Posts by tag: emilia romagna

Cronaca 24 Giugno 2020

Saldi estivi dall’1 agosto. In regione vendite promozionali autorizzate da trenta giorni prima

Per la prima volta, quest’anno, la stagione estiva dei saldi slitterà di circa un mese e partirà dall’1 agosto, data unica per tutta l’Italia. La decisione, presa dalla Conferenza delle Regioni a causa del Coronavirus, ha visto il benestare del mondo del commercio e delle imprese.
In Emilia-Romagna le vendite promozionali sono state però autorizzate anche nei trenta giorni precedenti l’inizio dei saldi.

Anche questa è una novità che, ricorda Confesercenti Imola, «ha l’obiettivo di favorire la ripresa degli acquisti da parte dei consumatori e di sostenere le attività commerciali di vendita al dettaglio, rimaste chiuse a causa dell’emergenza Coronavirus proprio nei mesi in cui avrebbero messo in vendita i prodotti delle stagionalità primaverile ed estiva». (r.cr.)

Saldi estivi dall’1 agosto. In regione vendite promozionali autorizzate da trenta giorni prima
Cronaca 4 Giugno 2020

Emilia-Romagna «corridoio verde» d'Italia con 4,5 milioni di nuovi alberi in cinque anni

Un progetto per piantumare quattro milioni e mezzo di alberi in più nei prossimi cinque anni, uno per ciascuno dei suoi abitanti, in modo da trasformare l’Emilia-Romagna nel «corridoio verde» d’Italia. Una nuova pianta per ogni residente, a partire dalle prime 500 mila che saranno piantate già quest’anno e che cresceranno nei giardini privati e delle scuole, in aree pubbliche e private e che si vanno ad aggiungere alle 200 mila annuali che già la Regione distribuiva tramite i propri vivai.

Un’operazione che equivale a fermare 26mila automobili l’anno e che porterà all’aumento del 20% del verde nelle città alla fine del 2024: 5 metri quadri in più per ogni abitante. Il prossimo 22 giugno apre il bando riservato ai vivai dell’Emilia-Romagna per la distribuzione gratuita degli alberi a cittadini, enti locali, istituti scolastici, associazioni e imprese. A sostenere l’intervento nel suo complesso, un maxi-finanziamento di 14,2 milioni di euro che la Regione si impegna a mettere in campo fino al 2024, con la prima tranche da 1,6 milioni di euro immediatamente disponibile.

Un progetto green che rientra nel programma di legislatura della Giunta regionale, un’iniziativa strategica che guarda già alla fase 3 del post emergenza Covid, puntando sulla natura come alleato fondamentale per abbattere le emissioni, tutelare il paesaggio, rendere più attrattivo il territorio e vincere la sfida del cambiamento climatico.

Tutte le informazioni utili. (da.be.)

Nella foto: il presidente della Regione Bonaccini e l’assessore Priolo

Emilia-Romagna «corridoio verde» d'Italia con 4,5 milioni di nuovi alberi in cinque anni
Cronaca 2 Giugno 2020

Saldo negativo per le imprese in Emilia-Romagna

Calano del 49% le imprese iscritte alle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna, nel confronto fra i bimestri marzo/aprile 2019 e 2020. Questo è il dato che emerge dall’analisi compiuta dal centro studi di Confartigianato Emilia-Romagna sui dati del primo trimestre 2020 rilevati da Movimprese.
Sono 1.215 le imprese artigiane in meno in Emilia-Romagna, contro un calo di 1.056 dello stesso trimestre del 2019. In diminuzione anche le iscrizioni: tra gennaio e marzo di quest’anno in Emilia-Romagna per l’artigianato si registrano 2.638 nuove aperture, 295 in meno rispetto all’anno precedente. (r.cr.)

Nella fotografia, la Camera di commercio di Bologna

Saldo negativo per le imprese in Emilia-Romagna
Cronaca 5 Maggio 2020

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza

«Prosegue e si rafforza l’impegno della Regione a sostegno delle donne vittime di violenza in un momento reso ancora più difficile dall’emergenza Coronavirus. Le donne devono essere al centro della ripartenza e non devono sentirsi sole» A dirlo è la consigliera regionale Francesca Marchetti commentando la misura regionale a supporto della fondamentale azione dei centri antiviolenza e delle case rifugio. 

»Dopo la campagna di comunicazione promossa nelle scorse settimane, per invitare le donne che subiscono abusi a contattare i numeri d’emergenza e a rivolgersi ai Centri antiviolenza presenti in ogni provincia, la Regione metterà a disposizione 357.041,88 euro dal proprio bilancio, per garantire un’accoglienza in sicurezza alle donne costrette a lasciare la propria abitazione e per garantire la sicurezza di ospiti e operatrici dei Centri e delle Case rifugio. — spiega la Marchetti -.  Le risorse regionali saranno ripartite tra i Comuni e le Unioni di Comuni che ospitano sul proprio territorio centri antiviolenza e case rifugio, a sostegno dell’attività straordinaria da queste assicurata sull’intero territorio regionale. Fondi che serviranno per sostenere i costi per gli alloggi in cui le donne uscite di casa potranno trascorrere il periodo di isolamento, per la sanificazione dei locali e l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e di attrezzature e materiali necessari alle ospiti, ai loro bambini e alle operatrici. Per quanto riguarda il Comune di Imola saranno destinati 10.689,81 euro». (da.be.)

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza
Cronaca 4 Maggio 2020

Dall’Ima di Ozzano macchine per il confezionamento di mascherine chirurgiche

L’Ima, colosso del packaging con sede ad Ozzano Emilia, tra giugno e agosto di quest’anno consegnerà 25 macchine per il confezionamento di mascherine chirurgiche monouso. Apparecchi che verranno sviluppati in questi mesi dal Gruppo e he sono al centro di un accordo stretto con il commissario straordinario per l”emergenza coronavirus in Emilia-Romagna.  «Si tratta di un importante sviluppo tecnico che conferma, ancora una volta, la grande flessibilità industriale e di engineering che caratterizza il nostro Gruppo e, più in generale, i produttori italiani di macchine automatiche – ha commentato il presidente di Ima Alberto Vacchi -. In questo momento di grande incertezza generale ritengo che questo risultato sia uno dei tanti punti di partenza per affrontare con ottimismo le prossime fasi dell’epidemia ed un auspicabile ritorno ad una situazione normalizzata». (da.be.)

Nella foto (dalla pagina Facebook dell’Ima): Alberto Vacchi

Dall’Ima di Ozzano macchine per il confezionamento di mascherine chirurgiche
Ciucci (ri)belli 21 Aprile 2020

Non da sola, la nuova app regionale per le neomamme

Non da sola è la nuova app gratuita che accompagna le donne durante la gravidanza e nei mesi successivi al parto.

E’ stata realizzata dal servizio Assistenza territoriale della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con Lepida, ed è disponibile per le piattaforme IOS e Android.

Come funziona e quali servizi offre
Nel dettaglio, l’applicazione permette di specificare le proprie preferenze in merito ai percorsi per il travaglio, il parto o il post parto (ad esempio, “parto naturale dopo cesareo/parto in acqua”, “epidurale/agopuntura”, donazione del cordone ombelicale) e di trovare rapidamente, usando eventualmente la geolocalizzazione dell’utente, il Punto nascita che risponde meglio alle proprie esigenze.

Le informazioni che aiutano la donna a orientarsi nelle scelte da compiere, secondo i bisogni propri e del bambino, sono arricchite anche dalla “cartella gravidanza”, strumento ideato e progettato per rispondere ai diversi percorsi clinici. La cartella contiene tre elementi: il diario, una guida che, trimestre dopo trimestre, illustra l’assistenza proposta in Emilia-Romagna; schede informative, ognuna dedicata a un tema specifico (stili di vita, sostegno durante il travaglio, allattamento, vaccinazioni in gravidanza) per rispondere ai dubbi e alle perplessità più comuni; infine, diritti in gravidanza, ovvero una breve guida sui diritti che tutelano la donna lavoratrice durante la gestazione.

La cartella della gravidanza può essere consultata nella app, ma anche essere richiesta in versione cartacea nei consultori e negli ambulatori ospedalieri. Inoltre, è disponibile on line all’indirizzo www.saperidoc.it in italiano e in versione multilingue (inglese, francese, spagnolo, russo, arabo, cinese, urdu e rumeno).

L’app Non da sola permette, infine – se l’utilizzatrice ha fornito il consenso alla geolocalizzazione e all’uso del proprio numero di cellulare – di essere richiamata da un professionista del Consultorio (per le Aziende sanitarie che hanno già attivato il servizio) e di fare, in caso di necessità, una chiamata di emergenza al 118, inviando contestualmente le coordinate della propria posizione.

“In questo periodo così complesso – commenta l’assessore alle Politiche per la salute della Regione, Raffaele Donini – i nostri sforzi sono principalmente concentrati sull’emergenza Coronavirus. Ma non ci dimentichiamo certamente di tutto il resto, dei servizi e dell’assistenza di cui continuano ad aver bisogno i cittadini. A partire dalle future mamme e papà, che peraltro si trovano a vivere l’esperienza dell’attesa di un figlio in un momento così delicato. Questo strumento, agile, pensato e realizzato per le donne, offre un supporto in più per comprendere e vivere in modo consapevole la gravidanza e il parto. Speriamo che possano utilizzarlo sempre più donne”.

Non da sola, la nuova app regionale per le neomamme
Cronaca 8 Aprile 2020

Coronavirus, la Regione investe 320 milioni a sostegno di famiglie, imprese, studenti e lavoratori. Mille euro in più agli operatori sanitari

Con una diretta su Facebook il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha annunciato investimenti e misure per 320 milioni di euro a sostegno di famiglie, impresi, studenti e lavoratori (per saperne di più).

Nello specifico verrà elargito un riconoscimento in media di 1.000 euro a ognuno dei circa 60 mila medici, infermieri, operatori sociosanitari dell’Emilia-Romagna, per il lavoro straordinario che stanno facendo ogni giorno in prima linea per fronteggiare l’emergenza sanitaria e curare le persone, compresi i medici di medicina generale. Tra le altre misure varate dalla Giunta: 20 milioni di euro per l’Hub nazionale terapie intensive in Emilia-Romagna, ovvero una struttura dedicata, sviluppata su più territori, al servizio del Paese, oltre che della nostra regione; 2 milioni per la sicurezza delle strutture alberghiere; 3,5 milioni per le associazioni sportive; 1 milione per l’informazione locale e 500 mila euro per le edicole; 50 milioni per il sistema impresa, per la sicurezza nei luoghi di lavoro e per il sostegno ai tirocinanti; 5 milioni per la scuola e la formazione digitale a distanza, in modo da permettere a tutti Formazione, studenti, aulagli alunni e agli studenti di seguire le lezioni a distanza; 21 milioni per casa e welfare; 31 milioni di euro per l’agricoltura e 120 milioni per potenziare il sistema ferroviario regionale. (da.be.)

Nella foto: Stefano Bonaccini durante la diretta Facebook

Coronavirus, la Regione investe 320 milioni a sostegno di famiglie, imprese, studenti e lavoratori. Mille euro in più agli operatori sanitari
Cronaca 21 Marzo 2020

Coronavirus, da domani in Emilia-Romagna supermercati chiusi la domenica. Escluse farmacie e parafarmacie. Vietato l’accesso anche ai cimiteri comunali

La Regione Emilia-Romagna ha emanato un altro decreto ancora più restrittivo per contrastare la diffusione del Coronavirus che resterà in vigore fino al prossimo 3 aprile. L’ordinanza regionale prevede che, ad esclusione di faramacie e parafarmacie, da domani, 22 marzo, nei giorni festivi vengano sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari, sia nell’ambito degli esercizi di vicinato che delle medie e grandi strutture di vendita, anche quelli ricompresi nei centri commerciali o nelle gallerie commerciali.

Inoltre, tutti i giorni sono sospesi i mercati ordinari e straordinari, i mercati a merceologia esclusiva, i mercatini e le fiere, compresi i mercati a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari e più in generale i posteggi destinati e utilizzati per la vendita di prodotti alimentari. Il provvedimento prevede, infine, anche la chiusura al pubblico dei cimiteri comunali (misura già presa nei giorni scorsi da alcuni Comuni del circondario imolese), garantendo, comunque, l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme. «Sulla vendita di alimentari, si tratta di una misura condivisa dalla più parte delle Regioni e che qui in Emilia-Romagna era già stata annunciata autonomamente da alcuni grandi gruppi di distribuzione- afferma il presidente Bonaccini-, che avevano previsto una sospensione per le prossime due domeniche o, in altri casi, una riduzione dell’orario. Le lavoratrici e i lavoratori del settore hanno operato in queste settimane in condizioni molto difficili e in modo continuativo: mi pare sacrosanto garantire anche a loro il meritato riposo. Anche per quanto riguarda i cimiteri, sappiamo di chiedere alle persone un sacrificio, ma l’obiettivo è ridurre ulteriormente gli spostamenti, le uscite e le occasioni di contatto. Non c’è altro modo per fermare il contagio- chiude- e faccio appello alla responsabilità di tutti». (da.be.)

Coronavirus, da domani in Emilia-Romagna supermercati chiusi la domenica. Escluse farmacie e parafarmacie. Vietato l’accesso anche ai cimiteri comunali
Cronaca 27 Gennaio 2020

#ElezioniRegionali2020, il circondario di Imola conferma Bonaccini col 56,69%, a Fontanelice vince (di misura) la Borgonzoni. Curiosità sul voto

I dieci comuni del circondario di Imola (e Ozzano) si confermano terra del centrosinistra. Stefano Bonaccini ha ottenuto complessivamente il 56,69% contro il 37,30% di Lucia Borgonzoni (centrodestra). Il candidato del M5s Simone Benini si è fermato al 4,38%. Percentuali sotto l”1% per gli altri cinque candidati presidente.

A Imola, Castel San Pietro e Medicina le percentuali più alte per Bonaccini: rispettivamente 58,21%, 57,26% e 56,65%. A Imola la Borgonzoni si è fermata al 35,60%.

Fontanelice è l”unico comune dell”imolese dove la Borgonzoni ha superato Bonaccini per 48,17% a 46,39%. Non a caso il Partito democratico ritorna ad essere il primo partito in tutto il circondario a parte a Fontanelice.

Il M5s a Imola è crollato al 4,39%. L”avventura conclusa in malo modo della Giunta guidata da Manuela Sangiorgi, le dimissioni dopo poco più di un anno dall”elezione a sindaco, hanno fatto evaporare i voti in doppia cifra dell”estate 2018. Nel circondario le percentuali più alte di votanti i 5Stelle le hanno ottenute a Borgo con il 6,18% e a Medicina con il 5,27%, poi Casalfiumanese con il 4,96%.

Un altro dato colpisce: la quantità di voto disgiunto. L”aggressiva campagna elettorale messa in atto dal leader nazionale Matteo Salvini, che di fatto ha trasformato le regionali in un plebiscito pro o contro di lui (e la “sua” Lega), ha polarizzato i consensi. A farne le spese prima di tutto i partiti minori e relativi candidati, che mostrano percentuali inferiori rispetto ai partiti che li rappresentano.

Non solo. Se è stata la sconfitta di Salvini, pure la candidata evidentemente non ha convinto: la Borgonzoni ha preso meno voti della coalizione di centrodestra: a livello Regionale si è fermata al 43,63% contro il 45,41% della coalizione. Al contrario Bonaccini che evidentemetne ha raccolto anche voti al di fuori della sua coalizione.

A Ozzano Emilia, comune limitrofo sebben fuori dal circondario imolese, si è registrato il dato più basso per la Borgonzoni cioè 34,42%, mentre Bonaccini ha ottenuto la percentuale più alta 60,58%.

Tanto per ricordarlo, a livello regionale Bonaccini è stato eletto con il 51,42% dei consensi, mentre la Borgonzoni si è fermata al 43,63%.

Nel circondario imolese si sono registrate 370 schede bianche e 1.059 voti non validi su 73.223 votanti. E un solo voto contestato, è accaduto in un seggio di Medicina. (r.cr.)

Nella foto curiosi davanti ai tabelloni con i risultati sotto l”Orologio a Imola, lo spoglio questa notte in un seggio di Imola e la pagina dello speciale sul sito della Regione Emilia Romagna con tutti i risultati

#ElezioniRegionali2020, il circondario di Imola conferma Bonaccini col 56,69%, a Fontanelice vince (di misura) la Borgonzoni. Curiosità sul voto

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast