Cronaca

«A scuola facciamo… la differenz(i)a», a Ozzano in classe s’insegna la tutela dell’ambiente

«A scuola facciamo… la differenz(i)a», a Ozzano in classe s’insegna la tutela dell’ambiente

Nei giorni scorsi è concluso a Ozzano, con la consegna dei raccoglitori per carta e plastica presso il plesso «Ciari», il progetto «A scuola facciamo… la differenz(i)a», avviato dall’Amministrazione comunale nel novembre 2017, in occasione della Settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti, e che ha visto il coinvolgimento di alunni, insegnanti e del personale ausiliario delle scuole del territorio, tutti impegnati nel portare all’interno delle classi, già a partire dalle scuole dell’infanzia, una corretta modalità di raccolta differenziata dei rifiuti. In particolare per quanto riguarda la carta e la plastica che sono poi i materiali principalmente utilizzati nelle scuole, l’organico per le mense coinvolte anche nella raccolta delle eccedenze alimentari da utilizzare a scopi sociali.

Nella gestione dell’intero progetto sono stati coinvolti tutti i soggetti responsabili dei servizi che ruotano attorno alla raccolta dei rifiuti, Hera in primo luogo, l’Istituto comprensivo statale di Ozzano, la cooperativa che gestisce i servizi integativi, Solaris per le mense all’interno delle nostre scuole e le GEV (Guardie Ecologiche Volontarie) a cui è stato affidato il compito di  monitorare l’andamento del progetto.

«L’intento – ricorda la vice sindaca con delega all’Ambiente Mariangela Corrado –  è quello di informare e sensibilizzare tutti i nostri cittadini, partendo quindi proprio dai più piccoli che frequentano le scuole, sull’uso consapevole delle risorse, sullo spreco zero e sulle modalità corrette di raccolta dei rifiuti  finalizzate ad un loro possibile riciclo». (r.cr.)

Nella foto: la consegna dei raccoglitori per plastica e carta alle scuole elementari «Ciari»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook