Articoli dell'autore: SabatoSera Redazione

Sport 22 luglio 2018

L'ex rossoblù Francesco Baldini è il nuovo tecnico della Juventus Primavera. Nel sito bianconero però manca… l'Imolese

Comparire sul sito ufficiale della Juventus tra una news di Cristiano Ronaldo e l’altra, non è cosa da poco. E’ l’estate magica di Francesco Baldini, che dopo avere vinto lo scudetto e la Supercoppa con gli Under 17 della Roma, ha firmato per la Primavera bianconera. Un deciso salto di qualità per il toscano che vive a San Marino e che due stagioni orsono sfiorò in maniera clamorosa la promozione in serie C con l’Imolese. Sarebbe dovuto rimanere a Roma, ma l’inossidabile panchina di Alberto De Rossi (allenatore della Primavera giallorossa da oltre 15 anni e papà di Daniele), lo ha convinto a cambiare aria. Sbarca a Torino per la seconda volta, dopo che vi era arrivato in bianconero nel 1993, assieme ad un certo Alex Del Piero, col quale condivideva l’appartamento torinese. Curioso il fatto che nell’elenco delle squadre allenate da Baldini e citate nel sito ufficiale della Juventus, non compaia l’Imolese…

r.s.

Nella foto (dal sito ufficiale della Juventus) : Francesco Baldini nuovo tecnico della Primavera

L'ex rossoblù Francesco Baldini è il nuovo tecnico della Juventus Primavera. Nel sito bianconero però manca… l'Imolese
Sport 22 luglio 2018

Mountain Bike, i campioni Under 21 Mirco Vendemmia e Matteo Saccon nella top-ten mondiale

Abbiamo dei giovani campioni in casa e a volte non ce ne accorgiamo. Mirco Vendemmia e Matteo Saccon sono due Under 21 che si stanno ben comportando in una disciplina nuova del ciclismo a «ruote grasse», nella specialità Enduro. Come ci spiegano i ragazzi, è un misto tra il down-hill e il cross country; nelle gare più importanti si effettuano più prove con percorsi di alcuni chilometri, discese ma anche strappi, salite e single track, cronometrati. Occorre anche tornare al punto di partenza entro un tempo limite di cui non si tiene conto, ma la risalita comporta uno sforzo fisico che incide nella successiva prova.

Matteo, nato nel 2000, ha già vinto due titoli italiani nel 2016 e 2017 nelle categorie giovanili e frequenta il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate. «Ho cominciato a 10 anni – ha spiegato Saccon -, quasi con l’avvio della specialità alla quale partecipo. Ho avuto buoni risultati ed ho continuato».

Come mai non sei riuscito a riconfermarti campione italiano?

«Ho fatto una sciocchezza: essendo scivolato, ero un po’ deconcentrato e non sono passato al controllo di fine gara dove si deve consegnare il trasponder e verificare la punzonatura. Non sapevo di aver fatto comunque il tempo migliore e sono stato penalizzato di due minuti».

Ora sei in partenza per altre gare.

«Sì, in Val d’Aosta per il Mondiale Under 21 e per la prova di La Thuile in Francia il 21 e 22 luglio».

Oltre all’imolese Matteo Saccon, nella squadra Cmc di Valdobbiadene, c’è il borghigiano Mirco Vendemmia (nato nel 1998), che incontriamo dopo il turno di lavoro alla Sacmi. «Ho frequentato l’Itis, specializzazione in Meccanica, di solito mi alleno dopo il turno – ci racconta – ed anche dopo il podio mondiale sono dovuto rientrare per essere in fabbrica la mattina dopo». Già, perché Mirco è il primo italiano in assoluto, tra Under ed Elite, ad essere salito su un gradino, il terzo, del podio di una prova mondiale. E’ accaduto nel primo week-end di luglio a Petzen e Jamnica tra l’Austria e la Slovenia.

Come hai cominciato?

«Giravo in moto da cross ma i miei non potevano portarmi alle gare. Così con altri amici ho inforcato la bici nella società Appennino Bike con Fabio Gioiellieri e mi ha notato Simone Zaniboni della Simon Bike che mi ha fornito il mezzo migliore».

Adesso tu e Matteo siete nono e decimo nel ranking del Mondiale. Andate d’accordo?

«Certamente, ci scambiamo consigli e informazioni. Lui in Austria è arrivato 9°. E’ bello essere nello stesso team, anche se c’è sempre un po’ di rivalità agonistica che stimola entrambi».

Obiettivi?

«Non mi dispiacerebbe diventare professionista della disciplina, anche perché sta per entrare nell’Uci e potrebbe essere portata alle Olimpiadi. Per ora mi accontento di essere ai vertici in Italia e spero di confermare i risultati mondiali».

n.v.

L”articolo completo su «sabato sera» del 19 luglio.

Nella foto: da sinistra Mirco Vendemmia e Matteo Saccon in azione

Mountain Bike, i campioni Under 21 Mirco Vendemmia e Matteo Saccon nella top-ten mondiale
Cronaca 22 luglio 2018

Coppia con precedenti occupa un alloggio Erp, interviene la municipale. La Prefettura ordina l'espulsione

Alla polizia municipale era giunta la segnalazione che in via Cenni 10 a Imola, un condominio che ospita vari appartamenti di Edilizia residenziale pubblica (Erp), un alloggio sfitto in attesa di nuova assegnazione era invece occupato.

Gli agenti della municipale si sono recati sul posto insieme ai tecnici di Acer, la società regionale che gestisce gli alloggi di proprietà pubblica anche per il Comune di Imola e vi hanno trovato un uomo di nazionalità albanese di 28 anni e una donna di nazionalità cubana di 19 anni. I due si erano introdotti forzando la porta di ingresso e vi avevano portato alcuni effetti personali, di fatto occupando l’alloggio. Gli agenti hanno quindi provveduto allo sgombero. La notizia arriva dal Comune con una nota. «Le due persone sono state denunciate per occupazione abusiva di edifici pubblici» si precisa.  

L’uomo, in possesso di un passaporto, e la donna, sprovvista di documenti di identità, sono stati accompagnati al Commissariato per le pratiche di identificazione. I due, di fatto senza fissa dimora e con precedenti penali, si trovavano irregolarmente sul territorio italiano. Nel confronti della donna, tra l’altro, era già stato emesso il 24 ottobre 2017 un provvedimento di espulsione, al quale evidentemente non aveva dato seguito. Nei confronti di entrambi la Prefettura di Bologna ha emesso un nuovo ordine di espulsione.

Il Comune precisa che all’uomo, non essendo possibile rimpatriarlo immediatamente, il Questore ha imposto, nell’attesa, l’obbligo di firma tutti i giorni presso il Commissariato, mentre alla donna è stato intimato nuovamente di lasciare il territorio italiano entro 7 giorni dato che non è stato possibile trattenerla in un Centro di identificazione ed espulsione per mancanza di posti disponibili. (r.c.)

Foto d”archivio

Coppia con precedenti occupa un alloggio Erp, interviene la municipale. La Prefettura ordina l'espulsione
Cultura e Spettacoli 22 luglio 2018

Continua l'Imola Summer Piano con 202 giovani pianisti in città per lezioni e concerti

Belgio, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, Israele, Italia (venti regioni), Lettonia, Macedonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Russia, Singapore, Spagna, Svizzera, Taiwan. Sono i diciotto Paesi da cui provengono i duecentodue giovani pianisti che sono attualmente in città per l’Imola Summer Piano Academy & Festival organizzato dall’Accademia pianistica «Incontri col maestro». Due settimane di masterclass, lezioni e concerti che vedono la maggior parte degli studenti dedicarsi al pianoforte, anche se c’è chi predilige altri strumenti: se 110 studiano piano, 30 si dedicano agli archi (violino, viola e violoncello), 21 ai flauti, 9 alla chitarra, 8 al canto, 5 alla musica da camera, 10 alla direzione d’orchestra, e 9 all’analisi e composizione.

Oltre alla frequenza quotidiana di lezioni con 31 docenti dell’Accademia il festival, curato dalla scuola di formazione che ha in Franco Scala il suo fondatore e direttore e in Angela Maria Gidaro la sua direttrice artistica, ha in cartellone anche concerti serali ad ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti) che si tengono al teatro dell’Osservanza alle 21.30.

Oggi, domenica 22 ci sarà un concerto a due pianoforti con André Gallo e Igor Roma, ex allievi e ora docenti dell’Accademia, mentre domani, lunedì 23, il palcoscenico sarà per i migliori talenti del festival.

Martedì 24 alle 18.30 alla Rocca si terrà una conferenza-concerto sull’«opera a chiave Kramerspiegel» di Richard Strauss con il pianista Marino Nahon e la soprano Joo Cho, mentre alle 21.30 all’Osservanza ci sarà un concerto di lirica e musica vocale da camera. Mercoledì 25, nella sala Mariele Ventre a palazzo Monsignani, si esibiranno il chitarrista Giuseppe Buscemi e il pianista Gianni Bicchierini, e il giorno dopo ci si sposta alla Scuola di musica Vassura Baroncini in via Fratelli Bandiera alle 18.30 con la violinista Slawomira Wilga e la pianista Marianna Tongiorgi, mentre si torna in teatro alle 21.30 con il pianista William Chen e i suoi giovani talenti. Venerdì 27 si esibiranno le pianiste Eleonora e Beatrice Dallagnese per i 130 anni della Croce Rossa, sabato 28 andrà in scena un concerto cameristico per archi con il primo violino della Royal Opera House di Londra Peter Manning e gli allievi del Dipartimento di archi dell’Accademia.

Domenica 29 e lunedì 30 l’attenzione sarà tutta sul Premio Città di Imola, assegnato agli allievi più talentuosi del festival: domenica alle 17 ci sarà la finale con partecipazione del pubblico alle votazioni, lunedì alle 21.30 la cerimonia con concerto e assegnazione del Premio (in palio un montepremi di 20mila euro offerti da istituzioni e privati cittadini, comprensivo del Premio al Talento «Florence Daniel Marzotto» donato da Veronica e Dominique Marzotto in ricordo della Contessa Florence, e dei premi dedicati al «M° Umberto Micheli e Lelia Magistrelli» messi a disposizione dal presidente dell’Accademia di Imola, Francesco Micheli).

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito, fino ad esaurimento posti. Info: 0542/30802 o www.imolasummerpiano.com

Nella foto: Andrè Gallo, in concerto con Igor Roma questa sera, domenica 22 luglio

Continua l'Imola Summer Piano con 202 giovani pianisti in città per lezioni e concerti
Sport 21 luglio 2018

Imolese in gol con Belcastro e Jukic, si lavora per giocare in C al Romeo Galli

Prima sgambata della nuova Imolese, che domenica 29 luglio andrà a Carrara per la Tim Cup, ma che non sa ancora se giocherà in serie D oppure se verrà ripescata in serie C. Mentre scriviamo, la società rossoblù sta lavorando a pieno ritmo per poter giocare al Romeo Galli anche in caso di serie C, visto che la Figc non accetterebbe Forlì come campo di gara. E’ spuntata l’idea di piazzare luci mobili, senza il bisogno di erigere nuovi pali e si dovrebbe arrivare a mettere a posto le minime richieste prima di poter fare domanda a metà della settimana entrante. Una corsa contro il tempo, a patto che il Torino non iscriva la sua squadra B (dopo Juve e Milan), oppure cercando di capire cosa succederà all’Avellino.

Per quello che riguarda la partita, contro una selezione di giocatori del territorio, guidati da Marco Menghi, è terminata 3-1 alla fine di tre tempi da 20 minuti. Per i rossoblù, che giocavano con una casacca verde ma ancora molto imballati, hanno segnato Belcastro, Jukic ed è arrivato un autogol finale su un cross di Patrignani. La selezione aveva momentaneamente pareggiato con Camorani.

Dionisi ha schierato tutti i giocatori a disposizione, a parte Checchi e Sereni, in tribuna, acciaccati. La formazione iniziale vedeva Rossi in porta, linea difensiva con Ciofi terzino destro, De Gregorio dall’altro lato e i due centrali Carini e Boccardi. Carraro davanti alla difesa, poi Valentini e Bensaja. Belcastro trequartista, quindi Jukic e De Marchi in attacco.

Durante la partita sono entrati anche Patrignani, Tissone, Giannini, Tattini, Stanzani, Galanti, Garavini, Masangu, Rinaldi. (p.z.)

Imolese in gol con Belcastro e Jukic, si lavora per giocare in C al Romeo Galli
Cronaca 21 luglio 2018

Denunciati due pirati della strada: uno si è costituito, l'altra è stata tradita dalla targa

Due buone notizie sul fronte degli incidenti e della civiltà al volante: hanno un volto e un nome i due automobilisti che recentemente avevano provocato altrettanti incidenti stradali a Imola allontanandosi subito dopo senza prestare soccorso alle malcapitate vittime.

Ieri pomeriggio un ventitreenne si è presentato nella caserma dei carabinieri accompagnato dal suo avvocato dichiarando di essere l’investitore del ventenne che martedì pomeriggio era stato travolto mentre era in sella ad una bicicletta tra via Marconi e via Scarabelli. Il ventenne era stato soccorso e ricoverato al Maggiore di Bologna. Il colore grigio dell’auto notata dal ciclista corrisponde a quello dell’utilitaria utilizzata dal ventitreenne al momento dei fatti e intestata alla madre. 

I carabinieri stessi, invece, hanno individuato l”autrice di un incidente stradale avvenuto giovedì mattina in via Bel Poggio. In quel caso era rimasta ferita una quarantaquattrenne alla guida di una Volkswagen Polo. L”altra auto era una Renault Modus che i militari hanno scoperto essere quella di una sessantasettenne. Una ricerca facilitata dal fatto che la targa della Renault al momento dell’impatto si era staccata ed era caduta per terra.

Entrambi i pirati della strada sono stati sanzionati ai sensi dell’articolo 189 del Codice della Strada perché hanno omesso di fermarsi e di prestare soccorso. La patente è stata ritirata ad entrambi immediatamente come sanzione accessoria per la fuga. Poi sono stati denunciati e ora rischiano una condanna da 1 a 3 anni di carcere, che per i neopatentati è aggravata, ma sarà il giudice a decidere durante il processo, così come sulla durata della sospensione della patente che potrà andare da 1 a 3 anni. (l.a.)

Foto d”archivio

Denunciati due pirati della strada: uno si è costituito, l'altra è stata tradita dalla targa
Sport 21 luglio 2018

Tre titoli italiani per l'Imolanuoto Master a Palermo con Busignani e la doppietta di Terziari

Si sono conclusi con tre titoli italiani, un secondo e un terzo posto, i campionati italiani Master Fin, che si sono svolti nella suggestiva cornice della piscina comunale di Palermo.

Nonostante il caldo e la temperatura della vasca scoperta che ha raggiunto in diverse giornate i 31 gradi, Vanes Terziari ha dominato la categoria M45 nei 200 farfalla e nei 200 misti staccando nettamente gli avversari, così come Massimo Busignani che ha vinto il titolo nei 200 rana tra gli M50 (oltre all’argento nei 100 rana e il bronzo nei 200 misti). Gli altri imolesi presenti, Gianluca Guidotti e Milena Melandri, entrambi M45, si sono accontentati del quinto posto nei 50 rana e 50 stile libero e nei 200 rana.

r.s.

Nella foto: da sinistra Vanes Terziari e Massimo Busignani

Tre titoli italiani per l'Imolanuoto Master a Palermo con Busignani e la doppietta di Terziari
Cultura e Spettacoli 21 luglio 2018

Le Note di Strada invadono Casalfiumanese con spettacoli, musica, giochi e birra

Note di Strada, ovvero un festival di di musica, gastronomia ed arte di strada che si terrà oggi e domani a Casalfiumanese a cura della Pro Loco. Dalle 18.30, questa sera, a Villa Manusardi ci saranno specialità culinarie, birra e cocktail realizzati da quattro bar della Vallata (Peter Pan e In Bottega di Casalfiumanese, Mojito Cafè di Linaro, Shangri-La di Castel del Rio, oltre ai gelati del Bar Buca di Borgo Tossignano), e il gioco a premi birra-pong. Non mancherà la musica: dance con dj Malva e rock con gli Acidi C, tribute band degli Ac/Dc. In chiusura, fuochi d”artificio. Per i più piccoli, spazio a laboratori ed attività organizzate in collaborazione con alcune associazioni della Vallata.

Domani, invece, il festival si sposterà in piazza Cavalli e nella piazzetta della Solidarietà, con tanto di stand gastronomico e buskers (giocolieri, equilibristi, musicisti, disegnatori, prestigiatori). Al calar del sole si terrà lo show finale dalla Torre, intitolato Ex Inferis.

Novità di questa terza edizione di Note di Strada è la collaborazione con l”Associazione Campeggiatori dell”Imolese per l”organizzazione di un raduno di camper e con l”Associazione Ernesto, che si occupa di adozioni internazionali. (r.c.)

Nella foto (inviataci dall”organizzazione del festival) un”immagine dello spettacolo di una passata edizione

Le Note di Strada invadono Casalfiumanese con spettacoli, musica, giochi e birra
Sport 21 luglio 2018

Ultra Trail, l'imolese Gianluca Galeati secondo ad Andorra nei 170 km della Ronda dels Cims

Grande risultato per Gianluca Galeati all’Andorra Ultra Trail. Il runner imolese ha chiuso al secondo posto la Ronda dels Cims, il percorso più lungo con 170 km da affrontare e un dislivello positivo di 13.500 metri. Un risultato straordinario, anche dal punto di vista cronometrico: Galeati ha chiuso in 31 ore 58’25”, considerando i 30 minuti che l’organizzazione ha «abbuonato» all’imolese per via di un errore nella segnalazione del percorso che lo ha penalizzato notevolmente, condizionando forse anche la lotta per il successo.

A vincere è stato lo spagnolo Albert Herrero Casas in 31h45’41”, ma Galeati ha avvertito sensazioni molto positive che sono un ottimo viatico in avvicinamento al Tor des Geants, la regina delle gare di Ultra Trail con i suoi 330 km (24mila metri di dislivello positivo) lungo le due Alte Vie della Valle d’Aosta. Una gara che partirà il 9 settembre, a cui Gianluca Galeati prenderà parte con il sogno di migliorare la sua miglior prestazione. Nel 2015, infatti, l’imolese riuscì a concludere il massacrante Tor des Geants al 2° posto, a soli 24 minuti dal vincitore.

ma.ma.

Nella foto: Gianluca Galeati

Ultra Trail, l'imolese Gianluca Galeati secondo ad Andorra nei 170 km della Ronda dels Cims
Cronaca 21 luglio 2018

Avvistamenti famosi a Imola, ecco gli ex campioni Montoya e Doohan

Avvistamenti «Ifo», Identified Flying Objects. Al contrario degli «Ufo», questi sono Soggetti Volanti Identificati. Si sono visti in città, nel giro di pochi giorni, gli ex campioni Mick Doohan e Juan Pablo Montoya. Il colombiano, ex campione di F.1 e vincitore (due volte) della 500 Miglia di Indianapolis, si è incontrato con Uberto Selvatico Estense al ristorante Hostaria 900 di viale Dante. L’australiano, 5 volte campione del mondo della 500 sta invece girando un docufilm sulla vita del dottor Claudio Costa.

r.s.

Nella foto: a sinistra Juan Pablo Montoya con Uberto Selvatico Estense, a destra Mick Doohan insieme al dottor Claudio Costa

Avvistamenti famosi a Imola, ecco gli ex campioni Montoya e Doohan

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast