Sport

Sport 8 Agosto 2018

Basket A2, l’Andrea Costa giocherà solo due gare casalinghe lontane dal Ruggi

Durante l’incontro tra l’ad dell’Andrea Costa Gian Piero Domenicali ed una delegazione di supporters, rappresentanti del tifo organizzato biancorosso, oltre ad aver discusso sulla situazione economico-finanziaria della società e della costruzione della squadra, si è affrontato il tema della possibilità di giocare alcune partite della stagione 2018-2019 al palaCattani di Faenza, a causa della nota inadeguatezza del palaRuggi ad ospitare squadre ospiti con un grande seguito di tifosi come, ad esempio, Fortitudo Bologna, Forlì, Treviso, Cento e Ravenna.

Al termine, quindi, la società biancorossa si è impegnata a giocare a Faenza solamente due partite, ovvero quelle a rischio in termini di sicurezza. Si tratta della sfida di domenica 6 gennaio contro Forlì e del match di domenica 20 gennaio contro la Fortitudo Bologna.

Gli altri derby, invece, contro Ferrara, Ravenna e Cento, saranno giocati regolarmente al palaRuggi, ma sarà previsto un aumento del costo dei biglietti in ogni settore.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook dell’Andrea Costa): il palaCattani di Faenza

Basket A2, l’Andrea Costa giocherà solo due gare casalinghe lontane dal Ruggi
Sport 7 Agosto 2018

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso

Dopo il bronzo di ieri di Fabio Scozzoli, oggi anche Carlotta Zofkova è salita sul terzo gradino del podio agli Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow.

La portacolori dell”Imolanuoto ha conquistato la medaglia nei 100 dorso con il tempo di 59””61 (nuovo record italiano) dietro alla russa Fesikova e alla britannica Davies.

r.s.

Nella foto: Carlotta Zofkova

Europei di nuoto, terzo posto e record italiano per Carlotta Zofkova nei 100 dorso
Sport 7 Agosto 2018

Trekking, da Tossignano la «Notturna di San Lorenzo» insieme alla guida Stefano Schiassi

Domani, mercoledì 8 agosto, la guida Stefano Schiassi organizza la «Notturna di San Lorenzo», quarta edizione del trekking notturno lungo la Vena del Gesso, tra Tossignano e Sasso Letroso, percorrendo l’Alta via dei Parchi, tra calanchi, castagneti, doline, rupi gessose e vigneti. E’ prevista una sosta per l’osservazione e il riconoscimento delle costellazioni e delle stelle cadenti. Si tratta di un percorso impegnativo, adatto a persone allenate, a cura di Coop Madreselva.

Il ritrovo è in piazza a Tossignano alle ore 21, il rientro previsto all’alba. Il costo è di 10 euro per gli adulti.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 328-741440

r.s.

Nella foto: paesaggio tra i boschi

Trekking, da Tossignano  la «Notturna di San Lorenzo» insieme alla guida Stefano Schiassi
Sport 6 Agosto 2018

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista

Nella giornata di oggi, ai Campionati europei di nuoto in vasca lunga di Glasgow, Fabio Scozzoli ha conquistato la medaglia di bronzo nella 4×100 mista mista.

La formazione azzurra, oltre al ranista dell”Imolanuoto, schierava in vasca Margherita Panziera (dorso), Elena Di Liddo (farfalla) e un super Miressi (stile libero) che nell”ultima frazione ha guidato la rimonta recuperando dal settimo posto e chiudendo con il tempo record (italiano) di 47””60, alle spalle della Gran Bretagna e della Russia.

r.s.

Nella foto: Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, bronzo per Fabio Scozzoli nella staffetta 4×100 mista mista
Sport 6 Agosto 2018

Aperture autodromo, questa settimana tre date per il classico giro di pista serale

All’autodromo Enzo e Dino Ferrari proseguono le date di apertura al pubblico. Nel periodo che prendiamo in considerazione questa settimana la pista sarà accessibile, sempre dalle ore 18.45 alle 20.30, questa sera, mercoledì 8 e venerdì 10. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

r.s.

Nella foto: appassionati all”autodromo

 

Aperture autodromo, questa settimana tre date per il classico giro di pista serale
Sport 6 Agosto 2018

L'Imolese ha perso 3-1, ma esce a testa alta da Benevento e dalla Coppa

Il palcoscenico è di quelli che non si potranno dimenticare (oltre 5.000 spettatori). Già è stato storico passare il primo turno di Coppa, in più solamente due giorni dopo un altro storico evento, il “pescaggio” in quella terza serie nazionale che mancava da mezzo secolo. Non ci poteva stare il terzo sigillo, sarebbe stato troppo.

Ecco allora che la partita è andata subito sul binario richiesto dal Benevento di Bucchi, alla prima partita ufficiale dell’anno dopo la retrocessione dalla prima serie A. L’Imolese ha subìto il fascino di nomi noti, come Nocerino o Maggio, mentre ha raccolto il pallone dalla rete per i gol di Insigne (il fratello “scarso”), Coda e Improta, rispettivamente al 1’, all’8’ e al 28’, una mezzora fatale, prima che la squadra rossoblù mostrasse di tenere il campo con dignità nell’ora finale di partita, riuscendo persino ad infilare un pallone nella rete di casa, ma solo grazie ad un autogol di uno che ha perfino vestito l’azzurro e non solo quello del Napoli (Maggio, appunto).

La prossima domenica sarà ancora Coppa Italia, ma stavolta di serie C, a casa di un Rimini che, mentre l’Imolese si scaldava in Campania, perdeva 1-0 a Ravenna.

Benevento – Imolese 3-1 (3-0)

Benevento: Puggioni; Maggio (c), Volta, Costa, Di Chiara; Tello (dal 84’ Del Pinto), Viola, Nocerino (dal 63’ Bandinelli); Insigne (dal 63’ Ricci), Coda, Improta. All. Bucchi (a disp. Montipò, Gori, Sparandeo, Del Pinto, Billong, Tuia, Gyamfi, Tazza, Bandinelli, Santarpia, Ricci, Filogamo).

Imolese: Rossi, Patrignani, Tissone (dal 84’ Checchi), Carraro, Ciofi, Carini, Bensaja (dal 91’ Rinaldi), Valentini (c), De Marchi, Belcastro (dal 88’ Tattini), Jukic. All. Dionisi (a disp. Sarini, De Gregorio, Checchi, Galanti, Garavini, Giannini, Rinaldi, Tattini, Sereni, Stanzani).

Arbitro: Marini di Roma

Gol: 1’ Insigne (B), 8’ Coda (B), 28’ Improta (B), 53’ aut. Maggio (B).

Ammoniti: 80’ Volta (B.).

L'Imolese ha perso 3-1, ma esce a testa alta da Benevento e dalla Coppa
Sport 5 Agosto 2018

Basket, il Cus Bologna campione d’Europa con gli universitari Matteo Folli e Riccardo Zani

Il Cus Bologna si è laureato per la seconda volta consecutiva campione d’Europa universitario, battendo in finale 92-75 la formazione turca della Beykent University. Nella squadra che a Coimbra, in Portogallo, ha bissato il successo dell’edizione 2017 c’erano anche Matteo Folli della Sinermatic Ozzano e studente di Ingegneria, oltre a Riccardo Zani, neo acquisto della Virtus Vis Spes Imola che, invece, frequenta Scienze Motorie.

Cus Bologna: Folli 5, Sanguinetti 2, Savio 7, Tugnoli 18, Fin 7, Cucci 18, Trentin 3, Chiappelli 6, Zani 2, Cacace 18, Polverelli 6. All. Lolli.

d.b.

Nella foto: nella fila centrale Matteo Folli è il quarto da sinistra, mentre Riccardo Zani l”ultimo a destra

Basket, il Cus Bologna campione d’Europa con gli universitari Matteo Folli e Riccardo Zani
Sport 5 Agosto 2018

Beach tennis, per la mordanese Giulia Gasparri è tris… Mondiale

Dal 2 al 4 agosto si sono svolti al Bagno Delfino di Cervia i Campionati mondiali di beach tennis. In finale, tanto per cambiare, la mordanese Giulia Gasparri e Federica Bacchetta hanno sfidato la dozzese Sofia Cimatti e la compagna Flaminia Daina, riuscendo ad imporsi in rimonta per due set a uno (2-6, 6-4, 6-3) dopo un”ora e 35 minuti di gioco. Con questa vittoria la Gasparri ha centrato il terzo titolo mondiale dopo i successi nel 2015 e nel 2017.

Prima dell”ultimo atto della manifestazione, il duo Gasparri/Bacchetta aveva superato agevolmente nel primo match le italiane Cappelli/Grandi (6-2, 6-2), nei quarti le brasiliane Cortez/Vita (6-1, 6-1) e in semifinale, seppur soffrendo più del solito, la coppia formata dalla tedesca Biglmaier e la carioca Miller (6-1, 4-6, 7-5).

r.s.

Nella foto: da sinistra Giulia Gasparri e Federica Bacchetta con la coppa e la medaglia d”oro mondiale

Beach tennis, per la mordanese Giulia Gasparri è tris… Mondiale
Sport 5 Agosto 2018

Due giorni di allenamenti a Ozzano per il campione Nba Marco Belinelli

Nonostante il caldo torrido e la mancanza di area condizionata all”interno del palazzo, anche quest”anno (dopo la presenza nel giugno 2017) il campione Nba Marco Belinelli, fresco di ritorno ai San Antonio Spurs, ha svolto, tra mercoledì pomeriggio e giovedì mattina, una due giorni di allenamenti a porte chiuse ad Ozzano. 

Agli ordini, come di consueto in questo periodo della stagione, di coach Marco Sanguettoli, «Beli» è apparso molto determinato e motivato, svolgendo esercizi di tiro, trattamento palla e lavorando in maniera maniacale sui fondamentali. Chi era presente ha visto infatti un campione che, ancora una volta, ha dimostrato tutta la propria professionalità, non lasciando mai nulla al caso nemmeno in questi due mesi di vacanza dove avrebbe potuto essere tranquillamente altrove a riposare.

Insieme a lui, come sparring partner, erano presenti anche l”ex Virtus Bologna e Forlì Claudio Tommasini, l”ex Andrea Costa Lorenzo «Lollo» Penna e il play dei New Flying Balls Mario Chiusolo, oltre a qualche ragazzino del vivaio biancorosso e di San Lazzaro che hanno approfittato dell”occasione per vedere da vicino il talento originario di San Giovanni in Persiceto.

I prossimi appuntamenti per Belinelli saranno a settembre in Nazionale (il 14 a Bologna arriva la Polonia per le qualificazioni al Mondiale 2019), prima di tornare in America e rituffarsi nella sua nuova avventura Nba.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook dei New Flying Balls): Marco Belinelli durante un allenamento nel palazzetto di Ozzano

Due giorni di allenamenti a Ozzano per il campione Nba Marco Belinelli
Sport 5 Agosto 2018

Calcio, questa sera l'Imolese scende a Benevento per il secondo turno di Coppa Italia

Alla seconda partecipazione (consecutiva) in 99 anni di storia, l’Imolese ha vinto una partita della Coppa Italia nazionale. Il gol vincente a Carrara lo ha messo a segno Michael De Marchi a metà del secondo tempo, regalando la qualificazione al secondo turno, in programma questa sera (inizio ore 20), quando i rossoblù scenderanno a Benevento, squadra appena retrocessa dalla serie A alla B. Il «Vigorito», storico stadio dei giallorossi campani, che il 7 aprile scorso ha ospitato la Juventus nella partita di ritorno del massimo campionato, sarà dunque una vetrina privilegiata per la formazione rossoblù allenata da Alessio Dionisi. «Io per la verità l’erba del Vigorito l’ho già conosciuta quando giocavo nel Tritium in C1 – ha detto il tecnico toscano -. Quindi per me non sarà una novità entrare in quello stadio, che quando è pieno regala indubbiamente sensazioni particolari».

Sarà una serata speciale per tutta l’Imolese quella di Benevento.

«Certamente. Ma poi torneremo alla nostra dimensione. Per noi queste partite rappresentano una palestra, uno step ulteriore per arrivare più preparati all’inizio del campionato. Anche se dobbiamo considerare che manca ancora qualche giocatore per completare la rosa».

Pronostico chiuso in partenza?

«Non è detto. Il calcio a volte riserva sorprese inimmaginabili. Se nella circostanza daremo il cento per cento che è dentro di noi, possiamo anche ribaltare il pronostico. Sarebbe bellissimo fare un altro colpaccio e poi andare a giocare a Udine. Ma non poniamoci limiti e pensiamo che queste partite, più che una gratificante vetrina, per noi devono essere soprattutto una preziosa esperienza da vivere sulla strada della crescita costante».

Scorrendo la rosa del Benevento, risulta abissale la differenza di organico nei confronti dell’Imolese.

«Su questo siamo tutti d’accordo. Però le partite possono evolvere in tanti modi. Loro, consapevoli della loro superiorità, prenderanno senz’altro l’iniziativa. Ma così facendo ci concederanno ampi spazi di manovra. Insomma, ci lasceranno giocare. A quel punto dovremo essere bravi a gestire il pallone. E anche ad evitare di commettere leggerezze in zone sensibili del campo. Perché a certi livelli paghi carissimo anche il minimo errore».

Mancherà Boccardi, squalificato. Difesa di reinventare?

«Mi è dispiaciuto quel cartellino rosso nel finale, perché a Carrara ha disputato una grande partita. Ma la sua assenza darà l’opportunità a qualcuno dei nostri giovani, mi riferisco ad esempio a Ciofi e Tissone, di sfruttare l’eventuale occasione che potrei offrirgli. Checchi? Sta lavorando col pallone da poco più di una settimana, e non ha senso rischiarlo dall’inizio in una partita così».

Per il resto formazione confermata?

«Non è detto. Chi è entrato a Carrara ha fatto bene. E potrei anche ripartire da lì. E se fossero stati possibili cinque cambi, e non solo tre, li avrei sfruttati tutti».

a.d.p.

L”articolo completo su «sabato sera» del 2 agosto.

Nella foto (Isolapress): Michael De Marchi, l”autore del gol storico in Coppa Italia contro la Carrarese

Calcio, questa sera l'Imolese scende a Benevento per il secondo turno di Coppa Italia

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast