Sport

Mondiali di ciclismo «Imola 2020», l’ex pro Michele Coppolillo esalta l’organizzazione: «Siamo una spanna sopra»

Mondiali di ciclismo «Imola 2020», l’ex pro Michele Coppolillo esalta l’organizzazione: «Siamo una spanna sopra»

Vedo Michele Coppolillo nel «mio ufficio» open-space al Rez Cafè di viale Dante. «Nel 1968 avevo poco più di un anno e stavo a Cosenza. Ho visto però i video della gara eroica di Adorni. Non c’è mai più stato un Mondiale con quei distacchi. Imola vivrà ancora una giornata grandiosa ed avere ricevuto il Mondiale in queste condizioni è un riconoscimento alle capacità organizzative della Regione, della città, dei suoi abitanti e soprattutto di Marco Selleri. Ho girato parecchio l’Italia e l’Europa, ma qui siamo sopra una spanna».

Un aggettivo per descrivere Marco Selleri?

«Un vulcano, veramente la persona che ne fa una e ne pensa cento. Grazie a lui e a Marco Pavarini della Communication Clinic è stato rilanciato il Giro Under 23 dopo il Covid-19 e il ciclismo in generale col Warm Up in autodromo a luglio. Poi c’è Davide Cassani, responsabile regionale per la promozione del territorio che si è inventato la squadra che dirigo, l’Emilia-Romagna Cycling Team, che dà la possibilità di gareggiare a corridori U23 locali. Basta vedere come sono state affrontate le difficoltà dovute al poco tempo a disposizione, senza dimenticare l’impegno del presidente regionale Stefano Bonaccini». (n.v.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto (Isolapress): Michele Coppolillo, ex professionista ed ex assessore allo Sport del Comune di Dozza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

scuola
nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast