Posts by tag: romeo galli

Sport 15 Giugno 2019

Atletica, oggi e domani al Galli la Finale nazionale Argento dei campionati di società

Dopo l’antipasto della seconda ed ultima fase regionale, andata in scena sabato 1 e domenica 2 giugno, ecco il piatto forte. Oggi, sabato 15, e domani, infatti, sempre al Galli è in programma la Finale nazionale Argento dei campionati di società assoluti, un evento prestigioso organizzato dall’Atletica Sacmi Avis. Tra le squadre, ai nastri di partenza, anche il sodalizio del presidente Massimo Cavini che ha conquistato la qualificazione proprio nella tappa di Imola di inizio giugno. «Sono 24 le società iscritte – ha spiegato Cavini – equamente suddivise tra maschili e femminili e composte da circa 20 componenti ognuna».

Come è ricaduta la scelta della Federazione su Imola?

«La Fidal nazionale ha assegnato, come sempre, le manifestazioni istituzionali ad ottobre dell’anno scorso, tenendo in considerazione le richieste. Noi, in accordo con il Comune, avevamo puntato in alto, anche perché questa era una delle poche date che non andava ad interferire con il calendario calcistico».

Come si svolgerà questa Finale Argento?

«Il via oggi alle 17, mentre domenica tutti in pista a partire dalle 9.15. In programma 20 gare (maschili e femminili) alle quali parteciperà un solo atleta per ogni squadra. L’ultima in programma, forse la più avvincente, sarà la 4×400. Al termine delle prove ogni società scarterà i due risultati peggiori e si stilerà così la classifica finale».

Quali imolesi, alla vigilia, appaiono più in forma?

«I velocisti Cavini, Ghilardini e Pagnini, oltre ai mezzofondisti Conti e Gaddoni. Senza dimenticare Comel (asta), Costanzi (peso e disco), Mazzanti (400 hs) e Fagliarone (martello)». (d.b.)

Nella foto (dell”Atletica Imola Sacmi Avis): Andrea Mazzanti

Atletica, oggi e domani al Galli la Finale nazionale Argento dei campionati di società
Sport 6 Giugno 2019

Caos lavori al Galli, il commento della sindaca di Imola Manuela Sangiorgi. IL VIDEO

Prosegue la telenovela sui lavori allo stadio Romeo Galli, all”indomani del comunicato stampa (leggi qui) emesso dall”Imolese nel quale accusava Area Blu di aver negato l”autorizzazione l”inizio degli interventi e quindi messo a serio rischio l”iscrizione dei rossoblù alla prossima serie C. A cascata poi sono arrivate prima le dichiarazioni del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli (il commento qui), poi a seguire il comunicato stampa del gruppo consiliare Imola Guarda Avanti (per saperne di più). Infine, poco fa, la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi ha voluto dire la sua con un video messaggio direttamente sulla propria pagina facebook Manuela Sangiorgi sindaca M5S. (d.b.)

Nella foto: lo stadio Romeo Galli dall”alto e, a sinistra, la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi durante il video messaggio

Caos lavori al Galli, il commento della sindaca di Imola Manuela Sangiorgi. IL VIDEO
Sport 6 Giugno 2019

Caos lavori al Galli, il gruppo consiliare Imola Guarda Avanti: «L'Imolese può non sapere quale sia il procedimento corretto, ma il Comune no»

Ore convulse a Imola dopo il terremoto provocato dal comunicato stampa (leggi qui) con cui l”Imolese ha accusato Area Blu di aver negato l”autorizzazione ai lavori dello stadio Romeo Galli, tassello fondamentale per l”iscrizione dei rossoblù al prossimo campionato di serie C. Sull”argomento, in data odierna, è intervenuto anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli (le dichiarazioni qui), ma non si è fatto attendere nemmeno il comunicato stampa del gruppo consiliare Imola Guarda Avanti, il cui presidente è Carmela Cappello. 

Di seguito, il testo integrale del documento:

«Facciamo un po’ di chiarezza a beneficio di tutti i cittadini e tifosi. La società Imolese Calcio 1919 attribuisce al Direttore di Area Blu s.p.a. la responsabilità per aver fermato i lavori di sistemazione dello stadio romeo Galli. Ci rendiamo conto che la società sportiva può non sapere quale sia il procedimento amministrativo corretto da intraprendere. Il Comune di Imola invece lo sa, o dovrebbe saperlo: per poter avviare dei lavori o rimborsare spese per lavori già fatti c’è bisogno di un’autorizzazione formale e scritta, oltre che un impegno di spesa, da parte della proprietà, in questo caso il Comune o del gestore, ovvero Atletica SACMI. Area Blu s.p.a. non è titolata ad autorizzare nulla senza un provvedimento del Comune o del gestore, che in questo caso non c’è e non c’è mai stato e la Sindaca lo sa bene. Perché allora dare la colpa ad Area Blu? E perché attaccare il D.G. Carmelo Bonaccorso quando la comunicazione in cui si spiega che il comune non ha mai autorizzato alcun chè non è neppure a sua firma? Si promettono sostegni e contributi a chiacchere e poi si trova un capo espiatorio qualunque da crocifiggere a beneficio del pubblico».

La telenovela continua… (d.b.)

(d.b.)

Caos lavori al Galli, il gruppo consiliare Imola Guarda Avanti: «L'Imolese può non sapere quale sia il procedimento corretto, ma il Comune no»
Sport 6 Giugno 2019

Caos lavori al Galli ed iscrizione, il presidente della serie C Francesco Ghirelli: «L'Imolese non può correre questo rischio»

A poche ore dal comunicato stampa (leggi qui) con cui l”Imolese ha annunciato il rischio di non iscriversi alla prossima serie C, in quanto Area Blu ha negato l”autorizzazione ai lavori dello stadio Romeo Galli, è intervenuto sull”argomento anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli che ha anche inviato una lettera al sindaco di Imola Manuela Sangiorgi ed al numero uno rossoblù Lorenzo Spagnoli

Come dichiarato da lui stesso all”Ansa «non posso pensare che una società virtuosa come l”Imolese, fiore all”occhiello della nostra Serie C, corra questo rischio inaccettabile. Sono pronto a venire a Imola per discuterne» ha afferma il presidente Ghirelli. (d.b.)

Nella foto: il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e una veduta aerea del Romeo Galli. Nell”altra foto il documento inviato dal numero uno della Serie C alla sindaca Sangiorgi ed al presidente dell”Imolese Spagnoli

Caos lavori al Galli ed iscrizione, il presidente della serie C Francesco Ghirelli: «L'Imolese non può correre questo rischio»
Sport 1 Giugno 2019

Atletica leggera, al Romeo Galli la seconda ed ultima fase regionale dei campionati Assoluti di società

Non solo grande calcio allo stadio Romeo Galli, ma anche due giorni dedicati all’atletica leggera. Oggi, sabato 1, e domenica 2 giugno, infatti, il calendario prevede la seconda ed ultima fase regionale dei campionati Assoluti di società, evento ovviamente organizzato dall’Atletica Imola Sacmi Avis. In palio la qualificazione alla finale nazionale Argento che si terrà, dal 15 al 16 giugno, sempre nell’impianto all’interno del Parco delle Acque Minerali. «L’assegnazione della prova al Romeo Galli era praticamente “dovuta” – ha precisato il presidente Massimo Cavini -, perché la pista di Imola è considerata perfetta per eventi simili. Non solo, anche la qualità dell’impianto e le capacità organizzative sono di alto livello». 

E’ giusto affermare che sia la tappa imolese che la prima a Modena sono le gare più importanti in regione?

«Sono sicuramente quelle più qualificate e dove si registrano il maggior numero di iscritti, perché ogni società partecipa con tutti i suoi atleti. Inoltre le manifestazioni sono indispensabili per la qualificazione alle finali nazionali».

Pur essendo padroni di casa, però, non è ancora certa la vostra partecipazione alla finale Argento.

«Per accedervi, intanto, abbiamo acquisito una prelazione essendoci classificati nei primi tre posti nella finale Bronzo 2018. Ma non basta, perché in questa fase regionale bisogna ottenere almeno 14.800 punti. A Modena ne abbiamo centrati 13.717 e siamo al 19° posto in Italia».

Quali imolesi vedremo, quindi, ai nastri di partenza?

«E’ prevista un’alta partecipazione di atleti, perché nella prova di Modena il maltempo ha penalizzato le prestazioni e tutti vorranno migliorarsi. Tra gli imolesi mancheranno, però, Alex Pagnini e Michele Brini, quest’ultimo sostituito dal fratello Alberto di ritorno dall’Olanda. Nei 200 vedremo ancora Ghilardini, mentre, rispetto alla prima tappa, Conti si concentrerà sugli 800, Bernardi su 1.500 e 5.000, Comel nel lungo e nell’asta, Ravagli nel salto in alto, Mazzanti nei 400 ostacoli, mentre Cavini proverà a migliorarsi nei 100». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 30 maggio.

Nella foto: Enrico Ghilardini

Atletica leggera, al Romeo Galli la seconda ed ultima fase regionale dei campionati Assoluti di società
Sport 22 Marzo 2019

Lavori al «Romeo Galli», la tabella degli interventi da finire il 30 settembre

I carotaggi che sono stati finalmente fatti e la certezza che, all’atto dell’iscrizione alla prossima serie C, l’Imolese indicherà un campo diverso dal Romeo Galli dove giocare le proprie partite casalinghe, in attesa che l’impianto all’interno dell’autodromo veda completati i lavori di adeguamento ai criteri infrastrutturali richiesti per la stagione 2019/20. Meglio andare con ordine, partendo dai «famosi» carotaggi richiesti dalla sovrintendenza di Bologna per essere esaminati e dare così il via libera ai lavori per l’installazione dei pali che dovranno sostenere i fari necessari a raggiungere gli 800 lux richiesti per il prossimo anno: le trivelle hanno lavorato nella giornata di venerdì 15 marzo cominciando così la trafila che vede, nel cronoprogramma del Comune di Imola, il mese di aprile come quello nel quale dovrebbe arrivare il parere da Bologna sulla questione, con conseguente pubblicazione nel mese di  maggio del bando per l’assegnazione dei lavori di adeguamento dell’impianto di illuminazione.

I lavori al Galli, che comprendono anche una redistribuzione degli spazi (sono da realizzare i locali antidoping, adeguando gli spogliatoi di casa e la sala stampa, con conseguente probabile trasloco dell’attuale palestra sotto la tribuna centrale), cominceranno dopo la metà di giugno e comprenderanno anche la creazione, nell’area sotto la tribuna centrale, di un’area hospitality e di un bar (ambienti che l’Imolese arrederà a proprie spese), oltre a nuovi servizi igienici. Tutti i lavori, illuminazione compresa, dovrebbero essere completati entro il 30 settembre, data che realisticamente verrà sforata di qualche settimana e che costringerà così l’Imolese a sperare di poter giocare in casa chiedendo una deroga alla Lega Pro, la stessa deroga che chiederanno tante altre società (Ghirelli ha parlato di 40 società con stadio non a norma) i cui impianti non sono attualmente in regola con i nuovi criteri. Cosa accadrà? Che l’Imolese depositerà a giugno la domanda di iscrizione, indicando Ferrara come campo di gioco: i contatti con la Spal sono già avviati e si attende il via libera dalla questura di Ferrara e da quella di Imola per poter considerare il «Mazza» come possibile futura casa provvisoria dei rossoblù per l’inizio del prossimo campionato.

Una categoria che richiede un campo sistemato sempre e comunque, al di là delle condizioni climatiche, con la proprietaria Fiorella Poggi che ha messo alcuni puntini sulle «i» nella querelle fra Imolese ed Atletica Sacmi Avis esplosa dopo le parole di Lorenzo Spagnoli al termine di Imolese – Renate. «Da parte nostra non ci sono assolutamente problemi con l’Amministrazione comunale. Noi saremmo clienti esigenti (così è stata definita l’Imolese nel comunicato emesso dalla Atletica Sacmi Avis, nda)? Faccio presente che questi clienti esigenti hanno speso 200 mila euro di tasca propria per l’impianto del Galli che viene utilizzato da un fornitore che dovrebbe essere ben contento di questo nostro intervento. Vorrei chiedere al gestore dell’impianto quanto investe nella manutenzione del campo in base alle tabelle previste dal Comune ed allegate al bando di gestione del Romeo Galli». (an.mir.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 21 marzo.

Nella foto (Isolapress): un bel tramonto allo stadio «Romeo Galli»

Lavori al «Romeo Galli», la tabella degli interventi da finire il 30 settembre
Sport 15 Marzo 2019

Condizioni manto erboso del Galli, la replica dell'Atletica Imola Sacmi Avis

Le parole forti del presidente dell’Imolese Lorenzo Spagnoli al termine della gara contro il Renate hanno causato le reazioni dei diretti interessati, come era lecito aspettarsi. A parlare con noi è stato Massimo Cavini, presidente dell’Atletica Sacmi Avis, società che ha in gestione lo stadio Romeo Galli.

«Mi dispiace che si facciano queste affermazioni sulle condizioni del terreno di gioco del Romeo Galli. Ritengo le accuse del presidente Spagnoli totalmente infondate, mi spiace per i nostri volontari che ci mettono tanta passione e amore per curare il campo. Il resto, e mi riferisco allo stadio nuovo, non mi riguarda. Tornando al campo, credo che, nonostante la siccità e il vento, le condizioni del terreno di gioco del Romeo Galli siano tra le migliori attualmente in serie C. Senza dimenticare l’utilizzo molto intenso della struttura: dal 18 settembre ad oggi, tra campionato di C, Coppa e calcio femminile, ci sono state 25 partite e non abbiamo mai avuto una domenica libera. Il Romeo Galli era in condizioni peggiori a marzo negli anni scorsi. L’impianto di irrigazione funziona perfettamente, il campo viene innaffiato ogni sabato prima delle partite, e aggiungo che noi consegniamo la struttura in mano all’Imolese ogni domenica mattina alle 9 di mattina, quindi se c’è qualcosa che non va o che manca è sufficiente segnalarlo e si può risolvere in tempo. Non credo il campo sia così degradato – conclude Cavini -, invito tutti gli imolesi a venire al Romeo Galli: anzi, mi piacerebbe che venissero gli Amatori, che sono stati chiamati in causa dal presidente Spagnoli. Tutti i giorni, dalle 17.30 alle 20.30, la struttura è aperta a chiunque volesse venire a vedere le condizioni del campo. Sono 4 anni che andiamo avanti così, mi ero illuso che avessimo risolto tutti i problemi con la dirigenza dell’Imolese ma evidentemente i tempi non sono ancora maturi. Sono molto dispiaciuto». (r.s.)

Condizioni manto erboso del Galli, la replica dell'Atletica Imola Sacmi Avis
Sport 10 Ottobre 2018

Coppa serie C, oggi l'Imolese sfida al Galli la Pistoiese

Dopo il pareggio contro il Pordenone di domenica scorsa, l”Imolese torna in campo oggi al Galli (ore 18.30) contro la Pistoiese nel Primo turno di Coppa Italia di serie C. Arbitro Daniele Paterna di Teramo, assistenti Valente e Barone.

I toscani in campionato stazionano nelle parti basse del girone A con 2 punti in quattro partite (pareggi con Gozzano e Pro Piacenza e sconfitte per mano di Lucchese e Pro Patria), oltre a una differenza reti negativa frutto di 8 gol fatti e 11 subiti. Tra i giocatori in rosa sono presenti gli attaccanti Marco Cellini, presenze in B con Albinoleffe e Modena, e l”ivoriano Emannuel Latte Lath proveniente dall”Atalanta.

Una curiosità storica: in passato due giocatori dell”Imolese hanno vestito la maglia di entrambe le squadre. Si tratta del centrocampista Francesco Valiani e del portiere Mayco Monterastelli.

In caso di vittoria i rossoblù affronteranno mercoledì 31, in trasferta, la Lucchese.

d.b.

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Imolese): Luca Belcastro

Coppa serie C, oggi l'Imolese sfida al Galli la Pistoiese
Sport 12 Settembre 2018

Calcio serie C, dopo i gironi ecco il calendario: l'Imolese esordirà in casa contro l'AlbinoLeffe

Dopo la formazione dei gironi di serie C (leggi qui) avvenuta ieri e svelate così le avversarie dell”Imolese, oggi la Figc ha stilato il calendario ufficiale della stagione 2018/2019.

I rossoblù esordiranno in casa martedì 18 settembre (ore 18.30) contro l”Albinoleffe, mentre alla seconda giornata, in programma domenica 23 settembre, saliranno a Gorgonzola per sfidare il Giana Erminio. Il derby contro il Rimini sarà all”8^ giornata (21 ottobre al Romeo Galli e il 17 febbraio al Neri) e quello con il Ravenna è previsto per l”ultimo turno (mercoledì 26 dicembre a Imola e domenica 5 maggio al Benelli).

I turni infrasettimanali, invece, riguarderanno le gare di andata e ritorno contro Teramo (26 settembre e 23 gennaio) e Sambenedettese (17 ottobre e 13 febbraio), il match a domicilio contro il FeralpiSalò (12 dicembre), oltre come detto al derby casalingo contro il Ravenna, penultimo impegno del 2018. Il sabato di Pasqua (20 aprile), infine, trasferta sul campo della Fermana. 

La sosta è prevista dal 30 gennaio al 20 febbraio.

Intanto è stato reso noto anche il prossimo turno di Coppa Italia di serie C. La squadra di Dionisi scenderà in campo mercoledì 10 ottobre al Romeo Galli contro il Pisa e, in caso di vittoria, affronterà il 31 ottobre in trasferta la Lucchese.

r.s.

Nella foto (Isolapress): alcuni giocatori dell”Imolese con le nuove maglie e il presidente Lorenzo Spagnoli

Calcio serie C, dopo i gironi ecco il calendario: l'Imolese esordirà in casa contro l'AlbinoLeffe
Sport 3 Agosto 2018

In attesa dell'ufficialità sul ripescaggio in C dell'Imolese, i quattro punti sui lavori al «Galli»

«In 10 giorni è stato fatto quello che in 2 anni sembrava impossibile». Sono le parole con le quali il direttore generale Fiorella Poggi ha commentato quanto accaduto dalla settimana di inizio del raduno in poi.

Il «punto 1» del restyling è stato quello legato all’illuminazione, potenziata grazie ai 4 bracci allungabili fino a 21 metri con i fari di integrazione all’impianto già esistente, per raggiungere la quota minima di 500 lux, necessaria per poter permettere le riprese televisive. La tribuna non subirà particolari stravolgimenti per il pubblico, se non nella zona centrale, quella delle poltrone rossoblù: una parte di esse, infatti, dovrà essere destinata alle postazioni stampa (30 posti necessari), con la possibilità quindi di trasloco all’aperto dei giornalisti, il cui precedente locale sarebbe destinato quindi al Gos (Gruppo Operativo Sicurezza), che avrà sotto controllo il Galli attraverso l’impianto di videosorveglianza, opera al «punto 2» dei lavori.

Il Romeo Galli, che avrà tutti i posti numerati in qualsiasi settore, sarà interamente coperto da wi-fi («punto 3») necessario per evitare l’installazione dei tornelli alle due entrate (gli imolesi passeranno dal lato tribuna, con il cancello automatico ancora chiuso ed aperto solo come uscita di emergenza, mentre gli ospiti entreranno dal lato distinti). Dunque un «palmare» permetterà il riconoscimento di ogni spettatore e del proprio tagliando, acquistabile in prevendita, oppure stampato direttamente alla biglietteria al momento dell’ingresso. Operazione che, richiedendo la necessità di una stampante termica e della compilazione con computer di ogni singolo biglietto, porterà certamente a qualche mugugno di chi arriverà all’ultimo minuto e si troverà davanti la fila: ecco perché abbonarsi nella prossima stagione sarà la strada migliore per evitare le attese e poter arrivare al Galli parcheggiando in una delle due aree riservate ai locali (lato Acque Minerali, oppure lato via Musso), mentre tutte le auto ospiti saranno posteggiate nei parcheggi davanti alle tribune dell’autodromo.Il tratto di via Galli fra la rotonda del bar Renzo e via Musso potrebbe poi essere chiuso al traffico dalla Questura il giorno della gara, per isolare il pullman della squadra ospite davanti agli spogliatoi, nei quali le uniche modifiche dovrebbero essere nella zona riservata alle interviste, dove dovrà essere adeguato l’impianto elettrico.

Dovrà, infine, essere spostato il campo da gioco («punto 4»). La necessità di avere almeno 2,5 metri fra la bandierina del calcio d’angolo e gli ostacoli fissi (pista atletica), porterà infatti ad un restringimento del campo di 1 metro (da 105 a 104 metri in lunghezza con 64 metri di larghezza), mentre le panchine verranno tolte dall’attuale posizione e sistemate con postazioni mobili sulla pista d’atletica.Queste sono tutte le opere immediate, senza dimenticare che poi ci sarà la necessità di sostituire i pali attuali dell’illuminazione con quelli necessari per portarsi agli 800 lux richiesti nella stagione successiva.

an.mir.

Nella foto (Isolpress): le nuovi luci al Romeo Galli

In attesa dell'ufficialità sul ripescaggio in C dell'Imolese, i quattro punti sui lavori al «Galli»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast