Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Cronaca 16 Ottobre 2021

Frontale sulla San Carlo, motociclista perde la vita

Incidente mortale nel pomeriggio di oggi in via San Carlo a Castel San Pietro. Secondo le prime informazioni una Citroen C3, condotta da un ventenne, per cause ancora da accertare, nei pressi dell’incrocio con via Gioia, ha invaso la corsia opposta scontrandosi frontalmente con una moto Bmw Gs 1200.

Dopo il violento impatto il conducente della moto è stato sbalzato a diversi metri di distanza, mentre il mezzo si è incendiato. Inutili i soccorsi del 118, l’uomo, a quanto trapela residente nel ferrarese, è morto sul colpo a causa delle gravi ferite riportate. Ferito l’automobilista. Sul posto anche vigili del fuoco ed agenti della polizia stradale. (r.cr.)

Foto Isolapress

Frontale sulla San Carlo, motociclista perde la vita
Calcio 16 Ottobre 2021

Imolese: 2 perle rare sulle spiagge della Sardegna

Un 2-0 a Olbia chi se lo aspettava dopo la prestazione con la Carrarese? Ma l’Imolese di quest’anno è così: bella, imprevedibile, che trova ossigeno da tutti. Melgrati, Angeli e D’Alena, tre uomini sugli scudi senza voler dimenticare un immenso Benedetti. Ma il gol e il salvataggio sulla linea del difensore, le 6 parate del portiere nella ripresa e la regia dell’ex romanista sono conchiglie rare da raccogliere sulle spiagge sarde e da conservare con cura.

Erano tre i precedenti a Olbia per l’Imolese, tutti in serie C. Nel 1969/70 finì 1-1 con rete di Zini, l’anno dopo ancora 1-1 con gol di Mazzoli, l’ultimo sbarco fu nel 1971/72 e vinsero i sardi 3-0.

Stavolta, dopo il viaggio in traghetto e l’imminente sfida di martedì sera con la Pistoiese, la squadra di Fontana si è schierata con Melgrati in porta, difesa con Lia a destra e Liviero dall’altro lato, confermando i centrali Angeli e Vona. A centrocampo torna titolare D’Alena, affiancato da Boscolo Chio e Benedetti; attacco con Matarese, Padovan e Turchetta. Dunque 5 su 10 giocatori di movimento cambiati rispetto all’ultima partita, tra infortuni e scelte tecniche, cioè Cerretti, Palma, Belloni e i due Lombardi.

La cronaca. Bel sole e un gruppetto di tifosi rossoblù in curva. La partita tarda ad accendersi, ma quando lo fa è un’esplosione. Parliamo dei 20 minuti centrali del primo tempo. Al 15’ i sardi crossano da destra, ma la deviazione non arriva per un soffio. Al 24’ ancora Olbia, ancora sulla stessa fascia: cross e testa di Ragatzu (con Lia un po’ fermo) che tocca fuori di poco. Al 25’ Benedetti prova l’incursione in area, ma viene anticipato in scivolata. Era il preludio del gol: infatti Turchetta batte il corner, Padovan sfiora la sfera, che termina sul piedone di Angeli, che imbuca. Al 28’ tocca a Udoh fare un dribbling imponente, ma il tiro è a lato. Al 30’ un altro rischio per i rossoblù: liscio di Vona, Ragatzu tira contrastato da Melgrati, ma la palla si va ad infilare in porta, non fosse per il salvataggio sulla linea di Angeli, vero protagonista del match. Al 34’ tocca a Padovan provarci da fuori, ma Ciocci è pronto e para. Al 35’ c’è il raddoppio, tutta farina del sacco di Benedetti, che entra in area e spara un sinistro sul secondo palo. Poi più nulla, fino al riposo.

La ripresa. Bum bum. Olbia spara due cartucce nel giro di un minuto, il primo del secondo tempo. Ragatzu spara di testa, deviazione in angolo di super Melgrati, che torna a superarsi su un”altra zuccata dopo il cross. Ma non è finita, perché all’11’ ci riprova Ragatzu, il portierone rossoblù respinge e sulla ribattuta di Udoh torna a chiudere a chiave la porta. I sardi pian piano si spengono, anche se Ragatzu al 25’ scodella una palla preziosissima ancora per Udoh, che non conclude al meglio. Al 28’ Mancini (altro liscio di Vona) tira da fuori e Melgrati salva ancora il risultato, come pure al 35’ su Udoh. Sembra finita, ma al 40’ il segnalinee lato tribuna ha un problema muscolare e viene sostituito dal quarto uomo. Ci saranno 7’ di recupero, ma invece di tremare è proprio l’Imolese a poter arrotondare il punteggio: Belloni spreca un passaggio d’oro dentro l’area al 48’ e al 50’ Palma si fa parare il tiro dopo un bel passaggio di Lombardino. Sul traghetto di ritorno le onde saranno di certo più dolci. (p.z.)

Olbia – Imolese 0-2 (0-2)

Imolese (4-3-3): Melgrati; Lia, Angeli, Vonam Liviero; Boscolo Chio (26’ s.t. Palma), D’Alena, Benedetti; Matarese (13’ s.t. Lombardi L.), Padovan (38’ s.t. Belloni), Turchetta (13’ s.t. Masella). All. Fontana.

Gol: 26’ Angeli (I), 35’ Benedetti (I).

Imolese: 2 perle rare sulle spiagge della Sardegna
Sport 16 Ottobre 2021

Giovani, camminatori e atleti veri: il fascino della Tre Monti è immutato

Ben 52 anni e non sentirli. Oggi e domani si terrà l’edizione 2021 del Giro dei Tre Monti, storica manifestazione podistica imolese con partenza e arrivo nell’autodromo cittadino. Un’edizione che prevede la grande novità della suddivisione in due giorni, per garantire la più ampia partecipazione rispettando, al tempo stesso, le norme di sicurezza e cercando di evitare gli assembramenti.

I primi a scendere in pista saranno i più giovani (annate dal 2006 al 2015), le «Promesse di Romagna», che correranno oggi, con ritrovo a partire dalle ore 14.30 e le varie partenze dalle 15.30. Le gare si svolgeranno interamente all’interno dell’autodromo, con distanze variabili dai 500 ai 1500 metri, a seconda della categoria.

Domani sarà poi la volta dei «camminatori» e dei «competitivi», categorie per le quali sarà obbligatorio (da direttive federali) presentare il Green Pass. Diversamente dalle passate edizioni, le partenze per queste due prove avverranno separatamente: per i non competitivi ci sarà il via dalle 7.30 alle 9 e chi parteciperà potrà decidere se fare il giro dell’autodromo (5 km) oppure il classico percorso collinare di 15.3 km. Già chiuse le iscrizioni relative alla gara vera e propria, che scatterà dalle 10.30.
Saranno 540 gli atleti che si sfideranno per il successo finale: un numero estremamente positivo, specialmente se si pensa alle quote molto più basse raggiunte nelle altre gare podistiche a livello regionale che si sono svolte ultimamente. (an.cas.)

Nella foto (Isolapress): l’edizione 2019

Giovani, camminatori e atleti veri: il fascino della Tre Monti è immutato
Cronaca 16 Ottobre 2021

Assalto alla Cgil di Roma, la condanna del presidente del Consiglio comunale di Imola Roberto Visani

Dopo i gravi fatti accaduti una settimana fa a Roma con l’assalto alla sede della Cgil di Roma, giovedì scorso il presidente del Consiglio comunale di Imola, Roberto Visani, ha voluto ricordare gli episodi di violenza in apertura della seduta.  «Scene che portano alla memoria gli anni terribili del fascismo e le devastazioni delle Camere del Lavoro avvenute esattamente 100 anni fa nella primavera del 1921. In questa circostanza intendo esprimere la più ferma condanna di quanto accaduto unitamente alla solidarietà alla Cgil, agli operatori sanitari ed alle forze dell”ordine. È necessario che tutta la comunità politica, senza ambiguità, esprima ferma e incondizionata condanna contro queste manifestazioni violente che per la loro inquietante carica eversiva non hanno nulla a che fare con la legittima espressione del dissenso. La contrarietà ad alcune forme di tutela della salute pubblica come il green pass, che ritengo necessarie, non giustifica atti intimidatori o distruttivi contro persone o cose.  A Roma sono stati presi di mira sindacalisti, medici, infermieri, agenti di polizia. Colpire il sindacato, il cui ruolo è sancito dalla costituzione significa colpire le lavoratrici e i lavoratori che esso rappresenta; l”assalto a un pronto soccorso pretende di demolire la fiducia che gli italiani stanno riponendo verso la sanità e i suoi operatori che si sono prodigati nell”ultimo anno e mezzo per contrastare la pandemia da Covid-19; scagliarsi verso le forze dell”ordine rende evidente la mancanza di rispetto non solo verso gli agenti ma più ampiamente verso le leggi dello Stato che in quel momento essi stanno difendendo. Gli assalti di questi giorni rappresentano quindi una minaccia seria alla Costituzione e ai valori sui quali è stata scritta e approvata». (r.cr.)

Foto d’archivio

Assalto alla Cgil di Roma, la condanna del presidente del Consiglio comunale di Imola Roberto Visani
Cronaca 16 Ottobre 2021

Tutto pronto a Casalfiumanese per i lavori di ripristino della sponda del Sillaro e dell’asse stradale

Partiranno il prossimo 20 ottobre, a Casalfiumanese, i lavori di ripristino della sponda del torrente Sillaro e dell’omonima scarpata sulla quale è presente la strada che conduce alle località «Le Pioppe» e «Santo Meno». Interventi necessari per porre rimedio alle criticità presenti sulla specifica porzione di strada fortemente compromessa a causa dell’erosione, originata dalla piena del torrente Sillaro, della sponda sinistra della scarpata che delimita il corso d’acqua.

Un progetto dall’importo complessivo di 55mila euro, di cui 43.859,20 euro per lavori a base d’asta e 11.140,80 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione, Iva ed altri oneri, interamente finanziato col contributo del medesimo importo proveniente dalla Regione Emilia-Romagna. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Casalfiumanese

Tutto pronto a Casalfiumanese per i lavori di ripristino della sponda del Sillaro e dell’asse stradale
Sport 15 Ottobre 2021

F1 a Imola, la soddisfazione di Stefano Bonaccini e Gian Carlo Minardi

Nel giorno dell’ufficialità della F1 a Imola il 24 aprile 2022 (con accordo fino al 2025), dopo le dichiarazioni del ministro degli Esteri Di Maio e del sindaco Panieri, non si è fatto attendere il commento del presidente della Regione Bonaccini. «Il sogno diventa realtà. Un accordo che riporta, dopo 14 anni, stabilmente il circuito “Enzo e Dino Ferrari” nello scenario che gli spetta, come tantissimi appassionati in Italia e nel mondo chiedevano. Un risultato straordinario che la terra dei motori dell’Emilia-Romagna merita davvero».

Entusiasta anche il presidente di Formula Imla, Gian Carlo Minardi. «Un risultato che si e` potuto ottenere solo grazie ad un perfetto e coeso gioco di squadra. Per questo voglio ringraziare Aci, Governo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Imola e ConAmi, che hanno lavorato in piena sinergia per il raggiungimento di questo prestigioso obiettivo, augurandoci di vedere le tribune piene di appassionati». (da.be.)

Foto Isolapress

F1 a Imola, la soddisfazione di Stefano Bonaccini e Gian Carlo Minardi
Sport 15 Ottobre 2021

F1 a Imola, ufficiale la data del Gp 2022

L’ufficialità era attesa per oggi ed è arrivata. Imola nel 2022 ospiterà il Gp di F1, per un accordo che porterà il Circus in riva al Santerno fino al 2025. L’Italia, quindi, unica nazione al mondo, avrà due Gp contando anche quello di Monza. A confermarlo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: «Adesso è ufficiale, il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna sarà nel cartellone della Formula 1 anche nella prossima stagione. È stato siglato un accordo fino al 2025. Un lavoro di squadra, per il quale ringrazio i ministri Giovannini e Franco, Agenzia Ice e Aci Automobile Club d”Italia, e che ha visto un importante impegno finanziario del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, oltre che la sinergia tra governo centrale e Regione Emilia-Romagna. Con il presidente Stefano Bonaccini infatti abbiamo deciso di unire le forze e riportare a Imola un gran premio prestigioso per tutta l’Italia, volano per il turismo e per tutto il nostro Made in Italy».

Sul calendario il ballottaggio era tra luglio ed aprile, ma il Gp all’«Enzo e Dino Ferrari» si correrà nel fine settimana del 24 aprile (mese storicamente riservato alla F1 a Imola). Sarà di fatto la prima tappa europea, e la quarta del campionato, dopo la gara inaugurale in Bahrain (20 marzo) e le sfide in Arabia Saudita (27 marzo) ed Australia (10 aprile). «Ora possiamo dirlo, e parliamo di un accordo davvero storico, che ci riempie di gioia e di emozione. Perché permetterà alla nostra zona, non solo imolese, ma a tutta l’Emilia-Romagna, di tornare ad attrarre sviluppo, investimenti e a progettare nuove opportunità di lungo periodo. Speriamo, grazie al Green Pass di tornare a goderci le emozioni dell’F1 in presenza e tutti insieme. Il Comune di Imola ha accompagnato questo cammino creando le condizioni territoriali, insieme al Con.Ami e alla governance dell’Autodromo. Voglio ringraziare tutti, in particolare rivolgo un pensiero a Stefano Domenicali, nostro concittadino e AD di Formula One Group. Il circuito di Imola torna stabilmente con il suo posto nel calendario del mondiale di F1, la sua posizione naturale e storica» ha commentato il sindaco Marco Panieri. (da.be.)

Foto Isolapress

F1 a Imola, ufficiale la data del Gp 2022
Cronaca 15 Ottobre 2021

In sella ad una moto rubata non si fermano all’alt, un minorenne denunciato dopo l’inseguimento

Brillante operazione della polizia locale di Castel San Pietro che, grazie anche al Targa System, la rete di telecamere che rileva le targhe dei veicoli ed eventuali infrazioni ad essi collegati, ha fermato e recuperato una moto rubata, denunciando il conducente per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo la ricostruzione degli agenti, ieri mattina, intorno alle 8.20, durante il quotidiano servizio di controllo che viene svolto ogni giorno nell’orario di apertura delle scuole, una pattuglia che si trovava davanti alla scuola Albertazzi in piazzale Andrea Costa ha ricevuto da uno dei portali del Targa System la segnalazione di una moto rubata con due persone a bordo in ingresso nel territorio comunale. 

Immediatamente gli agenti hanno istituito un posto di blocco, in attesa del passaggio del motociclo Honda, giunto da lì a poco con a bordo due giovani. All’alt intimato dagli agenti, il conducente non solo non si è fermato, ma ha addirittura accelerato, tentando di investire l’agente con la paletta, tanto da costringerlo a spostarsi rapidamente di lato. 

La pattuglia è così partita all’inseguimento. Vedendosi braccati, a quel punto i due hanno abbandonato la moto nell’area verde dietro la piscina comunale per poi scappare a piedi, ma inutilmente. Fermati e identificati, gli agenti hanno scoperto trattarsi di due minorenni residenti nel bolognese. Il conducente è stato quindi denunciato per ricettazione della moto, rubata da ignoti pochi giorni fa a Bologna e subito restituita al legittimo proprietario, e per resistenza a pubblico ufficiale. (r.cr.)

Foto concessa dalla polizia locale di Castel San Pietro

In sella ad una moto rubata non si fermano all’alt, un minorenne denunciato dopo l’inseguimento
Cronaca 15 Ottobre 2021

Alla Cittadella di Bubano si parla di violenza sulle donne, Lucarelli primo ad entrare all’Agorà

È scrittore, sceneggiatore, conduttore televisivo, ma è anche il presidente della Fondazione emiliano romagnola per le vittime dei reati. In questa veste Carlo Lucarelli sarà ospite della Festa della Comunità nella Cittadella di Bubano, questa sera, per parlare di femminicidio e violenza contro le donne.

La Fondazione è nata il 12 ottobre 2004, con atto costitutivo sottoscritto dalla Regione Emilia Romagna, dalle Province e dai Comuni capoluogo della regione. Diversi Comuni, tra cui quello di Imola, si sono aggiunti successivamente, condividendo il progetto di dare un immediato sostegno economico alle vittime di crimini.

La serata dedicata al femminicidio e alla violenza di genere rientrerà nel percorso delle Agorà democratiche, l’iniziativa lanciata dal Partito democratico nazionale come esperimento di democrazia partecipativa. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Nella foto: Carlo Lucarelli

Alla Cittadella di Bubano si parla di violenza sulle donne, Lucarelli primo ad entrare all’Agorà

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast