Sport

Caos torri faro al Romeo Galli, il sindaco Panieri: «Sostegno all’Imolese, ma rispedisco al mittente le accuse del presidente Spagnoli»

Caos torri faro al Romeo Galli, il sindaco Panieri: «Sostegno all’Imolese, ma rispedisco al mittente le accuse del presidente Spagnoli»

Il giorno dopo il caos delle torri faro allo stadio Romeo Galli è arrivato il commento del sindaco Marco Panieri, anche lui presente ieri pomeriggio nell’impianto per la sfida tra Imolese e Sudtirol. «Sono arrivato alle 17 ed ho potuto constatare che fino alle 17,15 l’impianto di illuminazione costituito dalle 4 nuove torri faro funzionava perfettamente, poi dalle 17,15 sono cominciati i problemi in specifico ad una torre faro» ha detto il primo cittadino con delega allo Sport.

Alle ore 17,15 circa, infatti, «causa un malfunzionamento generatosi nella zona della tribuna, per cause ad oggi ancora da verificare, si è propagato il guasto nel quadro elettrico generale, che ha determinato lo sgancio di un interruttore di protezione, senza porre in evidenzia l’intervento di protezione del sistema – si legge nel comunicato del Comune di Imola -. Il risultato ha tolto la corrente alla torre faro collegata all’impianto elettrico della tribuna. L’apertura dell’interruttore di protezione ha consentito la messa in sicurezza dell’impianto e di conseguenza delle persone. Solo oggi, dopo due ore di verifiche effettuate durante il sopralluogo, i tecnici della ditta che ha realizzato l’impianto elettrico delle torri faro hanno individuato la possibile causa nell”attivazione della protezione dell’impianto stesso, causando l’interruzione della corrente ad una torre faro. Al termine della verifica l’impianto è tornato perfettamente funzionante. Si è trattato di un inconveniente imprevisto e imprevedibile: l’impianto elettrico di alimentazione delle 4 torri faro, infatti, è stato regolarmente collaudato e certificato giovedì 5 novembre scorso e da allora è stato utilizzato nel corso di tutta la settimana dall’Atletica Imola Sacmi Avis, senza che si manifestasse alcun tipo di problema».

Il sindaco Panieri ha poi voluto manifestare tutto il «sostegno all’Imolese nel reciproco rispetto dei ruoli. Sono molto rammaricato per l’inconveniente tecnico accaduto, con le conseguenti ripercussioni sulla società calcistica, ma nel contempo ritengo doveroso rispedire al mittente i toni utilizzati in alcune dichiarazioni rilasciate ai media dal presidente della società calcistica – ha sottolineato Panieri -. Ricordo che nelle scorse settimane ho incontrato la società per affrontare tutte le sollecitazioni pregresse al mio insediamento alla carica di sindaco. In quelle occasioni, sul tavolo c’erano molti argomenti, che per me rimangono in essere e per i quali come Amministrazione comunale continueremo ad essere impegnati per trovare soluzioni positive. Proprio perché abbiamo a cuore lo sport e le società impegnate a tutti i livelli nella nostra città, continueremo a sostenere anche l’Imolese nei suoi progetti di crescita. In questo contesto, siamo pronti a dare il necessario sostegno all’eventuale ricorso alla giustizia sportiva che l”Imolese riterrà di avviare, contro le sanzioni che dovessero essere comminate alla società, facendo riconoscere l’oggettività e l’imprevedibilità dell’inconveniente accaduto. Non ci tireremo indietro e continuerò a metterci la faccia, come ho sempre fatto e come ho fatto anche ieri. Ma tutto questo potrà avvenire solo in un quadro di reciproco rispetto dei ruoli ricoperti, per il bene di tutto lo sport imolese». (da.be.)

Nella foto: il match rinviato ieri tra Imolese e Sudtirol (Isolapress), nel cerchio il sindaco Panieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast