Posts by tag: cassero

Cultura e Spettacoli 5 Novembre 2021

Teatro comico, prosa e spettacoli per ragazzi: al Cassero si apre la campagna abbonamenti

Sei proposte di teatro comico, due di prosa e due di teatro ragazzi. Al teatro comunale Cassero di Castel San Pietro riparte la stagione curata dalla Bottega del Buonumore, con la direzione artistica di Davide Dalfiume, dopo la programmazione solo on line dello scorso anno. L’inaugurazione, venerdì 19 novembre alle ore 21, vedrà in scena l’attore romano Marco Falaguasta in «Neanche il tempo di piacersi», una spettacolo ironico sulla generazione dei cinquantenni.

La campagna abbonamenti inizia domani, sabato 6 novembre: biglietteria aperta dalle ore 9.30 alle 13 al teatro comunale Cassero. Il programma completo e tutte le informazioni su www.labottegadelbuonumore.it. (s.f.) 

Nella foto: Davide Dalfiume e Marco Dondarini

Teatro comico, prosa e spettacoli per ragazzi: al Cassero si apre la campagna abbonamenti
Cultura e Spettacoli 22 Ottobre 2021

Erf@CasseroMusica, da Marescotti alla castellana Rita Mascagna fino all’omaggio a Pasolini

«Abbiamo il privilegio da diversi anni di collaborare con l’Emilia Romagna festival sia per la stagione estiva che per quella invernale. E uso appositamente il termine privilegio perché si tratta di proposte che qualificano fortemente le iniziative musicali che si tengono a Castel San Pietro». L’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi introduce con soddisfazione quella che è la quarta edizione di Erf@CasseroMusica, la stagione concertistica organizzata da Emilia Romagna Festival, in collaborazione con il Comune di Castel San Pietro: quattro appuntamenti, uno al mese da dicembre a marzo, accomunati dalla diversità delle proposte e dall’alto profilo degli interpreti. 

Il via si ha sabato 11 dicembre, quando sul palco del teatro Cassero Ivano Marescotti porterà il suo «Dante Un Patàca», un irriverente e divertente recital. Si continua nel nuovo anno con un omaggio che il Trio Gustav (Dario Destefano al violoncello, Francesco Comisso al violino e Olaf John Laneri al pianoforte) dedica a Felix Mendelssohn-Bartholdy attraverso l’esecuzione dal vivo del loro ultimo lavoro discografico uscito nel 2019, e che riunisce il Trio n. 1 in re minore op. 49 e il Trio n. 2 in do minore op. 66 (18 gennaio). Martedì 22 febbraio sarà protagonista un’artista «di casa»: il concerto «8 Corde e la virtuosità» vedrà in scena il Duo Alma, composto dalla castellana Rita Mascagna al violino, premiata in importanti concorsi nazionali ed internazionali, e da Livia Rotondi al violoncello. La stagione si chiude lunedì 21 marzo con una prima esecuzione assoluta portata in scena dall’attrice, regista e autrice Elena Bucci e dal flautista Massimo Mercelli: «Cento anni di Pasolini. Un viaggio nella biografia e nelle opere di Pier Paolo Pasolini». Informazioni per biglietti e abbonamenti su www.emiliaromagnafestival.it. (s.fr.) 

Nella foto (di Roberto Serra): Ivano Marescotti

Erf@CasseroMusica, da Marescotti alla castellana Rita Mascagna fino all’omaggio a Pasolini
Cronaca 2 Aprile 2021

La torre del Cassero di Castello si colora di blu per la Giornata mondiale sull’autismo

Oggi, venerdì 2 aprile, per la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, dalle ore 19 in poi, la torre del Cassero si illuminerà di blu, a testimonianza dell’attenzione e della sensibilità della città di Castel San Pietro nei confronti delle persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico. «Per il secondo anno, purtroppo, a causa del perdurare della situazione epidemica, non si potrà tenere la manifestazione “Castel San Pietro Terme in Blu” – afferma l’assessora al Welfare Giulia Naldi -, che negli anni scorsi ha coinvolto la cittadinanza in tante iniziative di sensibilizzazione per una corretta cultura e conoscenza dell’autismo, come convegni, incontri, corsi, spettacoli, mostre, e altro ancora, organizzate con la collaborazione delle associazioni Castello insieme per l’autismo, Agire per Reagire, Angsa Bologna e provincia, Lagosteria dei ragazzi speciali, Giardino degli Angeli, Edu In-Forma(zione), insieme ad Amministrazione comunale, scuole del territorio e Ausl di Imola. Oggi possiamo solo accendere di blu il Cassero, ma il Comune e le altre istituzioni del territorio continuano a dedicare sempre la massima attenzione al tema dell’autismo e della disabilità in generale, garantendo i servizi attivi nonostante la pandemia in corso e, appena sarà possibile, vogliamo incontrare le associazioni per ragionare insieme su eventi e progetti». (da.be.)

Nella foto: la torre del Cassero illuminata di blu per la Giornata mondiale sull’autismo

La torre del Cassero di Castello si colora di blu per la Giornata mondiale sull’autismo
Cronaca 24 Gennaio 2021

A Castello va avanti la riqualificazione del Cassero e dell’ex Pretura

Continua l’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola per ristrutturare due dei monumenti simbolo di Castel San Pietro, ossia il Cassero e l’ex Pretura quest’ultima, tra l’altro, destinata a diventare il punto di accoglienza turistica della città.

Di recente, infatti, la Giunta castellana ha approvato lo schema di convenzione con la Fondazione Crimola per proseguire con il secondo e terzo stralcio dei lavori di riqualificazione nei due edifici. Un sodalizio che si ripete dopo il cofinanziamento (65 mila su 85 mila euro, nell’ambito del programma Art bonus, che premia con benefici fiscali sotto forma di credito di imposta chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura) anche del primo stralcio realizzato un paio di anni fa, ossia il restauro del soffitto e delle pareti del cosiddetto voltone del Cassero, utilizzato come passaggio carrabile di accesso a via Matteotti, e della facciata dell’ex Pretura. (gi.gi.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 21 gennaio.

Nella foto: Mazzanti e Ortolani della Fondazione Crimola tra il sindaco Tinti e l’architetto Mega durante il sopralluogo all’ex Pretura nel maggio scorso

A Castello va avanti la riqualificazione del Cassero e dell’ex Pretura
Cronaca 23 Giugno 2020

A Castello in arrivo mascherine con il logo del Cassero per tutti i bambini da 3 a 13 anni

A Castel San Pietro oltre 2000 speciali mascherine in tessuto lavabile sono in arrivo nelle case di tutti i bambini dai 3 ai 13 anni (nati dal 1 gennaio 2006 al 31 dicembre 2016) residenti nel territorio comunale. Mascherine speciali perché pensate proprio per bambini e ragazzi, con al centro un’inedita immagine del Cassero, simbolo della città, raffigurato come se fosse costruito con i mattoncini di plastica.

L’Amministrazione comunale le ha fatte realizzare da una ditta del territorio e alla consegna provvederanno i volontari del Coc (Centro operativo comunale di Protezione Civile) a partire da questo fine settimana. Le mascherine non saranno lasciate nel buchette quindi, se all’arrivo dei volontari non dovesse esserci nessuno in casa, le famiglie potranno richiederle inviando una mail all’indirizzo del vicesindaco Andrea Bondi: andrea.bondi@comune.castelsanpietroterme.bo.it, che ha organizzato l’iniziativa.

Le mascherine sono accompagnate da una lettera del sindaco (indirizzata alle famiglie dei più piccini da 3 a 6 anni e rivolta direttamente ai bambini per la fascia d’età 6-13) con allegata la storia del Cassero e una scheda con le caratteristiche tecniche. «Con la bella stagione è arrivato finalmente anche per i bambini il momento di uscire di casa e giocare all”aperto insieme agli altri – afferma il sindaco Tinti -. Per questo abbiamo pensato di donare una mascherina a tutti i bambini dai 3 ai 13 anni residenti a Castel San Pietro. Consigliamo di utilizzarla in tutte quelle situazioni in cui è inevitabile il contatto con le altre persone: non solo nei negozi, in farmacia o in biblioteca ma anche nella fruizione, per esempio, delle aree gioco dove i bambini si muovono inevitabilmente in maniera molto ravvicinata. Tutti sappiamo quanto sia importante la socialità per i più piccoli e appena i decreti governativi e le ordinanze regionali ce lo hanno consentito, abbiamo subito riaperto le aree giochi dei nostri parchi e proposto, insieme alle associazioni del territorio, un ampio ventaglio di iniziative estive pensate proprio per loro. Inoltre a luglio riaprono gli asili nido comunali. Ora che il peggio sembra essere passato, riteniamo che questa emergenza sanitaria abbia un piccolo, invisibile, lato positivo: ci offre la straordinaria occasione di insegnare ai nostri figli, attraverso il gioco e il racconto della nostra storia, il rispetto per gli altri. Scegliere di proteggere se stessi, ne siamo convinti, è il primo passo per amare ancora di più gli altri e la nostra bellissima città». (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Castel San Pietro

A Castello in arrivo mascherine con il logo del Cassero per tutti i bambini da 3 a 13 anni
Cronaca 1 Giugno 2020

Ripartono i progetti di restauro di ex-pretura e Cassero a Castel San Pietro

Con la ripartenza delle attività nella fase 2 dell’emergenza Covid-19, l’Amministrazione comunale di Castel San Pietro sta lavorando per far ripartire anche i progetti di restauro e risanamento conservativo di due edifici che più caratterizzano la storia e l’immagine della città: il Cassero e il palazzo dell’ex-pretura.

Per verificare i lavori già effettuati e per valutare i prossimi interventi da programmare, i consiglieri della Fondazione Cassa di risparmio di Imola Raffaele Mazzanti e Rodolfo Ortolani hanno effettuato un sopralluogo insieme al sindaco Fausto Tinti, al dirigente Angelo Premi e all’architetta Manuela Mega dell’Ufficio tecnico comunale.

«Queste opere di restauro fanno parte del progetto complessivo di riqualificazione del centro storico programmato da questa Amministrazione – sottolinea Tinti – e sono particolarmente significative per la nostra comunità, sia per il valore storico e artistico degli edifici, sia per l’entità delle risorse necessarie a realizzarle. I progetti hanno seguito un impegnativo iter autorizzativo che, insieme ad amministratori e tecnici comunali, ha coinvolto la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Lo scorso anno entrambi gli edifici sono stati oggetto di una prima parte di interventi, che abbiamo potuto realizzare grazie ai contributi concessi dalla Fondazione Cassa di risparmio di Imola, nell’ambito del programma Art Bonus». (r.cr.)

Ripartono i progetti di restauro di ex-pretura e Cassero a Castel San Pietro
Cronaca 1 Aprile 2020

Giornata mondiale dell’autismo, domani la torre del Cassero di Castello si illuminerà di blu

Domani, giovedì 2 aprile, ricorre la 13^ Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo e, come da tradizione, la torre del Cassero di Castel San Pietro si illuminerà di blu.

Una consuetudine ormai consolidata per l’amministrazione comunale, da sempre particolarmente sensibile a questo tema. «Purtroppo a causa dell’emergenza Covid-19 quest’anno non si potrà dare corso al ricco programma che nelle precedenti edizioni caratterizzava questa ricorrenza – sottolineano l’assessora al Welfare Giulia Naldi e l”assessore alla Cultura Fabrizio Dondi -. Con la manifestazione “Castel San Pietro Terme in Blu” veniva programmata un’intera settimana di sensibilizzazione per una corretta cultura e conoscenza dell”autismo, con l’organizzazione di incontri formativi e di approfondimento, momenti di sport e di spettacolo, mostre, concerti, e altro ancora. Vogliamo comunque dare un segnale di attenzione e di vicinanza alle famiglie e alle associazioni del nostro territorio in attesa di tempi migliori».

L’accensione della luce blu sul Cassero sarà quindi, per il momento, l”unica suggestiva iniziativa di quest’anno, realizzata come sempre con la collaborazione di Solaris, la società pubblica che gestisce l’illuminazione pubblica e altri servizi per conto del Comune di Castel San Pietro Terme. (da.be.)

Nella foto: la torre del Cassero illuminata di blu

Giornata mondiale dell’autismo, domani la torre del Cassero di Castello si illuminerà di blu
Cultura e Spettacoli 21 Febbraio 2020

L’ordine secondo Maria Pia Timo, show comico al teatro Cassero

«Guida pratica per sistemare l’armadio, il cane, il marito» è il sottotitolo ironico del nuovo spettacolo di Maria Pia Timo, Una donna di prim’ordine, che sarà in scena al teatro Cassero di Castel San Pietro oggi, 21 febbraio e domani, sempre alle 21.

L’attrice faentina sarà così protagonista sul palco del nuovo lavoro da lei scritto insieme a Roberto Pozzi, che ne cura anche la regia, e da loro ideato con Sabrina To- scani di Organizzare Italia, una professionista e esperta di organizzazione personale, con la consulenza per le scenografie di Paolo Massari di Dec Faenza. «Il tema principale è l’ordine, inteso anche in senso lato, e il suo opposto, il disordine, nei tanti aspetti della quotidianità e della vita – spiega l’attrice faentina, reduce dal successo cinematografico del film Pinocchio di Matteo Garrone, dove vestiva i panni della Lumaca -. Lo spettacolo parte dalla situazione attuale, dall’attenzione che si pone all’esigenza di organizzare, un’esigenza sempre più sentita come si vede anche dal successo di bestseller come quelli di Marie Kondo. Ma ci sono anche libri che inse- gnano come lasciare tutto in ordine per quando non ci saremo più, per la nostra morte, o altri che spiegano come ordinare le cataste di legna!». (s.f.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 20 febbraio.

Nella foto: Maria Pia Timo nella locandina dello spettacolo

L’ordine secondo Maria Pia Timo, show comico al teatro Cassero
Cronaca 15 Ottobre 2019

Il Cassero di Castel San Pietro si tinge di rosa e azzurro per la Giornata internazionale della consapevolezza sulla morte perinatale

Nella notte fra oggi e domani la torretta alta del Cassero di Castel San Pietro si illuminerà con i colori rosa e azzurro per testimoniare l’adesione del Comune alla Giornata internazionale della consapevolezza sulla morte perinatale (Babyloss Awareness Day), che ricorre oggi.

Un’iniziativa organizzata in sedici regioni italiane, in simultanea con cinquanta paesi in tutto il mondo, dall’associazione “CiaoLapo onlus”, da tempo presente a Castel San Pietro Terme con iniziative e incontri tenuti al Giardino degli Angeli e al Cassero Teatro Comunale.
Dal 2006 CiaoLapo si occupa di prestare assistenza alle famiglie colpite dalla morte di un bambino durante la gravidanza e dopo la nascita, promuovendo la ricerca e le attività di prevenzione e di sensibilizzazione sociale.
In questi tredici anni di attività ha offerto sostegno a più di cinquemila famiglie, e formato oltre ottomila operatori sugli aspetti psicologici e psicosociali dell’assistenza al lutto in gravidanza. (r.cr.)

Fotografia tratta dal sito internet del Comune di Castel San Pietro

Il Cassero di Castel San Pietro si tinge di rosa e azzurro per la Giornata internazionale della consapevolezza sulla morte perinatale
Sport 30 Maggio 2019

Basket Amatori, stasera al Ruggi l'ultimo atto tra Samiro e Cassero

Sarà Samiro-Cassero la finalissima del campionato amatori di basket: stasera, giovedì 30 maggio, alle ore 21.15, il palaRuggi sarà la prestigiosa cornice della supersfida tra le vincenti delle due semifinali, disputate lunedì sempre in via Oriani.

La prima gara delle «final four» è stata il derby castellano fra Jumping Plumbers e Cassero, vinto in volata (43-41) dalla squadra di coach Fabrizio Conti (in panchina) e coach Demis Cavina (in campo), nonostante un pessimo ultimo quarto, con un solo punto segnato a 6 secondi dalla sirena. A seguire è andata in scena la seconda semifinale, che vedeva contrapposte Samiro Costruzioni e Tatanka: anche qui gara molto combattuta, decisa da uno straordinario Mariani, autore di 24 punti di cui 10 nel solo ultimo quarto (58-51 il finale).

Questa sera, come detto, l’ultimo atto, con la Samiro favorita ma, si sa, in una finale può succedere di tutto. Al termine della finale si terranno le premiazioni delle squadre partecipanti (fair-play per Bonetti, Tatanka e Basket 95) e verranno consegnati i riconoscimenti individuali della regular season per Andrea Plazzi (San Giacomo, miglior Over 45), Riccardo Palmieri (L’Avvelenata, miglior Under 23), Marco Bartolini (Bonetti, miglior marcatore) e Federico Mascagna (Jumping Plumbers, miglior giocatore). (r.s.)

Nella foto: i giocatori della Samiro

Basket Amatori, stasera al Ruggi l'ultimo atto tra Samiro e Cassero

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast