Posts by tag: comune

Cronaca 23 Novembre 2022

Caro bollette, Imola riduce ancora l’illuminazione, Panieri: “A rischio la tenuta dei conti”

“Per la tenuta dei conti pubblici del nostro Ente, siamo arrivati a una scelta netta e impattante sulla vita dei cittadini come lo spegnimento notturno dell’illuminazione pubblica fino a 4 ore e con la mitigazione della potenza degli impianti ove possibile senza arrecare rischi alla sicurezza pubblica”. Una dichiarazione chiara ma che non nasconde un po’ di amarezza quella del sindaco Marco Panieri, costretto a stringere ancora di più la cinghia e a tagliare ulteriormente l’accensione dei lampioni per ridurre la bolletta dell’energia elettrica che deve pagare il Comune. A fine ottobre aveva comunicato la decisione di accenderli un quarto d’ora dopo e spegnerli mezzora prima, una misura che, evidentemente, non è stata sufficiente per contenere i costi, da qui l’ulteriore delibera più restrittiva con effetti sicuramente più impattanti.

Ad esempio sul fronte della sicurezza. «Siamo consapevoli della portata di questa misura e della responsabilità aggiuntiva che ricade sulle spalle delle forze dell’ordine locali e dell’Amministrazione comunale» annota non a caso Panieri, che assicura «abbiamo svolto nei giorni scorsi tutti gli approfondimenti necessari e le opportune verifiche prima di procedere».

I dettagli saranno resi noti in un’ordinanza nei prossimi giorni, ma una delle certezze è che sarà garantita «l’illuminazione delle rotatorie, degli attraversamenti pedonali, dei collegamenti principali nord-sud ed est-ovest della città oltre a situazioni urbane specifiche segnalate dalla polizia locale». (r.cr)

Caro bollette, Imola riduce ancora l’illuminazione, Panieri: “A rischio la tenuta dei conti”
Cronaca 3 Novembre 2022

Accensione termosifoni, il Comune di Imola: «Dal 7 novembre durata ridotta a 10 ore al giorno»

Dal prossimo 7 novembre anche a Imola, dopo alcune proroghe, sarà possibile accendere i termosifoni. Nel frattempo oggi il sindaco di Imola ha firmato un’ordinanza che limita le ore di accensione fino al prossimo 30 novembre.

«Abbiamo disposto la riduzione della durata giornaliera di accensione degli impianti termici ad uso di riscaldamento ad un massimo di 10 ore – ha commentato il sindaco Panieri -. Una scelta che, in continuità con i provvedimenti già assunti viste anche le condizioni meteorologiche di questi giorni, prosegue nell’intenzione di ridurre l’inquinamento atmosferico dell’aria e favorire il risparmio energetico, al fine di ottimizzare l’uso delle risorse. Infatti questa scelta, pur non influenzando particolarmente le abitudini, sarà capace di creare solo nell’arco temporale di questo mese un risparmio significativo sull’aumento probabile dei costi energetici. Il Comune di Imola si conferma impegnato e sensibile nell’affrontare la situazione con responsabilità e buon senso senza trascurare le necessità delle persone».

L’accensione del riscaldamento dovrà avvenire indicativamente tra le ore 5 e le ore 23.

Tutto questo se il tempo non peggiora, nel qual caso questa misura potrà essere modificata.

Da notare che l’ordinanza, così come gli altri decreti nazionali sul contenimento delle temperature, non si applica alle scuole, agli ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili o strutture protette e per anziani, alle sedi delle rappresentanze diplomatiche e di organizzazioni internazionali, che non siano ubicate in stabili condominiali, piscine o saune, attività industriali ed artigianali per esigenze tecnologiche o di produzione. (r.cr.)

Accensione termosifoni, il Comune di Imola: «Dal 7 novembre durata ridotta a 10 ore al giorno»
Cronaca 16 Ottobre 2022

«Premio Urbanistica 2022», il Comune di Imola vince con il progetto di rigenerazione dell’area a nord della ferrovia

Riconoscimenti nazionali per la progettazione urbanistica arrivano a Imola. Grazie al progetto «Rigenerazione del quadrante urbano Nord – Ferrovia: porta della città di Imola», elaborato dagli uffici comunali per la candidatura al bando Pinqua il Comune si è aggiudicato, nella categoria «Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana il «Premio Urbanistica 2022».La cerimonia di premiazione si è svolta a Torino, nell’ambito del convegno annuale Urbanpromo 2022 progetti per il Paese. A ritirare il premio l’assessore all’Urbanistica Michele Zanelli, l’assessora all’Ambiente Elisa Spada, e i tecnici comunali Laura Ricci e Roberto Lelli. Il concorso è stato bandito dall’Istituto Nazionale Urbanistica e dalla rivista Urbanistica, nell’ambito della manifestazione Urbanpromo. Tre le categorie legate alla rigenerazione ambientale, economica e sociale; alle innovazioni tecnologiche per la gestione urbana e alle nuove modalità dell’abitare e del produrre.

Il progetto presentato dal Comune di Imola ha vinto nella categoria «Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana» che mira a far emergere le proposte più innovative per la mobilità efficiente e sostenibile, il riciclo dei rifiuti, le energie rinnovabili, la sicurezza urbana e la gestione delle emergenze. La Porta della citta, come è stata intesa l’ambito urbano della stazione è un nodo nel programma di riqualificazione delle aree produttive dismesse. Lo sviluppo dell’intermodalità treno, bici e Trasporto pubblico locale accresce l’accessibilità al centro cittadino e la potenziale attrattività delle aree collocate a ridosso della linea ferroviaria. Da qui si sviluppa il progetto di rigenerazione che vede le aree industriali dismesse a cavallo della ferrovia come bacino di aree da riconvertire a quartieri residenziali, ampliando la dotazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e investendo sul sistema del verde pubblico e della mobilità sostenibile per aumentare la resilienza e la qualità urbana di questa parte di città.

La matrice che mette a sistema tutti gli interventi di rigenerazione urbana, mettendoli in comunicazione tra loro e con i servizi, è un’infrastruttura verde urbana continua data dalla sovrapposizione del sistema di piste ciclopedonali e quello delle aree verdi, siano esse parchi urbani, giardini, filari di alberi, aree di riforestazione o di risulta del sistema viario.

Nella foto del Comune di imola la premiazione a Torino

«Premio Urbanistica 2022», il Comune di Imola vince con il progetto di rigenerazione dell’area a nord della ferrovia
Cronaca 6 Settembre 2022

Tariffe ridotte del 40% nei nidi di Imola grazie alla Regione e al Comune

Al Comune di Imola arriveranno dalla Regione oltre 352 mila euro per abbattere le rette dei nidi d’infanzia per l’anno 2022-2023, che copriranno la riduzione di circa il 40% delle rette a partire da questo mese di settembre sia dei nidi comunali che privati convenzionati. Secondo i calcoli dell’Amministrazione imolese le famiglie che più di tutte beneficeranno di questa misura sono quelle con Isee (indicatore della situazione economica equivalente) sotto i 26 mila euro, in generale almeno il 70%.

A ciò si aggiungono le misure per ulteriori agevolazioni introdotte in sede di bilancio per abbattere ulteriormente le tariffe per le famiglie più deboli e introdurre una progressività delle tariffe tra i 26 mila euro e i 30 mila euro, eliminando il «salto di quota» per chi si trovava immediatamente al disopra della soglia di 26 mila euro. Grazie a tutte le riduzioni, «la retta mensile per il tempo pieno nei nidi comunali e in quelli convenzionati va da un minimo di 51,90 euro per il tempo pieno (41,52 euro per chi richiede il part time) a un massimo di 254,31 euro (203,45 per chi richiede il part time) per chi ha un Isee fi no a 26.000 euro» dettagliano dal Comune. Di fatto pressoché la metà di quanto si pagava prima del sostegno introdotto dalla Regione quattro anni fa. (r.cr.)

Tariffe ridotte del 40% nei nidi di Imola grazie alla Regione e al Comune
Cronaca 2 Settembre 2022

Castello piange la scomparsa di Giuseppe Cenni, ex consigliere comunale, assessore e vicesindaco

Castel San Pietro è in lutto per la morte di Giuseppe Cenni, ex consigliere comunale (dal 1992 al 1995 e rieletto nel mandato ’95-’99), assessore (dal 1999 al 2004 nella Giunta Prantoni) e vicesindaco (dal 2004 al 2009  nella Giunta Zacchiroli, con delega all’Edilizia, Lavori Pubblici, Personale e Servizi Demografici). Nato nel 1954 a Casalfiumanese era malato da tempo. Lascia la moglie Milena e il figlio Tomas, attuale presidente del Consiglio comunale.

«Serberemo sempre il ricordo delle sue qualità umane e civili, della sua passione e senso di responsabilità, e dell’insegnamento che ci ha lasciato: essere un rappresentante delle istituzioni nell’interesse del bene comune» ha commentato il sindaco Tinti. 

Il funerale si terrà nel pomeriggio di lunedì 5. Dalle 15 alle 16 si potrà dare l’ultimo saluto alla salma nella camera mortuaria di Castel San Pietro. Alle ore 16 partirà il corteo con il Corpo Bandistico di Castel San Pietro fino al cimitero. (r.cr.)

Nella foto: Giuseppe Cenni

Castello piange la scomparsa di Giuseppe Cenni, ex consigliere comunale, assessore e vicesindaco
Cronaca 14 Luglio 2022

Al via le borse estive per gli studenti delle terze e quarte superiori. Undici gli studenti impegnati in Comune

Al via le 63 borse estive del Ciss/t (Distretto per l’istruzione, la formazione e il lavoro del territorio imolese) destinate agli studenti delle classi terze e quarte degli istituti superiori di Imola e del circondario.
Per quello che riguarda il Comune di Imola, sono 11 le borse attivate, fra quelle accolte direttamente nei propri uffici e quelle presenti nei servizi gestiti in forma associata presso il Circondario. Uno studente del polo liceale Rambaldi-Valeriani-Alessandro da Imola sarà impegnato nei Servizi per il cittadino, due dell’istituto tecnico Alberghetti-Indirizzo Sistemi informativi aziendali nel Servizio biblioteche e archivi, due dell’istituto tecnico Alberghetti-Liceo scientifico delle scienze applicate al Servizio pianificazione urbanistica e al Servizio teatri, attività musicale e politiche giovanili, e cinque fra l’istituto Paolini-Cassiano da Imola e l’Alberghetti nei servizi in gestione associata (Tributi, Ragioneria e Ufficio di piano federato) del Circondario.

«Un’opportunità molto positiva che arricchisce i ragazzi e le ragazze che hanno la possibilità di conoscere il mondo del lavoro e nel contempo porta valore aggiunto anche nei servizi comunali e del Circondario che li ospitano, grazie alla freschezza portata dagli studenti e studentesse – commentano Fabrizio Castellari, vicesindaco di Imola con delega alla Scuola, e Gabriele Meluzzi, primo cittadino di Fontanelice con delega alla Scuola nel Circondario –. E’ molto positivo che quest’anno si sia raggiunto il livello di borse estive più altro di sempre, ben 63». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, alcuni fra gli studenti impegnati in città assieme agli amministratori

Al via le borse estive per gli studenti delle terze e quarte superiori. Undici gli studenti impegnati in Comune
Cronaca 7 Maggio 2022

Consegnata la nuova ambulanza e inaugurata la sala operativa della Croce Rossa di Imola

Questa mattina, in piazza Caduti per la libertà, ha avuto luogo la consegna ufficiale della nuova ambulanza donata al comitato di Imola della Cri dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Il presidente Rodolfo Ortolani ha consegnato alla presenza del vescovo Giovanni Mosciatti, che poi ha benedetto il mezzo, le chiavi alla presidente Fabrizia Fiumi.

Nel pomeriggio nella sede Cri di via Meloni, invece, è stata presentata la nuova «sala operativa locale», completa di servizi radio e internet, che servirà a gestire le emergenze territoriali, regionali e nazionali, senza intralciare né sovrapporsi al lavoro ordinario del comitato, ottimizzando il coordinamento del flusso di informazioni e l’operatività dei volontari. Ad inaugurarla, il sindaco di Imola Marco Panieri. 

Foto di Maria Villani, volontaria Cri

Consegnata la nuova ambulanza e inaugurata la sala operativa della Croce Rossa di Imola
Cronaca 3 Maggio 2022

Liberazione: Comune, Anpi, e studenti re-inaugurano il monumento agli sminatori

Si è svolta oggi la cerimonia alla statua-monumento agli sminatori, nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune di Imola, insieme all’Anpi e al Cidra, per ricordare il 77° anniversario della Liberazione e rendere onore alla Medaglia d’Oro al valor militare per attività partigiana di cui Imola si fregia.

La cerimonia è stata aperta dalle classi 4A, 3F, 4N, 2A dell’Istituto Paolini, con le professoresse Chiara Billi e Monica Tassoni, nell’ambito del progetto «Quando un posto diventa un luogo», ideato da Annalisa Cattani con il contributo del Comune di Imola e Anpi Imola, in collaborazione con i Musei Civici e il Cidra.

La performance per la re-inaugurazione si è articolata in tre momenti: alcuni studenti hanno dibattuto in merito alla produzione e commercializzazione delle armi, in particolare quelle a basso costo, come le mine, che hanno come obiettivo principale, colpire la popolazione civile. Altri sono intervenuti sulla guerra in corso. Un gruppo ha rappresentato la realtà di un territorio in cui gli esseri umani non possono muoversi liberamente, pena la morte.

Sono poi intervenuti Marco Panieri, sindaco di Imola e Gabrio Salieri, presidente Anpi Imola. (r.cr.)

Foto della cerimonia

Liberazione: Comune, Anpi, e studenti re-inaugurano il monumento agli sminatori
Cronaca 8 Marzo 2022

Sei incontri pubblici per l’isola ecologica, sul tavolo paesaggio, rifiuti e traffico

Comune da una parte, cittadini dall’altra. In mezzo la nuova isola ecologica di via Montericco. Prosegue il percorso di dialogo e approfondimento della Giunta Panieri sul progetto che tanto sta facendo discutere in città, con la programmazione di 6 incontri pubblici, così come anticipato nel corso dell’assemblea pubblica del 24 febbraio scorso.

Gli incontri si svolgeranno nella sala al primo piano del Centro Sociale La Tozzona, dalle ore 20.30 alle ore 22.30,e saranno dedicati all’approfondimento delle tre principali tematiche emerse dal percorso di ascolto. Ovvero, inserimento paesaggistico e rapporto dell”isola ecologica con il quartiere (lunedì 14 marzo e venerdì 18 marzo), gestione isola ecologica e tipologia di rifiuti conferibili (lunedì 21 marzo e venerdì 25 marzo) e viabilità e impatti sul traffico (lunedì 28 marzo e venerdì 1 aprile).

La sala ha la capienza di 60 persone e sarà necessario presentare il green pass per accedere e indossare la mascherina FFP2.  «La scelta di dedicare due incontri ad ogni tema permetterà di lavorare a gruppi più piccoli, condizione necessaria per fare approfondimenti e lasciare ampio spazio alla discussione. Agli incontri saranno presenti i tecnici che permetteranno l’approfondimento delle singole tematiche» fa sapere Elisa Spada, assessora all’Ambiente e Mobilità sostenibile. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): l’assemblea pubblica del 24 febbraio scorso

Sei incontri pubblici per l’isola ecologica, sul tavolo paesaggio, rifiuti e traffico
Cronaca 4 Marzo 2022

Al via al Mercato ortofrutticolo di Imola la campagna «Riporta la sporta»

È partita a Imola la campagna «Riporta la sporta-Più natura, meno plastica» che coinvolgerà i consumatori del Mercato ortofrutticolo con i suoi oltre 60 produttori del territorio. L’invito è quello di portare la propria sporta da casa per evitare il monouso e riportare per il loro riutilizzo i contenitori in plastica per uova, cestini e cassette fino al loro completo deterioramento.

«Abbiamo scelto di realizzare questo progetto al Mercato ortofrutticolo perché è di per sé luogo che veicola la sostenibilità, attraverso la promozione di prodotti a km0 e produttori del territorio che ogni giorno si prendono cura della propria terra – commenta Elisa Spada, assessore all’Ambiente e Mobilità sostenibile –. Il luogo in cui è possibile trovare dal frutto di prima scelta a quello magari più piccolo ma dal profumo e dal sapore straordinari che in altri contesti diventerebbero scarto e invece qui vengono valorizzati. L’altra scelta è stata quella di adottare una comunicazione positiva che metta in luce la bellezza della natura che nasce dal suo rispetto».

«L’agricoltura oggi vive di una grande attenzione e sensibilità da parte delle persone verso l’ambiente e la terra, gli imprenditori ne sono consapevoli – osserva Pierangelo Raffini, Assessore allo Sviluppo economico e all’Agricoltura – e attraverso le Associazioni di categoria che li rappresentano hanno accolto l’iniziativa con grande responsabilità e la consapevolezza del messaggio importante che sta dietro a questa prima iniziativa». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune, uno dei pannelli informativi della campagna

Al via al Mercato ortofrutticolo di Imola la campagna «Riporta la sporta»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA