Posts by tag: cucina

Cronaca 21 Gennaio 2023

Lo chef Max Mascia del San Domenico giudice per una puntata a Masterchef Polonia

«È stato divertente e stimolante incontrare i ragazzi partecipanti e vederli sfidarsi con grinta e passione». Così Massimiliano Mascia, chef del ristorante San Domenico, ha commentato la sua partecipazione come giudice in una puntata di Masterchef Polonia. L’esterna, registrata lo scorso ottobre tra il ristorante stellato imolese e Livorno, ha visto lo chef affiancare i giudici Michel Moran e Magda Gessler, dispensare consigli su come cucinare un branzino e valutare i pianti degli aspiranti chef. (r.cr.)

Nella foto: lo chef Max Mascia

Lo chef Max Mascia del San Domenico giudice per una puntata a Masterchef Polonia
Sport 26 Agosto 2022

Riparte la «Tozzona-Festa & Sport», domani l’intitolazione della tensostruttura a Fausto Gresini

In Pedagna, da stasera a lunedì, è tutto pronto per la seconda parte di «Tozzona-Festa & sport» nell’area verde del centro sociale. Domani mattina è in programma invece l’intitolazione della tensostruttura a Fausto Gresini. 

Tornando alla festa lo stand gastronomico aprirà alle ore 18.30 per la cena e a mezzogiorno della domenica per il pranzo. L’intrattenimento e gli spettacoli delle quattro giornate di festa prevedono Vanessa & Claudio (venerdì, ore 21.30), la camminata contro ogni tipo di violenza e per la pace (sabato pomeriggio, ore 16), lo spettacolo di pattinaggio dell’Imola Roller (sabato sera, ore 21.30), lo spettacolo di ballo del Gamma Club (domenica, ore 21.30) e Stefania Ciani (lunedì sera, ore 21.30). (r.cr.)

Fotografia dalla pagina Facebook del centro sociale Tozzona

Riparte la «Tozzona-Festa & Sport», domani l’intitolazione della tensostruttura a Fausto Gresini
Cronaca 24 Agosto 2022

È pronta a ripartire «Tozzona-Festa & Sport», la festa del centro sociale del quartiere Pedagna

E’ tutto pronto per la seconda parte di “Tozzona-Festa & sport” nell’area verde del centro sociale del quartiere Pedagna da venerdì 26 a lunedì 29. Sabato mattina la tensostruttura verrà intitolata a Fausto Gresini. Lo stand gastronomico aprirà alle ore 18:30 per la cena e a mezzogiorno della domenica per il pranzo.
L’intrattenimento e gli spettacoli delle quattro giornate di festa prevedono Vanessa & Claudio (venerdì, ore 21:30), la camminata contro ogni tipo di violenza e per la pace (sabato pomeriggio, ore 16), lo spettacolo di pattinaggio dell’Imola Roller (sabato sera, ore 21:30), lo spettacolo di ballo del Gamma Club (domenica, ore 21:30) e Stefania Ciani (lunedì sera, ore 21:30).

Da segnare anche l’appuntamento con la nona edizione del Trofeo Memorial Bruno Falconi al campo da calcio Calipari, mercoledì 31, alle 20 (r.cr.)

Fotografia dalla pagina Facebook del centro sociale Tozzona

È pronta a ripartire «Tozzona-Festa & Sport», la festa del centro sociale del quartiere Pedagna
Cultura e Spettacoli 22 Agosto 2022

È pronta a partire «FestUnità d’estate» al centro feste Ca’ Nova di Medicina

E’ tutto pronto per la prima parte della “FestUnità d’estate” al centro feste Ca’ Nova di Medicina da venerdì 26 a domenica 28.
Lo stand gastronomico aprirà alle ore 18:15 per l’asporto e alle ore 19 per la cena, e la domenica alle 7 per la “Colazione dei campioni” (uova e guanciale, pasta e fagioli, pancetta alla griglia con piada e spritz), alle 11:15 per l’asporto e a mezzogiorno per il pranzo. L’intrattenimento e gli spettacoli delle prime tre giornate di festa prevedono la tombola alle 21 (tutte le sere), Morena Rizzi all’osteria e Cristina Molteni in balera (venerdì), Claudio Borghi all’osteria e Lisa Maggio in balera (sabato), e Maurizio Barra all’osteria e l’esibizione della scuola di ballo Arabesque in balera (domenica).

Senza dimenticare la politica, venerdì 26 incontro con il sindaco Matteo Montanari e Giunta comunale di Medicina per fare il punto su tre anni di mandato amministrativo.

La festa tornerà per un secondo round da venerdì 2 settembre a lunedì 5 settembre. (r.cr.)

È pronta a partire «FestUnità d’estate» al centro feste Ca’ Nova di Medicina
Cronaca 3 Agosto 2022

San Domenico, dopo i lavori una cucina… nucleare: «Un passo verso le stelle»

Un’operazione al cuore. È la similitudine che più si avvicina a ciò che Max Mascia, chef del San Domenico, ha fatto al suo ristorante bi-stellato. Tre mesi esatti di lavori per buttare giù la vecchia cucina e crearne una nuova, splendida, al punto che sembra davvero una sala operatoria. Circa un milione di euro il costo dell’intera opera, ma il sorriso e il tono delle parole lasciano intendere che l’intervento è perfettamente riuscito. Il cuore nuovo del «Sando» è pronto a battere più tonico di prima, con un sogno in più, quello di essersi avvicinati, anche solo di un passo, al  terzo…  astro  luminoso «Abbiamo fatto una centrale nucleare – sorride Mascia -.  Bella e funzionale».

Com’è stata la prima cena dopo il rinnovamento, c’era un po’ di tensione?

«Un pochino, anche perché eravamo al completo, ma è andato tutto bene, proprio come mi aspettavo». (p.z.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 4 agosto.

Nella foto: chef Mascia nella nuova cucina insieme al sindaco Panieri

San Domenico, dopo i lavori una cucina… nucleare: «Un passo verso le stelle»
Cronaca 21 Luglio 2021

Accademia italiana di cucina, Antonio Gaddoni nominato delegato imolese per il prossimo triennio e consultore nazionale

L’Accademia italiana di cucina ha nominato l’imolese Antonio Gaddoni delegato della delegazione di Imola per il triennio 2021/24, oltre ad eleggerlo consultore nazionale.

Questo dimostra, ancora una volta, lo sguardo che l’Accademia rivolge alla zona imolese e alle sue tipicità, i cui ingredienti siano ben tracciabili e protagonisti delle ricette, promuovendo piatti come i cappelletti imolesi, i garganelli in tre versioni e la vera torta. (c.gam.)

Nella foto: Antonio Gaddoni 

Accademia italiana di cucina, Antonio Gaddoni nominato delegato imolese per il prossimo triennio e consultore nazionale
Cronaca 26 Maggio 2021

L’alberghiero Scappi di Castel San Pietro si allarga a Medicina con nuovi laboratori enogastronomici

Prende corpo il patto di collaborazione tra l”istituto alberghiero Scappi di Castel San Pietro,  l”Amministrazione comunale di Medicina e la Cooperativa Nuova Popolare, proprietaria del Centro feste Ca’ Nova, per l”avvio del progetto «Con i territori per scoprire il futuro». Il patto di collaborazione prevede l”avvio di nuovi laboratori enogastronomici per gli studenti dell”alberghiero, che da settembre si terranno al centro feste Ca” Nova di Medicina. La scelta del Ca” Nova è data dalla disponibilità di ampi spazi in cui verranno allestite aule e laboratori che diverranno vere e proprie sedi distaccate dell”istituto alberghiero.

Ed è proprio al Ca” Nova che questa mattina gli studenti e i loro docenti hanno organizzato un evento lancio per inaugurare i laboratori. Presente anche Vincenzo Manganaro, preside dello Scappi. «Siamo molto orgogliosi dell”avvio di questo progetto – commenta Manganaro –. Lo scopo è consolidare i rapporti tra scuola ed enti territoriali, ed offrire ai ragazzi nuovi spazi per mettere in pratica le conoscenze acquisite in aula, dopo quasi due anni di stop a causa della situazione pandemica. Bisogna ripartire, nel vero senso della parola». (r.cr.)

Ulteriori dettagli su «sabato sera» in edicola dal 3 giugno.

Nella foto: le cucine al centro feste Ca’ Nova

L’alberghiero Scappi di Castel San Pietro si allarga a Medicina con nuovi laboratori enogastronomici
Cultura e Spettacoli 23 Maggio 2021

Arzdore (e arzdori) e sfoglia si candidano a diventare patrimonio dell’umanità Unesco

L’arte di tirare la sfoglia è candidata all’umanità Unesco. È ufficiale, la conferma è arrivata dal sindaco di Bologna Virginio Merola, dopo una telefonata con il sottosegretario alla cultura Lucia Borgonzoni. Ma non solo Bologna, ad appoggiare la candidatura anche Castelfranco Emilia e Modena, perché la sfoglia tirata a mano è una cosa emiliano romagnola, di tutti.

Nel circondario imolese le sfogline sono ben rappresentate dalle Arzdore di Dozza e il sindaco Luca Albertazzi è orgoglioso di questa candidatura. «Sta diventando sempre più necessario un ricambio generazionale e quindi parlare delle sfogline, in platee così importanti, potrebbe essere la spinta necessaria a tenere vivo l’interesse sulle tradizioni di casa nostra» dice il primo cittadino. La tradizione antichissima di tirare a mano la pasta all’uovo è lodata anche da Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana. (fra.gia.)

In attesa di sapere se arriverà il celebre riconoscimento, su «sabato sera» del 20 maggio curiosità e aneddoti di trent’anni di pasta all’uovo tirata con il mattarello a Dozza.

Nella foto: gruppo delle Arzdore di Dozza nella preparazione della pasta all’uovo

Arzdore (e arzdori) e sfoglia si candidano a diventare patrimonio dell’umanità Unesco
Cronaca 11 Maggio 2021

Il San Domenico e l’uovo in raviolo stasera a tavola con… Striscia la Notizia

Questa sera tutti sintonizzati, dalle 20.35, su Canale 5 per vedere lo chef del San Domenico Max Mascia ospite di Striscia la Notizia nella rubrica «Capolavori italiani in cucina», condotta da Paolo Marchi.

Star della puntata l’uovo in raviolo e la storia del piatto più celebre del ristorante stellato. «Scopriremo anche insieme come cucinarlo» si legge sulla pagina Facebook dello chef Mascia. (da.be.)

Nella foto: Max Mascia e Valentino Marcattilii, a destra l’uovo in raviolo 

Il San Domenico e l’uovo in raviolo stasera a tavola con… Striscia la Notizia
Cronaca 30 Gennaio 2021

Diploma di «Buona cucina» per l’Osteria del Vicolo Nuovo di Ambra e Rosa

Da lunedì 1 febbraio, finalmente, l’Emilia Romagna tornerà in zona «gialla» e riapriranno anche i ristoranti ai clienti, fino ovviamente alle 18.  Oggi, invece, a Imola è stato il giorno dei premi.

L’Accademia italiana della Cucina, infatti, ha deciso di consegnare un diploma di «Buona Cucina» all’Osteria del Vicolo Nuovo di Ambra e Rosa. Tale riconoscimento è assegnato ai ristoranti e alle trattorie di cucina italiana, in Italia e all’estero, che operano nel rispetto della tradizione e della qualità e che sono presenti con tre tempietti nella gratuita Guida on line dei Ristoranti dell’Accademia.

La consegna della targa è avvenuta sulla soglia d’ingresso dell’Osteria alla presenza di una rappresentanza degli Accademici della Delegazione di Imola, ben distanziati tra di loro e delle titolari. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): la consegna della targa all’Osteria del Vicolo Nuovo di Ambra e Rosa

Diploma di «Buona cucina» per l’Osteria del Vicolo Nuovo di Ambra e Rosa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA