Posts by tag: clai

Cronaca 30 Luglio 2020

Coronavirus, tamponi a tappeto alla Clai: gli esiti sono tutti negativi

Esito negativo per tutti i tamponi a tappeto effettuati nei giorni scorsi tra i lavoratori della Clai, in ottemperanza al decreto regionale dello scorso 13 luglio che ha disposto controlli anche sugli addetti alla lavorazione delle carni. «Ci siamo subito messi in contatto con l’Ausl di Ravenna, per lo stabilimento di Faenza dove si svolge anche la macellazione, e con l’Ausl di Imola per lo stabilimento di Sasso Morelli, dove abbiamo il salumificio – ha spiegato il direttore generale della cooperativa, Pietro D’Angeli -. Abbiamo consegnato gli elen- chi con i nominativi e dato la nostra totale disponibilità. A Faenza il 21 luglio sono stati fatti i tamponi sui circa 150 addetti dei reparti di lavorazione delle carni; il personale dell’Ausl è venuto in azienda. Gli esiti sono arrivati nel giro di pochi giorni. A Imola siamo stati controllati tutti, me compreso, nei giorni seguenti. In tutto circa 250 persone. Gli esiti sono tutti negativi». (lo.mi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: da sinistra, Gianfranco Delfini (direttore marketing), Giovanni Bettini (presidente) e Pietro D’Angeli (direttore generale) di Clai

Coronavirus, tamponi a tappeto alla Clai: gli esiti sono tutti negativi
Sport 19 Luglio 2020

Pallavolo B1, con i lavori nella palestra di via Volta la Clai non sa dove potrà giocare

E’ praticamente certo che a novembre, quando inizierà il campionato di B1, la Clai non potrà contare sul proprio fortino in cui ha sempre giocato da quando è salita, una decina di anni fa, in serie B2. Anzi c’è addirittura il rischio che il palazzo dello sport Fratelli Ruscello non sia utilizzabile per tutta la stagione e questo comporterà non pochi problemi per la società imolese che dovrà cercarsi una nuova sistemazione. Le alternative non sono molte e questo probabilmente costringerà l’Ufficio sport del Comune a rivedere le scelte per quanto riguarda la distribuzione delle ore. Fra l’altro in un periodo non semplice considerando l’emergenza Covid che comporterà la necessità di sanificare le palestre dopo ogni allenamento e in più non si sa ancora se si potranno utilizzare le palestre scolastiche.

C’è insomma il rischio di un sovraffollamento negli impianti imolesi adatti ad ospitare un campionato nazionale vale a dire il PalaRuggi e la Palestra Cavina, anche perché in via Volta trovavano spazio anche altre società come la Uisp, ma anche formazioni giovanili di basket femminile e maschile. «Siamo ovviamente preoccupati per i tempi che si stanno allungando – dice Massimo Cavalli, direttore sportivo della Clai – e già da qualche settimana abbiamo scritto una lettera al Comune per capire l’evolversi della situazione, anche perché tra non molto dovremo comunicare alla Federazione il campo di gioco e anche quello di riserva. I lavori però procedono a rilento e siamo ancora molto indietro rispetto alle previsioni e soprattutto l’impianto non è più utilizzabile fino a quando non saranno conclusi tutti i lavori. Ci è stato detto che a fine dicembre dovrebbero essere ultimati, ma credo sia un ipotesi piuttosto ottimistica». (c.a.t.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 16 luglio.

Nella foto: la Clai Imola

Pallavolo B1, con i lavori nella palestra di via Volta la Clai non sa dove potrà giocare
Cronaca 19 Maggio 2020

Ripartiti i cantieri di ristrutturazione e ampliamento della Clai

Nei giorni scorsi Clai ha annunciato la ripresa dei cantieri di ristrutturazione e ampliamento a Sasso Morelli. «I cantieri attualmente attivi sono tre – fa sapere l’azienda –. È in corso la ristrutturazione e l’ampliamento dello stabilimento di via Gambellara, un cantiere in essere da alcuni anni, sviluppato su diversi lotti e che terminerà entro giugno. L’importo complessivo dei lavori si aggira sui 10 milioni di euro. Sempre qui è in corso la ristrutturazione e l’ampliamento anche degli uffici e sala Ced. In questo caso il termine dei lavori è previsto per settembre/ottobre. L’altro cantiere riguarda la realizzazione di una sala polivalente presso il centro direzionale Clai a villa La Babina che sarà pronta entro settembre».
I lavori di ristrutturazione e ampliamento rientrano negli investimenti di oltre 15 milioni di euro che Clai ha stanziato per il biennio 2019-2020. (lo.mi.)

Nella foto: i cantieri alla Clai di Sasso Morelli

Ripartiti i cantieri di ristrutturazione e ampliamento della Clai
Cronaca 25 Marzo 2020

Coronavirus: Clai consegna la spesa a domicilio

Per fronteggiare l’emergenza in atto, anche la Clai ha attivato il servizio di consegna della spesa a casa per chi è residente nei comuni di Imola, Mordano e Faenza.

Per fare un ordine basta telefonare al Numero verde 800 895 110 dal lunedì a sabato dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 19 (ad esclusione del martedì pomeriggio e dei giorni festivi). Sarà possibile selezionare il Punto vendita preferito e parlare con il personale incaricato, che fornirà tutte le informazioni e le condizioni del servizio.
Oppure si potrà inviare un ordine di spesa via e-mail ai seguenti recapiti: inferno.negozio@clai.it (macelleria di Imola centro storico), pedagna.negozio@clai.it (Imola Pedagna), sasso.negozio@clai.it (Sasso Morelli) e faenza.negozio@clai.it (Faenza).
Si potrà pagare direttamente alla consegna in contanti o tramite Pos. Per ordini di importo di spesa pari o superiore a 25 euro, la consegna a domicilio risulta gratuita.

«Abbiamo pensato a questo servizio anche valorizzando chi è solito recarsi nei nostri negozi: perciò ognuno potrà ordinare la spesa direttamente al proprio punto vendita, trovando l’abituale cortesia e professionalità di servizio – spiega Fabrizio Facciani, responsabile dei punti vendita Macellerie del contadino Clai –. Ormai si avvicina anche la Pasqua e proprio il pranzo di Pasqua, come vuole la tradizione, anche qui da noi assume un valore speciale. E faremo il possibile perché tutti possano anche quest’anno celebrarlo a tavola nel migliore dei modi, con le carni e i salumi Clai, i prosciutti Zuarina e i formaggi della Faggiola». (r.cr.)

Coronavirus: Clai consegna la spesa a domicilio
Sport 22 Febbraio 2020

Pallavolo B1 femminile, trasferta amara per la Clai Imola

Ancora un ko per la Clai Imola perde ancora 3-2, questa volta in casa contro Castelfranco di Sotto.  

La squadra di Turrini, dopo un avvio ottimo, si è portata a casa il primo parziale, salvo poi non ribattere colpo su colpo alle avversarie, brave a chiudere il match al quarto set senza particolari problemi.

Nel prossimo turno la Clai ospiterà la Battistelli (domenica 1 marzo, ore 18).

Approfondimenti su «sabato sera» del 27 febbraio.

Nella foto (di Annalisa Mazzini): il tecnico Turrini

Tabellino:

Castelbellino-Clai Imola 3-1 (23-25, 25-14, 25-18, 25-17)

– 

Pallavolo B1 femminile, trasferta amara per la Clai Imola
Sport 16 Febbraio 2020

Pallavolo B1 femminile, ancora un quinto set da dimenticare per la Clai Imola

Dopo Empoli, la Clai Imola perde ancora 3-2, questa volta in casa contro Castelfranco di Sotto.  

Imolesi sempre avanti, ma mai capaci di chiudere il match definitivamente. Le ospiti, così, ne hanno approfittato beffando la squadra di Turrini al tie-break.

Nel prossimo turno la Clai sarà di scena sul campo del Castelbellino (sabato 22 febbraio, ore 18.30).

Approfondimenti su «sabato sera» del 20 febbraio.

Nella foto (di Annalisa Mazzini): la Clai Imola

Tabellino:

Clai Imola-Castelfranco di Sotto 3-2 (25-17, 12-25, 25-11, 18-25, 12-15)

– 

Pallavolo B1 femminile, ancora un quinto set da dimenticare per la Clai Imola
Cronaca 11 Febbraio 2020

Clai studia come innovare i consumi di carne bovina

Clai ha presentato i risultati del progetto «Innovazione nella commercializzazione della carne bovina», realizzato in collaborazione con l’Università di Bologna (dipartimento di Scienze mediche veterinarie) e il Centro ricerche produzioni animali (Crpa). Il progetto, cofinanziato dal Fondo europeo agricolo per lo Sviluppo rurale all’interno del bando di filiera che Clai si è aggiudicato nel 2018 e inserito nel Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, ha l’obiettivo di aumentare la redditività della carne bovina attraverso la diversificazione di prodotto alla vendita, puntando su un’elevata specializzazione produttiva, sul miglioramento della qualità e su un’adeguata informazione del consumatore.

La ricerca ha preso in esame diversi punti: l’atteggiamento e le aspettative dei consumatori rispetto al consumo di carne bovina e alle informazioni oggi disponibili sui piatti pronti a base di carne bovina; una modalità di etichettatura utile al consumatore per avere in tempo reale informazioni sull’origine e la qualità del prodotto; la caratterizzazione sensoriale e chimico-fisica dei differenti tagli, al fine di ottimizzare la qualità e la tenerezza della carne bovina; lo studio di piatti pronti a basso contenuto di sale.

«Questo progetto – spiegano dall’azienda – è espressione dei valori di Clai, del suo costante impegno volto a mettere a punto nuove tecnologie di produzione e realizzazione di prodotti innovativi per il mercato e che rispondano alle esigenze dei consumatori di alimenti caratterizzati da standard di sicurezza e qualità elevati». (r.cr.)

Clai studia come innovare i consumi di carne bovina
Sport 9 Febbraio 2020

Pallavolo B1 femminile, tie-break fatale per la Clai ad Empoli

Tie-break amaro per la Clai Imola che perde 3-2 ad Empoli.  

Ragazze di Turrini sempre costrette ad inseguire dopo essere andate sotto nel punteggio. Match, comunque, equilibrato che ha visto le imolesi rimetterlo in piedi a più riprese. Alla fine, nella lotteria del quinto set a gioire sono state le padrone di casa.

Nel prossimo turno la Clai sarà impegnata in casa contro Castelfranco di Sotto (domenica 16 febbraio, ore 18).

Nella foto (di Annalisa Mazzini): la Clai Imola

Tabellino:

Empoli-Clai Imola 3-2 (25-19, 19-25, 25-20, 24-26, 15-13)

– 

Pallavolo B1 femminile, tie-break fatale per la Clai ad Empoli

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast