Cronaca

Coronavirus, dal 12 aprile l’Emilia Romagna tornerà arancione. Le novità rispetto alla zona rossa

Coronavirus, dal 12 aprile l’Emilia Romagna tornerà arancione. Le novità rispetto alla zona rossa

Da lunedì 12 aprile, l’Emilia Romagna tornerà in zona arancione. A deciderlo il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia. Decisivi l’indice Rt in discesa, il drastico calo dei contagi registrato negli ultimi giorni e l’accelerazione della campagna vaccinale.

A differenza della zona rossa, quindi:

Negozi e centri commerciali. Tutti i negozi potranno restare aperti, senza limitazioni alle categorie di prodotti acquistabili, compresi barbieri, parrucchieri ed estetisti. Supermercati ancora con le serrande abbassate nei festivi e prefestivi.

Scuola. Tornano in classe anche gli alunni di seconda e terza media e quelli delle superiori, ma questi ultimi in presenza solo al 50% (questa l”indicazione dell”Ufficio scolastico regionale per la settimana tra il 12 e il 18 aprile).

Spostamenti. Ora è possibile muoversi liberamente all’interno del proprio Comune di residenza, mentre per uscire dai confini è necessaria l’autocertificazione. Sempre concesso spostarsi verso casa di amici e parenti (fino a 2 persone con eventuali minori under 14 o disabili massimo una volta al giorno tra le ore 5 e le ore 22) ma solo dentro il comune. Torna però la deroga che consente di muoversi dai comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti per una distanza non superiore a 30 km, quindi eventualmente anche in un’altra regione o provincia, ma senza la possibilità di raggiungere i capoluoghi di provincia.

Sport. L’attività motoria e quella sportiva di base restano consentite in centri e circoli sportivi esclusivamente all”aperto, compresi parchi pubblici. Concesso raggiungere strutture sportive (come i campi da tennis) non presenti nel proprio comune.

Infine, sempre chiusi bar e ristoranti (permesso asporto e consegna a domicilio), cinema, teatri, piscine e palestre. Non concesso organizzare eventi come sagre e fiere. Nessuna novità sulle seconde case, sempre raggiungibili anche fuori regione indipendente dal colore. (da.be.)

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Foto Isolapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast