Posts by tag: Ciclismo

Economia 29 Dicembre 2020

Quando lo sport castellano andava veloce sulle Cicli Cinzia: l’azienda ha sponsorizzato ciclismo, calcio e golf

Il marchio Cicli Cinzia ha girato il mondo con le sue biciclette ed è conosciuto in Italia anche come sponsor nello sport: dalla serie A di calcio al ciclismo dilettanti, dal golf alle discipline più svariate. L’azienda di Giuseppe Bombi (cui poi è subentrato il figlio Maurizio) e Sergio Maccaferri è stata tra le più convinte e longeve sostenitrici dello sport castellano, sponsorizzando sia il Castello Calcio, sia la società ciclistica Sergio Dalfiume. Proprio quest’ultima ha corso con il marchio Cicli Cinzia sulle divise per ben 25 anni, nelle categorie dilettanti Under 23 ed Elite, raccogliendo numerose vittorie.

In via Lombardia a Osteria Grande si è però sempre respirata anche aria di calcio, a cominciare dalla serie A con il Bologna, certo per il tifoso Maurizio Bombi (figlio di Giuseppe) sempre in tribuna allo stadio Dall’Ara e per i cartelloni sponsorizzati Cicli Cinzia a bordo campo. Notevole l’attaccamento dimostrato per la squadra di calcio di Castel San Pietro, per ben 13 anni targata Cicli Cinzia, arrivata fino alla serie C2, campionato professionistico disputato per ben 6 stagioni.

Ultima, ma non certo per importanza, la sponsorizzazione per tante gare (anche di livello europeo) presso il Golf Club Le Fonti di Castel San Pietro Terme, uno dei pochissimi campi di golf in Italia di proprietà comunale (fu inaugurato nel 2000), nato grazie ad un accordo pubblico-privato che, sul finire degli anni ’90, vide protagonisti l’Amministrazione comunale (sindaco Graziano Prantoni) e proprio l’imprenditore Giuseppe Bombi, titolare della Cicli Cinzia. (s.d.f.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 24 dicembre.

Nella foto: mister Andrea Orecchia con la maglia del Castello Calcio sulla quale spicca il nome dell’azienda di Osteria Grande; il ciclista Fabrizio Amerighi a braccia alzate in una delle 7 corse da Under 23 che ha vinto con la società Dalfiume, sponsorizzata Cicli Cinzia (Isolapress)

Quando lo sport castellano andava veloce sulle Cicli Cinzia: l’azienda ha sponsorizzato ciclismo, calcio e golf
Sport 24 Dicembre 2020

«Un Mondiale Unico», è uscito il libro fotografico della rassegna iridata di ciclismo curato da Pavarini, Selleri e Isola

Nella settimana dell’annuncio dei Campionati Italiani, arriva anche il libro fotografico dedicato ai Mondiali dello scorso settembre. A cura di Marco Pavarini, Marco Selleri e Marco Isola, il libro «Un Mondiale Unico» racconta in circa 200 pagine la «corsa nella corsa», il grande lavoro di squadra che è stato necessario per organizzare la rassegna iridata in soli venti giorni.

«Un miracolo sportivo», come riconosciuto dal presidente Cio Thomas Bach al termine dei Mondiali. Gioco di squadra è anche alla base del libro, che raccoglie le foto di oltre 10 fotografi accreditati ai Campionati del Mondo; a coordinare la raccolta delle foto è stato il nostro fotografo Marco Isola.

Per acquistare il libro: online sul sito dell’editrice La Mandragora, in centro a Imola nella libreria Mondadori Bookstore (via Emilia, 71), o contattando direttamente Marco Isola (ma.ma.)

Nella foto: da sinistra, Marco Pavarini, Marco Selleri e Marco Isola col libro sui Mondiali 2020

«Un Mondiale Unico», è uscito il libro fotografico della rassegna iridata di ciclismo curato da Pavarini, Selleri e Isola
Sport 20 Dicembre 2020

Ciclismo, dopo 68 anni la Dalfiume di Osteria Grande tira giù la saracinesca

La società ciclistica «Sergio Dalfiume» di Osteria Grande chiude i battenti a fine 2020, dopo quasi settant’anni di attività. Si ferma così anche l’organizzazione di gare storiche come la «Coppa Varignana» e il «Memorial Benfenati». Ma anche all’ultimo atto di una storia così intensa, lo «stile» resta quello di una società seria e di un gruppo di dirigenti appassionati, sempre animati da una sana voglia di promuovere la bicicletta, con un profondo attaccamento al territorio e con un occhio di riguardo ai giovani in rampa di lancio: chi ha corso con la maglia della «Dalfiume», anche a distanza di anni, ricorda di essere stato trattato «con i guanti».

Lo stile della «Dalfiume» resta anche oggi, annunciando una decisione per certi versi prevedibile da parte di chi segue il ciclismo, ma che tocca il cuore. La società ciclistica Dalfiume si ferma; ma non è un funerale, non si parla di crisi economica, non restano buchi di bilancio. Anzi, anche questo racconta lo «stile» della Dalfiume: le casse della società sono in attivo e il patrimonio verrà totalmente devoluto a fini di pubblica utilità. «I nostri sponsor sono sempre stati molto seri e appassionati alle nostre vicende e ci hanno sostenuto fino a questa ultima scelta» dicono dal Con- siglio direttivo della società.

A pesare come un macigno sull’attività sociale è stata soprattutto la nuova quotidianità che, in epoca di Coronavirus, richiede protocolli molto rigidi, più burocrazia. Un impegno organizzativo che oggi davvero poche persone scelgono di affrontare a titolo volontario; la dirigenza della Dalfiume non si è mai tirata indietro, ma oggi che la carta d’identità è diventata meno amica, non può mancare un abbraccio simbolico (virtuale ai tempi del Covid) al termine di una storia memorabile. (ma.ma.)

I 68 anni di storia della Dalfiume su «sabato sera» del 17 dicembre.

Nella foto: il successo del faentino Roberto Lotti con la maglia della Dalfiume nella corsa di casa, la Coppa Varignana del 2000

Ciclismo, dopo 68 anni la Dalfiume di Osteria Grande tira giù la saracinesca
Sport 18 Dicembre 2020

Ciclismo, a Imola il campionato italiano 2021 su strada

Sulla scia del grande successo dei recenti Mondiali di ciclismo all’autodromo Enzo e Dino Ferrari, Imola si appresta ad ospitare nel 2021 anche il campionato italiano su strada. Ad organizzarli la Nuova Ciclistica Placci di Marco Selleri insieme a Marco Pavarini, il binomio perfetto che ha ricevuto complimenti da tutti per la perfetta organizzazione a tempo di record della rassegna iridata.

Salvo slittamento causa Covid-19, la manifestazione dovrebbe svolgersi nella seconda metà del mese di giugno (dal 18 al 20 giugno) e sicuramente sullo stesso percorso del Mondiale. Il programma di gare, infine, prevede le gare Elite uomini professionisti e le cronometro Elite Uomini, Elite Donne e Junior Donne. (da.be.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 24 dicembre.

Nella foto (Isolapress): un momento del Mondiale 2020 a Imola

Ciclismo, a Imola il campionato italiano 2021 su strada
Sport 24 Novembre 2020

Ciclismo, Coppolillo e il suo team che ha fiducia nel futuro

Michele Coppolillo è fiducioso quando parla di #inEmiliaRomagna Cycling Team, il team di cui dal 2019 è direttore tecnico. Un progetto di sport e marketing territoriale che in Italia non si era mai visto, promosso da Apt Servizi Emilia-Romagna e Consorzio Terrabici per promuovere il territorio e le eccellenze della nostra Regione attraverso l’attività sportiva di giovani ambassador in bicicletta. «Anche nel 2021 avremo in squadra atleti che coprono tutto il territorio – anticipa Coppo -, da Piacenza fino ai confini con le Marche».

Prospettive per il 2021?

«Ci avviciniamo alla nuova stagione con 13 atleti, un numero importante per la categoria, che ci consentirà di fare doppia attività (in molte gare la partecipazione dei team sarà limitata a un massimo di 6-7 atleti, ndr). Tra i nuovi innesti anche l’imolese classe 2002 Matteo Montefiori». (ma.ma.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 19 novembre.

Nella foto (di Massimo Fulgenzi): Michele Coppolillo e Mauro Calzoni nell’era pre-Covid con un atleta del team al Villaggio della Salute Più

Ciclismo, Coppolillo e il suo team che ha fiducia nel futuro
Sport 17 Novembre 2020

Ciclismo, il salto tra le grandi dell’imolese Alessia Patuelli

«Alé» come… Alessia Patuelli, la ciclista imolese che non ha ancora compiuto 18 anni (il suo compleanno è il 22 dicembre) ma che con la bicicletta da strada è già riuscita a togliersi diverse soddisfazioni. Malgrado la stagione tormentata dal Covid, durante la quale ha comunque ottenuto tre vittorie e la convocazione per gli Europei (dopo i Mondiali da titolare e gli Europei da riserva nel 2019), per Alessia è già pronta una bella novità in vista del 2021: dopo il biennio da Juniores, entrerà a far parte del team «Alé Btc Ljubljana Cipollini», l’unica formazione World Tour (la «serie A» del ciclismo Elite femminile) in Italia.

Complimenti Alessia. Come ti avvicini a questa nuova esperienza?

«Con molta voglia di fare bene. Quando si è presentata la possibilità con questa squadra non ci ho pensato due volte, sicuramente affrontare un calendario internazionale sarà impegnativo, ma capita a pochissime ragazze di poter passare direttamente da Juniores a un team World Tour». (ma.ma.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto: Alessia Pautelli con il padre Andrea

Ciclismo, il salto tra le grandi dell’imolese Alessia Patuelli
Sport 26 Ottobre 2020

Ciclismo, l’imolese Matteo Montefiori passa Under 23 e va da Coppolillo

Per Matteo Montefiori, 18enne ciclista imolese, il 2020 poteva essere l’anno giusto per mettere a segno qualche bel risultato, dopo l’incoraggiante primo anno da Juniores che si era chiuso nel 2019 anche con una vittoria. La seconda stagione all’Italia Nuova Borgo Panigale era partita con il piede giusto, con la chiamata federale per test metabolici e funzionali: un bel biglietto da visita, pur non rappresentando una vera e propria convocazione in Nazionale. La preparazione invernale è proseguita a gennaio e febbraio, in vista dell’esordio agonistico (mai avvenuto) a marzo: poi il lockdown e una stagione da reinventare.  «È stata sicuramente una stagione strana per via del lockdown. Non ho mai trovato la forma ideale per diversi motivi, alcuni dipendenti da me, altri esterni. Ho comunque cercato di lavorare in ottica prossima stagione, per poter continuare a correre e dimostrare il mio valore».

Cosa farai nel 2021? 

«Si passa tra gli Under 23, sarò con #inEmiliaRomagna Cycling Team, la squadra ambassador della Regione. Sono contento: c’è uno staff competente, che conosco già bene (tra loro anche Michele Coppolillo, Mauro Calzoni e Alberto Contoli), in una squadra che ha dimostrato di essere ben organizzata. Al primo anno cercherò di fare
bene e aiutare i più grandi, compatibilmente con la scuola, visto che dovrò conciliare il cambio di categoria anche con l’esame di maturità». (ma.ma.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 22 ottobre.

Nella foto: Matteo Montefiori 

Ciclismo, l’imolese Matteo Montefiori passa Under 23 e va da Coppolillo
Sport 16 Ottobre 2020

Maglie di ciclisti professionisti all’asta, il consigliere comunale Antonio Ussia raccoglie fondi per il movimento giovanile

Maglie e accessori dei ciclisti professionisti all’asta per raccogliere fondi a sostegno del movimento ciclistico giovanile, in accordo con il Comitato provinciale di Bologna della Federazione Ciclistica Italiana. È l’idea che il consigliere comunale imolese Antonio Ussia sta portando avanti, in collaborazione con l’associazione Bof di Imola, sul solco della positiva esperienza della scorsa primavera, durante il lockdown, quando gli ormai tradizionali tornei sportivi del «NeverGiveUp Memorial Nicola Ussia» sono stati sostituiti da una diretta streaming, con ospiti del mondo del ciclismo, che ha trainato una raccolta fondi. «Un ringraziamento speciale a Filippo Martini, amico e sostenitore di Never Give Up – aggiunge Antonio Ussia -, ad Alan Marangoni e al presidente del Comitato della Fci di Bologna Stefano Marabini per il supporto che mi stanno dando nella promozione di iniziative a sostegno del ciclismo giovanile».

Al momento, fino al 23 ottobre, sono all’asta sul sito di CharityStars la maglia della Nazionale italiana, autografata da tutti i convocati per gli Europei, e la maglia indossata da Simone Velasco alla Tirreno-Adriatico, autografata da tutto il team Gazprom. Nelle prossime settimane andranno all’asta anche altri cimeli, come il body da cronometro di Bettiol e altre maglie come quella della Nazionale autografata da Ganna, di Oss al Tour de France, di Nibali, di Baroncini, Ferri e Orlandi del Team Beltrami e degli ex professionisti Marangoni e Brambilla, oggi commentatori per Gcn Italia, e altre ancora. (ma.ma.)

Nella foto (dalla sua pagina Facebook): Antonio Ussia sul podio mondiale di Imola

Maglie di ciclisti professionisti all’asta, il consigliere comunale Antonio Ussia raccoglie fondi per il movimento giovanile
Sport 12 Ottobre 2020

Santerno Fabbi Imola, effetto Mondiali: i bimbi vogliono pedalare

Non si è ancora spenta l’eco dei Mondiali, che hanno raccolto consensi unanimi a tutti i livelli, riportando il nostro territorio al centro della geografia planetaria del ciclismo. Un fermento che riguarda tutte le categorie agonistiche, comprese quelle giovanili rappresentate a Imola dalla Ciclistica Santerno Fabbi Imola che, nelle ultime set- timane, ha riscontrato un incremento dei contatti da parte di ragazzi e ragazze, con le rispettive famiglie, per una prova della bici da corsa (per informazioni e contatti clicca qui). (ma.ma.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre. 

Nella foto: allievi della Santerno Fabbi alla presentazione del team 2020, prima del «lockdown»

Santerno Fabbi Imola, effetto Mondiali: i bimbi vogliono pedalare
Sport 3 Ottobre 2020

Mondiali ciclismo «Imola 2020», è stato l’evento di Marco Selleri: «Territorio straordinario, tutti hanno fatto squadra»

Il Marco Selleri organizzatore si è sempre dimostrato vulcanico, una idea dopo l’altra. Ma forse l’impresa di realizzare un Campionato del Mondo su strada professionisti in soli 20 giorni sarebbe stata giudicata fantascienza anche da lui, fino a un mese fa. E invece, insieme al gruppo organizzativo denominato «Extragiro» del Giro d’Italia Under 23, un insieme coordinato da Selleri e dal compagno di viaggio Marco Pavarini, che della Nuova Ciclistica Placci 2013 di Mordano sono presidente e vicepresidente, questa volta ha fatto un vero e proprio colpaccio. Lo attestano i consensi unanimi del gotha del ciclismo internazionale: dal presidente del Cio Thomas Bach ai migliori giornalisti stranieri presenti in sala stampa, fino al pubblico a bordo strada e a chi, seguendo alla televisione, non ha potuto fare altro che restare a bocca aperta davanti alle meravigliose inquadrature dall’elicottero della regia internazionale.

Marco, cosa resta di questa corsa e della sua «lucida follia»?

«Resta il fatto che viviamo in un territorio straordinario. E che se non fai squadra non vai da nessuna parte: istituzioni, forze dell’ordine, volontari, professionisti, ognuno ha dato il proprio contributo e i complimenti che stiamo raccogliendo in questi giorni dicono tutto». (n.v.)

L’intervista completa su «sabato sera» dell’1 ottobre.

Nella foto (Isolapress): Marco Selleri con Julian Alaphilippe, medaglia d’oro nella prova in linea maschile

Mondiali ciclismo «Imola 2020», è stato l’evento di Marco Selleri: «Territorio straordinario, tutti hanno fatto squadra»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast