Posts by tag: Ciclismo

Sport 16 Gennaio 2023

Ciclismo, «Extragiro» e Selleri in Liguria per organizzare il 60° Trofeo Laigueglia

L’organizzazione tecnica del Trofeo Laigueglia è stata assegnata a «ExtraGiro», il gruppo coordinato da Marco Pavarini e Marco Selleri, che negli ultimi anni ha ottenuto grandi risultati organizzativi a livello internazionale, dal rilancio del Giro d’Italia Giovani alla realizzazione dei Campionati del Mondo a Imola nel 2020 in piena pandemia.

La 60a edizione della celebre corsa ligure, che vede nel suo albo d’oro campioni come Merckx, Dancelli, Bitossi, Baronchelli, Maertens, De Vlaeminck, Saronni, Ballan e Pozzato, si correrà mercoledì 1 marzo. (r.s.)

Nella foto: Marco Selleri e Marco Pavarini

Ciclismo, «Extragiro» e Selleri in Liguria per organizzare il 60° Trofeo Laigueglia
Sport 24 Dicembre 2022

Addio a Vittorio Adorni, anche Imola piange il campione del mondo di ciclismo del 1968

Il mondo del ciclismo piange Vittorio Adorni, scomparso oggi all’età di 85 anni. A dare la triste notizia con un post su Facebook Norma Gimondi, figlia di Felice: «Ciao Vittorio, salutami papà».

Nato a San Lazzaro Parmense il 14 novembre 1937, Adorni è stato professionista dal 1961 al 1970 vincendo il Giro d’Italia 1965 (era il più anziano vincitore della corsa Rosa ancora in vita) e il campionato del mondo nel 1968 a Imola dopo una fuga in solitario di 90 km. Per questo, a 50 anni esatti da quell’impresa, ha ricevuto anche il Grifo Città di Imola. 

Lasciata l’attività agonistica ha fatto il commentatore tv ed è stato anche direttore sportivo alla Salvarani e alla Bianchi-Campagnolo. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): Vittorio Adorni all’autodromo di Imola

L’INTERVISTA NEL 2020 ALLA VIGILIA DEL MONDIALE DI IMOLA

Addio a Vittorio Adorni, anche Imola piange il campione del mondo di ciclismo del 1968
Sport 12 Novembre 2022

Ciclismo, il team dell’ex pro Michele Coppolillo passa tra i Continental

Nel 2023 ci sarà una nuova squadra Continental nel ciclismo: si tratta del «Team Technipes #inEmiliaRomagna». C’è quindi un importante salto di categoria in vista per il progetto già conosciuto come #inEmiliaRomagna Cycling Team, la squadra ciclistica U23 nata nel 2019 (con sede a Faenza) e promossa da Apt Servizi e Consorzio Terrabici per promuovere la nostra regione attraverso l’attività agonistica di un gruppo di giovani e talentuosi ambassador in bicicletta.

Il passaggio a Continental (la «terza divisione» dei team del ciclismo mondiale, dopo «World Tour» e «Professional») sarà reso possibile dall’ingresso nel mondo del ciclismo di Technipes, azienda emiliano-romagnola, di Santarcangelo di Romagna, punto di riferimento internazionale nel settore del confezionamento industriale di prodotti solidi con esportazioni soprattutto tra Americhe, Africa ed Estremo Oriente.

Ad occuparsi della direzione tecnica della squadra sarà ancora Michele Coppolillo, che fin dalla prima stagione di attività della società ha curato questi aspetti, in stretta collaborazione con l’imolese Mauro Calzoni e coadiuvato da un prezioso staff di tecnici e accompagnatori che sul nostro territorio trova linfa vitale. (ma.ma.)

Nella foto: Michele Coppolillo

Ciclismo, il team dell’ex pro Michele Coppolillo passa tra i Continental
Sport 28 Settembre 2022

Due titoli tricolori «forensi» per Marica Morara, l’avvocato imolese vince la cronoscalata e la gara in linea

Si è svolto nel fine settimana 17 e 18 settembre il 37° Campionato Italiano Forense Aimanc, tra Bergamo e la Val Seriana. L’avvocato imolese Marica Morara ha preso parte alle due gare in programma (sabato 17 cronoscalata di 6 km del Monte di Nese e domenica 18 la gara in linea nel circuito di Nembro, con arrivo in salita) con la maglia della Ius Bologna Ciclismo, classificandosi al primo posto assoluto in entrambe le prove. (r.s.)

Nelle foto: l’avvocato imolese Marica Morara

Due titoli tricolori «forensi» per Marica Morara, l’avvocato imolese vince la cronoscalata e la gara in linea
Castel San Pietro Terme 23 Settembre 2022

Domani torna il Gp di Varignana, la corsa con circa 200 ciclisti iscritti

Si ripete sabato 24 settembre l’appuntamento con il Gp Varignana, gara ciclistica nazionale per Elite e Under 23 nata nel 2021 per portare avanti una tradizione di oltre 60 anni, quella della Coppa Varignana. Evento sportivo organizzato da Asd Sergio Dalfiume 1952, nuovo gruppo cicloturistico (presidente Giancarlo Merighi), Cablotech Biotraining Cycling Team, presieduto da Matteo Pesci e Polisportiva Villafontana (presidente Giampaolo Scalorbi).

Al via quasi 200 ciclisti, tra i migliori della categoria: presenti tre team stranieri (gli inglesi di Zappi Racing Team, la Nazionale Ucraina e gli svizzeri del Vc Mendrisio) e quasi tutti gli italiani più forti, tra i quali Lucca (vincitore 2021), Pierantozzi, Cavallo, Sessa, Sekkak, Colnaghi, e team sempre competitivi come Colpack, Zalf, Biesse Carrera. In gara anche #inEmiliaRomagna Cycling Team di Coppolillo e la Cablotech Biotraining di Osteria Grande.

Il percorso è confermato, con tre circuiti da affrontare uno dopo l’altro: il primo è di circa 11 km (5 giri); poi ci si sposta a Castel San Pietro per 6 giri del circuito delle Terme (5,3 km), per proseguire con il gran finale nei 4 giri a Varignana. Partenza alle 13.25 dallo stabilimento Cablotech (via Umbria 6, Osteria Grande), mentre l’arrivo dopo 137,6 km è previsto tra le 16.30 e le 17. (r.cr.)

Nella foto di archivio presentazione Gp Varignana

Domani torna il Gp di Varignana, la corsa con circa 200 ciclisti iscritti
Sport 17 Settembre 2022

ExtraGiro raccoglie 5 mila euro per lo Ior, anche sui primi italiani di gravel c’è lo zampino di Selleri

C’è ExtraGiro, il gruppo diretto dal mordanese Marco Selleri e da Marco Pavarini, a curare l’organizzazione dei primi Campionati Italiani Gravel della storia, che verranno assegnati domani, domenica 18 settembre, ad Argenta. La prima edizione della gara che assegna le maglie tricolori di questa specialità, nuova ma in rapida diffusione, vede già 170 iscritti, considerando sia Open (Elite e U23, sia maschile che femminile) che Amatori. Prevista la differita su Rai Sport.

Prima dell’Italiano Gravel, ExtraGiro ha però portato a compimento anche la «Via Romagna per lo Ior», pedalata di beneficenza di 462 km (in tre tappe) avviata l’8 settembre a Comacchio e conclusa sabato 10 settembre con l’ingresso dei 13 protagonisti in bicicletta all’Italian Bike Festival, fiera che si è tenuta all’autodromo di Misano. In sella anche ex atleti di spessore come Andrea Collinelli, Roberto Conti e Gian Paolo Grisandi. Organizzata con l’impegno diretto di Marco Selleri, coinvolto nell’iniziativa dall’amico Romano Randi, ex ciclista prof e oggi volontario per l’Istituto Oncologico Romagnolo (Ior), la pedalata ha già ricevuto donazioni per oltre 4.700 euro sulla piattaforma di raccolta fondi, a cui si aggiungono oltre mille euro raccolti con la vendita delle divise personalizzate realizzate da Alé Cycling. (ma.ma.)

PER DONARE ALL’ISTITUTO ROMAGNOLO ONCOLOGICO (IOR)

Massimo Marani

ExtraGiro raccoglie 5 mila euro per lo Ior, anche sui primi italiani di gravel c’è lo zampino di Selleri
Sport 5 Giugno 2022

Un lunedì con Moreno Argentin, la Ionica passa da Imola. Le modifiche alla viabilità

Domani, lunedì 6 giugno, la terza tappa dell’Adriatica Ionica Race, corsa a tappe di 5 giorni per professionisti organizzata dall’ex prof Moreno Argentin, transiterà da Imola.

Da Ferrara (il via ore 12) a Brisighella, 141 km pianeggianti che entreranno nel nostro territorio dopo Argenta, percorrendo via Cardinala (ore 12.50 circa), via Merlo, via Stradone, via Coronella, via del Signore, via Ladello, via San Vitale, via Correcchio, via Lasie (ore 13.30 circa), via Selice, via della Resistenza e via Pisacane, via Santerno – via Rivazza, via Bergullo e via Lola (ore 13.45 circa) per poi  lasciare le strade del Comune di Imola e affrontare il Mazzolano e un finale insidioso con tre passaggi sul traguardo di Brisighella. 

«Le vie e gli attraversamenti viari collegati saranno chiusi alla circolazione per il tempo limitato al passaggio della corsa» fanno sapere dal Comune di Imola.

CRONOTABELLA DELLA TAPPA. (r.s.)

Foto Isolapress

Un lunedì con Moreno Argentin, la Ionica passa da Imola. Le modifiche alla viabilità
Sport 18 Maggio 2022

Un mercoledì di festa con Giro d’Italia e Giro-E. IL VIDEO

Giornata di ciclismo oggi a Imola e nel circondario con il passaggio della tappa del Giro d’Italia che lungo la via Emilia ha portato la carovana rosa da Santarcangelo a Reggio Emilia, con l’omaggio a Tonino Berti nel traguardo volante di Toscanella. Sempre oggi, a Castel San Pietro, è partita la tappa del Giro-E con due ciclisti d’eccezione: il sindaco Fausto Tinti e la consigliera regionale Francesca Marchetti. (r.s.)

Foto dal Comune di Castel San Pietro e Isolapress

Un mercoledì di festa con Giro d’Italia e Giro-E. IL VIDEO
Cronaca 17 Maggio 2022

Tutte le strade chiuse al traffico (e gli orari) per il passaggio del Giro d’Italia

Riguardo al Giro d’Italia, domani, ci saranno ovviamente modifiche alla viabilità. A partire dalle ore 11 fino alle 14.30 circa, sarà chiuso al traffico il percorso che sarà effettuato in città dai corridori che, provenienti da Castel Bolognese, transiteranno su via Emilia ponente, via Pisacane, ponte Santerno, via Resistenza, via Galvani, via Marconi, viale Amendola e via Emilia Ponente, fino al confine con il Comune di Dozza.

Nel territorio del Comune di Imola interessato al passaggio della corsa, sono previste 52 postazioni di controllo di incroci e rotonde, che saranno presidiati oltre che dagli agenti della Polizia locale, anche da quelli della Polizia di Stato, dai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza e dai volontari della Protezione civile, del Corpo delle Guardie ambientali metropolitane e assistenti civici, coordinati dal Servizio di protezione civile del Comune. In totale saranno impiegati un’ottantina di addetti, tra forze dell’ordine e volontari.

Nella foto: uno scatto del passaggio dello scorso anno, che era in senso opposto

Tutte le strade chiuse al traffico (e gli orari) per il passaggio del Giro d’Italia
Sport 6 Maggio 2022

«Tour de France 2024»: più di una suggestione, siamo già pronti a colorarci di giallo

Nel giorno della partenza del Giro d’Italia e in attesa del 18 maggio, data della tappa Santarcangelo-Reggio Emilia con passaggio sulla via Emilia anche da Imola, Dozza, Castel San Pietro e Ozzano, la possibilità di vedere la partenza del Tour de France dal nostro Paese, e dall’Emilia Romagna, nel 2024 non è più solo un discorso da bar.

A interessare il nostro territorio potrebbe essere la seconda tappa che renderebbe onore a Marco Pantani con partenza da Cesenatico, nel ventennale dalla sua scomparsa, concludendosi a Bologna; in questo caso, sarebbe davvero difficile immaginare una tappa che possa completamente «scavalcare» le nostre strade, non solo con una «toccata e fuga» sulla via Emilia, ma anche con un omaggio ai Campionati del Mondo disputati a Imola. (ma.ma.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 5 maggio.

Nella foto (Isolapress): i Mondiali 2020

«Tour de France 2024»: più di una suggestione, siamo già pronti a colorarci di giallo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA