Posts by tag: centro storico

Cultura e Spettacoli 28 Novembre 2019

Castel San Pietro diventa la Città del Natale con tantissime iniziative a partire dal 1° dicembre

Dal Castèlanadèl alla «Città di Natale». Quest’anno, sul Sillaro, l’animazione natalizia dura tutto il tempo dell’attesa della più amata festività del nostro calendario. Così, dall’1 al 24 dicembre, Castel San Pietro Terme diventa una vera città del Natale con il centro storico allestito e animato per l’occorrenza. Quattro sono gli ingredienti principali di questo Natale castellano, la cui inaugurazione è prevista per domenica 1 dicembre con l’accensione delle luminarie e la grande parata di Natale: il giardino d’inverno, i concerti, i presepi e le mostre.

Cuore della manifestazione è il giardino allestito in piazza XX Settembre: un vero e proprio giardino invernale pensato per trascorrere il tempo all’aperto nel centro commerciale naturale castellano, arredato con l’immancabile albero di Natale ma anche arbusti sempreverdi, alberi e cespugli che poi saranno ripiantati nei parchi cittadini. Una scelta all’insegna dell’attenzione per l’ambiente, tema che caratterizzerà il Natale castellano anche nella ricca programmazione di animazione culturale per bambini protagonista nei fine settimana fino a Natale: nelle due casette in legno della piazza troveranno infatti spazio una «libreria fantastica» ricca di proposte per tutti i gusti e con letture per grandi e piccini, e il «laboratorio di Babbo Natale», che ricreando l’ambiente magico del noto personaggio ospiterà un calendario di attività pratiche all’insegna del riciclo e del riuso creativi, con laboratori per creare pupazzetti di Natale, biglietti di auguri, fumetti, fanzine indipendenti e tanto altro.

Sempre all’interno del giardino invernale ci sarà anche un maxigioco dedicato ai monumenti castellani e alla storia della citt àcon cui sarà possibile giocare liberamente come pedine umane. Questi gli orari di animazione delle casette di Natale: domeniche 1, 8, 15, 22, sabati 7, 14, 21, lunedì 23 dicembre dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19; venerdì 6, 13, 20 dalle 16 alle 19; martedì 24 dicembre dalle 9 alle 12. Tipici della tradizione, castellana e non, saranno poi gli appuntamenti con la rappresentazione natalizia per antonomasia: i presepi. Accanto a quelli tradizionali nelle chiese di Santa Maria Maggiore, del convento dei Frati Cappuccini e del santuario del Santissimo Crocifisso, saranno allestiti presepi artistici e creativi in piazza Acquaderni, nella ex Stazione delle Corriere di piazza Martiri Partigiani, nella zona Ex Bios di via San Pietro, nel cortile accanto al santuario del Santissimo Crocifisso, al Giardino degli Angeli e presso il laghetto Mariver di Osteria Grande. (mi.mo.)

Il programma completo è su «sabato sera» del 28 novembre

Castel San Pietro diventa la Città del Natale con tantissime iniziative a partire dal 1° dicembre
Cronaca 5 Novembre 2019

Confesercenti: «I nuovi insediamenti rischiano di danneggiare il centro»

I nuovi insediamenti commerciali previsti dal Poc di Imola rischiano di avere ripercussioni negative sulle attività commerciali del centro storico.
Lo sostiene Confesercenti, che ha condensato le proprie perplessità in una lettera, a firma del direttore Enzo Scardovi e della presidente Sabina Quarantini, inviata a fine settembre a sindaco, assessore all’Urbanistica, gruppi consiliari e stampa.

«Ribadiamo le nostre perplessità – scrivono – sull’insediamento del previsto centro commerciale in via Senarina della Coop. ceramica, malgrado la riduzione della superficie di vendita portata da 5 mila a 3.500 metri quadri, per la stretta adiacenza con il centro storico e gli effetti negativi che produrrebbe sullo stesso e per il significativo e obbligatorio intervento di modifica della viabilità da realizzare con il conseguente impatto ambientale e territoriale».
L’intervento, secondo l’associazione di imprese, rischia anche di far slittare la riqualificazione di viale Andrea Costa, prevista nella seconda metà del 2019 «in quanto – affermano – occorrerà attendere la presentazione del progetto immobiliare-commerciale e la costruzione del nuovo centro commerciale Coop. ceramica, affinché possa essere integrato nella proposta di riqualificazione urbana dell’area».

Per questo Confesercenti ha chiesto che parte dei proventi degli oneri di urbanizzazione legati ai nuovi insediamenti commerciali superiori a 1.500 metri quadri sia destinata a un fondo da utilizzare «per compensare gli effetti negativi generati nel contesto comunale in cui si insediano». (r.cr.)

Ulteriori particolari nel numero di Sabato sera del 31 ottobre

Confesercenti: «I nuovi insediamenti rischiano di danneggiare il centro»
Cronaca 15 Ottobre 2019

Autobus urta il tendone di un bar in via Appia, nel centro storico di Imola

Tempi duri per gli autisti Tper che si trovano a dover attraversare le vie del centro storico cittadino alla guida di autobus mastodontici, dovendo non solo scansare pedoni e ciclisti (essendo una Ztl) ma anche districarsi tra gazebo e ombrelloni delle attività commerciali e auto ivi parcheggiate. Questa mattina, alle ore 8.30, circa, uno di questi automezzi in transito in via Appia ha centrato l’ombrellone posto all’esterno della vetrina della panetteria-pasticceria «Le delizie di Altamura», abbattendolo.

Un incidente curioso, e per fortuna senza feriti ma con tanta paura per i presenti e qualche danno per il locale che ora toccherà a Tper risarcire. Infatti, va detto che di lì gli autobus non devono transitare. “Si è trattato di un errore del nostro autista che era diretto verso la stazione e non ha seguito il percorso corretto” hanno confermato da Tper.

Il mezzo, come si nota guardando la foto, è passato in un punto molto stretto data la presenza, oltre al tendone, anche dei posteggi riservati ai disabili sull”altro lato della strada. Sul luogo dell”incidente, a quanto risulta, non sono intervenuti nè la polizia municipale, nè i carabinieri e nemmeno la polizia. (fu.an. d.b.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Autobus urta il tendone di un bar in via Appia, nel centro storico di Imola
Cronaca 14 Ottobre 2019

Imola scelta da Lamborghini come location per lo spot del nuovo suv «Urus»

Domani e mercoledì 16 ottobre la Lamborghini sbarcherà ad Imola per girare lo spot del nuovo modello «Lamborghini Urus». La location, però, non sarà l”autodromo «Enzo e Dino Ferrari», ma bensì il centro ed alcune vie attigue. 

Per questo motivo il Comune, con un”ordinanza, ha disposto la chiusura di alcune strade. Domani (dalle ore 14.30 alle ore 18.00) e mercoledì (dalle ore 8.30 alle ore 18.00) divieto di transito in  via Emilia (tratto tra via Orsini e via Morelli), via Appia (tratto tra via Emilia e via San Pier Grisologo), piazza Matteotti, via Aldrovandi, via Mazzini (tratto tra via Mameli e via Emilia), piazza Gramsci e via XX Settembre.

Inoltre, domani (dalle ore 13.00 alle ore 18.00) e mercoledì (dalle ore 8.30 alle ore 18.00) divieto di sosta e rimozione dei veicoli in via XX Settembre e via Emilia (tra via XX Settembre e via Mazzini). Infine, entrambi i giorni (dalle ore 8.30 alle ore 18.00) divieto di transito in viale Pirandello (tratto tra via del Tiro a Segno e viale Dante), viale Dante (tra via Goldoni e viale Pirandello), via Graziadei (tra viale Dante a via Manzoni), via Tabanelli (tra via Goldoni a via Graziadei), via F.lli Rosselli (tra viale Dante e Piazza A. Senna), via Musso, via Ghiandolino (tra via Tenni e via Sabbioni), via Sabbioni e via Cappelli. (d.b.)

Nella foto: un modello di Lamborghini Urus

Imola scelta da Lamborghini come location per lo spot del nuovo suv «Urus»
Cronaca 27 Agosto 2019

E' tempo di Settembre Castellano, tanti eventi nel capoluogo e nelle frazioni e una particolare attenzione all'ambiente

E’ tempo di Settembre Castellano. Come ogni anno, la fine dell’estate coincide con l’avvio del ricco contenitore che terrà compagnia ai cittadini di Castel San Pietro Terme e ai visitatori dagli ultimi scampoli di agosto al penultimo weekend settembrino, con tanti appuntamenti concentrati soprattutto nei fine settimana.

Una Carrera sempre più protagonista, frazioni in evidenza e più attenzione all’ambiente sono le caratteristiche dell’edizione 2019, che offrirà tante occasioni di festa e incontro per tutti all’insegna di spettacolo, musica, arte, solidarietà, sport, mercati, gastronomia. Da venerdì 30 agosto prenderà il via il primo fine settimana di festa con “Varignana di Notte” (30, 31 agosto, 1 settembre), con la novità di una compagnia di teatro itinerante che sostituirà la corsa delle Carriole il sabato sera, con spettacoli in piazza e finale pirotecnico. Domenica 8 settembre spazio alla 68a Sagra della Braciola e 66a Carrera, preceduta dalle prove ufficiali per le tipiche macchinine a spinta in programma domenica 1° settembre. Il 13, 14 e 15 settembre è il momento della Fiera nazionale del Miele, dell’Agricoltura e dell’Enogastronomia, mentre a Osteria Grande sport e volontariato saranno in evidenza nello stesso weekend con Sport in Osteria. Ancora a Osteria Grande, il 21 e 22 settembre, sarà la volta di Osteria sul lago in Festa. 

Fine settimana a parte, ci saranno tanti eventi anche negli altri giorni, a cominciare da domani sera, mercoledì 28 agosto, con l”ultima delle Crapule che rappresentano un po” l”anteprima conviviale del Settembre: l”appuntamento è al Centro sociale di via del Molino, dalle 20.30, con “Serata sotto le stelle del Sillaro”, gustando crescentine fritte e ascoltando la musica di Dj Albertass e Sabina. Le crapule proseguiranno con la seconda edizione della Festa del Borgo, martedì 3 settembre e con la SuperCrapula di sabato 7, con il grande buffet a cielo aperto e proposte musicali dal vivo per tutti.

Il Settembre Castellano edizione 2019, come detto, dedicherà un’attenzione particolare all’ambiente. Innanzitutto, su indicazione dell’Amministrazione comunale, la Proloco si è impegnata a eliminare il più possibile la plastica e a utilizzare materiali biodegradabili per piatti, bicchieri, cannucce e così via. Inoltre, dal 7 al 14 settembre si terrà la Sfida del Cubo di Ghiaccio, nella quale si dimostrerà che con un buon isolamento è possibile conservare il ghiaccio anche in caso di temperature alte all’esterno. L’evento prevede, inoltre, una serie di incontri al Cassero.

Tra i protagonisti storici del Settembre Castellano c’è, come noto, il castrato, che sarà servito nei ristoranti del territorio e nel giorno della Sagra dell’8 settembre i piazza Acquaderni, dove si terrà la tradizionale degustazione. Nella Locanda Slow, la locanda della città, si potrà inoltre gustare il menù con le più conosciute specialità a base di castrato, apprezzate dagli appassionati castellani e dalle migliaia di visitatori che giungono a Castel San Pietro Terme in occasione del Settembre Castellano. La Locanda sarà aperta dal 29 agosto al 18 settembre tutte le sere dalle 19 in poi e le domeniche 1, 8 e 15 anche a pranzo dalle ore 12 (per prenotazioni, rivolgersi direttamente allo stand, oppure telefonare al numero 347 5922451 dalle ore 17 alle 22.30). (r.cr.)

E' tempo di Settembre Castellano, tanti eventi nel capoluogo e nelle frazioni e una particolare attenzione all'ambiente
Cronaca 19 Luglio 2019

Telecamere contro l'abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti, il Comune investe 60.000 euro

Occhi elettronici contro l”abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti. Non ha perso tempo l”Amministrazione comunale di Imola davanti al moltiplicarsi, in concomitanza dell”avvio del nuovo sistema di raccolta del pattume porta a porta in centro storico, dei casi di sacchi lasciati sulla strada vicino ai contenitori della differenziata. 

Probabilmente in maniera fin troppo frettolosa (forse, visto che il porta a porta è appena stato introdotto, sarebbe stato opportuno uno sforzo maggiore per informare i cittadini e aiutarli a digerire il nuovo sistema), stanno infatti entrando in funzione le telecamere che il Comune ha fatto installare per “beccare” i furbetti dei rifiuti. A regime, il progetto prevede un totale di quindici telecamere, la cui presenza sarà regolarmente segnalata. Gli apparecchi potranno tuttavia essere installati e spostati in posizioni diverse da quelle inizialmente decise. Per cominciare, delle quindici complessive, undici sono installate all”interno del centro storico, quattro all”esterno dei viali, per un investimento, tutto a carico del Comune stesso, di 60.000 euro.

«L’obiettivo è quello di contrastare il comportamento di chi abbandona i rifiuti fuori dai cassonetti, causando un danno all’ambiente e un aumento dei costi di smaltimento per tutti i cittadini – spiega l”assessore all”Ambiente, Andrea Longhi -. A questo proposito ricordo che l’anno scorso, solo per raccogliere i sacchetti di rifiuti lasciati fuori dai cassonetti e ripulire l’area attorno, sono stati spesi da tutti i cittadini imolesi complessivamente 151.000 euro. Chi abbandona i rifiuti fuori dai cassonetti non si rende conto che con il suo comportamento incivile fa aumentare la Tari non solo per sé, ma anche per tutti gli altri utenti virtuosi, che fanno onestamente la propria parte nella raccolta differenziata».

L”assessore aggiunge poi qualche informazione tecnica sulle telecamere introdotte che sono «intelligenti – sottolinea -, in grado di riprendere da più parti la posizione indicata, che si attivano con rilevatori di movimento e memorizzano i filmati solo quando la registrazione è completa». I filmati realizzati grazie ai nuovi occhi elettronici dovrebbero pertanto consentire il riconoscimento di chi abbandona i rifiuti e la possibilità di elevare sanzioni in maniera mirata ed efficace. Le multe previste per i cittadini che non smaltiscono correttamente i rifiuti, ricordiamo, vanno da un minimo di 104 euro a oltre 800. Una quindicina di sanzioni sono già state applicate fino ad ora dalle Guardie ambientali metropolitane nei casi in cui è stato possibile o cogliere in flagrante i responsabili del gesto oppure risalire agli autori.

Quanto infine alle motivazioni, Longhi mette in evidenza che il fine “educativo” dell”iniziativa. «Il nostro scopo non è quello di fare cassa, ma quello di educare i cittadini a comportamenti corretti – afferma l”assessore -. Devo dire, a questo proposito che la stragrande maggioranza è con noi e si smaltisce correttamente i rifiuti, tanto è vero che la percentuale di raccolta differenziata è in aumento. Purtroppo una piccola parte attua comportamenti che non riesco a definire civili e che contrastano nettamente con l’impegno di quasi la totalità dei cittadini impegnati nel contribuire a migliorare l’ambiente anche con i propri piccoli gesti quotidiani». (r.cr.)

Telecamere contro l'abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti, il Comune investe 60.000 euro
Cronaca 12 Luglio 2019

Auto investe due pedoni finendo la sua corsa contro la facciata della chiesa

Un incidente è avvenuto oggi, attorno alle 12.15, a Imola in pieno centro storico all”incrocio tra via Garibaldi e via Mazzini.

Secondo quanto riferito dalla polizia di Imola una Fiat Stilo, guidata da un 96enne imolese, percorreva via Garibaldi quando, per cause ancora da accertare, nell”immettersi su via Mazzini ha investito due pedoni finendo la sua corsa contro la facciata della chiesa di San Lorenzo che gli si trovava di fronte.

Sul posto anche i vigili del fuoco che hanno provveduto a liberare le due persone coinvolte, un 73enne residente a Budrio e una 62enne di Imola, che erano rimaste incastrate tra l”auto e la parete della Chiesa. I feriti sono stati così soccorsi dai sanitari del 118 e trasportati all”ospedale di Imola, ma a quanto pare non risultano in pericolo di vita. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”incidente

Auto investe due pedoni finendo la sua corsa contro la facciata della chiesa
Cronaca 10 Luglio 2019

Raccolta differenziata in centro storico: oltre un'ora di coda per ritirare il kit

Più di un’ora di attesa per ritirare il kit per il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti nel centro storico di Imola.
Nella prima giornata di apertura, ieri, il punto informativo di via Emilia 123 è stato letteralmente preso d’assalto dai residenti e dai commercianti interessati, e i kit consegnati sono stati oltre trecento.

«Per rispondere alla grande attenzione che i cittadini hanno manifestato, il Gruppo Hera ha deciso di incrementare già dalla giornata di mercoledì (oggi, ndr) il numero di operatori impegnati in questo servizio», fa sapere la multiutility.
Il punto informativo sarà operativo anche sabato, dalle 9 alle 18.

In seguito, dal 17 luglio i materiali e le tessere potranno essere ritirati alla stazione ecologica di Imola, in via Brenta 4 (traversa di via Lasie), nelle giornate di mercoledì, dalle 9 a mezzogiorno, e di sabato, dalle 15 alle 18.

Infine, dal 18 luglio un punto di contatto sarà aperto al mercato coperto Borghetto, in via Rivalta (1° piano), in via straordinaria il martedì e il giovedì dalle 9 alle 13, fino all’8 agosto.
E dal 22 agosto osserverà la sua apertura normale il giovedì dalle 9 alle 12.

Raccolta differenziata in centro storico: oltre un'ora di coda per ritirare il kit
Cronaca 10 Luglio 2019

Completato a Castel San Pietro Terme il restauro della facciata dell'ex Pretura in piazza XX Settembre

Lavori finiti per l”ex Pretura di Castel San Pietro Terme. Dopo la rimozione dell”impalcatura, in piazza XX Settembre, la facciata del palazzo è riapparsa in tutta la sua bellezza dopo l”intervento di restauro conservativo effettuato dall”Amministrazione comunale nell’ambito del progetto di riqualificazione del centro storico.

Il piano complessivo sul palazzo, presentato alla Soprintendenza, prevede ancora due stralci da realizzare in futuro, il restauro del fianco dell”edificio e quello di soffitti e interni del portico. Stesso discorso vale per il Cassero: dopo il restauro del Voltone, in futuro si provvederà alla messa in sicurezza e al restauro conservativo del corpo scala esterno e delle merlature della terrazza. 

Soddisfatto il sindaco Fausto Tinti, che commenta: «Dopo il restauro del Voltone del Cassero, si conclude un altro importante intervento su un altro edificio storico che, insieme al municipio e al santuario del Santissimo Crocifisso, caratterizza il cuore della nostra città. Anche in questo caso, i lavori sono stati eseguiti grazie al consistente contributo, pari a 40 mila euro, donato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola nell’ambito del programma Art Bonus, un contributo che copre buona parte dell’importo totale di 55mila euro». (r.cr.)

Completato a Castel San Pietro Terme il restauro della facciata dell'ex Pretura in piazza XX Settembre
Cronaca 8 Luglio 2019

In centro storico arrivano i bidoni e i nuovi cassonetti sui viali, scompaiono le campane gialle

Fra oggi e domani i cassonetti per i rifiuti indifferenziati e le campane gialle per la plastica e le lattine saranno eliminati dalle strade del centro storico. Prende il via anche sotto l’Orologio il nuovo sistema di raccolta differenziata già attivo negli altri quartieri della città. In realtà, il sistema in centro prevede alcune differenze sostanziali a partire dal porta a porta per l”indifferenziata.

Per tutte le strade del centro storico che si trovano all’interno dei viali perimetrali Saffi, Zappi, De Amicis, Carducci, Amendola, accanto alla raccolta porta a porta di carta e cartone sarà attivata anche quella di plastica/lattine, sempre in sacchi ma gialli, e dell’indifferenziato con bidoncini personali da esporre esclusivamente davanti al proprio civico. Per tutte e tre queste tipologie di rifiuti, la raccolta sarà settimanale e verrà svolta anche in occasione di festività.

Le Isole interrate situate in via Cavour/incrocio Cairoli, via Baviera Maghinardo, piazza Ragazzi del ‘99, via Emilia/angolo via Marsala, piazza Gramsci, piazza Matteotti diventeranno accessibili con l’utilizzo della tessera e vi si potranno conferire solamente plastica e lattine. Inoltre, si introducono la raccolta stradale dell’organico con bidoni apribili con tessera, come nel resto della città, e la raccolta stradale del solo vetro, con contenitori dedicati che andranno a sostituire le tradizionali campane gialle.

Nei viali perimetrali, invece, è prevista la collocazione delle Isole ecologiche di base, simili a quelle già presenti negli altri quartieri, apribili anch’esse con tessera. Con la tessera fornita in dotazione, tutti i cittadini e le attività dell’area, in parallelo ai nuovi servizi, potranno utilizzare anche qualsiasi altro contenitore della città, senza limiti e tutte le volte che si vuole come già avviene ora.

Le attività inoltre possono richiedere a Hera specifici servizi integrativi per la raccolta del cartone, dell’organico, del vetro, del legno in cassette e dei rifiuti indifferenziati e al momento tale necessità è stata sollevata da una quarantina di attività, che quindi usufruiranno di tali servizi. (r.cr.)

Nella foto i vecchi cassonetti e rifiuti abbandonati in via dei Mille

In centro storico arrivano i bidoni e i nuovi cassonetti sui viali, scompaiono le campane gialle

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast