Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 18 Giugno 2021

Coronavirus, in calo i casi attivi a Imola. L’Italia sarà bianca da lunedì ma mini quarantena e tampone per chi viene dalla Gb

La situazione epidemiologica del circondario imolese continua ad essere buona con appena 79 casi attivi, sostanzialmente stabili negli ultimi giorni, con i 4 nuovi positivi odierni ampiamente compensati dalle 6 guarigioni. Rimane ancora una persona ricoverata in terapia intensiva a Bologna. I nuovi positivi sono tutti asintomatici e individuati tramite tracciamento; 1 è nella fascia d’età 15-24 anni, 1 nella fascia 25-44 anni, 2 nella fascia 45-64 anni. 

Poi c’è il tema caldo delle vaccinazioni: 88.735 quelle fatte nei centri vaccinali dell’Azienda usl di Imola tra prime e seconde dosi, 3.815 quelle eseguite dai medici di medicina generale e 2.178 all’hub Medical Centre Autodromo Sacmi-Cefla per i dipendenti delle due coop. e un’altra quarantina di aziende. Dopo l’apertura delle agende per la fascia dei 20-24enni due giorni fa (sono 1676 quelli che hanno prenotato tra i residenti del circondario imolese), ora è possibile prenotare la vaccinazione a prescindere dall’età. Per chi ha meno di 60 anni sono previste esclusivamente dosi di vaccino Pfizer o Moderna, come da indicazioni nazionali. Sono state somministrate complessivamente oltre 3 milioni e 370 mila dosi in Emilia Romagna, sul totale, sono circa 1 milione e 200 mila le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. 

Anche nella nostra regione continua il calo dei ricoverati e dei casi attivi con appena 71 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 286 ricoverati, di cui 40 in terapia intensiva. Continua però l’onda lunga dei decessi altri 6 oggi tra cui un uomo di 56 anni del Bolognese e non va dimenticato il 15enne modenese deceduto ieri per le conseguenze della Covid-19 dopo tre mesi in terapia intensiva.  

La decrescita dei casi riguarda tutte le regioni italiane, tanto che il ministro della Salute Roberto Speranza ha comunicato oggi in conferenza stampa di aver firmato l’ordinanza che decreta da lunedì il passaggio in zona bianca per tutte le regioni tranne la Valle d”Aosta che rimarrà gialla. L”Rt dell’Italia è passato da 0,68 della scorsa settimana a 0,69, un lievissimo aumento che secondo gli esperti della cabina di regia vede comunque ancora stabile l”indice di trasmissibilità delle infezioni . Continua invece la riduzione dell”incidenza, che scende a 16.7 casi ogni 100 mila abitanti rispetto a 25 di 7 giorni fa. 

Il problema è la variante delta (indiana) che imperversa in Inghilterra e in altri Paesi europei. Per ora si sono registrati pochi casi in Italia (con un piccolo focolaio in Sardegna) ma la sua capacità di diffondersi preoccupa, così oggi il ministro Speranza oggi ha firmato un’altra ordinanza che introduce la quarantena di 5 giorni con obbligo di tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna. L”ordinanza entra in vigore da lunedì 21 giugno. Inoltre vengono prolungate le misure di divieto di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka. (l.a.)

Coronavirus, in calo i casi attivi a Imola. L’Italia sarà bianca da lunedì ma mini quarantena e tampone per chi viene dalla Gb
Sport 18 Giugno 2021

Ciclismo, cronometro tricolore per Sobrero. Solo 4° Ganna. Tra le donne successo per la Longo Borghini

Grande sorpresa alla cronometro dei Campionati italiani di ciclismo conclusasi pochi minuti fa a Faenza. Tra gli uomini maglia tricolore a Matteo Sobrero (58’40”) che ha preceduto Edoardo Affini e Mattia Cattaneo. Solo 4° il campione del mondo ed italiano in carica Filippo Ganna.

Tra le donne, invece, successo per Elisa Longo Borghini (47’17”) davanti a Soraya Paladin e Tatiana Guderzo. 

Nella foto: Matteo Sobrero

Ciclismo, cronometro tricolore per Sobrero. Solo 4° Ganna. Tra le donne successo per la Longo Borghini
Cronaca 18 Giugno 2021

Coronavirus, via libera al «Green pass» per tornare a viaggiare e partecipare agli eventi in sicurezza

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Decreto che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali Covid-19. Con la firma del Dpcm si realizzano le condizioni per l’operatività del Regolamento Ue sul «Green Pass», che a partire dal prossimo 1° luglio garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell”Unione. 

A COSA SERVE. Il documento gratuito, in formato digitale e stampabile, nel nostro Paese facilita nel nostro Paese la partecipazione ad eventi pubblici (come fiere, concerti, gare sportive, feste in occasione di cerimonie religiose o civili anche in zona bianca o gialla), l’accesso alle residenze sanitarie assistenziali e lo spostamento in entrata e in uscita da zona rossa o arancione. Dal prossimo primo luglio, poi, assicurerà la piena libertà di movimento sul territorio dell”Unione Europea a tutti coloro che avranno un certificato nazionale valido.

CHI PUO” AVERLO. Viene generato in automatico e messo a disposizione gratuitamente nei seguenti casi: aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni; aver completato il ciclo vaccinale; essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti; essere guariti dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

COME OTTENERE IL PASS. Attraverso canali digitali e canali fisici. La disponibilità della certificazione viene comunicata tramite email o sms (ai contatti indicati in fase di prestazione sanitaria: vaccinazione, test o guarigione) con un codice per scaricarla. Via App -Immuni, è dotata di una nuova funzione che consente di scaricare la Certificazione inserendo il numero e la data di scadenza della propria Tessera sanitaria e il codice (authcode) ricevuto via email o sms ai contatti comunicati in fase di prestazione sanitaria.

PER QUANTO TEMPO E’ VALIDO. La durata varia a seconda della prestazione sanitaria a cui è collegata. In caso di vaccinazione: per la prima dose dei vaccini che ne richiedono due, la certificazione sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità fino alla dose successiva. Nei casi di seconda dose o dose unica per pregressa infezione sarà generata entro un paio di giorni e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi) dalla data di somministrazione. Nei casi di vaccino monodose sarà generata dal 15° giorno dopo la somministrazione e avrà validità per 270 giorni (circa nove mesi). Nei casi di tampone negativo sarà generata in poche ore e avrà validità per 48 ore dall”ora del prelievo. Nei casi di guarigione da Covid-19 la certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità per 180 giorni (6 mesi).

SITO DEDICATO. Il sito del Governo è già operativo; tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate fino al 17 giugno saranno rese disponibili entro il 28 giugno.

Per tutte le informazioni è possibile contattare il Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20.

Approfondimenti su «sabato sera» del 17 giugno.       

Coronavirus, via libera al «Green pass» per tornare a viaggiare e partecipare agli eventi in sicurezza
Cronaca 18 Giugno 2021

Ondata di calore in arrivo nel fine settimana, i suggerimenti dell’Ausl di Imola

Le previsioni Arpae per la provincia di Bologna indicano per il fine settimana, soprattutto in pianura per la giornata di domenica 20 giugno, l’arrivo di una forte ondata di calore che farà schizzare le temperature fino a quasi 40°. In questi casi il pericolo maggiore è la disidratazione.

Per questo motivo, l’Ausl di Imola ha voluto ricordare alcuni importanti suggerimenti per ridurre i rischi di salute legati alle ondate di calore, soprattutto per anziani e bambini. Bere molto e spesso, almeno 2 litri di acqua al giorno, anche quando non si ha sete, evitando bibite gassate, zuccherate e ghiacciate. La bevanda migliore è sempre l’acqua, a temperatura ambiente o fresca. Evitare gli alcolici e limitare the, caffè e altre bevande che contengono caffeina: agiscono come diuretici e favoriscono la disidratazione. Mangiare molta frutta e verdura, preferibilmente cruda e di stagione, anche frullata o centrifugata. Questi cibi sono una fonte di vitamine e sali minerali, oltre che di acqua. Vietati i cibi pesanti: fritti, umidi ed intingoli. Pesce e carni bianche vanno preferite a formaggi, insaccati e carni rosse. Sì a pasta, riso e patate, ma in modica quantità e con condimenti leggeri. Bene latte, yogurt e gelati o sorbetti alla frutta. Aumentare la frequenza dei bagni o delle docce, con acqua tiepida, che abbassa la temperatura corporea. Cambiare frequentemente la biancheria intima. Per chi è immobilizzato a letto, cambiare spesso posizione. Per chi ha problemi di incontinenza, cambiare spesso i presidi igienici (pannoloni). Dopo il bagno è anche bene idratare la pelle con prodotti adeguati (crema all”amido di riso, crema base, ecc.).

Vestire abiti leggeri, chiari e non aderenti; in fibre naturali (cotone, lino, ecc..) che favoriscono la traspirazione. Indossare cappello ed occhiali da sole quando si esce. Uscire di casa solo al mattino presto e dopo il tramonto, e solo se l”aria si è rinfrescata. Evitare assolutamente di uscire di casa tra le 11 e le 17. In queste ore sole, calore, umidità ed ozono rendono pericolosa qualsiasi attività all”aperto. Per una casa più fresca, aprire le finestre al mattino presto, alla sera e alla notte. Chiudere finestre, tapparelle e tende (molto utili quelle esterne) nelle ore più calde. Cercare di stare nei locali meno esposti al sole e più freschi. Rinfrescare gli ambienti con condizionatori, ma facendo attenzione che la temperatura dentro casa non sia mai più bassa di 6-7 gradi rispetto all”esterno, per evitare sbalzi termici pericolosi per la salute. Se si utilizzano condizionatori mobili, fare attenzione anche agli sbalzi tra le stanze rinfrescate e quelle più calde. Il getto d”aria di condizionatori e ventilatori non deve essere troppo forte e mai orientato verso le persone. 

Sintomi del colpo di calore. Lingua e mucose orali secche, occhi infossati, aumento della temperatura corporea, nausea, aumento del battito cardiaco (tachicardia), abbassamento della pressione, aumento della respirazione, confusione mentale, torpore e debolezza, sono alcuni tra i sintomi provocati dalla disidratazione e presenti nel colpo di calore. In presenza di tali sintomi è bene chiamare subito il proprio medico (o la continuità assistenziale nei prefestivi e festivi e la notte 800 040 050) e nel frattempo stendersi con le gambe sollevate, posandosi una pezzuola bagnata o una borsa del ghiaccio sulla fronte. Bere acqua. 

Ondata di calore in arrivo nel fine settimana, i suggerimenti dell’Ausl di Imola
Cronaca 18 Giugno 2021

Un milione di euro per asfaltare a Castel San Pietro

Il Comune di Castel San Pietro ha deciso di innalzare di 300 mila euro i 700 mila euro già previsti nel 2021 per la manutenzione di strade e marciapiedi che presentano buche e avvallamenti tra capoluogo e frazioni. I lavori verranno suddivisi in due tranche.

Si parte a luglio dalle vie Villalunga, Tanari e piazza dei Martiri Partigiani, poi seguiranno altre strade. «Non si tratta di rappezzi, ma di asfaltature di alcuni tratti, in certi casi anche di alcuni chilometri» assicura l’assessore ai Lavori pubblici, Giuliano Giordani. 

Un milione di euro per asfaltare a Castel San Pietro
Cultura e Spettacoli 18 Giugno 2021

Da oggi online The Ballad of the Ocean, nuovo singolo di Cicci Bagnoli. Ospite Max Marcolini

Nuova avventura musicale per Cristian “Cicci” Bagnoli. Da oggi, su tutte le piattaforme, è possibile ascoltare il suo nuovo singolo The Ballad of the Ocean, con Max Marcolini, produttore di Zucchero dai tempi di BlueSugar, ospite d’eccezione alla chitarra elettrica.
«Di fronte a un grande della musica, ho ceduto il mio strumento tradizionale – racconta –. L’ho conosciuto durante la tournée di Zucchero nei palazzetti di tre anni fa, quando sono stato chiamato per accompagnare alla chitarra l’artista di apertura Gheri, suonando le parti che Marcolini aveva inciso in studio. Quando gli ho chiesto di partecipare, ha detto immediatamente di sì».

Il disco «arriverà alla fine dell’anno – anticipa –. E ho deciso di intraprendere un nuovo percorso: tutti mi conoscono per il rock, però questa volta voglio esplorare il blues e il rhythm & blues».
E’ possibile sostenerne la pubblicazione dell’album attraverso una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal basso. (lu.ba.)

L’approfondimento sui prossimi numeri di Sabato sera

Da oggi online The Ballad of the Ocean, nuovo singolo di Cicci Bagnoli. Ospite Max Marcolini
Cronaca 18 Giugno 2021

Dall’Avis di Castello una panchina rossa e un nuovo gioco per il parco Scania

L’Avis di Castel San Pietro ha celebrato la Giornata mondiale del donatore di sangue con una cerimonia nel parco Scania domenica 13 giugno. Il vicesindaco Andrea Bondi, l’assessore Giuliano Giordani e la presidente dell’Avis Cristina Baldazzi hanno inaugurato una nuova panchina rossa posizionata di fronte a quella gialla installata nel 2019 e un nuovo gioco per bambini.

Ad aprile 2021 le donazioni di sangue erano 476 (+8% rispetto al 2020), le donazioni di plasma 57 (+21%) e le prime donazioni 21 (+17%).

Nella foto: il nuovo gioco per bambini installato nel parco Scania

Dall’Avis di Castello una panchina rossa e un nuovo gioco per il parco Scania
Cronaca 17 Giugno 2021

Inaugurata la nuova sede dell’associazione di volontariato Anteas

E’ stata inaugurata oggi la nuova sede di Anteas, in via Poletti 2. I nuovi spazi, rinnovati e ampliati, offrono una maggiore qualità nei servizi che da oltre 20 anni l’associazione di volontariato offre alla comunità.

La ristrutturazione ha permesso di aggiornare gli impianti, adeguare il bagno per le persone con difficoltà motorie e rinnovare l’ambulatorio, gestito da infermieri volontari e a disposizione della comunità per iniezioni, medicazioni e altri servizi infermieristici. I lavori sono stati possibili grazie ad un finanziamento della Fondazione Cassa di risparmio di Imola. Inoltre la Sacmi ha donato parte degli arredi e alcuni computer, nonché un aiuto economico. La Cefla ha attrezzato il magazzino e ha donato gran parte degli arredi, la ditta Marocchi Srl di Casalfiumanese ha donato la porta d’ingresso. Il progetto è stato curato dall’architetto Fabrizio Castellari che ha anche seguito i lavori assieme al vice presidente di Anteas Imola Roberto Raggi.

«Oggi l’Amministrazione comunale era presente per portare il suo abbraccio e il suo forte ringraziamento per quello che Anteas ha fatto in tutti questi anni, per quello fatto in questo drammatico periodo di pandemia e per quello che faranno nel futuro. Vi siete messi in gioco per una cosa che è più grande di noi, cioè la comunità e il bene comune e di questo vi siamo grati» dichiara Marco Panieri, sindaco di Imola. «Grazie a tutti voi perché rendete facile il nostro lavoro. Con voi è veramente facile tradurre in pratica ciò che come Fondazione dobbiamo fare» commenta Rodolfo Ortolani, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. «In questi anni siamo stati vicini all’Anteas garantendo dei contributi. Ma, dopo avervi incontrati, abbiamo ritenuto di partecipare a questa avventura facendo qualcosa di più» spiega Giuliano Airoli, vicepresidente Sacmi. «A mio avviso non c”è qualcuno che dona a qualcun altro, ma semplicemente il donare in casi come questi significa fare sistema per far sì che per tutti ci sia un ritorno» dice Gianmaria Balducci, presidente Cefla. (r.cr.)

Nella foto: la cerimonia di inaugurazione

Inaugurata la nuova sede dell’associazione di volontariato Anteas
Sport 17 Giugno 2021

Ciclismo, programma e percorso dei Campionati italiani a Imola

Saranno più di 250 gli atleti e le atlete di assoluto livello al via dei Campionati italiani di ciclismo su strada in programma venerdì 18 (crono a Faenza) e domenica 20 giugno (gara in linea a Imola). 

Le gare vedranno l’organizzazione tecnica del gruppo ExtraGiro di Marco Selleri, incaricato dalla Federciclismo in accordo con la Lega Ciclismo Professionistico, e con il sostegno di Regione Emilia Romagna, Apt Servizi Emilia Romagna, Con.Ami, Gruppo Hera e Terre&Motori.

Il programma. La rassegna tricolore 2021 prende il via venerdì 18 giugno, con partenza e arrivo a Faenza per le tre cronometro (Crono Elite Uomini, Crono Elite Donne. Crono Junior Donne). Domenica 20 giugno, la gara in linea Elite Uomini
prenderà il via da Bellaria Igea Marina, già sede di partenza recentemente di una tappa del Giro di Romagna per Dante Alighieri, per risalire tutta la Romagna in direzione Faenza, da dove si affronteranno Monticino e Gallisterna per immettersi così nel circuito conclusivo, che si ripeterà quattro volte ricalcando in gran parte il percorso dei Campionati del Mondo vinti a settembre dal francese Alaphilippe. La conclusione sarà a Imola in viale Saffi, vicino alla Rocca Sforzesca.

I percorsi. Domenica 20 giugno. La gara in linea Uomini Elite prenderà il via da Bellaria Igea Marina; 225,9 km da percorrere per un dislivello complessivo di circa 3.600 metri. Il gruppo risalirà la Romagna passando per Villalta, Matellica, Carpinello, Forlì, Villanova, Faenza prima di affrontare Cima Monticino (280 m slm) che porta a Riolo Terme dove ci si ricongiunge con le strade dei Campionati del Mondo 2020, affrontando così Cima Galisterna (268 m slm), via Sabbioni e ingresso in Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Si transiterà per la prima volta sotto il traguardo che in questa occasione si troverà in viale Saffi a Imola, vicino alla Rocca Sforzesca. Da lì parte il conteggio per gli ultimi quattro giri sul circuito di 31,4 km che in gran parte ricalca il percorso dei Campionati del Mondo 2020: via Bergullo, Cima Mazzolano (137 m slm), Riolo Terme, Cima Galisterna e ritorno in viale Saffi a Imola. (r.s.)

MODIFICHE ALLA VIABILITA’

Nella foto: la presentazione dei Campionati italiani di ciclismo oggi in autodromo

 

Ciclismo, programma e percorso dei Campionati italiani a Imola
Cronaca 17 Giugno 2021

L’anno del Covid alla Casa di accoglienza «Anna Guglielmi» raccontato dalla presidente Gasperini

«Riusciremo a far fronte alle difficoltà del Covid, ma abbiamo una perdita di 50 mila euro che ha eroso le riserve della cooperativa». Claudia Gasperini, presidente della Casa di accoglienza Anna Guglielmi Scs Onlus, non nasconde le difficoltà di questo anno difficile. L’indice medio di occupazione dei posti letto della struttura nel 2020 è stato del 48% contro il 68% del 2019. «Ora si sta rialzando e la cosa ci fa ben sperare».

Parlare dell’ospedale di Montecatone significa anche raccontare della realtà nata una trentina di anni fa proprio con lo scopo di offrire un alloggio alle famiglie che dovevano assistere i loro cari ricoverati per i lunghi periodi di riabilitazione oppure per coloro che effettuavano le terapie in day hospital. All’epoca in zona non c’erano possibilità ricettive e la meravigliosa posizione collinare a cinque chilometri da Imola rappre- sentava un vero scoglio per chi non aveva un’auto, poi c’era il tema dei costi.

Da qui l’idea della casa di accoglienza, ristrutturando quello che era uno dei vecchi edifici del complesso ospedaliero. «Oggi abbiamo 82 posti letto e quasi 3 mila metri quadri su quattro piani, ma l’obiettivo rimane fornire un servizio di qualità ad un prezzo accessibile». L’Anna Guglielmi è una cooperativa con otto dipendenti soci, tre volontari soci e due soci fruitori (famiglie di pazienti), più una ventina di volontari che ruotano più o meno stabilmente e danno una mano nelle attività come i ragazzi del servizio civile.

Approfondimenti su «sabato sera» del 10 giugno.

Nella foto: la visita del presidente della Regione Stefano Bonaccini in febbraio (prima da destra Claudia Gasperini)

L’anno del Covid alla Casa di accoglienza «Anna Guglielmi» raccontato dalla presidente Gasperini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast