Posts by tag: ponte

Cronaca 15 Giugno 2022

Ponte di Carseggio, entro giugno la gara per i lavori

Novità importanti (anche se non è la prima volta in questi anni) arrivano da Casalfiumanese per la costruzione del ponte nella frazione di Carseggio. Un’attesa che i residenti di via Macerato ma non solo attendono dal 20 settembre 2014, quando la struttura precedente, poi demolita, venne danneggiata irrimediabilmente dalla piena del Santerno.

Da allora ne è passata di acqua sotto i guadi (due costruiti negli anni per permettere ai cittadini di attraversare il fiume) fino ad oggi, quando il Comune ha annunciato che è entrato nel vivo l’iter per la realizzazione del nuovo ponte carrabile. Un intervento atteso dalla comunità ed inserito nel «Programma triennale dei Lavori pubblici» 2022-2024, finanziato interamente per 1.900.000 euro dalla Regione.

L’ipotesi di cronoprogramma della procedura di gara par- tirà entro giugno, mentre la scadenza della presentazione delle offerte e l’apertura delle buste saranno entro luglio. Il responso finale sulla documentazione pervenuta, invece, è atteso entro la prima decade di agosto. (da.be.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 16 giugno.

Nella foto: il rendering del nuovo ponte

Ponte di Carseggio, entro giugno la gara per i lavori
Cronaca 21 Aprile 2022

Ponte di Molino Nuovo sul Sillaro, c’è l’ok per il progetto di ricostruzione

La Giunta comunale di Castel San Pietro ha approvato il progetto definitivo per la ricostruzione del ponte sul torrente Sillaro in località Molino Nuovo. Costo dell’intervento 1.550.000 euro. Il ponte, a servizio della strada comunale via del Molino, era stato demolito poiché ormai compromesso da dissesti strutturali estesi ed irreversibili, con pericolo di crollo per scalzamento della briglia e delle pile, a seguito delle piogge intense e degli episodi di piena che avevano interessato il torrente Sillaro nel corso del 2017.

«Sarà ricostruito completamente ex novo – spiega il vicesindaco Andrea Bondi – e sarà una infrastruttura innovativa, d’acciaio, che consentirà l’accesso anche con carichi pesanti. Dopo due anni di pandemia siamo di nuovo in periodo di enormi difficoltà a causa dell’impennata dei costi dell’energia e a causa della vicina guerra in Ucraina che purtroppo sembra si protrarrà ancora a lungo. Nonostante la nuova crisi, il nostro cammino verso il futuro non può arrestarsi: quando sarà realizzato questo nuovo ponte, l’economia dell’intero Circondario imolese, e non solo dei due Comuni che unisce, potrà correre un poi più veloce. Contiamo di aprire il cantiere entro l’estate e di dare una forte spinta al tessuto delle nostre imprese che oggi più che mai ha necessità di creare e dare lavoro».

Nella fotografia del Comune di Castel San Pietro, il vecchio ponte a Molino Nuovo

Ponte di Molino Nuovo sul Sillaro, c’è l’ok per il progetto di ricostruzione
Cronaca 30 Ottobre 2021

A Noce di Mercatale conclusi i lavori per rendere più sicura la strada che costeggia il torrente Idice

A Noce di Mercatale, nel comune di Ozzano Emilia, sono appena terminati i lavori di ristrutturazione sul torrente Idice della briglia già esistente e danneggiata, che è anche stata affiancata da una nuova opera realizzata in cemento armato. «interventi che rientrano in un pacchetto di lavori finanziati con uno stanziamento di 160mila euro – spiega l’assessore regionale alla Protezione civile, Irene Priolo- e riguardano il tratto del corso d’acqua che costeggia la strada provinciale, dove si rilevavano elevate criticità per il deterioramento ed il sifonamento del vecchio manufatto». Ai piedi della briglia, larga circa 35 metri, i tecnici dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile hanno infatti rilevato un’importante erosione estesa anche alle fondazioni della controbriglia. L’opera, che presentava notevoli crepe fessure in vista e il calcestruzzo decisamente danneggiato, era a rischio crollo minacciando così la stabilità del ponte adiacente.

Durante i lavori per ripristinare quella già esistente, si è provveduto più a valle, a costruirne una nuova in cemento armato, inglobata con massi ciclopici per consentire la corretta pendenza dell’alveo e garantire la risalita delle acque alla fauna ittica che vive nel torrente. È quindi stato progettato e messo in opera un sistema strutturale che consente di far lavorare insieme le due opere idrauliche e garantire la sicurezza della zona e del ponte vicino. (r.cr.)

Nella foto: il torrente Idice 
A Noce di Mercatale conclusi i lavori per rendere più sicura la strada che costeggia il torrente Idice
Cronaca 22 Ottobre 2021

Cede spalla di un ponte sulla «Cardinala» a Imola, fino al ripristino transito interrotto e traffico deviato

Nella giornata di ieri si è verificato un cedimento di una spalla del ponticello che sovrappassa un canale al km 2+135 della strada provinciale Sp 80 «Cardinala» nel comune di Imola.

Per effettuare le adeguate verifiche strutturali è necessaria una interruzione del transito in entrambi i sensi di marcia con decorrenza immediata fino al ripristino in sicurezza della viabilità.

Il traffico verrà deviato sulle strade Sp 50 «S. Antonio», Sp 29/2 «Medicina-S. Antonio di Quaderna», secondo tronco via Bastia Ponente (comune di Argenta), Sp 38 «Cardinala» (provincia di Ferrara) e Sp 115 «Cardinala» (provincia di Ravenna). (r.cr.)

Nella foto: il ponticello danneggiato

Cede spalla di un ponte sulla «Cardinala» a Imola, fino al ripristino transito interrotto e traffico deviato
Cronaca 21 Settembre 2021

Auto si schianta contro il ponte sul Santerno e si cappotta, ferita 25enne imolese

Incidente stradale questa notte, poco prima di mezzanotte, sul ponte sul Santerno di via Pisacane. Secondo la ricostruzione della polizia locale, una 25enne imolese viaggiava su un’Opel Mokka con direzione centro città quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della vettura andandosi a schiantare contro la spalla del ponte. Dopo l’urto, l’auto si è ribaltata su un fianco, finendo la sua corsa in mezzo alla carreggiata. 

Sul posto vigili del fuoco, per mettere in sicurezza lo scenario, e sanitari del 118 che hanno trasportato la donna al pronto soccorso di Imola. Per lei, nonostante i gravi danni riportati dall’auto, fortunatamente, solo ferite lievi. Disagi alla circolazione hanno interessato il tratto interessato dall’incidente per tutta la durata dei soccorsi e dei rilievi. (da.be.)

Foto d”archivio

Auto si schianta contro il ponte sul Santerno e si cappotta, ferita 25enne imolese
Cronaca 3 Luglio 2021

Nuove limitazioni sul ponte di via Massarolo a Medicina

Il Comune di Medicina, dopo le verifiche periodiche effettuate, ha deciso di apporre nuove limitazioni più incisive per quanto riguarda il passaggio di mezzi pesanti sul ponte di via Massarolo sul torrente Quaderna.

A tale scopo, dal 30 giugno, divieto di transito ai mezzi di altezza superiore ai 2,70 metri e divieto di transito agli automezzi con peso maggiore di 3,5 tonnellate. Previsto il senso unico alternato.

L”amministrazione comunale avrà così modo di procedere con le progettazioni ed esecuzione degli interventi necessari. Nel frattempo verrà istituito un monitoraggio sulle condizioni statiche del ponte in modo da inibire completamente il traffico in caso di ulteriori peggioramenti delle condizioni. (c.gam.)

Nella foto: il ponte di via Massarolo

Nuove limitazioni sul ponte di via Massarolo a Medicina
Cronaca 28 Maggio 2021

Divieto di transito per i mezzi superiori a 26 t sul ponte torrente Sillaro tra Spazzate Sassatelli e Portonovo

Cambia la viabilità in corrispondenza del ponte sul torrente Sillaro, su via Bassa (Sp50 Sant”Antonio), tra Spazzate Sassatelli e Portonovo di Medicina. È infatti in corso la progettazione da parte di Città metropolitana di interventi di riqualificazione e adeguamento strutturale.

Nel frattempo, vige l”ordine di divieto di circolazione per i mezzi di trasporto aventi massa a pieno carico superiore alle 26 tonnellate. Il traffico dei mezzi interessati sarà deviato su percorsi alternativi fino al ripristino delle condizioni di piena transitabilità. (r.cr.)

Nella foto: il ponte sul Sillaro lungo via Bassa

Divieto di transito per i mezzi superiori a 26 t sul ponte torrente Sillaro tra Spazzate Sassatelli e Portonovo
Cronaca 8 Settembre 2020

Ponte di via Guazzaloca, Comune di Medicina e Bonifica progettano demolizione e ricostruzione

Entro la fine del 2021 il nuovo ponte sarà ultimato e percorribile». È questa la promessa che il sindaco di Medicina, Matteo Montanari, fa ai residenti e agli agricol- tori che dallo scorso autunno stanno subendo dei disagi, da quando cioè è stato chiuso al traffico il ponte lungo via Guazzaloca che passa sopra lo scolo allacciante Garda.

Chiariamoci, si tratta di una strada in aperta campagna, tra il capoluogo e la frazione di Buda, con poche abitazioni. Tuttavia, la chiusura del ponticello, decisa dopo un sopralluogo dei tecnici comunali nell’ottobre del 2019, ha spostato il traffico, in particolare mezzi agricoli, su via Canale e via Buda. «La chiusura si è resa necessaria perché la spalla, l’imposta e parte dell’intradosso dell’arcata del ponte hanno subito danni piuttosto consistenti a causa di un cedimento della fondazione – spiega Montanari –. Stiamo realizzando il progetto con il Consorzio della Bonifica Renana, che è competente essendo il ponte sopra un canale».

In sostanza, la Bonifica darà una mano al Comune per la progettazione dell’opera (si ipotizza un nuovo ponte in ferro da posizionare già montato), mentre l’ente locale si impegnerà a finanziarla. A questo proposito, «con una delibera di Giunta abbiamo inserito l’intervento nel piano triennale delle opere» aggiunge il sindaco. Lo studio di fattibilità tecnica ed economica ipotizza infatti un costo di 292 mila euro tra progettazione, demolizione e ricostruzione. Tra l’altro, essendo un manufatto realizzato oltre settant’anni fa, è stato necessario interfacciarsi con la Soprintendenza. «Abbiamo provveduto in via preliminare a una verifica di storicità del ponte, ma non è vincolato» conclude Montanari. (gi.gi.)

Nella foto: il ponte lungo via Guazzaloca

Ponte di via Guazzaloca, Comune di Medicina e Bonifica progettano demolizione e ricostruzione
Cronaca 26 Agosto 2020

Parapetti più alti nel ponte di viale Dante sul Santerno

Sono terminati qualche giorno fa i lavori di restauro e risanamento conservativo del parapetto del ponte sul Santerno in viale Dante, di grande importanza perché collega la città all’autodromo, al parco delle Acque minerali e allo stadio Romeo Galli.

Nell’analisi complessiva sullo stato di salute dei ponti di Imola, infatti, lo Studio Micheloni, incaricato da Area Blu, aveva evidenziato come i parapetti fossero troppo bassi rispetto alla normativa attuale. «Inizialmente i lavori si sono concentrati sul ripristino dei parapetti esistenti – dice Donata Mestri di Area Blu –. Poi, al di sopra, sono stati posizionati i nuovi in cemento prefabbricato come i precedenti moduli che costituiscono il parapetto, che hanno consentito di alzare la protezione di una decina di centimetri».

Ad eseguire l’opera, del costo di 42 mila euro (più Iva), è la ditta Zambelli Srl di Galeata. (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): il ponte di viale Dante a Imola

Parapetti più alti nel ponte di viale Dante sul Santerno
Cronaca 25 Luglio 2020

Inaugurato il ponte di via Mingardona che unisce i comuni di Castello, Monterenzio e Casalfiumanese

Questa mattina è stato inaugurato il ponte di via Mingardona in località San Clemente, un un’opera importante al servizio dei comuni di Castel San Pietro, Monterenzio e Casalfiumanese, finanziata dalla Regione Emilia-Romagna con un importo di 240mila euro, nell”ambito di un programma complessivo per mettere in sicurezza il territorio emiliano-romagnolo dal rischio idrogeologico. I lavori si sono conclusi lo scorso 7 luglio.

Al taglio del nastro presenti i tre sindaci: Fausto Tinti di Castel San Pietro, Ivan Mantovani di Monterenzio, Beatrice Poli di Casalfiumanese, insieme a Irene Priolo, assessora all”Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa, Protezione Civile Regione Emilia Romagna, e alla consigliera regionale Francesca Marchetti, circondati da assessori, consiglieri e tecnici comunali, rappresentanti delle consulte territoriali, delle associazioni agricole, della Polizia Locale e dei Carabinieri e cittadini. «Questo è un ponte che unisce – ha esordito il sindaco Fausto Tinti  -. Abbiamo lavorato di concerto per tutto il territorio, e rivolgo un ringraziamento particolare a Francesca Marchetti, insieme ai funzionari della Regione e ai tecnici che ci hanno messo l’anima perché questa opera fosse realizzata in breve tempo. E’ soprattutto grazie alla sua determinazione che l’abbiamo portata a casa». «Voglio rivendicare l’interezza di questa vallata del Sillaro – ha aggiunto la sindaca Beatrice Poli – e proprio su questo ponte rivediamo la bellezza della vallata nel suo insieme. Ringrazio l’ufficio tecnico e il Comune di Castel San Pietro che ci ha abbracciato in questa progettazione e la Regione per il supporto che ha dato in questo percorso. La sfida ora è rivederci per ripensare insieme la Vallata». «Questa vallata ha sofferto per la chiusura di questo ponte e di quello di Molino Nuovo – ha affermato la consigliera castellana comunale e regionale Francesca Marchetti -, ma siamo certi che la Giunta regionale e l’assessore Priolo non ci faranno mancare il loro sostegno anche in questa legislatura. E’ stato un lavoro in rete, che ha abbracciato tre Comuni e che il Comune di Castel San Pietro si è assunto solidarmente, per tutti i cittadini che hanno scelto di rimanere a vivere in queste frazioni, ai quali dobbiamo dare risposte e servizi. La bellezza della politica è rispettare gli impegni, al di là degli annunci elettorali».

Inaugurato il ponte di via Mingardona che unisce i comuni di Castello, Monterenzio e Casalfiumanese

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA