Cultura e Spettacoli

Cultura e Spettacoli 13 giugno 2018

Dentro ParoleNote, il workshop sul programma di RadioCapital con Giancarlo Cattaneo diventa spettacolo

Da tempo il programma di Radio Capital «Parolenote», con Giancarlo Cattaneo, è stato trasformato in un reading sempre diverso, voce e musica (il dj set di Maurizio Rossato), che viene proposto nei teatri italiani. Anche a Dozza, dove è nata però l”idea di dare vita ad un workshop con spettacolo finale. Questo è la sintesi di «Dentro parolenote», che si terrà a partire dalle ore 21 presso il teatro comunale del Borgo dipinto (biglietto 20 euro, per info: 347/5548522). La serata vedrà coinvolti i 21 partecipanti al laboratorio (venti ore tra aprile e maggio) che provengono non solo da Dozza ma anche da altre località italiane.

“Questa iniziativa – ha scritto il vice sindaco Giuseppe Moscatello sulla Pagina Fb di Progetto Dozza – nasce all”interno del progetto “Carta d”Identità”, il nuovo corso sperimentale dell”attuale stagione teatrale, curata dall”attuale gestore la Compagnia Teatrale della Luna Crescente”. “Qquesto format è stato molto partecipato e particolarmente apprezzato: diventerà sicuramente un modello da esportare” ha aggiunto Moscatello. (l.a.)

Foto del workshop tratta dalla Pagina Fb del Teatro Comunale di Dozza

Dentro ParoleNote, il workshop sul programma di RadioCapital con Giancarlo Cattaneo diventa spettacolo
Cultura e Spettacoli 12 giugno 2018

«Ritorni / Nostoi», sei serate nel parco per il laboratorio teatrale di Vetrano e Randisi

Quattro spettacoli per sei serate da questa sera fino al 21 giugno. E’ la rassegna «Ritorni / Nostoi – Un viaggio nella memoria», ovvero la conclusione del laboratorio teatrale gratuito tenuto da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, a partire dal mese di aprile presso il Teatro Lolli di Imola.

Un progetto promosso dall’associazione «Acqua di terra / Terra di luna», finalizzato alla creazione, per l’appunto, di eventi teatrali originali da presentare sia nel parco dell’Osservanza a Imola che in altri luoghi del circondario, in particolare sono stati scelti altri due luoghi all’aperto e suggestivi: il Lungofiume di Borgo Tossignano e il parco Manusardi a Casalfiumanese. Oltre quaranta le persone che hanno partecipato ai laboratori che sono partiti dalle suggestioni di temi come il ritorno, i ricordi e il viaggio. Un percorso legato al recupero positivo del passato. «In un luogo carico di Storia e di storie come l’Osservanza, abbiamo ascoltato e trasformato in emozioni da condividere anche le tensioni che per decenni quel luogo ha generato e trasmesso, creando una scrittura scenica dal forte impatto emotivo» precisano con una nota gli organizzatori. Da notare che «Travestimenti», uno degli spettacoli, vedrà protagonisti in scena gli stessi Randisi e Vetrano. Il progetto è stato realizzato con il contributo di ConAmi, della Regione e dei Comuni di Imola, Borgo Tossignano e Casalfiumanese. Questo il calendario.

Si comincia nel parco dell’Osservanza questa sera, alle ore 20 (pista da ballo) con «Ritorni / Nostoi» lo spettacolo conclusivo del laboratorio. Giovedì 14 giugno, dalle ore 20, punto di partenza il viale delle Palme per poi procedere con un percorso guidato «Ritorni / Nostoi – I racconti». Venerdì 15 giugno, alle ore 20 e alle 21 (zona ex lavanderia) «Travestimenti». Infine domenica 17 giugno, dalle ore 20 il percorso guidato «Il ritorno di Ulisse» (ogni 15 minuti partenze dalla pista da ballo, gruppi di 50 spettatori). A seguire, martedì 19, a Borgo Tossignano «Il ritorno di Ulisse», dalle ore 20 nel Lungofiume. Giovedì 21 giugno, alle ore 20 a Casalfiumanese, nel Parco Manusardi «Ritorni/Nostoi – I racconti».

r.c.

Nella foto: un”immagine del laboratorio «Nostoi» dalla pagina facebook di Acqua di terra/Terra di luna

«Ritorni / Nostoi», sei serate nel parco per il laboratorio teatrale di Vetrano e Randisi
Cultura e Spettacoli 12 giugno 2018

Ritornano i martedì sera alla Biblioteca comunale di Imola con «Freschi di stampa»

Nella Biblioteca comunale di Imola ritorna la diciassettesima edizione di «Freschi di stampa» (con il contributo della ditta Andalò Gianni srl). Si comincia questa sera (ore 21) con Lorenzo Marone, autore al suo quarto romanzo ma alla sua prima volta a Imola, che presenterà Un ragazzo normale (Feltrinelli, 2018) intervistato dal giornalista Luca Balduzzi.

Martedì 19, in collaborazione con l’associazione Focus D, l’autrice romagnola Fausta Garavini sarà intervistata da Anna Folli sul suo ultimo romanzo Il tappeto tunisino (La nave di Teseo, 2018), dove la protagonista guarda con nostalgia al passato della sua famiglia di Alfonsine. Martedì 26 giugno la rassegna prosegue con il Jazz e la grande musica nera, una ri?essione sull’editoria italiana sul tema a partire dalle presentazioni di Charles Mingus. L’uomo, la musica, il mito di Krin Gabbard (Edt, 2017) e Grande musica nera. Storia dell’Art ensemble of Chicago di Paul Steinbeck (Quodlibet, 2018), con Franco Minganti e i curatori delle edizioni italiane dei due libri, ovvero Francesco Martinelli e Claudio Sessa. Commento musicale live del clarinettista e sassofonista bolognese Guglielmo Pagnozzi.

Luglio vede martedì 3 Chiara Moscardelli, de? nita una delle penne più frizzanti del panorama letterario italiano, che presenta il suo romanzo rosa-giallo Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli (Giunti, 2018). Martedì 10 luglio sarà la volta di Annarita Briganti e del suo romanzo epistolare moderno Quello che non sappiamo (Cairo, 2018), dove i personaggi comunicano attraverso le email, le lettere dei nostri giorni. Martedì 17 luglio sempre Annarita Briganti, ma questa volta in veste di giornalista, intervisterà Alice Basso, il nome che forse più incuriosisce nel programma; l’autrice milanese presenterà a Imola l’ultimo lavoro, La scrittrice del mistero (Garzanti 2018). La serata conclusiva, martedì 24 luglio, è dedicata all’ultimo romanzo di Gian Mauro Costa, Stella o croce (Sellerio, 2018), che ha per protagonista il personaggio di Angela Mazzola, giovane poliziotta di Palermo, ed è stato già de?nito un caso letterario; ad intervistare il giornalista, regista, sceneggiatore e scrittore sarà Lidia Mastroianni.

Tutti gli incontri inizieranno alle ore 21 e sono come sempre ad accesso libero ?no ad esaurimento dei posti disponibili nel giardino di via Emilia 80. 

r.c.

Nella foto: la copertina di «Un ragazzo normale» di Lorenzo Marone

Ritornano i martedì sera alla Biblioteca comunale di Imola con «Freschi di stampa»
Cultura e Spettacoli 11 giugno 2018

Festa con rievocazioni medievali a Bubano per il Palio del Torrione

C’era una volta un drago nel territorio di Bubano… e c’è ancora! Quantomeno c’è il ricordo di una leggenda secondo la quale un drago, nel 1200, aveva qui «soggiornato»: una leggenda che, molto probabilmente, fa riferimento a un’epidemia di peste identificata con l’immaginaria creatura.

A questo e al dominio degli Sforza si collega il Palio del Torrione di Bubano, rievocazione che torna anche quest’anno con la sua ventiduesima edizione: da domani fino al 17 giugno il paese si riempie così di musica, spettacoli, mercatini, eventi sportivi e, naturalmente, il Palio che, sabato 16, vede i quattro rioni di Bubano (Caterina Sforza, Ponte Pilastrino, Ponte Fornace, Stazione di Posta) affrontarsi con una sfida durante la quale una dama, posta su una costruzione che richiama la torre del castello che fu fatto costruire da Caterina Sforza e di cui è rimasto solo il torrioncello, deve trafiggere il bersaglio (drago), mentre quattro cavalieri spingono la torre il più possibile vicino all’obiettivo per facilitarle il compito. Uno stand gastronomico con specialità di carne e pesce sarà allestito tutte le sere della festa a partire dalle 18.30. Da giovedì 14 saranno aperti anche l’Angolo della ficattola e la Taverna del Pellegrino, e il venerdì ci sarà anche l’Osteria della Signora  (informazioni e prenotazioni: 335/7887629).

Tanti gli aventi in programma: mostre, eventi sportivi, esibizioni e tanta musica, fino all’allestimento di un campo medievale dove si potranno vivere scene di vita quotidiana, in attesa del corteo storico che accompagnerà l’entrata in paese di Caterina Sforza. Particolare attenzione sarà posta ai più piccoli che potranno dedicarsi ai laboratori, assistere agli spettacoli e giocare in piazza con un loro mini palio.

r.c.

Il programma completo dell”evento su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: il palio di Bubano

Festa con rievocazioni medievali a Bubano per il Palio del Torrione
Cultura e Spettacoli 10 giugno 2018

Musica… fuori dagli schemi al Mojito Cafè di Linaro con Mrs Smith

Un appuntamento interessante (e a ingresso libero) per gli appassionati di musica al Mojito Cafè di Linaro. Questo pomeriggio, a partire dalle ore 18, si esibirà Mrs Smith, una guitar hero definita «davvero fuori dagli schemi». «Ha suonato al Guitar Gods Festival di Miami in apertura a leggende del rock come Steve Vai e Yngwie Malmsteen» citano gli organizzatori.

Mrs Smith ha milioni di visualizzazioni sul web, è protagonista di trasmissioni televisive (America’s Got Talent) e concerti dal vivo (Bushwig Festival, The Cutting Room). Nel locale dell’imolese Mrs Smith presenterà le sue opere musicali impreziosite dalle sonorità create dagli ampli costruiti da Pierangelo Mezzabarba. L’appuntamento nasce da Mezzabarba stesso, della Mezzabarba Custom Amplification di Farnese in provincia di Viterbo, e da Luca Degli Esposti dell’Odema 2 Srl di Imola. Ci sarà anche una piccola mostra delle chitarre Ibanez customizzate da Michele Migi (Ibanez87) e Fabio Gobbi (Fago Cable Pro) accompagnati dall’Ibanez Club Italia di Andrea Pattacini e Simone Verde. 

r.c.

Nella foto (dalla pagina ufficiale): Mrs Smith sul palco

Musica… fuori dagli schemi al Mojito Cafè di Linaro con Mrs Smith
Cultura e Spettacoli 9 giugno 2018

«Trafila partigiana» con Anpi e Cai, camminata notturna di 10 ore e pranzo finale alla Faggiola

Domani, la sezione imolese del Cai e l”Anpi, in occasione del 73° anniversario della Liberazione, organizzano «La trafila partigiana», camminata notturna di 32 km aperta a tutti, con partenza nella notte tra sabato e domenica, all’1.30 dal Prato della Rocca (è consigliabile portare una torcia). L’evento è in ricordo della costituzione della 36ª Brigata Garibaldi «A. Bianconcini» e delle sue eroiche gesta nella guerra di liberazione dal nazifascismo. I passaggi toccheranno Codrignano alle ore 3.15, poi Tossignano alle ore 4.45, quindi il Passo del Prugno (punto di ristoro) alle ore 6; si prosegue passando da Monte Battaglia, dalla chiesa di Valmaggiore e si prosegue fino al Monte Faggiola e al Passo del Paretaio. Per chiudere la giornata, dopo 10 ore a piedi con 950 metri di dislivello, ci sarà la manifestazione dell’Anpi e il pranzo al monumento della Faggiola.

L’accompagnatore sarà Romano (tel. 335-6411488). 

r.s.

Il programma completo dell”evento su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: il monumento ai partigiani

«Trafila partigiana» con Anpi e Cai, camminata notturna di 10 ore e pranzo finale alla Faggiola
Cultura e Spettacoli 9 giugno 2018

Arte di strada, street food e musica, un Giugno Castellano per tutti i gusti

Ormai da ventotto anni il centro storico di Castel San Pietro si anima sotto l’insegna del Giugno Castellano, un insieme di eventi per tutti i gusti, dalla musica agli spettacoli, dall’enogastronomia al termalismo.

Il clou dell’edizione 2018 del Giugno Castellano si concentra in questo e nel prossimo weekend del mese (15 e 16 giugno). Protagonisti saranno la musica e l’arte di strada, con esibizioni e spettacoli in tutti gli angoli delle vie e delle piazze castellane, ma anche la seconda edizione dello street food festival «Peccati di gola fuori dal Comune» organizzato da Anusca, quest’anno con food truck non solo italiani ma da tutto il mondo, e l’immancabile Naturalmiele, con degustazioni ed incontri sull’enogastronomia e le eccellenze della terra, in special modo l’oro giallo delle api.

All’interno del ricco programma di giugno ricadono anche l’Ekofest, l’iniziativa in favore dell’ambiente, dello sport e della salute quest’anno all’ottava edizione e in programma il 17 giugno nell’area del laghetto Scardovi, la Festa della birra di Osteria Grande al campo sportivo della frazione dal 21 giugno al 2 luglio all’insegna della birra ma anche di musica, spettacoli e raduni a tema, e la Notte Celeste delle terme dell’Emilia Romagna, il 23 giugno.

Il programma di oggi (sabato 9 giugno). Entrando nel dettaglio del programma di oggi, sabato 9, il pomeriggio è caratterizzato dallo sport, con il torneo di calcio giovanile e la festa dell’associazione Libertas Castel San Pietro. Dalle 20 iniziano gli spettacoli in centro, fra cui i clown di strada (in piazza Galilei alle ore 20 e 22.15), il jazz (in via San Francesco dalle 20), le danze acrobatiche e la giocoleria (in piazza Vittorio Veneto alle 20.30 e 22), il Visual Comedy Show (piazza XX Settembre alle 21.15) e ancora tanta musica. L’area dell’ex autostazione, zona piazza Martiri partigiani, si trasforma in un’area giochi per bambini, con gonfiabili e altre attrazioni; tra il Cassero e via Cavour si troveranno invece i trentadue food truck dello street food festival venuti da tutta la regione, da altre zone d’Italia e anche dall’estero.

Le iniziative andranno poi avanti fino a fine mese. Tutto il programma sul sito del Comune www.cspietro.it e della Proloco.

Ulteriori dettagli sono sul “sabato sera” del 7 giugno.

mi.mo

Nella foto: una passata edizione del Giugno Castellano

Arte di strada, street food e musica, un Giugno Castellano per tutti i gusti
Cultura e Spettacoli 2 giugno 2018

Il teatro di Baba Jaga, in mezzo alla natura, a Ca' Colmello, sulle colline tra Santerno e Sellustra

L”arte e la natura. Due ambiti che hanno sempre affascinato l”uomo, apparentemente separati, in realtà spesso intrinsecabilmente legati, persino sovrapposti. Lo dimostra una volta di più l”attività dell”associazione Baba Jaga che organizza il festival artistico Sottili Innesti Amorevoli (Sia) proprio nel verde delle nostre colline. Per la precisione a Ca” Colmello, nei dintorni di Sassoleone, dove Chiara Tabaroni e Bruno Fronteddu, fondatori dell”associazione, hanno creato una casa laboratorio in un antico casolare dei primi del Novecento, si prendono cura della terra che la circonda e aprono gli spazi all”arte con workshop residenziali e spettacoli per il pubblico in un anfiteatro naturale che è un palcoscenico perfetto. Sia è la rassegna che torna per la sesta edizione portando in collina esponenti della ricerca artistica italiana e internazionale, toccando varie arti, dalla danza al teatro, dall”illustrazione alla fotografia.

A Ca” Colmello «dal 2011 Bruno e io abbiamo deciso di abitare e creare un luogo in cui accogliere teatro e arte, corse di bimbi e canti, intrecci di culture del mondo, poetiche e scambi, un ponte tra arte e natura – spiega Chiara, direttrice artistica della casa laboratorio -. Abbiamo creduto in un sogno possibile, lontano dalla città ma vicino alla natura semplice delle cose. Abbiamo realizzato la strada per giungere fin qui, rafforzato muri, ristrutturato con pietre e legno, curato il bosco e creato spazi nuovi, l”anfiteatro in natura, la sala di lavoro, le stanze per accogliere. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all”aiuto di amici e di chi ha compreso lo spirito e l”importanza di questo luogo donandoci tempo, energia ed entusiasmo».

All”interno di Sia vengono organizzati workshop dove si passa del tempo insieme condividendo: il primo con Monika Bulaj del 5 e 6 giugno, quello sul lavoro dell”attore davanti allo sguardo di un bambino con Chiara Guidi del 10-12 giugno, quello sull”illustrazione con Joanna Concejo del 17-19 luglio, quello sulle pratiche vocali con Ewa Bensz del 25-29 luglio, quello sulla danza butoh con Masaki Iwana del 5-9 agosto e quello sulla danza contemporanea con Raffaella Giordano del 12-16 settembre. La condivisione e l”incontro sono alla base anche degli spettacoli. A cominciare dal tragitto. «Spesso mettiamo in contatto persone che vorrebbero venire a vederci ma non hanno l”auto con altri nostri spettatori che si sono espressamente offerti e hanno dato la loro disponibilità ad offrire un passaggio», spiega la direttrice artistica della rassegna. E allora non ci sono scuse per non salire i calanchi e sedersi nel mezzo della natura ad assistere alla performance visiva di Monika Bulaj giovedì 7 giugno o allo spettacolo di Chiara Guidi su La scuola sperimentale del teatro infantile domenica 10 giugno. La rassegna continua poi con le fiabe nel bosco pomeridiane e con un concerto serale delle As Madalenas domenica 17 giugno, con lo spettacolo di Andrea Lupo Il circo capovolto il 14 luglio e termina con la compagnia indiana Milòn Mèla il 25 agosto. (s.f.)

Ca” Colmello è in via Gesso 21 a Sassoleone. Gli spettacoli iniziano alle 21.30 e hanno un biglietto che va dai 12 ai 15 euro. La prenotazione è obbligatoria: 349/2826958 (anche per informazioni su spettacoli e workshop). Info: www.babajaga.it

Ulteriori approfondimenti sul numero di «sabato sera» in edicola da giovedì 31 maggio

Nella foto Bruno Fronteddu e Chiara Tabaroni

Il teatro di Baba Jaga, in mezzo alla natura, a Ca' Colmello, sulle colline tra Santerno e Sellustra
Cultura e Spettacoli 30 maggio 2018

Dal Piper… a Piazza Matteotti, a Imola in Musica quest'anno arriva Patty Pravo

«Imola in Musica», l”evento musicale in programma dal 25 giugno all”1 luglio e giunto ormai alla 23° edizione si presenta con un ricco programma di eventi tutti ad ingresso gratutito. Quest”anno il pezzo forte sarà la presenza di Patty Pravo, con l”artista veneziana che sabato 30, alle 22, salirà sul palco in piazza Matteotti per cantare alcune dei sue migliori canzoni che l”anno incoronata tra le più famose interpreti italiane nel mondo.

Il Festival, organizzato dal Comune di Imola, anche in questa edizione si è fregiato ancora una volta dell’importante riconoscimento europeo di Effe (Europe for Festivals, Festivals for Europe), la rete che raggruppa circa 800 dei migliori festival culturali europei. La manifestazione si svolgerà in gran parte negli spazi del centro storico di Imola e offrirà, come sempre, un cartellone che abbraccia più tipologie musicali, dalle classiche a quelle più insolite eterogeneo di eventi, estesi dalle tipologie musicali più classiche alle più insolite. Tra questi, giovedì 28, anche la finalissima del concorso Gocce di Musica per la Solidarietà, promosso dall”Avis di Imola, dal sabato sera, dall”App Sabato Sera notizie e dal Centro musicale giovale Cà Vaina. Il giorno dopo, invece, alle 21.30 da non perdere l’esibizione alle ore 21.30 dell’Imola Big Band in «Il più grande spettacolo è iBigBand».

Il programma completo del Festival è consultabile online all’indirizzo www.imolainmusica.it

r.c.

Nella foto (dalla pagina facebook personale): Patty Pravo

Dal Piper… a Piazza Matteotti, a Imola in Musica quest'anno arriva Patty Pravo
Cultura e Spettacoli 30 maggio 2018

Il noir «I bambini delle case lunghe» raccontato dallo scrittore medicinese Corrado Peli. IL VIDEO

E” stato presentato sabato scorso alle Librerie.Coop al Centro Leonardo di Imola il nuovo romanzo noir dello scrittore medicinese Corrado Peli dal titolo «I bambini delle case lunghe», edito da Fanucci e già acquistabile in digitale mentre per il formato cartaceo bisognerà aspettare l”uscita in libreria del 6 giugno.

In esclusiva per «sabato sera» Corrado Peli ha raccontato di cosa parla il suo ultimo lavoro letterario.

r.c.

Nella foto: Corrado Peli

Il noir «I bambini delle case lunghe» raccontato dallo scrittore medicinese Corrado Peli. IL VIDEO

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast