Cronaca

Scritte no vax alla primaria Cappuccini, la condanna del Comune di Imola

Scritte no vax alla primaria Cappuccini, la condanna del Comune di Imola

Risveglio amaro questa mattina a Imola. Scritte no vax, infatti, sono comparse sui muri esterni della primaria Cappuccini, a distanza di pochi giorni dagli ultimi episodi all’hub vaccinale dell’Osservanza. Nell’arco di circa un’ora e mezza, dopo le segnalazioni della scuola e dei genitori degli alunni, il Comune ha sia provveduto ad attivare il percorso per denunciare alle forze dell’ordine quanto accaduto, che fatto cancellare le scritte e ripulito i muri dell’edificio.   

Qualche ora dopo è arrivata anche la ferma condanna da parte del sindaco Panieri e del vice sindaco e assessore alla Scuola, Castellari. «Con profondo rammarico dobbiamo registrare come siano stati nuovamente e inutilmente imbrattati i muri di un edificio pubblico, con l’aggravante che ancora una volta viene presa a bersaglio una scuola della città, in questo caso una scuola primaria. Simili gesti e coloro che li compiono sono da condannare fermamente, senza se e senza ma, ribadendo ancora una volta che il patrimonio pubblico è patrimonio di tutti i cittadini e offendere il patrimonio pubblico significa offendere l’intera comunità. La scuola è e sarà sempre il primo presidio di crescita di una comunità e delle future generazioni. Pertanto, offendere una scuola è doppiamente grave». (r.cr.)

Nella foto: i muri con le scritte no vax della primaria Cappuccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RERSaltaSu

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook