Posts by tag: letture

Ciucci (ri)belli 14 Luglio 2020

Le storie del Gelso, narrazioni animate a Castenaso

A Castenaso torna la tradizionale e attesa rassegna di narrazioni animate per bambini e di fiabe della buonanotte, slittata di un mese e con modalità di accesso limitate, dovute alle restrizioni dettate dal contenimento del contagio.
Nel giardino di Casa Bondi, la biblioteca comunale di Castenaso in via XXI Ottobre 7/2 , il pubblico prenderà posto sul prato, all’interno di hula hop già posizionati alla giusta distanza e sarà possibile portare con sé plaid e cuscini. L’utilizzo della mascherina sarà obbligatorio per l’entrata e l’uscita nel parco, mentre si potrà togliere durante lo spettacolo.
L’accesso sarà consentito a 25 bambini con un accompagnatore, pertanto la prenotazione sarà obbligatoria allo 051/788025. Sarà possibile inoltre prenotare per una data e mettersi in lista di attesa per le altre. Gli spettacoli cominceranno alle ore 21.15, ma si raccomanda di arrivare con almeno 15 minuti di anticipo per sbrigare tutte le procedure di accoglienza. L’ingresso è gratuito.

Nelle tre serate di giovedì 16, 23 e 30 luglio 2020, la biblioteca Casa Bondi effettuerà un’apertura straordinaria serale dalle 20.30 alle 23 e sarà possibile prendere in prestito o restituire libri.

Programma

Giovedì 16 luglio 2020, ore 21.15
Una notte tuttifrutti
Narrazione animata con muppets, a cura di Martina Pizziconi e Sara D’Angelo (Ambaradan Teatro)
———
Giovedì 23 luglio, ore 21.15
Piccole storie per grandi orecchie
A cura di Teresa Fregola, alla fisarmonica Nicola Canale
———
Giovedì 30 luglio, ore 21.15
Il ballo delle rime
Narrazioni, canti e suoni a cura di Elena Musti
Le storie del Gelso, narrazioni animate a Castenaso
Ciucci (ri)belli 28 Maggio 2020

Lo Spunk è tornato, nuovi numeri dopo il lockdown

Lo sapete che anche le piante hanno un cervello? E cosa si mangia in India per colazione? Come si preparano i biscotti della fortuna? E che cos’è una manticora? Se siete curiosi, allora provate a leggere Lo Spunk. Dopo il lockdown, i numeri di aprile e maggio sono usciti insieme.

Che cos’è Lo Spunk?

Per chi ancora non lo conoscesse, Lo Spunk è il giornale delle bambine e dei bambini da 6 a 11 anni, realizzato da una redazione di scrittrici e illustratrici di libri per bambini (e non). E’ pubblicato dalla Coop. Corso Bacchilega, editrice del settimanale «sabato sera» e del nostro blog Ciucci (ri)belli.

Lo Spunk prende il nome dalla parola misteriosa che inventa Pippi Calzelunghe, protagonista dell’omonimo libro di Astrid Lindgren, spunk, appunto. Nelle sedici pagine piene di contenuti originali e illustrati c’è spazio per notizie alla portata di giovani lettori, rubriche scientifiche e artistiche, giochi, ricette, fumetti, barzellette e molto altro ancora.

Dove si acquista?
A Imola nella redazione di Sabato Sera, in viale Zappi 56/c.

E se vi piace, è possibile abbonarsi per riceverlo direttamente a casa. Due anni di Spunk costano 40 euro: oltre agli otto numeri cartacei del 2020 e 2021 riceverete anche gli arretrati digitali di tutto il 2019 e dei primissimi numeri del 2017 oggi introvabili. Per informazioni: ordini@bacchilegaeditore.it.

 

Lo Spunk è tornato, nuovi numeri dopo il lockdown
Cronaca 20 Aprile 2020

Medicina riparte anche dalla cultura. Ogni giorno una proposta social per tutti i gusti

Medicina riparte anche dalla cultura. E per tenere compagnia ai propri cittadini la pagina Facebook “Medicina cultura” si organizza con una programmazione quotidiana per tutti i gusti.

La settimana comincia con la rubrica Medicina in musica: brani musicali eseguiti dalle scuole di musica del territorio (in collaborazione con la scuola di musica classica Medardo Mascagni, la scuola di musica moderna “Enrico Larry Buttazzi e la Banda municipale).
Il martedì è la volta di Medicina nel cassetto: curiosità per grandi e piccini, aneddoti, storie e leggende della città del Barbarossa (in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento di Bologna).
Il mercoledì è dedicato Alla scoperta del Museo civico di Medicina: visite virtuali alla sezione archeologica, al laboratorio di liuteria di Ansaldo Poggi, agli erbari seicenteschi dei Padri carmelitani, alla ricostruzione dell’antica Farmacia dell’Ospedale e alla Pinacoteca Aldo Borgonzoni, ma anche un laboratorio o un’attività didattica (in collaborazione con l’archeologa Serena Sarti, volontaria del gruppo Acrasma.
Il giovedì arriva Medicina racconta: storie per i più piccoli lette dalle volontarie del progetto “Nati per leggere” della biblioteca comunale.
Il venerdì c’è Ragazzi, si legge!: consigli di lettura per ragazzi a cura delle insegnanti Sarah Giordano e Francesca Boschi.
Il sabato sera, infine, Medicina va a teatro: schetch comici o piece teatrali sotto la direzione artistica di Dario Criserà dell’associazione Eclissidilana.

«La cultura può essere un importante aiuto per affrontare questa periodo straordinariamente difficile della nostra storia – commenta Enrico Caprara, presidente del Consiglio comunale di Medicina con delega alla Cultura –. Siamo da sempre le città della musica, dell”arte, del teatro e della storia. Dimostriamo insieme il nostro valore». (r.cr.)

Medicina riparte anche dalla cultura. Ogni giorno una proposta social per tutti i gusti
Cronaca 24 Gennaio 2020

Giornata della Memoria, tanti eventi a Imola proposti dal Comune e dalle associazioni per non dimenticare

Il Comune di Imola e altri enti ed associazioni hanno organizzato una serie di appuntamenti in occasione della Giornata della Memoria. Venerdì 24 gennaio, alle ore 21 al teatro comunale Ebe Stignani (via Verdi 1): «Lettere di Camelia», lettere tratte dalla storia di un ebreo di provincia, di sua moglie e dei suoi tre figli negli anni del fascismo, raccontata nel libro «I vicini scomodi» di Roberto Matatia. Recitano, cantano e suonano i ragazzi e le ragazze del laboratorio teatrale e del coro della scuola media Andrea Costa (Ic 6), della Vassura-Baroncini Open Band, dell’orchestra della scuola media Luigi Orsini (Ic 7). Sabato 25 (ore 21) e domenica 26 gennaio (ore 18), al teatro Lolli (via Caterina Sforza 3): «Corsi e ricorsi Un percorso fra vari racconti». Letture a cura di Tilt -Trasgressivo Imola laboratorio teatro. Domenica 26 gennaio, ore 16.30, «Estro – Lo spazio delle idee» (via Aldrovandi 19): «Il cappotto magico», spettacolo teatrale con burattini liberamente ispirato a «Il piccolo burattinaio di Varsavia» di Eva Weaver.

Lunedì 27 gennaio, alle ore 11, in vicolo Giudei, deposizione di una corona alla lapide in ricordo delle persecuzioni razziali. Partecipa il commissario straordinario al Comune di Imola, Nicola Izzo. Saranno presenti autorità civili, militari e religiose della città e rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni d’arma e partigiane. In serata, alle ore 19, sempre in vicolo Giudei, l’Azione cattolica della Diocesi di Imola organizza un momento di preghiera, aperto a tutta la comunità imolese, di fronte alla lapide. Da lunedì 27 a venerdì 31 gennaio, al Cinema Centrale – Sala Bcc Città e Cultura (via Emilia 210/A) proiezioni mattutine dei film «#AnneFrank – Vite parallele», e «Un sacchetto di biglie». Per orari e informazioni contattare Agiscuola (Sara) al numero 051 254582. Martedì 28 gennaio, alle ore 20.30, presso la Sala grande di Palazzo Sersanti (piazza Matteotti, 8) è in programma «Le stanze della memoria – La Shoah a villa Muggia», letture dal libro «La casa dell’aviatore» di Katia Dal Monte, con musiche della tradizione ebraica a cura della nuova scuola di musica Vassura-Baroncini.

Mercoledì 29 gennaio, alle ore 8.30, al teatro dell’Osservanza (via Venturini 18), proiezione per le scuole secondarie di primo e secondo grado del film «#AnneFrank – Vite parallele» di Sabina Fedeli e Anna Migotto. Info e prenotazioni: info@cinemaosservanza.it. Alle ore9.30, a Casa Piani (via Emilia88) e alle 14 alla Biblioteca di Ponticelli (via Montanara 252), Alfredo Tassoni del Club Cosmopolita Arpad Weisz incontra i ragazzi e le ragazze della scuola secondaria di primo grado raccontando loro la drammatica vita dell’allenatore ungherese Arpad Weisz. (r.cr.)

L”immagine è tratta dal depliant ufficiale del Comune di Imola

Giornata della Memoria, tanti eventi a Imola proposti dal Comune e dalle associazioni per non dimenticare
Cultura e Spettacoli 14 Dicembre 2019

Castèlanadèl, laboratori e letture in compagnia di Bacchilega Junior. LE IMMAGINI

Per i più piccoli continuano a Castel San Pietro i laboratori e le letture ideate e curate da Bacchilega Editore e Bacchilega Junior, all”interno della rassegna Castèlanadèl.

Oggi, dalle 16, Piccolo giornalismo con «Lo Spunk» e, a seguire Che tipi, che caratteri, che lettering!. Domani, invece, sempre dalle 16, Biglietti di Natale per tutti i gusti  e poi Fumetti e lupetti. Il maxi gioco Un salto a Castél, invece, é a disposizione quando sono aperte la Libreria Fantastica e il Laboratorio di Babbo Natale.

Laboratori a numero chiuso, soggetti ad iscrizione via tel./whatsapp al 349-5322215

Castèlanadèl, laboratori e letture in compagnia di Bacchilega Junior. LE IMMAGINI
Ciucci (ri)belli 25 Novembre 2019

JukeBoox, a Casa Piani arriva uno strumento… da favola

A Imola, a Casa Piani, arriva JukeBooX, un’installazione sviluppata da Luca Sammartino, uno strumento gratuito e open source pensato e progettato per l’ascolto di favole, storie, poesie, racconti e la lettura di albi illustrati dedicati all’infanzia, all’adolescenza e ai giovani adulti.

L’istallazione, visibile da domani, martedì 26 novembre fino al 31 gennaio, prevede il riadattamento di un vecchio jukebox degli anni ’90. Al suo interno, al posto delle canzoni e delle musiche, sono stati caricati cd contenenti le registrazioni di alcune storie tra le più amate e apprezzate dai lettori che hanno aderito al progetto. E’  stato  chiesto  ad  un  gruppo di  lettori  volontari  del progetto Nati per leggere,  doppiatori,  attori  di  teatro,  speaker  radiofonici, bibliotecari, appassionati di letteratura per ragazzi, scrittori, di offrire gratuitamente la loro lettura e la loro voce  per  contribuire  alla  creazione  del  primo  patrimonio  vocale  di  storie  del  progetto  JukeBooX.

L’adesione è stata entusiasta e partecipata anche da parte di bambini che si sono divertiti a registrare le loro storie o collaborare con i genitori per una lettura condivisa. Questo è stato il primo grande risultato che il progetto ha ottenuto. Tutti possono offrire il loro contributo, il progetto è libero, gratuito e condiviso. Il progetto JukeBooX comprende, oltre al vero e proprio strumento per l’ascolto, anche un mobile dotato di ruote  con  la  possibilità  di  mettere  copie  degli  albi  o  delle  storie, per  dare  la  possibilità  di  ascoltare osservando le immagini, che sono fondamentali e indispensabili per poter apprezzare al meglio l’opera. Al suo fianco, una piccola poltroncina per potersi sedere accanto e godere in comodità del tempo dedicato all’ascolto. Ai piedi di queste due strutture mobili, un piccolo tappeto con dei cuscini per permettere anche ai più piccolini di condividere il momento.

Il  progetto JukeBooX prende  spunto  dal  progetto Jukebox  letterario del professor Mauro Cappotto, che dall’amata Sicilia ha lanciato questa istallazione per promuovere la letteratura e la poesia nelle scuole superiori della regione.
JukeBoox, a Casa Piani arriva uno strumento… da favola
Cultura e Spettacoli 1 Febbraio 2019

Il Gatto Matto, spettacolo per bambini domenica a Medicina

Riparte la programmazione al Magazzino Verde di Medicina, lo spazio nel cuore del Parco delle Mondine dedicato al teatro per bambine, bambini, famiglie e scuole: due gli eventi in programma nel fine settimana, una lettura gratuita per bambini da 3 a 7 anni sabato 2 febbraio, e uno spettacolo divertente dedicato alla prima infanzia domenica 3 febbraio, consigliato da 1 ai 5 anni. Il primo appuntamento è, quindi, quello di sabato 2 febbraio quando alle 11 si terrà una lettura gratuita per chi ha dai 3 ai 7 anni, a cura delle ragazze e dei ragazzi del Gruppo Laboratorio Icaro.Il giorno successivo, domenica 3 febbraio alle 16.30, sarà in scena Il Gatto Matto, consigliato da 1 ai 5 anni. Una storia di avventure, di viaggi e di misteri, di amicizia che ruota su quelle peripezie fantastiche «che si intraprendono prima di andare a dormire, per trovare un abbraccio, un bacio o una storia da qualcuno a cui si vuole bene prima di riposare». La storia comincia quando dal cielo, improvvisamente, mancano alcune stelle, compresa Piccola Stella, l”amica del Gatto matto, che decide così di partire alla sua ricerca.

Biglietti per lo spettacolo: intero 6 euro, ridotto 5. È possibile acquistare i biglietti online su www.medicinateatro.it, a teatro durante la lettura gratuita di sabato 2 febbraio o immediatamente prima dello spettacolo.

Il Gatto Matto, spettacolo per bambini domenica a Medicina
Cultura e Spettacoli 11 Gennaio 2019

Il liceo classico apre le sue porte per una notte di cultura e spettacoli

Una notte per illuminare la cultura umanistica e avvicinare i cittadini al mondo classico. Venerdì 11 gennaio in tutta Italia si terrà la quinta edizione della Notte nazionale del liceo classico, durante la quale i licei classici aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiscono in svariate performance: una Notte a cui partecipa anche il liceo classico «Benvenuto Rambaldi» di Imola. Dalle 18 a mezzanotte, i locali dell’istituto di via Garibaldi 57 ospiteranno i visitatori con gli studenti che si occuperanno dell’accoglienza e intratterranno gli ospiti con letture, canti, spettacoli. Si comincia alle 18.05 sulla scalinata con un momento di danza realizzato da Danza & Danza asd di Castel Bolognese seguito dal saluto del dirigente Gian Maria Ghetti nell’aula ovale, e poi via con i tanti eventi fino a mezzanotte: si possono segnalare, ad esempio, l’esibizione del coro del liceo Latini Cantores alle 18.30 nell’aula ovale, la lettura di poesia contemporanea curata da Anna Franceschelli e dalla III A nell’aula 5CSU al primo piano alle 20.50, o ancora la lettura in greco e italiano del Lamento dell’esclusa  nell’aula 2EL a piano terra alle 23.45. In mezzo tante altre iniziative musicali, spettacoli di danza, visite guidate, letture e laboratori. Dalle 19.30 alle 22.30, inoltre, funzionerà un punto di ristoro nell’aula 5AC al primo piano.

Nella foto il liceo classico Rambaldi di Imola

Il liceo classico apre le sue porte per una notte di cultura e spettacoli
Cronaca 25 Agosto 2018

A Ca’ Malanca un'iniziativa in ricordo della 36ª Brigata Garibaldi a Purocielo

Quest’anno le iniziative per ricordare il 74º anniversario della battaglia di Purocielo prenderanno avvio domani, domenica 26 agosto, a Ca’ di Malanca, con un evento dedicato alla 36ª Brigata Garibaldi. Dopo la messa (ore 11) e il pranzo (ore 12), il programma prevede l’intervento (ore 14) del sindaco di Casola Valsenio – Unione dei Comuni della Romagna Faentina, Nicola Iseppi. A seguire (ore 14.30), letture di brani tratti da testimonianze e racconti dei protagonisti di Ca’ di Malanca, a cura di Acsé, e musiche eseguite dal gruppo Bella Ciao trio.

La data, è importante ricordarlo, coincide con il trasferimento dell’intera Brigata dalla zona tra Casola e Palazzuolo, dopo avere lasciato una decina di giorni prima l’alto Appennino, nel territorio del torrente Sintria. Ha scritto Luciano Bergonzini in Quelli che non si arresero (Editori Riuniti): «E così quando, la sera del 23 agosto, la Brigata lasciò Sommorio e si avviò verso la nuova sede di Monte Romano-Fornazzano, i partigiani inquadrati regolarmente nelle diverse compagnie erano oltre milletrecento…». L’intera Brigata rimase qui fino al 18 settembre. Da quella data, su indicazioni del Comando unificato Emilia Romagna, fu divisa in quattro Battaglioni e due di essi (in pratica la metà della Brigata) continuarono a presidiare la zona fino all’epilogo della durissima Battaglia di Purocielo, combattuta il 10, 11 e 12 ottobre 1944.

Per raggiungere Ca’ di Malanca in auto, occorre percorrere la provinciale Brisighellese, deviare per San Martino in Gattara in direzione Monte Romano – Croce Daniele, continuando a destra su strada sterrata per tre chilometri e mezzo. A piedi, invece, si possono percorrere i sentieri 505 Cai da Croce Daniele; 579 Cai da Purocielo; 2 Uoei da San Cassiano. Domenica 26 agosto, per chi è interessato a percorrere il sentiero 579, il ritrovo è alle ore 8.30 presso la chiesa di Purocielo. Indispensabile la prenotazione, scrivendo a info@camalanca.it.

r.c.

Nella foto (dalla pagina facebook di Ca” Malanca): la locandina dell”evento

A Ca’ Malanca un'iniziativa in ricordo della 36ª Brigata Garibaldi a Purocielo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast