dopo l”estate» ha dichiarato Barbara Pezzi, assessore all”Economia circolare. A questo va aggiunto anche l’aumento della raccolta indifferenziata «arrivata quasi al 92% – ha spiegato il sindaco Luca Albertazzi – che ha permesso alla nostra comunità di ottenere importanti riconoscimenti».

Inoltre l’Amministrazione comunale ha deciso di stanziare 117 mila euro a favore delle categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni dovute alla pandemia. Il contributo andrà a ridurre la quota variabile da un 50% ad un 80% in base all’intensità delle restrizioni subite dai vari tipi di attività economiche. «In questo modo vogliamo perseguire un duplice obiettivo – sostiene l’Assessore all’Economia Circolare Barbara Pezzi -, In primo luogo riduciamo i costi di attività che senza dubbio hanno subito importanti riduzione nelle entrate; in secondo luogo diamo attuazione al principio sancito dall’Unione Europea secondo il quale ‘chi inquina paga’: è chiaro che chi ha lavorato meno ha prodotto una quantità inferiore di rifiuti, e pertanto è corretto che paghi una cifra inferiore». (c.gam.)

Nella foto: una veduta aerea di Dozza

A Dozza aumenta la raccolta differenziata e calano le tariffe per i cittadini
Cronaca 18 Luglio 2021

Rifiuti, ad Ozzano ottimo avvio del progetto di raccolta «Smarty»

Il 17 maggio scorso, in accordo con Hera, ad Ozzano è partito il progetto «Smarty», nuovo sistema di raccolta dei rifiuti che prevede la sostituzione dei vecchi cassonetti per la raccolta indifferenziata con cassonetti ad apertura a cassetto tramite una tessera smeraldo già consegnata ai cittadini. Modalità studiata per incentivare i cittadini a differenziare maggiormente i rifiuti al fine di raggiungere, quanto prima, i traguardi fissati a livello regionale che sono quelli di ridurre la produzione annua di rifiuto indifferenziato sotto ai 150 kg per abitante ed  aumentare la raccolta differenziata annua che dovrà toccare almeno la quota del 79%, per i territori comunali di pianura tra cui Ozzano.

Così dopo due mesi è tempo di bilanci per il sindaco Luca Lelli: «Ad aprile 2021, il mese prima di partire con il sistema Smarty, la percentuale della raccolta differenziata era pari al 53,6%, mentre ora secondo gli ultimi dati forniti da Hera nel mese di maggio la percentuale di raccolta differenziata è salita al 60% ed arrivata fino al 74,74% a giugno, primo mese intero a pieno regime». (r.cr.)

Nella foto: il sindaco Lelli con i nuovi cassonetti «Smarty» 

Rifiuti, ad Ozzano ottimo avvio del progetto di raccolta «Smarty»
Cronaca 29 Giugno 2021

Raccolta differenziata 2020, nel circondario il comune più virtuoso è stato Mordano

In Emilia Romagna cresce la raccolta differenziata dei rifiuti. Nel 2020, secondo i dati del rapporto annuale curato dalla Regione, è stata raggiunta una media del 72,5%, quasi in linea con l’obbiettivo fissato al 73% dal Piano regionale dei rifiuti. Nonostante il lockdown, è stato fatto un ulteriore passo avanti anche per quel che riguarda i materiali avviati al recupero: si parla di circa 2,1 milioni di tonnellate, l’1,6% in più rispetto all’anno precedente.

Ecco le percentuali raggiunte dai comuni del circondario imolese: Mordano (93,8%), Dozza (91,8%), Castel Guelfo (82,9%), Castel San Pietro (82,6%), Imola (77,5%), Medicina (72,3%), Casalfiumanese (63,2%), Castel del Rio (56%), Ozzano Emilia (53,6%) Borgo Tossignano (52,3%), Fontanelice (51,6%). Tra i capoluoghi di provincia, Ferrara conquista il primo posto con l’87,6% di rifiuti differenziati. «Se non avessimo avuto la pandemia – ha sottolineato Irene Priolo, assessore regionale  all’Ambiente – avremmo di gran lunga superato gli obiettivi prefissati».

Raccolta differenziata 2020, nel circondario il comune più virtuoso è stato Mordano
Cronaca 9 Giugno 2021

La Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola termina il mandato tra pulizia dei parchi e Consiglio comunale straordinario

Prima hanno raccolto oltre 19 chili di plastica, carta e mozziconi nelle aree verdi della città, poi a teatro comunale, durante un Consiglio comunale a loro dedicato (nella foto), hanno raccontato come hanno trasformato le loro idee in azioni concrete. Protagonisti di un sabato speciale, lo scorso 5 giugno, sono stati una trentina dei 49 componenti della Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola.

Giunti al termine del proprio mandato biennale, come da prassi hanno illustrato il lavoro portato avanti in questi due anni (tra i temi ricordiamo pedibus, bullismo e verifica piste ciclabili), non prima di avere aderito all”iniziativa «Tutti a raccolta» per #Plastic-freER.

I componenti della Consulta vengono eletti fra gli alunni delle classi quarte delle scuole elementari e delle classi prime e seconde delle scuole medie sulla base di un programma elettorale nel quale hanno presentato proposte, progetti, idee per la scuola, la comunità locale, la città. (r.cr.)

Nella foto: il Consiglio comunale straordinario al teatro Ebe Stignani

La Consulta delle ragazze e dei ragazzi di Imola termina il mandato tra pulizia dei parchi e Consiglio comunale straordinario
Cronaca 4 Giugno 2021

Per la Giornata mondiale dell'ambiente raccolte straordinarie di rifiuti a Imola, Dozza, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice

Sabato 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente. Nel circondario sono in programma diverse iniziative di pulizia di parchi e strade dai rifiuti. A Imola sono previste 12 aree di raccolta a Zolino (ritrovo al centro sociale), Pontesanto (lavatoio), Cappuccini (parchetto di fronte al centro commerciale Leonardo), zona industriale (pasticceria La Rocca), Marconi (centro sociale Giovannini, Pedagna (centro sociale Tozzona), Osservanza (parcheggio Rodari), Campanella (parchetto centro sociale), Ponticelli (scuola primaria), Zello (campo sportivo «David Cappelletti»), San Prospero (centro sociale) e Sesto Imolese (centro sociale Tarozzi); in tutti il ritrovo è alle ore 10.

Nel pomeriggio, invece, la raccolta sarà realizzata esclusivamente dalle ragazze e dai ragazzi della Consulta del Comune di Imola. L’attività di pulizia delle aree verdi della città rientra tra quelle proposte dai ragazzi stessi fra i propri obiettivi di mandato. Alle ore 16, poi, i quattro gruppi si ritroveranno in piazza Matteotti, dove avverrà la pesatura dei sacchi di mozziconi raccolti. Il pomeriggio culminerà al teatro Stignani dove, dalle 17 alle 19, è previsto un incontro tra il Consiglio comunalee la Consulta delle ragazze e dei ragazzi. L’iniziativa vuole essere l’occasione per i ragazzi e le ragazze che compongono la Consulta di esporre, a conclusione del proprio mandato biennale, i progetti e le attività sui quali si sono impegnati in questi due anni. I cittadini potranno seguire i lavori del Consiglio in diretta streaming sul canale web https://imola.civicam.it. Referenti: per la zona della Pedagna Maria Lorena Trotta; zona industriale la referente sarà Mirella Pagliardini; Ponticelli la referente sarà Anna De Veredicis.

Tornando alla raccolta rifiuti, a Dozza i ritrovi sono in piazza della Loggia a Toscanella (ore 9) e all’ex bocciodromo (ore 15). A Mordano alle 9.30 si parte dal municipio e dal parco Europa di Bubano. In vallata ci si trova alle ore 9 a Casalfiumanese (parcheggio di via Di Vittorio), a Borgo Tossignano (presso il guado a valle dell’abitato) e a Fontanelice (presso la riva dei Cavalli) per poi riunirsi alle ore 12 alla Casa del fiume per il recupero dal Santerno dei retini per la raccolta delle microplastiche. (r.cr.)

Per la Giornata mondiale dell'ambiente raccolte straordinarie di rifiuti a Imola, Dozza, Mordano, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA