Posts by tag: no vax

Cronaca 23 Febbraio 2022

Raid no vax a Imola, vandali imbrattano la sede della Lega, sei autobus e uno scuolabus

Vandali no vax ancora purtroppo attivi a Imola. Dopo i diversi episodi avvenuti nelle scorse settimane, l”ultimo alla scuola Cappuccini nella notte tra il 13 e 14 febbraio, questa notte a essere presi di mira sono stati sei autobus di linea utilizzati per il trasporto pubblico locale e uno scuolabus nel deposito di via Donati della ditta Ricci Bus. Sull”episodio indagano i carabinieri. «Un atto che purtroppo si commenta da solo – fanno sapere dall”azienda -. Per di più all”interno di una proprietà privata, ora le telecamere di videosorveglianza sono al vaglio dei carabinieri. Oggi, comunque, non ci sono state e non ci saranno interruzioni del servizio. Stamattina purtroppo alcuni mezzi sono dovuti uscire con le scritte, mentre in altri siamo riusciti a toglierle, anche se per finire il lavoro ci vorrà del tempo».

Scritte, ad opera della stessa mano oppure no spetterà alle forze dell”ordine cercare di scoprirlo, sono comparse anche nella sede della Lega in via Emilia, già prontamente cancellate. «Condanno fermamente questo gesto inconsulto quanto insensato – ha commentato il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna – che non serve a nulla. La Lega è l’unica forza di Governo a non sostenere la linea “chiusurista” e autoritaria di altri partiti politici. Non comprendiamo, quindi, la ragione di questo atto, prontamente denunciato all’autorità giudiziaria, che risulta solo poco intelligente».

Solidarietà alla Lega è arrivata dagli altri partiti. «Ferma condanna per gli atti vandalici che hanno colpito la  sede imolese della Lega – scrive Francesca Degli Esposti, segretaria del Pd Imola -. I democratici prendono le distanze da qualsiasi atto violento e intimidatorio, che certo non ha nulla a che vedere con la storia e i valori della nostra città». Mentre Aldo Marchese, vicecoordinatore Forza Italia Emilia Romagna, annota: «I soliti antidemocratici che dicono di professare libertà, ma invece seminano soltanto odio. Andiamo avanti con coraggio e senza paura, certi che questi vili attacchi non ci fermeranno e non ci spaventeranno». (r.cr.)

Nella foto: le scritte no vax comparse alla sede della Lega (concessa da Lega Imola) e quelle su un autobus della ditta Ricci Bus

Raid no vax a Imola, vandali imbrattano la sede della Lega, sei autobus e uno scuolabus
Cronaca 14 Febbraio 2022

Scritte no vax alla primaria Cappuccini, la condanna del Comune di Imola

Risveglio amaro questa mattina a Imola. Scritte no vax, infatti, sono comparse sui muri esterni della primaria Cappuccini, a distanza di pochi giorni dagli ultimi episodi all’hub vaccinale dell’Osservanza. Nell’arco di circa un’ora e mezza, dopo le segnalazioni della scuola e dei genitori degli alunni, il Comune ha sia provveduto ad attivare il percorso per denunciare alle forze dell’ordine quanto accaduto, che fatto cancellare le scritte e ripulito i muri dell’edificio.   

Qualche ora dopo è arrivata anche la ferma condanna da parte del sindaco Panieri e del vice sindaco e assessore alla Scuola, Castellari. «Con profondo rammarico dobbiamo registrare come siano stati nuovamente e inutilmente imbrattati i muri di un edificio pubblico, con l’aggravante che ancora una volta viene presa a bersaglio una scuola della città, in questo caso una scuola primaria. Simili gesti e coloro che li compiono sono da condannare fermamente, senza se e senza ma, ribadendo ancora una volta che il patrimonio pubblico è patrimonio di tutti i cittadini e offendere il patrimonio pubblico significa offendere l’intera comunità. La scuola è e sarà sempre il primo presidio di crescita di una comunità e delle future generazioni. Pertanto, offendere una scuola è doppiamente grave». (r.cr.)

Nella foto: i muri con le scritte no vax della primaria Cappuccini

Scritte no vax alla primaria Cappuccini, la condanna del Comune di Imola
Cronaca 29 Giugno 2020

Vaccini, falso certificato per iscrivere il figlio al nido. Denunciati mamma imolese e medico no-vax

Ha chiesto e ottenuto da un medico un falso certificato per il figlio, che attestava l”avvenuta vaccinazione contro il morbillo ed esavalente, così da poterlo iscrivere all”asilo. Per questo i carabinieri del Nas di Bologna hanno denunciato per falsità ideologica la madre, imolese di 35 anni, e il pediatra, un campano di 58 anni, noto per le sue posizioni no-vax e contattato dalla donna proprio per questo motivo.

I fatti risalgono allo scorso anno. L”ex compagno della donna, e padre del bambino, si era insospettito e, tramite un semplice prelievo di sangue, aveva avuto la conferma che il figlio non era stato sottoposto ad alcuna vaccinazione. Come da protocollo, l”Ausl ha segnalato il fatto ai carabinieri del Nas, che hanno poi avviato le indagini e denunciato medico e madre in concorso. (gi.gi.)

Foto d’archivio

Vaccini, falso certificato per iscrivere il figlio al nido. Denunciati mamma imolese e medico no-vax
Cronaca 24 Febbraio 2018

Castel San Pietro, pubblicità “No vax'' non autorizzata: rimozione e multa

Nei giorni scorsi, in uno dei principali incroci di Castel San Pietro – quello tra viale Roma e via Emilia – la polizia municipale su segnalazione di un cittadino ha provveduto a far rimuovere un furgone vela con apposto un cartellone pubblicitario con contenuti che criticavano l”efficacia delle vaccinazioni. Gli agenti hanno fatto rimuovere e multato i titolari per pubblicità non autorizzata.

“Siamo estremamente preoccupati di quanto è avvenuto – commenta il sindaco Fausto Tinti -: fare disinformazione è da considerarsi un atto sconsiderato che alimenta solo paure nella nostra comunità. La salute dei cittadini, di tutti i cittadini, va tutelata”.

Anche i  consiglieri  regionali del Pd Paolo  Calvano,  Francesca  Marchetti  e  Nadia  Rossi  commentano  in  maniera  estremamente  negativa l’ennesima uscita pubblica dei comitati no vax e rivolgono un appello preoccupato affinchè venga “deguatamente contrastata la propalazione di dati totalmente falsi e infondati”.

La scritta della foto, tratta dalla pagina Facebook della consigliera Francesca Marchetti, è stata volutamente oscurata nelle parti contenenti le informazioni false.

Castel San Pietro, pubblicità “No vax'' non autorizzata: rimozione e multa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA