Posts by tag: montecatone

Cronaca 30 Luglio 2022

Inaugurata a Montecatone la nuova palestra robotizzata

È in funzione da una settimana ma è stata inaugurata ieri, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, dei sindaci di Imola, Castel San Pietro Terme e Medicina e di altre autorità, la palestra robotizzata dell’Istituto Montecatone. Si tratta di uno spazio di 120 metri quadri, dotato di sofisticati dispositivi robotici, realizzato grazie ad un investimento di 250 mila euro. Buona parte delle lavorazioni edili previste sono opera della cooperativa Cims di Borgo Tossignano.

L’importanza delle apparecchiature consiste nel dare ai pazienti la possibilità di compiere movimenti che altrimenti sarebbero impossibili. È il caso ad esempio dell’esoscheletro, già in dotazione da tempo, che consente alle persone non in grado di farlo di camminare. La riabilitazione robotica permette inoltre, come è stato sottolineato nel corso dell’inaugurazione, «prestazioni più intensive, specifiche e appropriate, oltre ad un’elevata flessibilità di applicazione: le soluzioni possono essere facilmente integrabili in situazioni della vita quotidiana, rendendo il trattamento motivante e variegato, aprendo anche la strada alla creazione di nuovi esercizi riabilitativi, non realizzabili con i metodi tradizionali».

L’investimento fatto si aggiunge a quello del valore di 2 milioni di euro che Montecatone ha sostenuto per dotare la radiologia di una risonanza magnetica 3 tesla e di una Tac 64 strati. E per il futuro l’istituto si pone tre obiettivi nel campo della riabilitazione per i quali la robotica è particolarmente indicata: recupero dell’arto superiore, controllo del tronco al fine di raggiungere la posizione seduta in carrozzina e l’ampliamento delle dotazioni mirate al miglioramento del cammino. (r.cr.)

Nella fotografia dell”istituto, la palestra

Inaugurata a Montecatone la nuova palestra robotizzata
Sport 12 Luglio 2022

Baseball in carrozzina, Montecatone e Tozzona 
hanno sperimentato la nuova attività coi pazienti

Una nuova disciplina sportiva è stata provata dai degenti di Montecatone che, nel parco storico della struttura, hanno sperimentato il baseball in carrozzina. I tecnici del Asd Tozzona Baseball Imola, in sinergia con i terapisti occupazionali di Montecatone, hanno fatto provare ad alcuni pazienti dell’Unità Spinale questa nuova attività e insegnato le nozioni basilari di lancio, battuta e presa. Un modello già sperimentato negli Stati Uniti dove il Wheelchair Softball è una disciplina riconosciuta. (r.s.)

Foto dell’iniziativa

Baseball in carrozzina, Montecatone e Tozzona 
hanno sperimentato la nuova attività coi pazienti
Cronaca 6 Giugno 2022

Nasce la Rete meteo Scarabelli: due nuove postazioni a Montecatone e Sesto imolese

La stazione meteorologica dell’istituto tecnico agrario Giuseppe Scarabelli di Imola si fa in tre. Alla stazione di rilevamento meteo di via Ascari ne sono state affiancate due a Montecatone, all’altezza di 274 metri sul livello del mare, nel punto più alto del territorio comunale, e l’altra a Sesto imolese, a 10 metri sul livello del mare, in uno dei punti più bassi.

Ciascuno dei tre punti di osservazione è dotato di una webcam, un sensore termometrico adiacente al suolo, un sensore termometrico posto a metri 2 da terra come da convenzione internazionale, una centralina di base e un pannello fotovoltaico per l’alimentazione elettrica. Inoltre, tutti e 3 i punti sono stati dotati di strumentazioni per monitorare anche il vento e le precipitazioni liquide, quali sensore di velocità e direzione del vento, pluviometro a basculante e sensore di bagnatura fogliare, che indica il tempo e la percentuale in cui la foglia di una pianta rimane bagnata.

«La neonata Rete Meteo Scarabelli permette di monitorare, registrare e confrontare dati che fotografano, senza precedenti, il complesso panorama climatologico del territorio comunale – spiegano Fausto Ravaldi, osservatore meteo, e Gian Maria Ghetti, dirigente scolastico dell’istituto –. Approfondendo gli studi sulla vocazionalità dei luoghi, si acquisiscono elementi orientativi, verso specie e varietà adatte ai microclimi locali». (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, la stazione di Montecatone

Nasce la Rete meteo Scarabelli: due nuove postazioni a Montecatone e Sesto imolese
Cronaca 5 Giugno 2022

Arrivati a Montecatone i sei ragazzi che hanno attraversato l’Emilia Romagna in carrozzina. «Fuori dall’ospedale c’è la vita»

Sono arrivati, come da programma, ieri mattina a Montecatone i sei ragazzi dell’associazione Free Wheels Onlus, protagonisti della I edizione di «Klick’s on ways – Walkers on the road».

Pietro Scidurlo, Pietro Martire, Michele Celebrin, Manuel Giuge, Emanuele Cibin e Ignazio Drago sono partiti sabato scorso da Fidenza e hanno attraversato l’Emilia Romagna, con un viaggio di 250 km suddiviso in 8 tappe, fino a raggiungere l’Istituto di Montecatone meta dell’attraversata. Questo viaggio ha rappresentato per i ragazzi un’occasione per confrontarsi con i propri limiti e far scoprire al tempo stesso percorsi inclusivi e accessibili a tutti. Ad accogliere il gruppo nel parco dell’Istituto, tappa finale del viaggio, Giovanni Pieroni, presidente del CdA dell’Istituto, Mario Tubertini, direttore generale di Montecatone, Daniela Spadoni, assessora al Welfare del Comune di Imola, Fausto Tinti, sindaco di Castel San Pietro, Filippo Preziosi, presidente del comitato consultivo misto di Montecatone, oltre a pazienti, familiari e operatori.

I sei viaggiatori hanno portato la loro testimonianza dell’esperienza fisica ed emotiva del viaggio, fatta soprattutto di incontri per far comprendere che la vita, dopo una lesione midollare, dona sempre nuove opportunità e nuovi modi di vedere le cose e ricordando come esistano molte ragioni per “camminare”: sperimentare e superare i propri limiti è una di queste. Tutti i presenti si sono complimentati con i ragazzi per questa bella iniziativa e per il messaggio che hanno voluto portare alle persone ancora ricoverate a Montecatone, che stanno riprendere in mano la loro nuova vita: «Vogliamo far comprendere che fuori dall’ospedale c’è la vita ad aspettarli, certo meno facile di prima, ma c’è ancora e niente conta di più – hanno commentato i ragazzi – Il nostro passaggio vuole essere la famosa goccia che pian piano scalfisce la pietra perché anche se riusciremo a cambiare l’idea di una sola persona avremo vinto». (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook di Montecatone

Arrivati a Montecatone i sei ragazzi che hanno attraversato l’Emilia Romagna in carrozzina. «Fuori dall’ospedale c’è la vita»
Cronaca 1 Giugno 2022

Sei viaggiatori percorrono 250 km in carrozzina in autonomia. Tappe a Varignana, Dozza e Montecatone

Dal 28 maggio fino al 4 giugno, 6 viaggiatori, Pietro, Michele, Emanuele, Manuel e Ignazio, guidati da Pietro Scidurlo, affronteranno 250 km in carrozzina in completa autonomia. Percorreranno diversi itinerari dell’Emilia Romagna a bordo di un Klick, un propulsore elettrico che si aggancia alla carrozzina consentendo ai viaggiatori di poter affrontare la maggioranza di terreni off-road. Si tratta di un percorso di 8 tappe da Fidenza a Imola in 8 giorni.

Tappe del nostro circondario sono Varignana, Dozza e Montecatone. Il centro riabilitativo di Montecatone, riferimento nazionale per la riabilitazione intensiva di persone colpite da lesioni midollari, sarà il traguardo di questa edizione per testimoniare come il Cammino possa essere un’opportunità per tutti. Klick’s on way è un  progetto che si occupa di accessibilità degli itinerari culturali per viaggiatori a mobilità ridotta, con l’obiettivo di valorizzare l’esperienza del viaggio lento. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook di Free Wheels

Sei viaggiatori percorrono 250 km in carrozzina in autonomia. Tappe a Varignana, Dozza e Montecatone
Cronaca 16 Aprile 2022

Al via a Montecatone l’ambulatorio di alta specialità per i casi più complessi

Da alcune settimane, a Montecatone è pienamente operativo l’ambulatorio di alta specialità, struttura creata per trattare casi particolarmente complessi esaminati dal gruppo interaziendale e multidisciplinare attivo nei percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali (fisiatri, neurofisiologi, ortopedici, neurochirurghi e anestesisti).

«Particolare attenzione va rivolta alle gravi cerebrolesioni acquisite – spiega Pamela Salucci, direttore delle Gravi cerebrolesioni acquisite – allo stroke e alle mielolesioni. I severi secondarismi muscolo-scheletrici conseguenti alla condizione di grave ipertono muscolare e deficit motorio/posturale da causa neurologica e le paraosteoartropatie, sono esempi di tali esiti e spesso causa primaria di limitazione funzionale e di disabilità che compromettono grandemente il risultato del processo riabilitativo globale. Pertanto, le attività di prevenzione/trattamento sono una priorità per un migliore recupero funzionale».

In questi amibiti è attiva una collaborazione con l’Ausl di Imola, l’Ausl di Bologna, l’Irccs-Istituto delle scienze neurologiche di Bologna, e le strutture afferenti il consorzio Colibrì (Opa Santa Viola e Villa Bellombra). (lu.ba.)

Nella foto: l’Istituto Montecatone

Al via a Montecatone l’ambulatorio di alta specialità per i casi più complessi
Cronaca 2 Aprile 2022

Grazie al Rotary Club di Imola arriva in libreria il libro del concorso letterario di Montecatone

È disponibile da ieri, 1° aprile, nelle librerie e alla Fondazione Montecatone Onlus «Sempre io», la raccolta delle opere dei pazienti, ex pazienti, loro familiari e operatori dell’istituto di Montecatone che hanno partecipato alla prima edizione del concorso letterario. La pubblicazione è stata possibile grazie al contributo economico del Rotary Club di Imola.

«Ci ha fatto piacere offrire il nostro contributo per la pubblicazione di questo volume, che è soprattutto un riconoscimento per le persone che si sono raccontate, mettendo in comune la loro esperienza di malattia, riabilitazione, guarigione nella forma della medicina narrativa – commenta Giuseppe Torluccio, presidente del Rotary Club di Imola –. Pensiamo che ognuno, leggendo questi scritti, possa trovare un arricchimento e qualche spunto di riflessione, come le narrazioni di vita sono in grado di offrire». «Siamo particolarmente felici di presentare questo volume, il nostro obiettivo è che diventi nel tempo una consolidata tradizione – aggiunge Mario Tubertini, direttore generale di Montecatone –. Il concorso non si propone di primeggiare nel panorama letterario per il valore economico dei premi, piuttosto di incastonarsi tra le tante iniziative che, in ospedale, si propongono di aiutare le persone a ricostruire il filo della loro esistenza e riscoprire il senso della possibilità». (lu.ba.)

Nella fotografia di Marco Isola/Isolapress, la presentazione del libro

Grazie al Rotary Club di Imola arriva in libreria il libro del concorso letterario di Montecatone
Cronaca 27 Marzo 2022

Montecatone, il nuovo direttore sanitario è Gianbattista Spagnoli, già ds dell’Ausl

Avvicendamento alla direzione sanitaria dell’Istituto di Montecatone dal prossimo 1° aprile: dopo tre anni, in anticipo rispetto alla scadenza naturale, lascia il proprio incarico per ragioni familiari Virna Valmori, e le subentra Gianbattista Spagnoli, già ds dell’Azienda usl di Imola per quasi dieci anni. «Intraprendo questa nuova esperienza professionale in un territorio che mi ha voluto bene e di cui serbo un ottimo ricordo – commenta Spagnoli –. Montecatone ha intrapreso un percorso di sviluppo importante, stimoli e sfide non mancheranno, il mio impegno in questo senso sarà massimo».

«Il consiglio di amministrazione dell’istituto confida che il dottor Spagnoli, professionista di solida esperienza, saprà affiancare al meglio il direttore generale per completare il processo di trasformazione, vitale per garantire lo sviluppo dell’istituto – aggiunge Giovanni Pieroni, suo presidente –. Le sfide che lo attendono sono molte, impegnative e da affrontare tempestivamente sin dal suo insediamento. Parallelamente al processo del riconoscimento giuridico pubblico, l’istituto dovrà predisporre un piano di sviluppo per il medio termine che coniughi le esigenze della sostenibilità aziendale nel post-Covid con gli obiettivi di ulteriore qualificazione delle attività clinico assistenziali e scientifiche, di innovazione dei processi di cura con particolare attenzione ai temi della teleriabilitazione e della robotica, di ammodernamento e potenziamento della struttura e della dotazione tecnologica».

E «le competenze e le pregresse esperienze del nuovo ds saranno preziose anche per potenziare il lavoro in rete con l’Irccs delle neuroscienze di Bologna – aggiunge –, con le aziende Sanitarie metropolitane e regionali e con l’Università, allo scopo di disegnare un profilo dell’Istituto che sappia rispondere al meglio ai progressi scientifici e alle sfide che attendono la neuroriabilitazione nel prossimo futuro». (lu.ba.)

Nella foto (dal sito dell’Ausl Bologna): Gianbattista Spagnoli

Montecatone, il nuovo direttore sanitario è Gianbattista Spagnoli, già ds dell’Ausl
Cronaca 24 Febbraio 2022

Il film su Omar Bortolacelli, paziente di Montecatone tornato in sella, vince a Ginevra

Il film Una gara già vinta, prodotto da Imola Living Lab e realizzato dalla società imolese Officina Digitale, ha conquistato il premio della Giuria all’ottava edizione del Global Road Safety Film Festival di Ginevra.

L’opera presentata, di cui è regista e sceneggiatore il giornalista imolese Giorgio Conti, racconta la storia di Omar Bortolacelli, ex paziente dell’Istituto di Montecatone, che grazie ad un progetto di collaborazione con l’Autodromo di Imola è riuscito a tornare in sella alla sua moto, vincendo i pregiudizi e dimostrando quanto le persone con disabilità possano vivere in autonomia la propria vita e le proprie passioni. «Quando la Fondazione Montecatone mi ha contattato per raccontarmi questa idea, è stata una emozione indescrivibile – racconta il protagonista –. Sono bastati pochi giorni per decidere la narrazione della mia storia assieme a Giorgio Conti e studiare con i ragazzi di Dymon come raccontarla e dopo poco ero in sella alla mia moto per una intera giornata di riprese all’autodromo internazionale di Imola. Per me è un bellissimo sogno che si è avverato e spero che il messaggio che lanciamo con questo lavoro possa aiutare tutte le persone con disabilità come me ad affermarsi in una società che ancora oggi vive di pregiudizi nei nostri confronti».

Il video verrà presentato durante uno degli appuntamenti ufficiali previsti in occasione della settimana del Gran Premio di Formula 1 del 24 aprile. (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, Giorgio Conti e Omar Bortolacelli

Il film su Omar Bortolacelli, paziente di Montecatone tornato in sella, vince a Ginevra
Cronaca 14 Febbraio 2022

Il sindaco di Bologna Lepore e l’assessore Rizzo Nervo visitano l’Istituto Montecatone: «Risorsa importante per tutta l’area metropolitana»

«Ci avviamo ad una nuova stagione per l’area metropolitana di Bologna. La collaborazione, le strategie di rete, la valorizzazione delle esperienze migliori che il nostro territorio sa esprimere, sono i principi che devono guidare questo percorso. La struttura di Montecatone, da questo punto di vista, rappresenta una risorsa importante per tutto il territorio metropolitano di Bologna». A dirlo è stato il sindaco di Bologna e della Città metropolitana, Matteo Lepore, in visita la settimana scorsa all’Istituto di Montecatone, accompagnato dal suo assessore al Welfare, Luca Rizzo Nervo, e dal primo cittadino di Imola, Marco Panieri, con loro anche il direttore dell’Ausl di Imola, Andrea Rossi (nella foto).

Il direttore di Montecatone, Mario Tubertini ha illustrato le linee strategiche di sviluppo che prevedono l’intensificazione della sinergia con l’Ircc Bellaria «finalizzata alla creazione del più importante polo scientifico-riabilitativo del Paese». Un percorso che attende la modifica fondamentale da parte della Regione dello status giuridico di Montecatone da privato a pubblico. «La visita di Lepore e di Rizzo Nervo – ha aggiunto Panieri – ha rappresentato l’occasione per far conoscere direttamente la struttura e condividere le sinergie in ambito metropolitano, guardando anche al rafforzamento futuro del ruolo di Montecatone». (r.cr.)

Il sindaco di Bologna Lepore e l’assessore Rizzo Nervo visitano l’Istituto Montecatone: «Risorsa importante per tutta l’area metropolitana»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA