Sabato Sera TV

Sabato Sera TV 14 Ottobre 2020

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Legalità Giacomo Gambi

A 29 anni, Giacomo Gambi è il più giovane membro della Giunta Panieri. Il sindaco di Imola gli ha affidato l’assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili, al quale è connessa anche la delega alla Legalità. Una scelta che tiene conto delle competenze personali e professionali di Gambi che, oltre ad essere avvocato, frequenta da sempre i luoghi culturali cittadini. «Ho l’abbonamento al teatro Stignani dall’età di sette anni e fin da piccolissimo la tessera di Casa Piani» sottolinea.

L’intervista completa su «sabato sera» del 15 ottobre.

Nella foto (Isolapress): l’assessore Giacomo Gambi durante l’intervista nella redazione di «sabato sera»

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessore alla Cultura, Politiche giovanili e Legalità Giacomo Gambi
Sabato Sera TV 7 Ottobre 2020

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – Il vicesindaco Fabrizio Castellari

A volte ritornano, magari dopo 12 anni. Il ritorno è quello di Fabrizio Castellari, nominato da Marco Panieri assessore a Scuola, Bilancio e Organizzazione e vicesindaco di Imola, carica che Castellari aveva ricoperto dal 1999 al 2008, con l’allora sindaco Massimo Marchignoli. In seguito, per cinque anni (2008- 2013) è stato segretario della Federazione Pd di Imola e vicepresidente del Consiglio comunale nel 2018-2019.

Comincia dunque da Castellari, ospite a poche ore dalla nomina della redazione di sabato sera, la serie di interviste ai membri della nuova Giunta. Architetto, 51 anni, è sposato con Stefania Campomori, padre di Anita e, insieme alla famiglia, ha accolto Viktor dopo un’esperienza pluriennale di sostegno agli studi. (gi.gi. mi.ta.)

L’intervista completa su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: Fabrizio Castellari durante l’intervista nella redazione di «sabato sera»

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – Il vicesindaco Fabrizio Castellari
Economia 1 Ottobre 2020

Cefla, lavoratori in sciopero contro la possibile cessione della divisione Shopfitting

Sciopero di due ore oggi pomeriggio alla Cefla, con presidio dei lavoratori davanti alla sede di via Bicocca a Imola, dalle 16 alle 18. La protesta è scattata dopo che questa mattina la direzione aziendale ha disdetto l’incontro che si sarebbe dovuto svolgere nel pomeriggio con Fim, Fiom, Uilm. Un incontro chiesto con urgenza e in modo unitario dalle organizzazioni sindacali, dopo che sono iniziate a circolare voci sulla cessione della divisione Shopfitting, che progetta e produce arredamenti per la grande distribuzione e in cui lavorano 205 dei circa 1.800 dipendenti della cooperativa, a una multinazionale quotata in borsa. Cessione che sarebbe già stata preannunciata ai soci della cooperativa imolese, durante le assemblee che si sono svolte lunedì e martedì scorso.

Questa mattina con un’email la direzione ha comunicato ai sindacati il rinvio dell’incontro a data da destinarsi, ma entro il 10 ottobre. «Riteniamo sia un atteggiamento di chiusura inaccettabile – motivano i sindacati -. Fortissima la preoccupazione dei lavoratori che non sono numeri da spostare, ma evidentemente vengono considerati e trattati come tali anche da una cooperativa come la Cefla: i valori e principi fondanti della cooperazione vengono messi in discussione da un atteggiamento aziendalistico non rispettoso dei propri dipendenti e delle loro famiglie, che vengono lasciati nell’incertezza. Chiediamo di conoscere il piano industriale prima della chiusura della trattativa, per dare risposte ai lavoratori che chiedono certezze per portare avanti la propria quotidianità, fatta di mutui, bollette, progetti per il futuro».

Durante il presidio, il presidente di Cefla, Gianmaria Balducci, e il vicepresidente, Claudio Fedrigo, hanno raggiunto i lavoratori. «Abbiamo cercato, come sempre, di fare il massimo sia per Cefla, che per il territorio di Imola – ha affermato Balducci a fronte delle forti rimostranze di sindacati e lavoratori -. Ci stiamo impegnando al massimo per riuscire a dare le risposte che meritate, nel più breve tempo possibile. Oggi non abbiamo ancora tutti gli elementi per farlo». 

Domani all’interno della cooperativa i sindacati informeranno i lavoratori nel corso di cinque assemblee, in programma a partire dalle ore 7. (lo.mi.)

Nella foto: un momento del presidio, con il presidente di Cefla Gianmaria Balducci (Isolapress)

Cefla, lavoratori in sciopero contro la possibile cessione della divisione Shopfitting
Sabato Sera TV 1 Ottobre 2020

#Imola2020, il sindaco Panieri presenta la sua Giunta: quattro uomini e tre donne, Fabrizio Castellari vicesindaco

Questa mattina il sindaco di Imola, Marco Panieri, ha presentato la sua Giunta alla stampa. Quattro uomini e tre donne, tutti «pescati» dalle liste di maggioranza (Pd, Imola Coraggiosa Ecologista e Progressista, Imola Corre) tranne un tecnico.

Ecco i neo assessori e rispettive deleghe.

Fabrizio Castellari, 51 anni. Vicesindaco e assessore a Scuola, Bilancio e Organizzazione (deleghe a servizi educativi, istruzione-formazione, bilancio, tributi, organizzazione, personale, polizia municipale, protezione civile).

Michele Zanelli, 69 anni. Assessore all”Urbanistica (deleghe a urbanistica ed edilizia pubblica-privata, viabilità e trasporti, demanio, patrimonio).

Pierangelo Raffini, 59 anni. Assessore a Lavori pubblici, Centro storico e Attività produttive (deleghe a centro storico, sviluppo economico, lavoro, artigianato, commercio, lavori pubblici, attività produttive, agricoltura).

Daniela Spadoni, 51 anni. Assessora al Welfare (deleghe a politiche sociali, rapporti con il terzo settore, politiche familiari, attività istituzionali, rapporti con il Consiglio comunale).

Elena Penazzi, 45 anni. Assessora a Autodromo, Turismo e Servizi al cittadino (deleghe a turismo, autodromo, servizi al cittadino, comunicazione, e-governement e servizi informativi, grandi eventi, politiche comunitarie).

Elisa Spada, 41 anni. Assessora all”Ambiente e Mobilità sostenibile (deleghe ad ambiente, mobilità sostenibile, partecipazione e pari opportunità, diritti degli animali, parchi e spazi verdi dell”Osservanza).

Giacomo Gambi, 29 anni. Assessore alla Cultura e Politiche giovanili (deleghe a cultura, legalità, beni archeologici, storici e monumentali, musei, biblioteche e pinacoteche, teatri, politiche giovanili).

Il sindaco Panieri ha tenuto per sè le deleghe a sport, sicurezza, sanità, università e società partecipate. (gi.gi.) 

Nella foto (Isolapress): la nuova Giunta Panieri 

#Imola2020, il sindaco Panieri presenta la sua Giunta: quattro uomini e tre donne, Fabrizio Castellari vicesindaco
Cronaca 30 Settembre 2020

Medicina ringrazia autorità e forze dell’ordine impegnate durante la «zona rossa». Presente anche il prefetto di Bologna Ferrandino

Si è svolta oggi a Medicina la cerimonia di ringraziamento delle autorità militari e forze dell’ordine impegnate durante la «zona rossa» attiva nel capoluogo e nella frazione di Ganzanigo nel marzo scorso causa emergenza Coronavirus.

L’Amministrazione comunale ha ricevuto per l’occasione la visita del Prefetto di Bologna Dott.ssa Francesca Ferrandino. Cornice della cerimonia di ringraziamento il cortile interno del Palazzo comunale dove il discorso del sindaco Matteo Montanari ha dato avvio all’evento e ha ricordato le difficoltà di quei giorni. «Siamo riusciti ad affrontare questa sfida e ad uscirne al meglio perché ciascuno ha fatto al meglio la sua parte. In particolare, le Forze dell’Ordine con la loro presenza hanno garantito il rispetto delle numerose ordinanze nazionali e regionali. Inoltre la loro attività è stata numerose volte di supporto ai nostri cittadini, per le più svariate esigenze ed emergenza; dalle pensioni da ritirare, ai pc da consegnare agli studenti per la scuola on line».

Presenti i rappresentanti della polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di Finanza, dell’Esercito e delle associazioni di volontariato presenti con la loro vicinanza e supporto a tutta la Comunità nel periodo di zona rossa di Medicina, come Protezione Civile, Croce Rossa, Associazione Nazionale Carabinieri e Vigili del Fuoco. (da.be.)

Foto dell’evento

Medicina ringrazia autorità e forze dell’ordine impegnate durante la «zona rossa». Presente anche il prefetto di Bologna Ferrandino
Economia 27 Settembre 2020

Anche «sabato sera» in volo sull'elicottero Zefhir di Curti in occasione dei Mondiali di ciclismo

In occasione dell”ultima giornata dei Mondiali di ciclismo su strada, in programma oggi domenica 27 settembre, anche l”elicottero Zefhir si è levato in volo dall”Autodromo Enzo e Dino Ferrari a scopo dimostrativo.

Zefhir è il primo elicottero al mondo dotato di paracadute balistico, progettato e realizzato a Castel Bolognese dal gruppo Curti, specializzato nei settori meccatronico e aerospaziale. Sabato sera è salito a bordo per voi, girando il video che qui vi presentiamo. Sul prossimo numero del settimanale, invece, la nostra inviata Francesca Gianstefani vi racconterà la sua esperienza di volo.

«Zefhir ha superato tutti i test e collaudi previsti dalle normative internazionali  per la classe di velivoli “experimental” –  spiega l’azienda – e ha già all’attivo oltre 160 ore di volo effettivo. È l’unico biposto al mondo interamente in fibra di carbonio, dotato di motore a turbina e di paracadute».

Le possibilità di commercializzazione prevedono la vendita a privati; la destinazione a usi commerciali, turistici o cargo, previa certificazione come ultraleggero; la vendita a enti governativi con allestimenti cosiddetti missionizzati; la trasformazione in drone per usi civili e militari. (lo.mi.)

Nella foto: l’elicottero Zefhir all’autodromo di Imola

Anche «sabato sera» in volo sull'elicottero Zefhir di Curti in occasione dei Mondiali di ciclismo
Cronaca 22 Settembre 2020

#Imola2020, il presidente Bonaccini alla festa per il neo sindaco Panieri: “Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno'

Soddisfatto – nonostante la raucedine – il presidente della Regione Stefano Bonaccini. Arrivato a Imola nel tardo pomeriggio per partecipare alla festa per la vittoria del centrosinistra e del neo sindaco Marco Panieri non ha mancato di togliersi qualche sassolino dalla scarpa forte del buon risultato ottenuto a partire proprio da Imola. “I primi tre comuni per dimensioni dove si votava in Emilia Romagna erano Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno”.

Poi ha ricordato il grande lavoro che attende il nuovo sindaco: “Stasera festeggiate ma domattina al lavoro perchè non c”è un minuto da perdere, dobbiamo lavorare per imamginare come spendere bene insieme al Governo i 200 milioni di euro per far ripartire l”Italia, un”occasione unica”.

E ha concluso con una dura stoccata contro l”ex sindaca Sangiorgi: “C”è una comunità che per troppo tempo si è fermata per colpa di chi legittimamente si candidava ma non aveva alcuna competenza per farlo… D”ora in poi chi non sa cos”è un comune stia a guardare”. (r.cr.)

#Imola2020, il presidente Bonaccini alla festa per il neo sindaco Panieri: “Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno'
Sabato Sera TV 16 Settembre 2020

#Imola2020, il presidente della Regione Stefano Bonaccini ribadisce il sostegno a Marco Panieri: «Sono fiducioso per il voto»

Dall”hotel Guercino di Bologna, ospite del salotto di Patrizia Finucci Gallo, il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha ribadito il suo appoggio al candidato sindaco Marco Panieri, confermando la sua presenza in città venerdì” 18 per chiudere la campagna elettorale. Lo stesso Bonaccini si è poi soffermato ancora una volta sul «magic moment» di Imola che tra pochi giorni sarà al centro dello sport mondiale con i Campionati del Mondo di ciclismo e il Gp di F.1. (da.be.)

Nella foto: Bonaccini e Panieri

Cronaca 10 Settembre 2020

L'assessore Donini a Imola: “L'autonomia dell'Ausl mai messa in discussione. Le Case della salute rafforzano la medicina territoriale'

“L”autonomia dell”Ausl di Imola non è mai stata messa in discussione. A noi interessata valorizzarla dentro un contesto forte di sanità metropolitana”. Così Raffaele Donini, l”assessore regionale alle Politiche per la Salute, ieri pomeriggio a Imola a latere dell”incontro per sostenere la candidatura a sindaco di Marco Panieri.

Donini ha risposto anche su uno degli altri temi cari agli imolesi e dibattuti anche in questa campagna elettorale per le comunali 2020: la validità del progetto portato avanti dall”Ausl di Imola per realizzare una Casa della salute nell”ospedale vecchio, simile a quelle realizzate a Medicina, Castel San Pietro e in vallata a Borgo Tossignano.

“Le Case della salute sono utili anche in città a rafforzare la sanità di prossimità al cittadino. Il Covid ha dato una lezione a tutti nell”idea di rafforzare vicino al cittadino i servizi sanitari che non sono soltanto i medici di medicina generale ma ambulatori specialistici, percorsi diagnostici”. (l.a.)

L'assessore Donini a Imola: “L'autonomia dell'Ausl mai messa in discussione. Le Case della salute rafforzano la medicina territoriale'
Sabato Sera TV 10 Settembre 2020

#Imola2020, la segretaria generale della Cgil Imola Mirella Collina illustra i contenuti del documento presentato ai candidati sindaco

Questa mattina al centro sociale La Tozzona si è svolto l”incontro organizzato da Cgil, Cisl e Uil territoriali tra i candidati sindaco del Comune di Imola e i segretari confederali e di categoria delle tre sigle sindacali.

Un confronto richiesto per esporre ai candidati quali sono le priorità e le proposte delle organizzazioni sindacali per il rilancio del territorio e il potenziamento dei servizi. La segretaria generale della Cgil Imola, Mirella Collina, nel video ci illustra brevemente i contenuti del documento presentato ai cinque candidati. (gi.gi.)

Foto presa dalla pagina Facebook della Cgil Imola

#Imola2020, la segretaria generale della Cgil Imola Mirella Collina illustra i contenuti del documento presentato ai candidati sindaco

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast